IlMarchese

Commenti

IlMarchese
Silver
27/07/2018 | 19:10

  • Like
    0

IlMarchese
Silver
25/07/2018 | 16:22

  • Like
    0

@NormalMan
Andare a Puerto durante la stagione dei Monsoni è da martellate sui coglioni

Grazie
@IlRedivivo
@bagascia

IlMarchese
Silver
24/07/2018 | 18:14

  • Like
    1

@dominicandream
grazie

@whip69

sì non finisce qui, ci sono altre puttanate, cioè puntate

IlMarchese
Silver
23/07/2018 | 17:59

  • Like
    1

Secondo il tam tam dei puttanieri sul web, il Tiki ristobar è l’ultima riserva di caccia alle maiale a Puerto Princesa.
Dimenticatevelo!
Arrivo al Tiki e l’unico movimento di passera è qualche cetaceo australiano che dimena quel culo flaccido al ritmo di musica rock suonata dal vivo da una band. L’unica salvezza potrebbe essere rappresentata proprio dalla cantante della band. Il suo stile metallaro-pompinaro, lascia aperte fantasie scoperecce . Nella speranza che quando la finisce di gridare contro quel povero microfono, scenda dal palco e per arrotondare la serata mi canti una serenata al cazzo, io aspetto. Aspetto, aspetto ma la metallara del cazzo sparisce. Sono seduto al tavolo con l’unica donna che non ti delude mai.
No, non mia madre. Una birra San Miguel.
Da predatore di fica, i miei occhi, nonostante la densa penombra, riescono ad individuare tutte le gnocche nel locale. Cerco prede solitarie, da azzannare e portare nella mia tana. Ma sono accompagnate dal fidanzato, in gruppi di amici, o sono carne avariata. La tento, e semino qua e là qualche sguardo malizioso. Per evitare di raccogliere un coltello in pancia, alla fine mi levo dai coglioni. Ramingo, sconsolato e scoglionato cammino come un cane bastonato lungo la strada che costeggia l’aeroporto di Puerto, in direzione il nulla. L’unico segno di vita: grilli che cantano e l’eco tremulo di qualche triste canzone che arriva dai KTV bar quasi in chiusura. Ne provo uno. Faccio appena in tempo ad aprire la porta e richiuderla. Solo cenci da dare a terra e tegami sgangherati. Ho la morte nel cuore, un cazzo nelle mutande che grida vendetta.
La mia salvezza arriva su un tuk tuk. Alla guida, un ragazzetto che avrà avuto 18 anni. Capelli rasta con colonie di pidocchi e zecche. Magro come un tossico. Buttata addosso, una maglietta che gli sta così larga che non avrebbe nemmeno bisogno di indossare i pantaloni.
“Tuk Tuk Sir?” mi fa, e il clacson che gracchia. Provo a lanciarla lì e chiedo: “Donde esta la chica?” che è una domanda universale. Se vi trovate sperduti nella taiga in Lapponia, in mezzo a renne e husky e lapponi e vi viene tipo voglia di annusare della sana passera “Donde esta la chica” e capiscono subito.
Insomma Bob Marley mi dice che mi porta nel posto giusto. In questi casi è come giocarsi tutto con il lancio di una moneta. Testa o fica. O ti porta davvero nel posto che vuoi, oppure ti ritrovano la mattina dopo, dentro un paio di sacchi, nudo e con il culo aperto come una scatola di tonno Riomare.
Scarrozziamo per una quindicina di minuti su stradine buie e puzzolenti. Alla fine si arriva di fronte a un Ktv bar. L’insegna “Rebay Videoke Bar” pulsa di rosso come un allarme rosso. Entriamo nel cortile. Un orang utan dalla pelle color cacca, eyeliner pesante, alto un metro e ottanta, due grossi orecchini ad anello ad entrambi gli orecchi, capelli raccolti in un codino, tatuaggi ovunque, mi viene incontro.
È Jack Sparrow, ma in versione i ‘froci dei caraibi’. Un’aria di debosciata e maligna da corsaro di culi. Scambia due parole in tagalog con il drogatello del Tuk Tuk. Batte le mani coperte di anelli e verruche e all’improvviso arriva una muta di suine. Alte, basse, capelli lunghi, corti, magre, grasse, un paio di ladyboy, insomma c’è l’imbarazzo della scelta.
Il Papasan le passa in rassegna con il suo sguardo severo. Diosolo sa che cazzo combina lì dentro con quelle poverette. In ogni caso siamo qui, e di certo non torno indietro a mani vuote, anche dovessi incularmi Jack Sparrow. Sono tutti lì che aspettano che decida, decine di occhi puntati addosso. Mi sento un po' sulle spine.
C’è una fighetta tutta minuta, delicata, con un bellissimo sorriso. Un mix di innocenza e dita in culo. La indico, lei che si alza subito. Altezza 1 e 50 esagerando. Gesù, chiedo al frocio, “è maggiorenne”.
Annuisce.”
“Id card, please?”.
Maggiorenne. Il prezzo è sui 1000 pesos. “Quanto tempo la posso tenere?”
Il pirata risponde due, tre ore. Si raccomanda di non strapazzarla troppo, ‘ché non è assicurata furto incendio e calamità. Affare fatto, ci stringiamo la mano, pago. Mi ripulisco la mano strusciandola sulla maglietta dietro la schiena. Il frocio parla al tassista. Gli avrà detto tipo tagliagli la gola se mi ammacca la fica, roba così.
La ninfetta, zaino in spalla come se partisse per una scampagnata, sale sul tuk tuk. È una macaca arrapata in minigonna, la tipa. Mi sta tutto il tempo abbarbicata al collo. Mi passa la mano sull’uccello come per sapere di che morte morirà. Io e lei abbracciati, la tiepida brezza tropicale che accarezza i nostri visi, la mano sul cazzo, il mio dito che le tasta la passera arriviamo alla guesthouse. Pago Bobby, il rastachitico, gli do pure una piccola mancia, una pacca sulla spalla.
Grazie fratello. One Love. Non è abbastanza. Mi guarda duro per farmelo capire, muto. Vada a farsi fottere.
La fighetta si chiama Lu. In un attimo è nuda come un bruco. Minuta e delicata che dubito che ne esca dalla camera senza qualche bozzo. Mi sto sfilando i pantaloni, lei mi tira giù le mutande. Mi si attacca alla canna come un assetata di cazzo. Sono lì con mutande e i pantaloni all’altezza delle ginocchia. ‘Cioè, baby dammi almeno il tempo di spogliarmi.’
Succhia e soppesa le palle. Di farci la doccia non se ne parla. Io puzzo come un beduino su un cammello sudato.
Ora lei è tutta nuda, con quella pelle color sale rosa e curry. Il culetto che guarda il soffitto. Inginocchiata sul letto continua il lavoro di bocca.
Il mio cazzo nelle sue mani minute sembra un tronco. Voglio provare un’acrobazia da professionisti. Il 69 in piedi.
Non provatelo a casa.
L’agguanto per i fianchi, metto le gambe dietro il collo. Lu a testa in giù, riattacca a spompinarmi, dopo un momento di ‘What A fuck?’.
Praticamente la mia faccia è attaccata a ventosa tra le sue natiche, come se indossassi una maschera a gas e respirassi dalla sua fica. Le infilo la lingua nell’utero e lappo la fichetta pelata e sugosa. Il suo buco del culo è allineato con il terzo occhio al centro della mia fronte. Quello che vede il terzo occhio non ve lo posso descrivere a parole. Lu, gode in questa posizione bizzarra. Di riflesso stringe le gambe. Sto per diventare viola. Pima di un attacco d’apoplessia cianotica, la tiro sul letto come un sacco di patate. Lu ride come una bimbetta. Si sputa nella mano e poi se la passa sulla patatina. Mi sdraio, ho con le stelline davanti agli occhi, la mancanza d’ossigeno. La scimmietta è senza ritegno. Si mette cavalcione sopra di me come se dovesse pisciare. Resta lì piegata, che quasi mi aspetto una pioggia calda addosso, o una cagata. Se lo prende nelle mani, il mio pisello, lo massaggia per bene, con la sua mano salivosa. E poi…
“Stop!”. “E no baby. E il preservativo?”
Lu rimane un attimo interdetta. “No baby, lo faccio per te,” Dico “Non mi conosci, potrei attaccarti qualche malattia.” E passo anche da uomo premuroso per la sua salute.
Le passo un preservativo, apre l’involucro coi denti, come se scartasse una sperlari. Arrotola la gommina tutta precisa sul cazzo, ovviamente al contrario. Quindi deve aprire un’altra sperlari.
Cristo ma nemmeno l’abc.
Me la metto a pecorina. Guardo il mio cazzo tra le chiappe e sembra uno stronzo al contrario che le esce dentro. La pompo subito a mille, strizzandole quel culetto paffutello. Le giro la testa e slinguiamo. Mi sdraio con il cazzo ancora arpionato dentro, e lei ci fa sopra un giro di 180 gradi. Ora si trova di fronte a me. Ha due tettine succose come tortine di riso con l’amarena sopra. Le accarezzo con la lingua e succhio le amarene. Poi con una mossa di wrestling sessuale la rivolto supina. La schiodo come una cassetta, facendo cigolare quel cazzo di molle arrugginite del letto. Lei geme, ma preso dalla foga rischio di schiacciarla come una lattina di coca. E poi Jack frocio Sparrow mi fa una cravatta colombiana, non con la lingua ma col cazzo. Il ventilatore sopra di noi che ruggisce peggio di un rotore di elicottero Apache AH-64, non fa un cazzo contro i 40 gradi e 99% di umidità. Il fatto che la passera di Lu sia emetta vapore bollente come una foresta pluviale, non aiuta. Quindi, sto sudando peggio di quel cammello citato pocanzi. Piazzo Lu di fianco, nella posizione detta a “Cucchiaio” ma di brodo, a questo punto. Scopo e mi detergo la fronte con la prima cosa che trovo a portata di mano. Le sue mutandine. Odorano un leggero olezzo di pipì e passera. Su di me ha lo stesso effetto che ha sventolare davanti a un toro un drappo rosso. Parto alla carica. Mentre fotto Lule alzo una zampa. Mi godo lo spettacolo del mio cazzone che pompa quel pozzo artesiano, sditaleggio il suo bucino di culo.
“Wanna fuck your ass, babe”. “No honey, I can’t. Your dick is tooooo big.” Solo a parlare di incularmela sento la zuppa di sborra che mi ribolle nelle palle. Giro Lu, le siedo sul petto, la minaccio col cazzo. Sfilo la preserva. “Do u wanna drink my cream babe?” “Oh yeah”
Lei solleva la testuccia, come un malato che sta per prendere un cucchiaio di sciroppo. Quegli occhi allungati, super truccati, semichiusi, Cristo!. Mentre mi smanetta il cazzo, ci dà sopra bacini, come a un cucciolo. Appena parte un getto improvviso che le finisce tra gli occhi. Allarga la bocca, il prossimo schizzo non se lo può perdere. Le annaffio il palato, poi mi rigira le labbra sulla cappella, io sbrodo, godo, tiro indietro la testa e bestemmio. Soffro, mentre spompina senza pietà. La devo interrompere perché sembra che lei non la voglia smettere.
Prima di riconsegnarla al proprietario, controllo che sulla carrozzeria di Lu ci siano troppo lividi o graffi o ammaccature. No, tutto ok. Una sciacquata, una lustrata, una sbattuta ai tappetini e Lu ritorna a chilometri zero, o quasi.

IlMarchese
Silver
19/07/2018 | 11:13

  • Like
    0

"Ho appena compiuto 59 anni, ho una discreta esperienza dell'America Latina, sono stato 2 volte a Cuba e 10 a Fortaleza."

Ahaha Fantastico!

IlMarchese
Silver
18/07/2018 | 19:28

  • Like
    0

sì ma una figa di gomma almeno non ti dice dopo 15 minuti che pompi che è ora di venire.

IlMarchese
Silver
18/07/2018 | 15:18

  • Like
    1

@gabrielpontello
Ne trovi ancora si Brasiliane, Russe, Tedesche negli Fkk. Ma ormai sono specie in estinzione come i Panda.
Aiutiamo sì le povere ragazze rumene. Sì ma a casa loro.

@Teseo
ho tutta uma serie di recensioni da scrivere sugli Fkk. Non tutte negative, anzi. Seguimi.

IlMarchese
Silver
15/07/2018 | 14:33

  • Like
    4

Appena tornato da Francoforte. Credo laddove ci sono al 90 99% rumene sia la morte di qualsiasi bordello o Fkk o del mondo intero.

IlMarchese
Silver
30/06/2018 | 11:20

  • Like
    0

IlMarchese
Silver
25/06/2018 | 19:28

  • Like
    0

@alfonse
si ma un mio shot vale il doppio.

IlMarchese
Silver
23/06/2018 | 21:26

  • Like
    0

Sì anche sui prezzi Safira è stellare

IlMarchese
Silver
23/06/2018 | 13:57

  • Like
    0

,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,

IlMarchese
Silver
23/06/2018 | 13:51

  • Like
    1

Safira al telefono sembra distante e gelida come la nebulosa NGC 6543 lontana 5000 anni luce, vista col telescopio Hubble ma messo per sbaglio al contrario. Le dico arrivo tra mezzora e quando quarantacinque minuti dopo la chiamo per dirle che sono davanti a casa sua, lei risponde secca che sono in ritardo.
In questi casi ha due opzioni: o la mandi affanculo in qualche galassia protoplanetaria del cazzo o pensi a che le aprirai un buco nero gravitazionale nel culo. Scelgo la seconda opzione.
Rido, “Dai aprimi che mi farò perdonare.” Abbozza una risata pure lei.
Sbarco nel pianeta Safira. Lei mi accoglie in sottoveste bianca velata, sotto indossa biancheria intima e reggicalze di pizzo bianche. È talmente fica che invece di porgerle la mano potrei porgerle il cazzo che mi si spara dritto come uno sfollagente. Capelli lisci, neri e lucenti come lo spazio cosmico. Occhi allungati, un pò sonnolenti da gatta mignotta.
Mi presenta il menù della casa: un pranzo veloce 100 euro. Antipasti misti pesce o carne, e primo e secondo 150. Tutto completo con dessert 200. Ovviamente punto sul menù completo.
Ci laviamo, ci sdraiamo. Safira mi sale sopra e mi fa le fusa. Le succhio le labbra e sento quella linguetta ardente che tocca la mia. Safira e il mio cazzo vanno subito d’accordo. Lo massaggia. Lo gira, lo tira, lo torce come un joystic e mi pilota la mia navicella orgasmica verso l’ignoto universo orgasmico.
Safira mi dice attento con la barba perché irrito la sua pelle vellutata interno Limousine Cadillac One. Mi trovo le sue tette in faccia che pesano un terzo di lei. Sintetiche, i capezzoli piccoli che riesco a succhiarli e leccarli a malapena. Ora Safira mi scende arando con la lingua tutta la strada dalla mia bocca al cazzo. Poi, voilà e le sparisce la salsiccia in gola. Sposta un po' il suo culetto verso di me, verso la faccia. Il suo culo da adorare e odorare
Le accarezzo la figa e sento sesso umido che viene in superficie. Safira ha un tatuaggio di caratteri cinesi dietro il collo. Le chiedo cosa significa e lei risponde. Il gh… u… ugh … ghg… ielo.
Capisco che è difficile esprimesti con un cazzo in bocca. Io e la fica di Safira ci stiamo baciando. Se la sua fica parlasse, sicuro mi chiederebbe altre 50 euro. Formiamo la costellazione dei pesci 69. Poi lei si sdraia, e inizio al sbocconcellarle la passera che è calda succosa, ci infilo dentro la lingua e resto in apnea fino a che posso. Le passo bastardo la lingua sul clitoride, lei gene e mi pesta la schiena coi piedi. Ci potrei morire lì dentro quella caverna d Venere.
Il mio cazzo sta facendo un buco nel materasso. Mi rinnova un pompino. Allarga le cosce e lo faccio scivolare il cazzo dentro quella passera rasa e cicciosa. Le agguanto le gambe e me le metto dietro la schiena. Spingo tutto il cazzo dentro, vorrei vederli spuntare la cappella dalla bocca, e succhiarmi il mio stesso cazzo. Le inizia ad accarezzarmi le palle poi indugia sul buco del culo. “Dimmi cosa vuoi” fa, “dimmelo!”
Di certo non un dito nel culo. Non per il dito nel culo in se stesso, ma perché già è dura non sborrare con una fica del genere. Un dito nel culo e Cristo 200 euro me li voglio far durare.
Voglio vederla lavorare a pecorina. La pecoria è la specialità in casa Safira. S’ inarca, scuote il culo di lato. La schiena continua ad ondeggiare come se mi scopassi un pitone. Agita il culo che ti fa la centrifuga al cazzo. Le agguanto il collo e le mordo la schiena. Poi la butto a faccia in giù sul letto, lei alza la testa a la slingua duro. Mi succhia a le dita che le tengo sulla faccia. Mi prende la mano e se la stringe su quelle tettone di marmo. Le piace essere presa come una cagna. Me lo confida. Di questo non avevo dubbi. Intanto quel cazzo di telefono continua a squillare, lei alla fine risponde col fiatone e si capisce che non era a fare jogging. Me la metto di sponda, e la scopo con delicatezza mordendole la schiena. Poi arrivare il buco di culo time e come promesso glielo faccio sudare bene quel culo. Alla fine quell’orifizio divino fa più resistenza di quanto mi aspettassi. Sarà che la mia cappella ha raggiunto dimensioni di un fungo porcino di 3 chili. Lei si mette a ginocchioni sul letto a gambe strette, si unge un po' il buchetto e mi accompagna dentro di lei il cazzo che scivola, finalmente. Sento che stringe le chiappe, e geme. Parto piano poi inizio a incularmela come se fossimo alla fine dei tempi. Cerco di resistere il più possibile, però quella bastarda inizia a gridare atrocità “incullammi, dai incullammi, cosssì”.
Esplodo in un big bang cosmico e schizzo una via lattea di sborra.

4bdac761e958cc44ccd31dff9e6ddfbf_pp.jpeg

https://www.escortforumit.xxx/accompagnatrici/SAFIRA+TOP-16809

IlMarchese
Silver
09/06/2018 | 17:10

  • Like
    1

@osama
Sì se consideri che tutte le malattie veneree, i funghi e le piattole che ti prendi sono incluse nel prezzo.

IlMarchese
Silver
17/05/2018 | 13:46

  • Like
    0

Se al posto dei promessi sposi, come lettura obbligatoria nelle scuole facessero leggere La storia della mia Vita di Giacomo Casanova, saremmo tutti un popolo di lettori.
Ma non sbagliamo a considerare L'Histoire come un libro erotico, è lo straordinario racconto di una vita straordinaria.
Libro fondamentale nella biblioteca del puttaniere colto, insieme ad altri classici che non sto qui ad elencare.
Aggiungo che Casanova oltre alle esperienze ordinarie con donne libere, mignotte, monache e al ficcarlo nei buchi dei muri per farselo spompinare, amava anche, quando capitava la ghiotta occasione, il rapporti omosessuali con effemminati e non, oltre che considerare lecito cogliere il primo fiore che sboccia dalle prorpie figlie.

IlMarchese
Silver
30/04/2018 | 08:18

  • Like
    0

L'80 % delle puttane di Saigon le trovate a Kuala Lumpur. Per Saigon leggete la mia recensione x Kuala Loncul la devo ancora scrivere. Rimanete sintonizzati.

IlMarchese
Silver
30/04/2018 | 07:56

  • Like
    0

L'80 % delle puttane di Saigon le trovate a Kuala Lumpur. Per Saigon leggete la mia recensione x Kuala Loncul la devo ancora scrivere. Rimanete sintonizzati.

IlMarchese
Silver
30/04/2018 | 07:54

  • Like
    0

L'80 % delle puttane di Saigon le trovate a Kuala Lumpur. Per Saigon leggete la mia recensione x Kuala Loncul la devo ancora scrivere. Rimanete sintonizzati.

IlMarchese
Silver
10/04/2018 | 15:02

  • Like
    0

@Marco90a
Tesoro, non sono tripadvisor. Leggiti la recensione

IlMarchese
Silver
10/04/2018 | 14:48

  • Like
    0

@Marco90a

stavo all'Hope Homes, però ti consiglio di trovare qualcosa più vicino ad Alona.

IlMarchese
Silver
10/04/2018 | 08:12

  • Like
    0

@Duke52 said:

@IlMarchese said:
Mai stato a Panglao. Io sono stato da Dio a Palawan
Bel mare, gnocca se hai fortuna trovi anche turiste filippine ninfomani.
A presto recensioni...

Marchese ... ma facci capire un pó .. scrivi una recensione sulle tue avventure ad Alona Beach .. e poi ci dici che non sei MAI stato a Panglao ??
Alona é il nome di una delle spiagge dell'isola de Panglao !!!
..ahahahah ..prima o poi si scoprono sempre da soli, questo non é mai uscito da casa!!

Stavo discutendo con un mio amico di Penang e mi sono confuso. Certo che a Panglao ci sono stato. Grazie per avermelo fatto notare con la tua autentica simpatia. Sai com'è? a forza di viaggiare e scopare poi il cervello va in pappa, o meglio in puttane. Per questo scrivo rece-racconti, per fissare i ricordi.

IlMarchese
Silver
07/04/2018 | 17:38

  • Like
    0

@tinopicchio
ne ho trovate di ventenni, belle benzinate che a fine serata si vogliono fare una scopata. 35-40enni con figlio al guinzaglio, generalmente avuto da un australiano o neozelandese, che mentre sono a cena con te, e sanno che dopo che hanno parcheggiato il figlio in camera della cugina, te le monterai, messaggiano con lui chiedeno quando li manda li soldi perchè devono prelevare dall'ATM.

IlMarchese
Silver
06/04/2018 | 15:43

  • Like
    0

Bar sulla spiaggia, io ho caricato una turista filippina.
Ancora devo scriverci una recensione...

IlMarchese
Silver
06/04/2018 | 14:48

  • Like
    0

Ora tutti a Palawan così inquinano pure lì.

IlMarchese
Silver
06/04/2018 | 12:06

  • Like
    0

El Nido è una cittadina nell'isola di Palawan, intendevi Puerto Princesa, forse.

IlMarchese
Silver
06/04/2018 | 10:58

  • Like
    0

Mai stato a Panglao. Io sono stato da Dio a Palawan
Bel mare, gnocca se hai fortuna trovi anche turiste filippine ninfomani.
A presto recensioni...

IlMarchese
Silver
05/04/2018 | 17:12

  • Like
    0

A Boracay non sborri più, Ormay

L’isola delle Filippine Boracay chiuderà per 6 mesi ai turisti perché inquinano troppo.

C'è da capire il branco delle suine da Boracay in che zona transuma.

IlMarchese
Silver
03/04/2018 | 16:30

  • Like
    0

@Acciu
bene sono contanto di averti fatto ridere.

@Duke52 se ad Alona sei di casa, spero sia diversa da quella descritta nella recensione.

IlMarchese
Silver
28/03/2018 | 16:10

  • Like
    1

@bagascia sì sono un fottuto cane da punta per la fregna.

IlMarchese
Silver
23/03/2018 | 21:11

  • Like
    0

@Pablo82 said:
@marchese Pepe difensore del Real Madrid?

No Pepe do Brasil, difensore dei puttanieri a Natal. Pace all'anima sua..Spero che lassù o laggiu gli facciano la chuva de buseta ogni sera.

IlMarchese
Silver
23/03/2018 | 21:11

  • Like
    0

@Pablo82 said:
@marchese Pepe difensore del Real Madrid?

No Pepe do Brasil, difensore dei puttanieri a Natal. Pace all'anima sua..Spero che lassù o laggiu gli facciano la chuva de buseta ogni sera.

IlMarchese
Silver
23/03/2018 | 21:06

  • Like
    0

Natal grandi serate in piazza. Ogni sera caricate 1, 2 ragazze ospite del mio amico Pepe al Tucano R.i.p. Poi Rio de Janeiro appartamento a Copacabana con idromassaggio, figa e cocaina purissima ogni sera non credo di aver speso più di 2000 euro.... al giorno.

IlMarchese
Silver
23/03/2018 | 20:38

  • Like
    1

Come se l'avessi nlevocata con questi commenti. Proprio ora mi arrivano su whatsup messaggi della Pinay che mi piegava i vestiti....

IlMarchese
Silver
23/03/2018 | 20:36

  • Like
    1

Finisce quando finiscono i soldi... Cuba che ricordi... che chiavate

IlMarchese
Silver
23/03/2018 | 16:17

  • Like
    1

@Canserbero
concordo. Meglio se il la nutella te la spalmi sul pisello.
Mi fai venire in mente che anche su Cuba devo scrivere una recensione, a proposito della cioccolata ahahha

Logo Gnoccatravels

Stai per entrare in una sezione vietata ai minori di anni 18 che può contenere immagini di carattere erotico, che tratta argomenti e usa un linguaggio adatto a un pubblico adulto. Se non sei maggiorenne esci immediatamente cliccando ESCI. Se non ritieni il nudo di adulti offensivo alla tua persona e se dichiari di essere maggiorenne secondo la legge dello stato in cui vivi e se, entrando nel sito, accetti le condizioni di utilizzo ed esoneri i responsabili del sito da ogni forma di responsabilità, allora puoi entrare in Gnoccatravels!

Gnoccatravels.com tutela e protegge i minori e invita i propri utenti a segnalare eventuali abusi, nonchè ad utilizzare i seguenti servizi di controllo: ICRA – Netnanny – Cybersitter – Surfcontrol – Cyberpatrol

Contenuti ed immagini qui presenti, sono stati ottenuti attraverso internet, quindi sono ritenuti di dominio pubblico, od autorizzati dagli interessati medesimi. Gli inserzionisti di Gnoccatravels.com dichiarano che gli scopi della pubblicazione richiesta sono leciti (secondo le vigenti normative in materia penale) e strettamente personali, quindi esentano i gestori del sito da ogni responsabilità amministrativa e penale eventualmente derivante da finalità, contenuti e azioni illecite, nonché da usi illegittimi e/o impropri della pubblicazione medesima.

Scegliendo ACCETTA ED ENTRA, l'utente dichiara di essere maggiorenne e di esonerare totalmente i fornitori del servizio, proprietari e creatori del sito Gnoccatravels.com dalla responsabilità sul contenuto degli annunci/inserzioni pubblicitarie e del loro utilizzo.

SONO MAGGIORENNE ESCI

SHARE