shaker

Escortime

Commenti

shaker
Newbie
30/11/2020 | 16:48

  • Like
    0

@forzanat said:

@shaker said:
Estratto dal sito dell'Ambasciata d'Italia a L'Avana (aggiornamento 23 novembre 2020):

INGRESSO A CUBA
le competenti Autorità sanitarie hanno istituito un protocollo di controllo sanitario, che prevede le seguenti misure per i viaggiatori:

  • due test PCR di cui un primo tampone all’arrivo in aeroporto ed un secondo tampone al quinto giorno dall'arrivo (in caso di risultato positivo, il viaggiatore viene trasferito in ospedale o presso uno dei centri di sorveglianza epidemiologica);
  • una sorveglianza sanitaria per un periodo di dieci giorni o comunque fino al risultato negativo del secondo PCR, presso l’indirizzo di residenza sull’isola comunicato dal viaggiatore con dichiarazione da consegnare all’arrivo. E’ comunque obbligatorio mantenere stretto coordinamento con il consultorio del medico di famiglia o comunque competente per il municipio di residenza;
  • il controllo della temperatura prima della partenza ed all'arrivo.
    Il protocollo sanitario si applica (...) ai turisti che non soggiornano presso hotel e che non hanno acquistato un pacchetto vacanze presso i cayos.

Questo è quanto ho trovato di ufficiale (ho stralciato per non farla lunga) per quanto riguarda l'ingresso a Cuba. Ognuno, ovviamente, si regola come meglio crede. A me, conoscendo purtroppo molto bene la sanità cubana, è risultato agghiacciante quanto evidenziato in grassetto...

Sono entrato all'Havana 1 pcr all'aerop poi 2 gg di quarantena e nulla più.
La dottoressa mi ha detto il secondo pcr dopo 5 gg solo ai Cubani

Riportavo quel che leggevo: Il protocollo sanitario si applica senza distinzione a cubani residenti all'estero che vengono a visitare i familiari, ai residenti a Cuba - nazionali o stranieri - che si trovavano momentaneamente all'estero, ai turisti che non soggiornano presso hotel e che non hanno acquistato un pacchetto vacanze presso i cayos, per i quali e' invece il Ministero del Turismo ad essere competente ad applicare la vigilanza sanitaria direttamente nelle strutture di destinazione.

shaker
Newbie
30/11/2020 | 12:45

  • Like
    0

Estratto dal sito dell'Ambasciata d'Italia a L'Avana (aggiornamento 23 novembre 2020):

INGRESSO A CUBA
le competenti Autorità sanitarie hanno istituito un protocollo di controllo sanitario, che prevede le seguenti misure per i viaggiatori:

  • due test PCR di cui un primo tampone all’arrivo in aeroporto ed un secondo tampone al quinto giorno dall'arrivo (in caso di risultato positivo, il viaggiatore viene trasferito in ospedale o presso uno dei centri di sorveglianza epidemiologica);
  • una sorveglianza sanitaria per un periodo di dieci giorni o comunque fino al risultato negativo del secondo PCR, presso l’indirizzo di residenza sull’isola comunicato dal viaggiatore con dichiarazione da consegnare all’arrivo. E’ comunque obbligatorio mantenere stretto coordinamento con il consultorio del medico di famiglia o comunque competente per il municipio di residenza;
  • il controllo della temperatura prima della partenza ed all'arrivo.
    Il protocollo sanitario si applica (...) ai turisti che non soggiornano presso hotel e che non hanno acquistato un pacchetto vacanze presso i cayos.

Questo è quanto ho trovato di ufficiale (ho stralciato per non farla lunga) per quanto riguarda l'ingresso a Cuba. Ognuno, ovviamente, si regola come meglio crede. A me, conoscendo purtroppo molto bene la sanità cubana, è risultato agghiacciante quanto evidenziato in grassetto...

shaker
Newbie
21/09/2020 | 11:46

  • Like
    0

Da quanto ne so, a L'Avana, se ti beccano fuori dopo il coprifuoco ti fanno una multa di 2000 pesos che sale a 4000 se non la paghi entro dieci giorni. In altre parole, la situazione a Cuba in materia di covid è seria. Però, quand'anche si ripristinassero i voli da/per Cuba, che tipo di soggiorno si prospetterebbe a causa delle inevitabili misure di distanziamento? E nel malaugurato caso di contagio, oltre a dover sopportare maggiori spese di permanenza, chi se la sentirebbe di fare eventualmente un atto di fede nella sanità cubana (in Italia spesso santificata)? In conclusione, molto probabilmente si potrà tornare a Cuba con una certa tranquillità soltanto dopo il vaccino.

shaker
Newbie
17/03/2020 | 17:41

  • Like
    0

shaker
Newbie
17/03/2020 | 13:08

  • Like
    0

shaker
Newbie
11/03/2020 | 17:33

  • Like
    0

@Mark66 said:
"Che tristezza! vedere Cuba ridotta così per me che l'ho scoperta nel lontano 1992 ,è una vera sofferenza.Ogni tanto ci torno ma è diventato una sorta di pellegrinaggio in nome dei tempi che ffurono e che non saranno mai più: Conoscendo il loro costume .la lingua ed il sapersi muovere ancora aiuta molto sopratutto in provincia ma per un neofita che va per 15 giorno è da evitare,sopratutto se si va solo per la Gnocca".

Mark, anch'io frequento Cuba dai tempi appena dopo la fine del "periodo especial". Fino a circa dieci anni fa ci andavo due volte l'anno. Quasi sempre a L'Avana. Poi mi sono reso conto che le cose cominciavano a cambiare e mi sono limitato ad una sola volta. Adesso ci manco da tre anni. Certamente "i tempi che furono non saranno mai più". Concordo. Questo è vero ed è complicato spiegare a chi non l'ha vista cos'era L'Avana di vent'anni fa. Tuttavia, anche adesso ci si può divertire: sia un vecchietto come me, sia un giovanotto. Basta capire che il mondo cambia e noi stessi cambiamo. Le vent'enni di oggi sono le figlie delle vent'enni di ieri... e alcune le ho viste crescere. Quindi bisogna adeguarsi al cambiamento e convincersi che dovunque (Brasile, Russia, Cuba) tutto è diverso e tutto è sempre più simile ad un normale bordello. Però che ci vuoi fare? Un caro saluto.

shaker
Newbie
09/10/2019 | 17:27

  • Like
    0

@avv.de_marchis said:
Io non ho fatto rece perché come detto ho usato prevalentemente contatti vecchi (a parte la mulatta por la calle e le due feisbuccare) e quindi non sono stato attivo in fase di caccia.
Quello che posso dire è che come riportato già da altri GT l'azione si è spostata molto dalla calle ai social (più comodo e meno rischioso x loro). Inoltre luoghi storici di jiniterismo come calle 23 ormai sono desertificati a causa della presenza massiccia della polizia che controlla (molto più di prima) qualsiasi ragazza passi di lì, ormai le ragazze la evitano accuratamente.
L'unico vantaggio dell'esplosione di internet è che le ragazze giovani sono letteralmente drogate di social e x loro ormai "poner los datos" è diventata l'esigenza principale. Quando finiscono i giga (e ne consumano in quantità industriale) vanno in crisi di astinenza come le tossiche e diventano molto disponibili pur di poter ricaricare il telefono creando spazi in cui ci si può infilare...in tutti i sensi Qualcosa rimane anche por la calle ma ho constatato che x le ragazze ricambiare gli sguardi di giorno (io abito in zona vedado) ormai è più l'eccezione che la regola.
Saluti
Molte grazie per i tuoi interventi, specialmente il primo. Un saluto.

shaker
Newbie
08/10/2019 | 17:05

  • Like
    0

@robmax said:
sono nuovo del forum, ma vecchio di Cuba: primo gt 2001 poi tornato spesso. Già nel 2001 c'era quota 100 dollari (scontabili a 70/80) pe rle più fighe nei locali dove c'erano le più fighe e alla Maison con le modelle più fighe la quota era 200 per la prima volta, poi scontabili a 150 fino a 100 andando avanti a vedersi. Oggi non vedo il problema in quota 100, ma che le fighe da 9 o 10 da qualche anno sono sparite dai locali

Si, naturalmente, se è per questo, anche prima del 2001 era più o meno così... per chi era disposto a pagare quelle cifre...
Ma io chiedevo se attualmente per la calle fosse la stessa cosa.
Ho le mie idee ma meglio conoscere le opinioni altrui.

shaker
Newbie
08/10/2019 | 12:59

  • Like
    0

Amici che di recente sono stati a L'Avana mi hanno parlato della "quota 100" che sarebbe in vigore da un po' di tempo nella capitale.
Ovviamente non parliamo di pensione anticipata ma del fatto che a quanto pare le ragazze, nei locali, chiedano tutte almeno 100 + 20 per il taxi..
Dopo esserci andato una o due volte l'anno per molti anni, è dal 2016 che manco da L'Avana e mi rendo conto che tre anni siano tanti considerando lo sviluppo che da allora ha avuto internet, quindi non mi stupirebbe che la cosa fosse vera.
Secondo voi, "quota 100" (se è vero che esiste) riguarda più che altro chi frequenta esclusivamente i locali (come i miei amici) oppure anche chi come me da sempre predilige la calle?
Un saluto a tutti.

shaker
Newbie
07/08/2019 | 12:55

  • Like
    0

@jackblues@cheapnet.it said:
@shaker
Io forse mi sono espresso male...quello delle relazioni è capitato, ma solo una delle due me jinetio!!! Con l'altra sono stata bene 4 anni. Quello che volevo dire io, al di la delle puttane, è che ci sono ragazze belle, simpatiche,intelligenti e istruite che hanno fame !! E' quindi chiamarle semplicemente "puttane" secondo mè non è giusto..
Per il resto sono perfettamente d'accordo con te!!! Perdonami se mi sono espresso male..

Tranquillo: ognuno esprime le proprie opinioni.
La riffa delle definizioni (indipay, pro, jinetera, puta e bla bla) non mi ha mai appassionato e per questo, sintetizzando, uso il semplice termine di "puttane".
Con ciò, ribadisco, non ho alcuna voglia di esprimere un giudizio morale sulle cubane come su qualsiasi altra donna del pianeta terra.
Tanto meno ho voglia di andare a indagare se una cubana (ancorchè bella, simpatica,intelligente e istruita) prende i miei soldi perchè vuole comprarsi un pacco di riso o andare in peluqueria o comprare una cadena al chulo o cose di questo genere.

shaker
Newbie
05/08/2019 | 12:38

  • Like
    0

@jackblues@cheapnet.it said:
@shaker
Io mi sento di dissentire...o meglio, aprire una parentesi alla tua opinione.. Io a cuba ho avuto due relazioni ( una me hizo trampa y la otra me engaño 😀😀😁)
Pero mi sento di dire che ho conosciuto ragazze fantastiche. L'ultima settimana sono stato con una ragazza bellissima... Ed ha rifiutato fermamente il regalito. Chiedendomi di non offrirglielo piu, perché non stava per questo da me... Addirittura si conservava sempre 1 cuc per il carro. Come fai a parlare male di una che ti tratta alla pari e non come un portafoglio... Puo essere che, conoscendo bene cuba oramai evito.di istinto la feccia.... Però la necessità e tale per loro che non posso permettersi di non sfruttare.una situazione!! Io non voglio difendere nessuno sia ben chiaro...il mio e solo un punto di vista

Come tutti, mi sono sorbito il teatro cubano rappresentato dalle varie storie circa i furti subiti sugli autobus o la nonna ricoverata in ospedale ma non sono mai stato oggetto di verie e proprie trappole o inganni.
Probabilmente perchè non sono mai andato a Cuba per trovare/avere una "relazione" e mai ne ho avute.
D'altra parte, la mia opinione, basata sulla generalità delle mie esperienze con le cubane, non esclude la possibilità di eccezioni e mi fa sinceramente piacere che tu abbia conosciuto una ragazza non puttana.
Resta il fatto che la contrapposizione "puttane-ragazze fantastiche" sia vecchia per lo meno quanto i forum su Cuba e non se ne verrà mai a capo nel senso che ognuno rimarrà sulle sue posizioni.
Pertanto, ribadendo che non me ne può fregare di meno di dare giudizi morali sulle cubane, rispetto il tuo punto di vista ma rimango del mio.

shaker
Newbie
04/08/2019 | 13:07

  • Like
    0

Anche io penso che esprimere un'opinione circa il carattere delle cubane non significhi esprimere un giudizio morale. Se così non fosse si perderebbe tempo. Loro sanno perfettamente di essere putas ma n0n se ne fanno il minimo problema. Perchè dovremmo farcerlo noi? Vivono una fiesta continua e sono interessate esclusivamente a procurarsi denaro per comprare tutto quello che possa comprarsi col denaro: abbigliamento, estetista, palestra (già da diversi anni), coca, regali al chulo, cellulari e tablet, elettrodomestici e via dicendo. Non possono fare altrimenti. Certamente non possono farlo con la paga base cubana. Solo la comida è per loro indifferente perchè andrebbero avanti a congris a oltranza. Non hanno la minima remora. Per quante volte siamo stati "carnefici" di altri turisti prendendo numeri di telefono nel bagno di un ristorante o al bar di una piscina, in altrettanti casi siamo stati sicuramente "vittime". A loro piace il nostro denaro e a noi piace il loro culo: il negocio è fatto senza altre considerazioni. Loro sono così e se continuiamo ad andare a Cuba, vuol dire che ci stanno bene così.

shaker
Newbie
13/07/2019 | 17:29

  • Like
    0

E' sempre piacevole condividere quello che si legge e in questo caso condivido tutto quello scritto da ginofilo e da kol.
Bravi.

shaker
Newbie
13/07/2019 | 13:18

  • Like
    0

Complimenti, ginofilo.
Bella scrittura (auto)ironica quanto basta perchè denoti intelligenza.
Molto ben presentata la "truppa" dei caratteristi e apprezzabile la saggia abitudine di evitare i pattuglioni di connazionali a Cuba.
Senza toccare il tema del cambiamento (ho capito che non è gradito nel forum), forse altri potrebbero scrivere qualcosa di simile riguardo La Habana; mi piacerebbe leggerlo perchè manco da tre anni dalla Capitale.

shaker
Newbie
22/06/2019 | 19:59

  • Like
    0

M'è piaciuto molto 'sto giochino. Non sarebbe ancora più divertente se i commentatori dopo aver classificato "gli altri" provassero ad auto classificarsi..?

shaker
Newbie
24/05/2019 | 19:15

  • Like
    0

@BelButeleto said:
In altre parole, con le dovute proporzioni e differenze rispetto a prima, ecco riaffacciarsi un altro Periodo Especial .
Con più permeabilità in uscita ai confini, con più rimesse finanziarie dall'estero, con internet, ma pur sempre un periodo potenzialmente dorato per i GT

Non credo possa tornare un "periodo especial" (con le cucine collettive, tanto per intenderci) tale da creare un "periodo dorato" per i GT.
I frequentatori del Kempisky o del Chrysler o del Cohina o del Nacional non possono certo riempire i vuoti lasciati dai turisti demotivati dai prezzi alti non commisurati in alcun modo alla qualità dei servizi offerti (tutti i tipi di servizi...),
Dunque i vuoti si vedono ma non è questo il punto.
Diciamo che chi semina vento raccolga tempesta.
L'aver sostenuto il mercato creato da internet basato essenzialmente su ricariche e rimesse ha determinato nell'arco di pochi anni un generalizzato e indiscriminato aumento dei prezzi.
Questo fatto, oltre a favorire richieste da cien dolars come fossero bruscolini, ha determinato anche una rarefazione del mercato parallelo alternativo a quello dei locali, ossia del mercato della calle.
In poche parole, oggi anche al Dos Gardenias (tanto per fare un esempio) non è difficile incontrare una semi-cessa che chieda cien (figurarsi nei posti un po' "in") e andar per strada è diventato un vero e proprio lavoro che può scoraggiare anche chi abitualmente lo prediligeva rispetto alla "plastica" delle disco (per il semplice fatto che la "plastica" della disco poteva trovarsi "pa a calle" a 20).
Il punto, quindi, credo sia internet ma internet ormai non lo ferma nessuno e anche le signorine di livello medio-basso, che senza correre molti rischi alzano un bel mazzo di soldi al mese grazie a internet, continueranno a chiedere cien; sapendo perfettamente che uno non particolarmente scafato che si è fatto diecimila chilometri glieli darà, perchè nel circuito turistico non saprà trovare di meglio a meno prezzo.
E anche le figlie di quelle ragazze conoscute vent'anni fa, alle quali s'è regalata qualche muñeca e che oggi son diventate donne (e in qualche caso, ahimè per l'età, mamme a loro volta...), la pensano allo stesso modo.
Però, Cuba continuerà ad esistere perchè vere alternative sessuali a Cuba nel mondo non ce ne sono e perchè il tourn-over turistico ci sarà sempre.

shaker
Newbie
05/05/2019 | 13:12

  • Like
    0

@forzanat
Ok non avevo recepito. Scusate Forzanat e Ceppaflex.

shaker
Newbie
05/05/2019 | 11:42

  • Like
    0

@Fran8000 said:
IMG_3424.PNG

Sto vedendo se cede questa ma non è facile... dice per scopare 200/300!! Si darà per 30!?!

Prendo solo lo spunto senza voler innescare polemiche.
Vedi Fran, questa ragazza che ti chiede 300 è, secondo me, la rappresentazione del cambiamento di Cuba.
Detto con tutto il rispetto: a meno che la foto non le renda giustizia, "ieri" la tipa avrebbe potuto ambire molto più ai 30 che ai 300 che quasi sicuramente qualcuno sarà disposto a darle.
A me non piace perchè non è il mio tipo ma, in ogni caso, non sembra una modella.
A meno che le modelle non siano più come quelle che quando si entrava nella hall del Cohiba la gente si girava a guardare...
Oggi a L'Avana è difficile competere con i tantissimi nuovi ricchi che non ci pensano due volte a sganciare centinaia di cuc a farandulere in tacco dodici e mini inguinale che prima di raggiungerli hanno pisciato nel cesso pieno stando attente agli schizzi...
In più, internet.
L'insieme di questi due fattori giustifica quella in foto che viene fuori con quei prezzi.
Ripeto, non prenderla sul personale.

shaker
Newbie
04/05/2019 | 19:38

  • Like
    0

Approfitto di un sabato che sembra invernale...
Non c'è alcun bisogno che Ceppaflex si scusi con me.
Sono cose che succedono e non è la fine del mondo.
Anzi, mi scuso io per avere, sia pure involontariamente, scatenato un po' di bagarre e colgo l'occasione per precisare alcune cose.
Non sono bravo a scrivere recensioni di scopate o di resoconti giornalieri.
Per la verità, sono proprio restìo a farlo.
Non riuscirei a descrivere il pompino di una tipa all'Abazia sul Malecon e mi viene meglio annotare le sensazioni di una boccata di popular affacciato sull'Oceano da un balcone.
Quindi, forse, vado contro la filosofia del forum.
Se dovesse essere così, abbiate pazienza.
Inoltre, non scrivo con il torcicollo.
Nel senso che mi rendo conto di quanto possa essere ridicolo sostenere la tesi "la Cuba di ieri era più bella della Cuba di oggi"... della serie "signora mia, non ci sono più le mezze stagioni"...
Mi limito a sostenere che, per quanto mi riguardi, il gioco Cuba non valga più la candela.
Perchè?
Sintetizzo al massimo: perchè secondo me il prezzo di qualsiasi cosa (puttane comprese) è relativo al contesto e alla situazione.
Oggi a Cuba, secondo me, i prezzi non hanno fondamento in relazione a quel contesto e a quelle situazioni mediamente riscontrabili.
Salvo il fatto che "dove c'è gusto non c'è perdenza" (per dirla senza menarla troppo).
Questo vale anche per i locali, i ristoranti, le case particular, gli hotel, eccetera.
Nel senso che a me può non piacere, ad esempio, la situazione dello Shangri La o del Nero di seppia e consigliare invece il Turquino e il Mercaderes.
Poi, quando il tizio che ha letto va a cena al Mercaderes vomita e quando va al Turquino a passare la serata mi maledice per i 20 cuc spesi...
La stessa cosa vale per macchina si - macchina no, Habana - Santiago, Miramar - Habana Vieja e così via.
Voglio dire che quando scrivo qualcosa può darsi, secondo chi legge, che stia dando un'informazione ma non è mia intenzione dare alcuna "informazione esatta".
Voglio soltanto esprimere un'opinione e l'opinione, per definizione, è qualcosa di non scientifico.
Men che meno ho intenzione di mettere in dubbio la competenza, l'esperienza e l'autorevolezza di chi non la pensi come me.
Per principio non polemizzo mai, sapendo quanto i principi possano paradossalmente mutare nel tempo...
Mi rendo ben conto che gli anni passino non solo per Cuba e le cubane ma per tutti...
Perciò, credetemi. scambierei molto volentieri l'esperienza con le giovanili certezze assolute...
Perchè?
Perchè dietro l'esperienza ci sono, purtroppo, troppo anni.
Se Cuba vi va bene così, godetevela ragazzi e fottetevene perchè il tempo passa!

shaker
Newbie
03/05/2019 | 19:28

  • Like
    0

@ginofilo

Secondo me, sia l'immagine dell'autobotte, sia l'immagine del carcere sono un po' fuorvianti anche se plausibili.
L'autobotte era più vera quando a La Habana vedere un gatto era ancora un fatto raro...
Oggi, una che si limita ad una marchetta a settimana (senza nemmeno battere nei locali o sul Malecon) e a frequentare quotidianamete internet, alza parecchio grano al mese.
Con mezza dozzina di "amicizie" sui social può farsi almeno tre mesi di vacanza alla grande a Cuba con lo yuma di turno... salvo sovrapposizioni...
Vedere l'aire o la lavadora o il micronde in una casa è oggi normale.
Ieri per pulirti il culo c'era la pezzolina attaccata al chiodo perchè anche il Granma "pa' enviar un papiel a Fidel" era un bene ambito e ancora si sciacquavano la fica col pentolino o il bicchiere.
In pratica, oggi a Cuba nessuna scopa più perchè è "assetata".
Forse lo può fare ancora qualcuna di Mayarì Arriba o di Chivirico e neanche tanto.
Certamemte no un habanera.
Il carcere era più vero quando le cubane non potevano uscire dal Paese.
Oggi, stando tutte meglio, non vogliono farlo più.
E' più in voga il fatto che vengano da noi per un mese; invitate da qualcuno che non si fa bene i conti o che ancora vuole mostrare ingenuamente il suo trofeo agli amici.
Poi rientrano a Cuba dove vivono cento volte meglio alzandosi all'una di pomeriggio, andando di tanto in tanto al cajero a prelevare, a vendersi le ricariche. e a gozar.
Riguardo l'Est.
Al tempo (parlo degli anni ottanta prima della caduta del Muro) l'ex Unione Sovietica era la Cuba di oggi.
Si riempiva la valigia di Omsa (allora in voga) e di jeans (allora anche i Levi's costavano poco, figuriamoci i Carrera).
Si andava a Mosca in comitiva di almeno sette persone (il viaggio da singolo veniva a costare un paio di milioni...) e si soggiornava al Moskow.
Caviale, champagne e puttane.
Rispetto a Cuba, non solo non si spendeva ma se compravi i rubli al mercato nero e una pelliccia da rivendere in Italia ti facevi la vacanza gratis.
Le russe, pur vivendo in una dittatura molto più feroce di quella del comunismo caraibico cubano non erano affatto come le cubane.
Molto più "umane" e sentimentali e meno aggressive.
Oserei dire meno cattive ma non vorrei essere troppo severo.

shaker
Newbie
03/05/2019 | 18:40

  • Like
    0

@Canserbero said:
Queste chancleteras sono le stesse per cui qualcuno che vedendo sempre meno disponibilità di esse si lamenta e dice che Cuba non è la stessa di vent'anni fa o del periodo especial dove te le scopavi con una tucola e un quarto di pollo.
Praticamente le si prendeva per la fame.
Oggi che per fortuna loro la situazione è solo un po' migliorata la maggior parte delle cubane risolve in altri modi e andare con lo yuma da 20 cuc probabilmente rimane l'ultimo e il meno ambito di questi.
Poi la puta barata ci sarà sempre come c'è dappertutto ma come dico sempre bisogna vedere chi o che cosa ci si scopa.

I motivi per i quali (giustamente) secondo te oggi le cubane risolvono "in altri modi" sono esattamente gli stessi di chi dice che "Cuba non sia la stessa di vent'anni fa o del periodo especial dove te le scopavi con una tucola e un quarto di pollo".
E cioè, in sintesi, che Internet abbia migliorato la condizione delle cubane.
Nessuno obietta sul fatto che le cubane possano "progredire"; non io, almeno.
Qualcono, che come me pensa di poter fare confronti sulla base di anni di frequentazione di Cuba, obietta invece che, stando così le cose, Cuba non valga più la candela rispetto a quindici-venti anni fa.
Punto.

shaker
Newbie
25/04/2019 | 10:49

  • Like
    0

@Ceppaflex said:

@shaker said:
@Ceppaflex
E' probabile che effettivamente, come dici tu, tra il 2016 e il 2019 non ci siano differenze eclatanti.
Diversi commenti si riferiscono, tuttavia, alle differenze con la Cuba di quindiici - venti anni prima.
Sei stato pochissime volte a Cuba e quindi può non fregartene di meno ma, credimi, quelle differenze sono enormi.
L'importante, però, è che a Cuba ci si diverta comunque.

Prima volta nel 2011.. non so della Cuba del periodo especial.. ma mi hanno raccontato... però che senso ha parlare di una cuba che non verrà più e di fare i nostalgici??
Meglio parlare della Cuba attuale o no

Ha senso parlare della Cuba di un tempo soltanto nel caso si legga che non ci siano differenze con la Cuba di oggi...
Ovviamente questo non signfica voler dire che ieri a Cuba si scopava ed oggi invece no. perchè di puttane il mondo è sempre pieno... figuriamoci Cuba...
Però, siccome leggo spesso che molti storcono il naso quando tornano da Cuba, forse potrà interessare a qualcuno, che si accinge ad andarci per la prima volta, sapere che incontrerà una Cuba internetizzata molto diversa da quella delle antiche leggende gnoccatravel.
E' un modo, come dici tu, di parlare della Cuba "attuale".
Tutto quà.

shaker
Newbie
24/04/2019 | 13:17

  • Like
    0

@Ceppaflex
E' probabile che effettivamente, come dici tu, tra il 2016 e il 2019 non ci siano differenze eclatanti.
Diversi commenti si riferiscono, tuttavia, alle differenze con la Cuba di quindiici - venti anni prima.
Sei stato pochissime volte a Cuba e quindi può non fregartene di meno ma, credimi, quelle differenze sono enormi.
L'importante, però, è che a Cuba ci si diverta comunque.

shaker
Newbie
05/04/2019 | 17:16

  • Like
    2

@Trombamico
Anch'io posso dirti di quel periodo; non solo del 2008-2009.
Concordo con te per la liretta, i tassisti e anche per la coscia (e altro) pelosa...
Non concordo invece per altre cose.
Certamente per le modelle bisognava spendere le somme della Maison o girare dalle parti del 1830.
Giusto.
Però di altrettanto notevoli ce n'erano ancora tante (prima che le traessero in Canada e in Europa) e non era quasi indispensabile come adesso andare nei locali e spendere cifre per trovarle perchè la calle funzionava a meraviglia.
Certamente già allora i canadesi inflazionavano il mercato spendendo cento dollari come bruscolini però, anche si il grano in tasca non ci mancava, ci si poteva difendere ancora molto bene senza passare per bobos.
Confidenza zero con i turisti a causa della polizia?
Dovresti ricordare quanto fosse vera la cosa del dover chiudere i finestrini delle auto dalle parti di Marianao o San Miguel del Padron o della stessa Playa-Miramar, no?
Non ricordi che vicino le Scuole secondarie e sotto le scale dell'Alma Mater dopo le cinque del pomeriggio ci assaltavano?
E le ballerine del Tropicana o quelle della Escuela Nacional del Prado che uscivano dalle prove?
Adesso può essere che manco ti caghino anche se non ci sia nessun policia..
Sarò fissato ma insisto per individuare internet come lo spartiacque tra il "prima" e il "dopo".

shaker
Newbie
29/03/2019 | 20:12

  • Like
    0

@churros
Condivido e confermo tutto.
Chi la pensa come noi rischia di dire più o meno sempre la stessa cosa e cioè che almeno dal 2009-2010 le cose siano sostanzialmente cambiate a La Habana ma per chi ci va per la prima volta la Capital è sempre un luna park.
Ecco perchè penso che la giostra habanera non si fermerà mai e cambieranno soltanto i guidatori delle macchine dell'autoscontro e probabilmente anche noi torneremo a farci un giro, no?
L'abitudine è l'ultima a morire.

shaker
Newbie
25/03/2019 | 13:28

  • Like
    0

Non ho ricevuto alcuna delusione di carattere sentimentale o economico che mi spinga a dipingere Cuba così:

  • a Cuba tutti pagano e si paga per tutto;
  • per le cubane i turisti sono soltanto bancomat e per questo motivo noi italiani siamo generalmente considerati molto male (tirchi);
  • le cubane non se ne fottono una mazza delle mutande cinesi che gli vengono portate dall'Italia e vogliono shoppingare, vacanzare ed essere portate in giro a gozar per locali ormai cari come in Europa;
  • alle cubane non gli fotte una minchia del sesso con i turisti: per farsi scopare come bestie usano i loro machos;
  • nessun yuma potrà mai integrarsi nell'ambiente cubano e verrà sempre considerato in funzione dell'invidia che suscita dal punto di vista economico (di conseguenza i turisti e/o i lungo residenti barboni fanno ridere perchè chi non ha soldi da spendere, per i cubani "no sirve".
    Questa, in quattro parole, è la mia tesi.
    Non voglio sputare nel piatto (Cuba) dove ho mangiato per tanti anni e dove mi propongo di mangiare ancora a Dio piacendo.
    Registro soltanto, senza romanticismi o infatuazioni, quella che per me è la realtà.
    Infine, lungi da me, la voglia di pontificare o polemizzare con chicchessia: chi non la pensa come me può ovviamente credere che Cuba sia tutt'altro... a mi me da igual...

shaker
Newbie
24/03/2019 | 12:52

  • Like
    0

@forzanat said:
Mi trovo ovviamente daccordo con @LIVE
Però sarei curioso capire quando sei stato l'ultima volta a Cuba @shaker ?
In questi ultimi 3 anni la calle è un po cambiata. Direi meno divertente.
Per raccogliere dei frutti ci vuole tempo che di solito un gt fermandosi meno di 5 gg nello stesso posto non ha e dunque la disco rimane l'unico posto di rimorchio immediato.
Ambienti che frequento di rado in questi ultimi 6/7 anni xk non mi diverto più.
Meno genuini essendo diventati a tutti gli effetti chiari posti di lavoro per prostitute che come entri ti espongono la tariffa e se non ci sono il resto sono coppie e gruppi che comunque manco ti guardano.

Concordo e infatti, avevo scritto questo: In tanti anni a La Habana ho quasi esclusivamente "praticato" la calle con bellissime esperienze ma è una "pratica" che comporta fatica e puoi farla fino ad una certa età e inoltre, come si sa, Cuba non è più quella di 15 o 20 anni fa e tutto comporta molto più impegno.
Riguardo le disco, credo che siano state più o meno sempre un puttanaio ma, naturalmente, niente da obiettare su chi decida di rimorchiare là dentro, sia per questioni di tempo, sia per altri motivi".
E' una cosa che, come tutti, ho fatto ovviamente anch'io; specialmente all'inizio e poi sempre meno frequentemente con il passare degli anni.
Posso sbagliarmi ma la mia fissa è che il "cambiamento" (nel senso che intendiamo noi) a Cuba sia inziato con lo svluppo di internet.
Concordo, quindi, anche sugli "ultimi tre anni" di cui parli, sia per quanto riguarda la calle (meno "divertente"), sia per il fenomeno della "trasparenza".
Sono stato le ultime volte a Cuba nel 2017 a Santiago e nel 2016 a La Habana.

shaker
Newbie
23/03/2019 | 11:11

  • Like
    1

@pedro61
Si. Avevo saputo e tu purtroppo me lo confermi.
Internet ha aperto le porte al jineterismo por cuenta propria, facendo perdere moltissima quota alla calle (per dire l'ambito extra circuito turistico).
Qualsiasi ragazza mediamente appetibile può autopromuoversi sul web con tanto di numero telefonico.
Questo significa una platea praticamente infinita di uomini, e guadagni facili in tutta tranquillità senza bisogno (o quasi) di chulos (siano essi fidanzati o poliziotti).
Se calcoli anche solo quattro - cinque novios (tra i quali un paio che le inviino un mensual), una serie di "amici" che le facciano ricariche periodiche (che lei poi rivenderà) e una marchetta settimanale a cento cuc in qualche locale, una ragazza che ci sappia fare può contare su una bella rendita mensile (oltre a una decina di settimane l'anno di vacanze gozaderas in compagnia di uno yuma).
Ecco perchè, stando benissimo a Cuba, moltissime non sognano più la invitacion.
Tutto quà, secondo me.

shaker
Newbie
22/03/2019 | 12:50

  • Like
    1

@LIVE
Ma certo che la calle è divertente.
Non si discute su questo.
Il fatto è, caro amico, che molti anni fa farmi da piedi da Avenida de los Presidientes a Oficios nemmeno mi sembrava.
Una sosta alla Coppelia, una alla Rampa, un saluto ad un amico in Industria, un salto a La Epoca e più avanti a comprare dei Partagas e mi ritrovavo alla fine a farmi un aperitivo all'Ambos Mundos.
Nel tragitto intanto avevo raccolto quattro o cinque numeri...
Ricordando queste cose mi ritornano nel naso gli odori di Habana...
Negli ultimi tempi, invece, mi facevo scarozzare da un cubano sulla sua Dodge per andare di quà e di là oppure mi noleggiavo masochisticamente una bel carro a prezzi stratosferici ma almeno avevo il gusto di dare le chiavi della macchina al posteggiatore dell'Habana Livre sotto lo sguardo sussiegoso della puttana di turno al mio fianco...
Differenza di età, disagio? Ma ci mancherebbe!
Quindi, buone passeggiate a tutti, in macchina o a piedi che siano.

shaker
Newbie
22/03/2019 | 12:16

  • Like
    1

@pedro61
Grazie Pedro.
Alcune cose non mi suonano nuove; tipo la zozzeria a Guanabo o la rozzezza di cubani/e in alcuni giri.
Quello che invece mi sorprende è la cosa della registrazione: sarei veramente sorpreso se alcune padrone di casa che conosco da una vita mi chiedessero di registrare le ragazze invece di mettere il carnet sotto il solito vaso di fiori.
Anche per quanto riguarda i locali, non è che siano cose proprio strane,
Sicuramente ti ricorderai degli "operativi" della polizia nel Capri (con tanto di cani antidroga) per esempio, no?
Quante volte mi hanno fermato perchè camminavo con due ragazze al fianco invece di precederle sulla via di casa.
Insomma, anche tu mi confermi che Habana sia molto cambiata.

shaker
Newbie
21/03/2019 | 17:22

  • Like
    0

Io concordo con l'amico "disfattista". In tanti anni a La Habana ho quasi esclusivamente "praticato" la calle con bellissime esperienze ma è una "pratica" che comporta fatica e puoi farla fino ad una certa età e inoltre, come si sa, Cuba non è più quella di 15 o 20 anni fa e tutto comporta molto più impegno. Certo l'alternativa di una plastificata che ti fa scopare e poi fa ciao ciao con la manina non è entusiasmante ma che ci volete fare... D'altra parte, nei locali o per strada, sempre di puttane si tratta e il gusto di pagare le donne è lo stesso; sia che vengano abbordate al deposito bagagli dell'aeroporto, sia che siano modelo strafiche cuccate al Turquino. La differenza è che le prime ti costeranno venti e un pollo a la plancha e le seconde cento e uno Chanel ma tutto ci può stare; come il mangiare un giorno "a lo cubano" e l'altro al Templete (come era prima) o dormire per una vacanza in una particular a Miramar e per l'altra al Cohiba o girare un po' in Audi e un po' in almendron. Tanto, alle cubane non interessa altro che il nostro denaro e per loro sempre yuma siamo...

shaker
Newbie
21/03/2019 | 16:59

  • Like
    0

@pedro61 said:
Dopo 15 anni di bellissime avventure, Cuba addio, delusione totale in tutto. Ho fatto Avana Florida Camaguey Las Tunas e alla fine un pò di mare a Guanabo. Situazione pesante e avvilente, mi dispiace, se non cambierà qualcosa Cuba addio.
Manca tutto!!!

Beh si può immaginare ma non potresti dettagliare un po'?
La tua opinione, se ti va di riportarla?
Te lo chiedo perchè io manco da La Habana da due anni.

shaker
Newbie
05/03/2019 | 17:39

  • Like
    0

@maximumwarp
Caro max avrai sicuramente sentito dire che a Cuba si vada principalmente per il sesso.
Tra un tour culturale e l'altro non ti sarà, quindi, affatto difficile "pucciare".
Ovviamente nella Capitale l'offerta di sesso è molto più elevata che in altri posti.
Se ti piace il "piatto pronto" o non hai molto tempo per sbatterti per strada, nei locali troverai quante puttane vuoi.
I locali di Avana si somigliano più o meno tutti ma qualche differenza c'è per il tipo di fauna che li frequenta.
In estrema sintesi, tra i classici del circuito turistico: al Dos Gardenias e alla Cecilia il genere è più "nazional popolare"; al Cafè de Arte (che ti hanno indicato) se la tirano un po' come al Fantasy; al Turquino ti scuciono venti dollari solo per entrare; all'Habana Cafè e al Gato tuerto devi stare attento alle dentiere perse per terra dai clienti; al Cocoroco trovi molto Marianao-style; al Submarino amarillo sono un po' scoppiati ma è divertente; alle due Casa de la musica girano molte di quelle venute dal "campo" (Santiago, Holguin, Santa Clara, eccetera), La Opera è un po' da intellettuali e... decine di altri locali ancora, ivi compresi quelli più propriamente per cubani o viaggiatori un po' scafati.
Se invece hai un po' di tempo da dedicare alle puttane non propriamente professioniste o quasi puoi girare per strada.
Di giorno per strada potrai pagare 20-30 quello che di notte nei locali pagheresti 70-100.
I posti son tanti quante sono le strade di Avana, quindi non è possibile elencarli.
Ti sconsiglierei comunque il Prado, Parque Central la 23, e il Malecon: rischi elevati di raccattare chancleteras.
Posso consigliarti, invece, un posto che non dà nell'occhio e che reputo logisticamente strategico: Avenida Paseo (Vedado) agli incroci con la 7, la 9 e la 11. Tra l'altro c'è anche una Scuola e le mamme vanno a portare/prendere i bambini...
Siediti, aspetta che passi la tua "preda" e... buon divertimento...

shaker
Newbie
28/02/2019 | 12:18

  • Like
    1

@fastttt
Una banalità: ignorala.
Quando torni a Cuba, la chiami e lei, se valuta che ne valga la pena ($$), viene corriendo.
A meno che nel frattempo non l'abbiano "presa" o che contemporaneamente a te ci sia qualche altro novio da accudire da parte sua (ma in quest'ultimo caso troverebbe comunque il modo di venire a farti qualche visitina).
A Cuba si è più o meno tutti vittime e carnefici.
Quelle che ci hanno fatto segno quando stavano in compagnia di altri, con ogni probabilità hanno fatto la stessa cosa quando stavano in nostra compagnia.
Vuoi che s'impressionino del fatto che non le hai chiamate e/o non gli hai fatto ricariche?
Se ti piace scopatela e... nada mas.
Vai tranquillo.

shaker
Newbie
27/02/2019 | 18:57

  • Like
    1

Mi spiace sempre vedere qualcuno che si offende a vicenda con altri.
Non ne vale la pena.
Molte delle cose che si sentono e scrivono oggi, si sentivano e si scrivevano anche poco dopo il "periodo especial", quando, per esempio, a La Habana i gatti erano pressocchè spariti (...) e i canadesi già allora davano 100 dollari a qualche ragazzina.
Tuttavia, dal Commodoro di allora al Cafè de Arte di oggi, indubbiamente ce ne corre.
E' naturale che sia così perchè le ragazze non potevano continuare a non depilarsi e a indossare gli stessi pantaloncini gialli a righe blu come venti anni fa...
Il grande teatro cubano, in ogni caso, continua ad esercitare il suo fascino e ci sarà sempre qualcuno disposto a pagare il biglietto per godersi lo spettacolo.
In conclusione... tutto cambia perchè nulla cambi...

Escortadvisor escorta Bookingsescort_right Escortime moscarossa_right Haima_desktop escortinn Mille_erotici_desktop Oceano_home Escort Direcotory Escort forum wellcum_right bacheca massaggi
Logo Gnoccatravels

Stai per entrare in una sezione vietata ai minori di anni 18 che può contenere immagini di carattere erotico, che tratta argomenti e usa un linguaggio adatto a un pubblico adulto. Se non sei maggiorenne esci immediatamente cliccando ESCI. Se non ritieni il nudo di adulti offensivo alla tua persona e se dichiari di essere maggiorenne secondo la legge dello stato in cui vivi e se, entrando nel sito, accetti le condizioni di utilizzo ed esoneri i responsabili del sito da ogni forma di responsabilità, allora puoi entrare in Gnoccatravels!

Gnoccatravels.com tutela e protegge i minori e invita i propri utenti a segnalare eventuali abusi, nonchè ad utilizzare i seguenti servizi di controllo: ICRA – Netnanny – Cybersitter – Surfcontrol – Cyberpatrol

Contenuti ed immagini qui presenti, sono stati ottenuti attraverso internet, quindi sono ritenuti di dominio pubblico, od autorizzati dagli interessati medesimi. Gli inserzionisti di Gnoccatravels.com dichiarano che gli scopi della pubblicazione richiesta sono leciti (secondo le vigenti normative in materia penale) e strettamente personali, quindi esentano i gestori del sito da ogni responsabilità amministrativa e penale eventualmente derivante da finalità, contenuti e azioni illecite, nonché da usi illegittimi e/o impropri della pubblicazione medesima.

Scegliendo ACCETTA ED ENTRA, l'utente dichiara di essere maggiorenne e di esonerare totalmente i fornitori del servizio, proprietari e creatori del sito Gnoccatravels.com dalla responsabilità sul contenuto degli annunci/inserzioni pubblicitarie e del loro utilizzo.

SONO MAGGIORENNE ESCI