escorta
escorta_mobile

Donne italiane e anoressia intellettuale di Uriel Fanelli

drcatenaccio
07/06/2013 | 20:56
Bassifondi della città dei sogni
Silver

Cito i passi più salienti di un intelligente articolo "Donne dududu: anoressia intellettuale" del blog di Uriel Fanelli.

http://www.keinpfusch.net/

[...]

Ma neanche questo e' il vero problema. Il problema della miserabile condizione femminile in Italia e' semplicemente legato al fatto che le donne in Italia iniziano a pensare dopo i 50-60 anni. Tranne rarissime eccezioni, che non si sposano perche' per i maschi poi diventano una specie di aliene.

La donna italiana attraversa tre fasi, forse tre e mezza.

Nella gioventu', il suo unico scopo e' essere bella e superare il confronto con le altre ragazze. Fine. Alla voce "interessi &hobby" in un CV scriverebbero "tutto quel che serve per essere piu' figa". Niente di piu'. Bambanano di essere piu' "mature" dei loro coetanei maschi, ma se le osservo ci vedo delle iinutili bambole di carne che si sforzano di imitare la Barbie e passano il tempo a linciarsi a parole a vicenda. Oppure, nel caso di quelle che cercano di essere "intelligenti", alla Barbie si sostituisce un qualche altro stereotipo altrettanto noioso e deforme, che va dalla fricchettona alla brava ragazza di chiesa, e il risultato e' un essere che solo l'eccesso di ormoni dell'adolescenza puo' considerare attraente.

Tutto questo dura sino al matrimonio, ovvero al primo figlio. Li' una specie di ebete che sa tutto sul fard e su qualche gruppo musicale passa da Donna (condizione miserabilissima di totale piattezza intellettuale) a Donna+, ovvero per la prima volta la donna italiana prova l'ebbrezza di essere una persona. Questa sensazione di ebbrezza e' cosi' forte da causare la sindrome di Superman: aprono negozi, si danno al rafting, solo il cielo e' il limite di una Mamma. L'effetto "Pacman che mangia la fragolina" dura 5-6 anni, quando l'autostima torna a zero e si va col secondo figlio o con la piattezza totale.

Finalmente arriva la menopausa, i figli sono fuori dalle palle, e le donne diventano persone. Verso i 50/60 la donna italiana diventa interessante, ovvero una persona con cui puoi parlare dieci minuti senza sognare di discutere con un armadio a muro per avere risposte logiche, e inizia a sviluppare degli interessi. In quel momento, scoprono che gli piace l'Opera.O il tennis. O i viaggi. O la fotografia. E leggono. E quando ci parli di un argomento ti tornano indietro delle risposte che hanno, incredibile a dirsi, dei contenuti. Sullo stesso argomento! Incredibile. Se vuoi parlare con un essere umano e non con un bidone di stereotipi e risposte degne di Siri(2), devi parlare con donne che abbiano piu' di 50-60 anni.

Si, esiste una minoranza che non segue queste regole. In generale, passano la prima parte della loro esistenza a schivare idioti, perche' i maschi non sono messi tanto meglio , nella seconda fase i maschi sono messi meglio perche' il tasso di testosterone e' calato, ma loro sono incapaci di concepire niente come "sono una mamma, non una stupida donna" (col risultato che molti uomini scappano a cercare una sbarbina che almeno vi parlera' del loro cantante preferito e non solo di scarpine) e solo ad una certa eta' le donne intelligenti iniziano a trovare qualcuno di intelligente con cui parlare.

Ora, a me non frega molto delle colpe. Adesso forse nascera' una diatriba sul fatto che e' colpa di Berlusconi o no. Ma personalmente me ne fotto: se nei CV delle donne ci scrivo "interessi & hobby" , il 75% dei CV di donne riporta si e no "musica e uscire con gli amici". Qualche volta. Di solito la voce nei CV femminili non figura nemmeno, e solo di rado figura in quelli italiani.

La verita' e' che in Italia c'e' una vera e propria morte intellettuale. Non una morte culturale, o una morte civile. Una morte intellettuale. La stragrande maggioranza degli italiani non fa niente che non sia lavorare e mangiare. Interessi? Hobbies? Qualsiasi stracazzo di cosa cui pensare dopo il lavoro? No, niente.

Oltre al lavoro e alla casa, uomini e donne pensano a quanto ascoltano in TV. L'italiano svolge la propria vita fra tre mondi: ufficio, casa, telegiornale. Le donne, che lavorano molto meno, hanno "casa, telegiornale". Se almeno al lavoro l'uomo riesce a scambiare qualche -dico qualche - contenuto esogeno perche' magari ha il collega vegano che gli parla di dieta, o il collega complottista che gli parla di scie chimiche, la donna ha tre fasi: "scuola + TV", "casa + TV", 'finalmente qualche interesse + TV".

L'uomo ha tre fasi: "scuola + sport/figa + TV". "casa + ufficio + TV", "malinconia + casa + TV".

La morte di qualsiasi cosa stia tra le orecchie.

Polli da batteria.

In italia non sta morendo l'economia , o la cultura, o il senso nazionale, o il senso civico, o qualsiasi altra cosa. Sta morendo l'intelletto. E' piu' divertente parlare con Siri: si impara molto di piu'. E se considerate che NON possiedo un iPhone, e' tutto dire.

E se questo fenomeno e' gia' fortissimo per gli uomini, che sono dei mongospastici per il 60% dei casi, la donna passa un'adolescenza intellettualmente cosi' miserabile

e priva di stimoli che quando finalmente rimane gravida si sente promossa antropologicamente, quasi al ruolo di persona. "Sgravo ergo sum".

Parlavo con la nuova giovane segretaria della mia azienda. In Italia sarebbe immediatamente nella categoria "sono cosi' gnocca che non mi serve essere nient'altro". Ha come hobby la modellistica in legno (3) e i Lego Technik. Un'altra colega frequenta un club di cultura greca, e sta studiando i balli tradizionali greci.

Ricordo la mia segretaria in Italia. Quella meno bella era sposata e quindi era sposata. Che altro c'e' da dire? Forse che una donna sposata con figli puo' essere qualcosa d'altro?

La figa aveva un solo hobby. Aperitivo e locali, shopping per ballare. Una barbie che meritava solo di saltare in aria su un campo minato afgano.

Se almeno il lavoro salva il maschio italiano dandogli un paio di argomenti in piu' di cui parlare, la donna spesso non lavora e muore ancora peggio.

La situazione sta migliorando? Si, qualcosa sta migliorando. COn mia grande sorpresa, lo sport e' approdato tra gli hobby femminili. Oddio, non e' che uno desideri per forza la falegnameria, ma almeno vedere il rugby che si diffonde fa piacere. Ma e' ancora pochissimo.

L'emancipazione femminile non e' credibile, in Italia.

Non so se avete presente un gruppo di pulcini in una scatola. Immaginate di chiudere un gruppo di pulcini in una scatola di cartone rovesciata. Staranno dentro , e sono nella condizione delle tanto compiante donne oppresse. Ma se poi togliete la scatola, i pulcini iniziano a correre in tutte le direzioni. Questa e' la liberta'.

Adesso immaginate di togliere la scatola e che i pulcini rimangano chiusi nello stesso quadrato di prima. Fermi. Immobili. A fare le stesse cose di prima. Nello stessospazio compresso di prima.Non essendoci VOGLIA di liberta', essa non viene usata. La scatola e' DENTRO i pulcini.

Cosa sta succedendo? Sta succedendo che la scatola di cartone e' DENTRO di loro. Avete dato loro tutta la liberta' togliendo il cartone. Ma questa liberta' e' impossibile da godere se non c'e' appetito per la liberta'.

Non so per quale motivo, ma l'Italia e' entrata in uno stato che definirei "anoressia intellettuale", una specie di malattia per cui la persona non ha piu' fame di stimoli intellettuali. Non legge, non fa altro che guardare i telegiornali, non ha hobbies, non fa niente che non sia lavorare , mangiare, dormire, e per le ferie partecipare al gigantesco barbecue di chiappe collettivo su qualche spiaggia.

Tutto quello che fanno le donne "intelligenti" in Italia e' semplicemente recitare la parte delle donne intelligenti, con risposte programmate e prevedibili, tipo Siri sotto LSD, con una militanza politica cosi' vuota di idee che una conversazione e' uno spreco di tempo, e intellettualmente si tratta solo di un'altra scatola.

Le donne italiane si sentono superiori a quelle che

portano il chador, ma almeno la donna che porta il chador puo' scegliere quale indossare tra quelli che ha nell' armadio: la donna italiana non sa nemmeno di indossare un chador sul cervello, sotto la pelle, e in una discussione ha cosi' pochi argomenti che no, non vale la pena. Non imparerete niente che non abbiate mai sentito dire prima.

Noia. Noia. Noia. Noia. La piu' mostruosa noia da morte intellettuale della storia. L'italia e' un paese noioso di gente noiosa, specialmente le donne, almeno sotto i 50/60.

Cosi' si ripropone lo schema: sono venuto via per "salvare" dalla morte celebrale due donne, di cui una ancora bambina, e no, nella scelta non tornerei.

Qualcuno deve uscire prima dall'anoressia intellettuale. Qualcuno deve iniziare ad avere di nuovo fame di novita'. Fame di cose mai viste, mai fatte, mai provate, mai dette.

Un tempo gli italiani erano famosi per la loro curiosita', l'intraprendenza, la vitalita': oggi sembra di parlare con una segreteria telefonica. Dov'e' la voglia di vivere? Oh, certo: discoteca e uscire e ubriacarsi. Questo e' trasgredire, e se non trasgredisci cosi' non vivi, perche' vivere e' trasgredire e trasgredire e' vivere e avere hobby e' da uomini e comunque e' da ricchi e comunque non ho tempo.

E comunque sei fottutamente MORTA, questo e' il punto. Il tempo, se non te lo riservi non lo troverai mai.

[...]

Dal Blog di Uriel Fanelli

articolo "Donne dududu: anoressia intellettuale".

http://www.keinpfusch.net/

Incontra ESCORT e TRANS nella tua città
massaggi_mobile_italia

Ottimo articolo. Ha mostrato la vera fotografia delle donne itliane nelle sue varie fasi.

1 - stupidità vanitosa

2 - maternità e scassamento totale di palle all'intero universo

3 - eventuale ripetizione del punto 2

4 - maturirità purtroppo in vecchiaia.

Abbandonati al relax e al piacere, scopri i centri massaggi della tua citta'!
escorta_mobile

Si scopre l'acqua calda, io non riesco a trovarmi una tipa decente perché riesco a comunicare più argomenti con il mio gatto che con figuri femminili il cui interesse è spender soldi (i miei) e far le fighe. A questo punto tanto vale una bambola.

Trova i migliori CENTRI MASSAGGI e le MASSAGGIATRICI SEXY in Italia
massaggi_mobile_italia

Interessante è anche la fase della "maternità" nella quale mettono il figlio o i figli al centro di tutto prevaricando su tutti in maniera a volte fastidiosa e senza alcuna logica.

In questa fase il partner maschile è solo manodopera!

DONNA CERCA UOMO
escorta_mobile
wellcum_discussioni
massaggi_mobile_italia

Ricordo quando in presenza di una melanzana eseguii il pezzo di scriabin op 8 n 12 al pianoforte (uno dei pezzi più belli mai scritti...) e lei era tutta indaffarata a visionare pagine di facebook sul suo nuovo smartphone.Le chiesi se le fosse piaciuto e lei mi rispose che apprezzava solo lady gaga.Provai solo una grande pena per lei e per tutto quello che di bello si perdeva nella vita.

escorta_mobile

@pay4play

mi chiedo cosa ci facesse nelle tue vicinanze una melanziota come quella. Le tendenze musicali mi paiono ben diverse

http://www.torchemada.net

MODERATORE SEZIONE GENERALE

Incontra ESCORT e TRANS nella tua città
massaggi_mobile_italia
escorta_mobile

@drcatenaccio

senza voler offendere nessuno ma nella realtà italiana personalmente riscontro la stessa piattezza intellettuale tanto tra le donne che tra gli uomini, in pratica a mio modo di vedere al 90 % della gente dovrebbe essere tolta la facoltà di poter andare in giro per il mondo a spargere la loro idiozia. Compresi taluni blogger che vedono la cosa solo da un punto di vista o troppo femminista o troppo maschilista.

" Compro tutto ciò che è possibile perchè tutto ha un prezzo anche la morte "

Trova i migliori CENTRI MASSAGGI e le MASSAGGIATRICI SEXY in Italia
massaggi_mobile_italia

drcatenaccio
08/06/2013 | 21:22
Bassifondi della città dei sogni
Silver

@Sometimes They Come Back

il blogger che ho linkato descrive, in modo molto preciso, anche la piattezza e la superficialità della parte maschile.

Uriel Fanelli critica tutta la società italiana che, secondo le sue valutazioni, sta precipitando in una crisi senza alcuna speranza di salvezza.

Ho solo preso stralci di un articolo riguardante le melanzane.

DONNA CERCA UOMO
Bookingsescort
escorta_mobile

@drcatenaccio, conosco Uriel Fanelli e ti consiglierei di evitarlo. La descrizione fatta da lui in cosa la ritieni caratterizzante le donne italiane? Mi spiego, non è per caso generalizzabile a donne anche straniere? Si, No, perché? Lo dice? a me pare di no.

Quando uno scrittore mette un titolo che non rispecchia per nulla quanto esposto, o che in nessun modo è sostenuto da quanto esposto, beh, trattasi di fuffa.

TOP FKK VISITATI

  1. Andiamo - Villach (x2)
  2. Club Hawaii - Ingolstadt (x1)
  3. Circolo Passion - Innsbruck (x4)
  4. Club Colosseum - Augsburg (x1)
  5. Night Club Pascha - Salisburgo (x1)
  6. Fkk Safari - Neu Ulm (x1)
Leggi le recensioni ESCORT e non farti fregare, trova la ESCORT nella tua città
massaggi_mobile_italia

drcatenaccio
09/06/2013 | 11:03
Bassifondi della città dei sogni
Silver

@Centurione

con la premessa che non sono d'accordo con tutto ciò che scrive Uriel Fanelli ma al contrario, come faccio con ogni autore, segnalo gli articoli più interessanti.

Hai fatto due errori

1) è chiaro che Uriel Fanelli parla solo delle donne italiane indicando la loro vuotezza intellettuale al contrario delle altre europee come le tedesche (che lui conosce meglio) dove anche una giovane segretaria coltiva hobby e passioni.

2) il titolo è pertinente al tema - mi sembra peraltro molto evidente - anoressia intellettuale=mancanza di volontà di assimilare cultura come al pari di un'anoressica che rifiuta il cibo. Elementare.

Ma tu e @Sometimes They Come Back avete letto l'articolo? Non è obbligatorio certamente ma bisogna dare una piccola lettura a ciò che si critica, non è vero?

escorta_mobile

Io farei una distinzione tra le nord italiote e le bestie meridionali.Al sud gli interessi femminili vanno da "uomini e donne" a facebook passando per le borse di Luis Vitton...Certo anche gli uomini non sono messi molto meglio,oltre alla figa e al calcio non hanno molti altri interessi.Ma la % di uomini con cultura,hobby e sensibilità artistica è esponenzialmente superiore a quella femminile.

Incontra ESCORT e TRANS nella tua città
massaggi_mobile_italia

Ciao pay4play

Io ho abitato in tante città diverse in Italia, del nord e del centro e anche del centrosud.

Non ho notato molta differenza tra le melanzane di una regione e quelle di un'altra. Direi che la mentalità delle donne in Italia e' piu' o meno la stessa ovunque.

Una differenza forse c'e' nelle due grandi aree metropolitane di Roma e di Milano, che rispetto al resto del Paese mi sembra abbiano maggiore apertura.

A Roma e Milano arrivano donne da tutta Italia che spesso si trasferiscono nelle metropoli proprio per essere piu' libere. Specie a Roma, che e' una città che in genere le donne colte di tutta Italia amano molto, vanno donne con un livello culturale piu' elevato della media italica e piu' disponibili, specialmente quando sono milf.

Per il resto, non credo che ci sia molta differenza tra il Piemonte e la Sicilia, in fatto di melanzane.

Abbandonati al relax e al piacere, scopri i centri massaggi della tua citta'!
escorta_mobile

le donne che proliferano dentro i confini dell' ItaGlia sono messe male un po' dappertutto, proprio per gli stereotipi che vengono proposti in tutto lo stivale.

http://www.torchemada.net

MODERATORE SEZIONE GENERALE

Trova i migliori CENTRI MASSAGGI e le MASSAGGIATRICI SEXY in Italia
moscarossa_recensioni
massaggi_mobile_italia

Mi sono letto lo stralcio dell'articolo, e devo purtroppo dire che - al netto della generalizzazione fatta dall'autore - il nocciolo è quello: una profonda e abissale anoressia intellettuale. Che coinvolge ambo i sessi.

Ma diciamoci pure qualcosa di più, almeno in quest'orticello che se ne frega del politicamente corretto. Il fenomeno dell'anoressia colpisce in misura maggiore le donne degli uomini (e qui l'autore lo accenna). Il punto è nell'importanza che viene data alla donna tout court in questo paese. E questo fatto, insomma la famosa "Desinenza in A" (dal titolo di un famoso libello di fine '800 di Carlo Dossi), fa sì che un'italiana - per il solo fatto di essere donna - crede che tutto il resto non conti. A parte apparire la più bella del gruppo/piazza/palestra/ufficio. E, anche lì, è più una concorrenza fra poveracce che una vera sfida di bellezza (ah, quanto avremmo da imparare dai maschi tedeschi e russi...). Pensiamo a un fatto: nelle librerie delle grandi città italiane non si vedono mai fighe. E nemmeno si vedono nei mezzi pubblici ragazze belle leggere. In più, anche ragazze belle italiote con un titolo di studi alto, messe alla prova a livello culturale, molto spesso fanno flop. E comunque - al di là della palestra - difficilmente le vedi avere hobby. Per non parlare poi di quell'afflato intellettuale che impregna le coetanee europee (in Italia le melanzane leggono le 50 sfumature, e solo perché fa figo...), salvo memorabili eccezioni.

La stragrande maggioranza delle donne del nord est Europa che ho avuto la fortuna di conoscere nella mia vita leggevano come dannate, andavano alle mostre, viaggiavano da sole, amavano fare le foto alla natura, avevano decine di interessi, e non avevano un ego smisurato.

Ps: sono uno di quelli che nel proprio curriculum indica anche i propri hobby e interessi, con un'unica omissione: la caccia e la gnocca :D

Spesso, seriamente, gli si affacciava l'idea di dar addio a tutto, arruolarsi tra i cosacchi, comprarsi un'isba, il bestiame, ammogliarsi a una cosacca [...] andarsene a caccia e a pesca, e coi cosacchi alle spedizioni.
Lev Tolstoj "I Cosacchi" - 1863

DONNA CERCA UOMO
escorta_mobile

L'autore ha pienamente ragione, purtroppo parlare con una ragazza italiana è spesso una prova di resistenza: priva di spirito vitale, sessualmente inibente, culturalmente arida come il deserto del Sahara...quattro interessi banali in croce, convinta che l'Italia sia il meglio del meglio (i ragazzi italiani viaggiano mediamente molto più all'estero delle melanzane). Poi basta superare il confine ed invece è facile trovare ragazze di tutt'altro spessore, con cui ogni volta è un piacere intraprendere una conversazione ;)

Leggi le recensioni ESCORT e non farti fregare, trova la ESCORT nella tua città
massaggi_mobile_italia

scusate eh, ma che tipo di minestra pensate possa esserci nella testolina della ragazza media se allevata a suon di maria de filippi, grande fratello e altri programmi spazzatura dove si ritrae la donna in modo totalmente distorto e fuori dalla realtà? Cosa pensate ne esca fuori? Sarebbe come allevare un ragazzino a suon di film porno!

escorta_mobile

@Cosacco a dire il vero neanche gli uomini sono grandi intellettuali in italia infatti ribadisco che personalmente mi annoia parlare con il 90% delle italiche genti di ambo i sessi, gli uomini oltre al calcio e alle donne raramente sanno permeare a fondo in altri argomenti, mentre le donne spesso mi annoiano perchè troppo perneate su irrealtà da sogno, troppo filosofia, poi entrambi i generi italici sanno sonno blaterare parole ma alla realtà dei fatti solo fumo, al massimo il popolo italico sia maschile che femminile sa lamentarsi, ma poi è pieno di vizi, di stravizi e alla fine piange pure miseria, come una volta dissi ad un tizio che blaterava troppo tu continua con le tue filosofie e vivi la tua miserabile vita, io continuo nella mia a fare fatti e anche soldi ( si dice in italia non ci sia lavoro ma com'è che io trovo lavoro anche troppo e alcune volte devo dire di no ? ) . Cmq

mi piacerebbe confrontarmi con ciascuno di voi oer vedere il grado di cultura che ciascuno di noi ha, o meno, e ricordo che la cultura non significa solo aver letto libri ( in questo caso sarei vincitore ho letto circa 600 libri della mia biblioteca,

:-D ) ma bensì quello che di questi libri si riesce a tradurre nella vita di tutti i giorni, come diceva il boss del quartiere nel film Bronx " Studia a scuola e Impara dalla Strada

B-)

" Compro tutto ciò che è possibile perchè tutto ha un prezzo anche la morte "

Incontra ESCORT e TRANS nella tua città
massaggi_mobile_italia

@Cosacco @drcatenaccio

Mah mi pare come sempre che ci sia un accanimento un filo stereotipato qui sulle donne italiane quando in un sacco di regioni del mondo -per una ragione od un'altra- sia piu' o meno la stessa minestra... Conosco il blog in questione e anni fa (circa 2007) l'autore era il piu' strenuo "patriota", il nostro eroe trasferitosi in germania adducendo varie ragioni ideologiche (cambio lavoro = pecunia non olet) in qualche modo bisognera' pur giustificare il voltagabbana... A volte lo si fa nel nome dei figli come il nostro autore, ma la fuffa non cambia.. Questo giusto per inquadrare un attimo l'autore e le potenziali "agende segrete"... ;)

Personalmente parlando conosco un sacco di donne che leggono come dannate di ogni nazionalita' -anche italiane- e spesso si assiste al medesimo sfoggio radical chic intellettualoide TOTALMENTE privo di contenuti esattamente come molte di quelle che non leggon un accidente... Lungi da me dire che sia inutile informarsi, ma significa semplicemente che al piu' gli "interessi" sian una condizione necessaria (al piu'.. e nemmeno sempre) e non certo necessaria per diventare INTRESSANTI..

Per di piu' dato che il blog in questione menziona spesso l'economia (a volte centrando a volte sostenendo tesi molto discutibili) e' proprio SOLO una questione di domanda e offerta per le donne, non solo di nazionalita' e che condiziona la propria percezione sin dai tempi piu' giovani... Dal polo nord al polo sud...

Bisogna farsene una ragione: se da quando hai 12 anni la tua domanda diventa e rimane ENORME fino a che ne hai, diciamo, 30 (o anche oltre in paesi piu' zerbinati) come per OGNI donna mediamente decente -magari piu' accentuato ma di certo non solo in Italia questo- NON avrai nessuna necessita' di essere interessante, perche' NON ne hai bisogno... Molto semplice. A Roma come a Sofia come a Timbuktu...

Al limite, sempre per questo discorso, sarebbe da chiedersi come sia possibile che cosi' tanti UOMINI italiani siano cosi' anonimamente e irrimediabilmente mediocri e privi di ogni verve, dal momento che avrebbero NECESSITA' di dimostrarsi alpha male... (Prima leggevo di uno che cercava di inchiodare delle tipe dicendo che macchina aveva o il suo 740... haha) Per le donne e' una logica naturale essere poco interessate al mondo circostante semplicemente perche' non ne hanno bisogno, lo ripeto. Le mosche bianche che si impegnano per diventare interessanti (e non solo boriose, vuote e noiose nozioniste) saranno sempre e SOLO eccezioni ad un "regime naturale" femminile che le porta alla vacuita'... A 30 come a 50 anni, non e' che se ti metti a leggere Proust o Dostojevski per magia diventi un pozzo gravitazionale di interessi sinceri maschili, eh...

A Roma come a Sofia come a Timbuktu... ;)

E non voglio neanche cominciare a menzionare il fatto che a me, come penso a tanti altri, la pressoche' unica condizione per attacare bottone con qualunque donna sia che sia FIGA. E spesso anche per CONTINUARE a frequentarla perche' di avere una carampana radical chic che mi sfoggia nozioni non sufficientemente metabolizzate intellettivamente come fossero dogmi non ne ho ALCUN bisogno, anzi... e' la MORTE delle motivazioni per continuare ad avere una qualcunque relazione... Quindi ritengo ci sia anche un'ipocrisia impressionante in tutte queste lamentele oltre che spesso una miopia analitica...

Poi ovvio, penso il 99% di noi stia cercando quella FIGHISSIMA (unica conditio sine qua non, cmq sia) e che NON sia saccente, ma piena di interessi INTERESSANTI che per carita' esistera' anche ma e' semplice da trovare quanto andare su giove.. Ma sappiamo tutti del resto che in Germania (come in Russia o altrove a senconda dello zelota) gli asini volan naturalmente.. ;)

-- you were born an original, don't die a copy

Abbandonati al relax e al piacere, scopri i centri massaggi della tua citta'!
Oxyzen_recensioni
escorta_mobile

@Sometimes they come back Avevo scritto che l'anoressia intelletuale coinvolge ambo i sessi. E purtroppo mi riconosco anche nel fatto che spesso mi è difficile riuscire a parlare oltre un tot con uomini e donne italiane. Forse sono io difficile? A livello caratteriale sì. Ma sono socievole, anche se selettivo, e per lavoro sono abituato a parlare con la gente: dall'umile vucumprà bengalese al borioso ministro, cioè tutta la scala sociale.

Farebbe piacere anche a me confrontarmi con altri GT, e non per vedere i libri che hanno letto. Un pò a mo' di circolo culturale, ecco (vabbè: CULturale :D ). A mio avviso qui ci sono delle "menti", anche se acari e pappagalli infestano il sito. Ma basta leggere cosa si scrive e come: il pappagallo rimane sempre tale.

Beh, lasciando da parte il lavoro e i confronti su GT, alla fine sono davvero poche le persone che riescono a colpirmi, a lasciare una traccia in me. E le donne italiane men che meno. Forse sono diventato troppo esigente? Può essere.

Ma in fondo mi dispiace, per solidarietà di genere, vedere il grado infimo raggiunto dagli uomini italiani. Incapaci anche di parlare compiutamente di gnocca (perché, anche lì, bisogna avere un minimo di cultura della gnocca, una certa esperienza, un'attitudine alla comprensione e alla caccia alla donna che ormai è stata sostituita da urla, sguardi "madidi di sperma" e zerbinaggio), al massimo riescono a parlare di calcio e motori... e nient'altro. Una vera tristezza.

Spesso, seriamente, gli si affacciava l'idea di dar addio a tutto, arruolarsi tra i cosacchi, comprarsi un'isba, il bestiame, ammogliarsi a una cosacca [...] andarsene a caccia e a pesca, e coi cosacchi alle spedizioni.
Lev Tolstoj "I Cosacchi" - 1863

Trova i migliori CENTRI MASSAGGI e le MASSAGGIATRICI SEXY in Italia
massaggi_mobile_italia

@blockman

Il tuo intervento è molto interessante, in alcuni punti ben argomentato ma non lo condivido al 100%. E ti spiego subito. Non sono d'accordo sul discorso "tutto il mondo è paese", alla fin fine. Ho interpretato male? Hai ragione da vendere sul problema della domanda incessante che rincretinisce le italiane, e anche sullo sfoggio della cultura in modo saccente e a mo' di barriera. Una tendenza molto comune negli intellettuali, specie quelli - e sono tanti - che sono sempre vissuti nella loro torre d'avorio.

Forse tu hai viaggiato più di me, e puoi contraddirmi. Ma dai racconti fattimi dalle mie ex straniere (di vari paesi del nord-est Europa) l'elemento comune era il fatto che la loro bellezza (ed erano belle, eccome!!) contava il giusto, e non un'oncia di più. Cioè era funzionale a presentarsi a un uomo, ma poi quest'ultimo doveva anche trovare dei contenuti. Un concetto che ho visto anche estremizzare nelle tedesche e nelle scandinave ("non mi devi giudicare per la mia bellezza, ma per la mia personalità), e decisamente più sfumato nelle russe (sono io quello fortunato, ma anche lì ho sempre avuto donne con un alto livello culturale...). Insomma, alla forma ho sempre visto unire la sostanza. In Italia il contrario: tutta forma, poca o nulla la sostanza.

Infine ti faccio i miei complimenti per quell'accenno darwiniano: "sarebbe da chiedersi come sia possibile che cosi' tanti UOMINI italiani siano cosi' anonimamente e irrimediabilmente mediocri e privi di ogni verve, dal momento che avrebbero NECESSITA' di dimostrarsi alpha male...". Il tema merita in sè una trattazione a parte, e si rischia di andare off topic. Però ribadisco, c'è un lucido disegno dietro questa INVOLUZIONE del maschio italico, ridotto a zerbino/pappagallo: l'omicidio della figura paterna; la castrazione del maschio virile (che non è il pappagallo allupato e nemmeno il "macho" tronista da tre soldi) attraverso una serie di deresponsabilizzazioni. Per questo sistema, è meglio un idiota che spende il suo denaro a spron battuto, di un essere seriamente pensante, con mascolinità da vendere e testosterone da non sprecare allo stadio... e mi fermo qui.

Spesso, seriamente, gli si affacciava l'idea di dar addio a tutto, arruolarsi tra i cosacchi, comprarsi un'isba, il bestiame, ammogliarsi a una cosacca [...] andarsene a caccia e a pesca, e coi cosacchi alle spedizioni.
Lev Tolstoj "I Cosacchi" - 1863

DONNA CERCA UOMO
escorta_mobile

Manco dall' Italia da tanto tempo che esito ad intervenire in questo seppur interessante dibattito. Interessante perche, ci piaccia o no, italiani siamo e italiane sono le nostre madri, zie, nonne, sorelle e per alcuni pure le compagne/ moglie e figlie e quindi e legittimo e persino doveroso preoccuparci di quello che sta accadendo a loro e a tutti noi.

Che vi sia in atto una involuzione culturale e un qualcosa che nessuno dei precedenti intervenienti nega: i dubbi riguardano a quanto questo fenomeno sia specificamente relativo alla melanzana oppure al Melanzanistan o da inscriversi in un contesto piu ampio, internazionale e "mondialmente" generalizzato ( fino a Sofia e Timbuktu) e ancora quali siano le cause prime del fenomeno.

La mia impressione personale e che ci troviamo si di fronte a un fenomeno transnazionale che nasce probabilmente dalla vittoria incontrastata della "democrazia liberale" e del capitalismo "globalizzato"

ma che in certi contesti sociali ( Melanzanistan) e in certe categorie (Melanzane) assume aspetti peculiari date specifiche premesse: il che tradotto in soldoni vuol dire che l'Italia era un posto del cazzo gia da tempo e le melanzane un malriuscito incrocio tra bigottismo cattolico-mediterraneo (se vogliamo pure in odori islamici) e nazifemminismo europeo (coi peggiori influssi del massimalismo integralista post '68) e che poi a incarnare la vittoria del capitalismo ne abbiamo avuto una versione parodistica sotto la gioiosa forma di un cavaliere di Arcore che ha sdoganato e dignificato definitivamente ogni forma di gretta e piatta ipocrisia insita nel cuore degli italiani.

Ecco allora gli eserciti in marcia delle aspiranti veline canonizzate dal reality show di turno affiancate da ululanti torme di zerbini/pappagalli subumani decerebrati.

Ma nel paese dei guelfi e dei ghibellini, gia bollito da decenni di dicotomia

comunisti-anticomunisti, nasce naturale e spontanea la reazione alla cultura della superficialita e del conformismo. Solo che per farlo, pur senza la brutale violenza del passato ( non mi riferisco alla violenza fisica, tipo BR, ma a quella culturale) plasma una superficialita e un conformismo "alternativi" in cui ci si deve irregimentare.

L'importante e non pensare. E alle fighe questo riesce benissimo, come dice giustamete @blockman, perche di fatto possono permettersi il lusso farne a meno e in un contesto cosi campano bene, finiscono persino a fare i ministri della repubblica.

Intelligere vuol dire "saper leggere tra le righe", ma per essere funzionale devi invece impararle bene a memoria le righe: quello che c'e in mezzo..e il bianco del foglio. Da qui l'anoressia intellettuale: pensare, fa male.

Trovare una tipa qualunque da scopare puo non essere facilissimo ma non e impossibile pure in Italia: trovare invece una bella figa che pure abbia il brutto vizio di pensare e

addirittura si goda l'opus 8 nº12 di Scriabin al piano mi pare stia diventando una ricerca del graal.

Ma al mondo vi e di tutto. Parlando di musica colta per tastiera, ho scovato pure una giovane rumena- neanche tanto cessa- ( altra etnia di cui qui si parla malissimo) che

a Berlino, invece di stare all' Artemis, incide musica per clavicembalo del XVII secolo. e pure brava.

Leggi le recensioni ESCORT e non farti fregare, trova la ESCORT nella tua città
massaggi_mobile_italia

Non mi sembra un fenomeno prettamente italiano, e non mi sento di dire che riguardi solo il genere femminile. Dopotutto il livello di alfabetizzazione è aumentato, una percentuale maggiore della popolazione ha accesso all'educazione e allo studio, e abbiamo troppi laureati.

Il problema è l'allargamento della base, e la conseguente volgarizzazione. Prendiamo ad esempio l'informazione: oggi tutte le notizie si diffondono immediatamente a livello mondiale, e raggiungono un numero di persone impensabile fino a poco tempo fa. Per contro, le stesse notizie sono trattate in modo molto piu' superficiale, e vengono assorbite, macinate e dimenticate in fretta. Oggi tutti possono sapere come ha chiuso la borsa di Tokyo. Ma quanti sanno esattamente cos'è una borsa valori, e la sua funzione? Pochi, ma pur sempre piu' che in passato.

Un altro esempio sono i viaggi: un tempo erano degli investimenti importanti di soldi e di tempo, con implicazioni culturali ed esperienze importanti. Oggi qualsiasi semianalfabeta puo' prendere un volo low cost, andare all'estero in una spiaggia o un centro commerciale analogo a quello che ha sotto casa, e tornare indietro con una esperienza quasi ininfluente per la sua crescita. Ma sempre meglio di quando era relegato ai margini e poteva osservare il mondo solo attraverso 2 canali televisivi.

Per quanto riguarda le donne, bisogna anche chiedersi cosa cerchiamo, dove e perchè: andate fuori dalle università e vedrete uscire delle belle ragazze che molto probabilmente sono in grado di sostenere delle conversazioni interessanti. Andate in centro a Milano e vedrete delle belle milf probabilmente piu' interessate alla moda e alla bella vita che alla cultura classica. Andate in una discoteca di Garlasco o addirittura in un bordello e troverete delle giovani donne un po' venali e forse superficiali...

Comuque donne interessanti (ognuna a suo modo) si trovano sempre e ovunque, basta cercarle!

Money for nothin'
Chicks for free

massaggi_mobile_italia

Uno dei motivi per cui scrivo su GT è che c'è la possibilità di trattare temi, anche in modo approfondito (parlo del settore free e delle implicazioni culturali), che non si trovano da altre parti e che sui mass media sono tabù. Si trova qualcosa di interessante in alcuni libri ostracizzati dal mainstream (Risè, Massimo Fini, tanto per citarne un paio), ma per il resto c'è il vuoto. Lascio da parte la rete, si inizierebbe un discorso che porta off topic.

Veniamo a noi. @Ati-leong ha scritto una pagina bellissima di riflessioni, con qualche accenno lirico e i riflessi di profonde introspezioni psicologiche. I miei complimenti!! Non ho molto da aggiungere, devo anche digerire alcune informazioni e spunti. Io, per sintetizzare, la vedo un pò così: il finto-maschilismo che ha dominato la cultura italiana è stato un argine che ha tenuto a freno la società. L'ha tenuta insieme in tempi difficili, con donne cortigiane, invasioni, povertà. E poi il maschilismo è uno dei frutti più belli della tanto deprecata cultura contadina.

Ma quest'argine, in un popolo che non è un popolo, che si ammazza per le sciocchezze ma non è capace di disciplina sociale né ha alcuna vena guerriera (questo è un fattore che non va sottovalutato), serviva eccome. Ora non c'è più, c'è stato uno tzunami culturale che ha portato a un'involuzione del maschio italico: i risultati sono sotto gli occhi di tutti. E conviene parlarne, perché qui ci sono le nostre radici, con le melanzane siamo cresciuti (ahinoi) e comunque - chi più, chi meno - ci siamo confrontati con le nostre mamme italiane (lo dico in senso buono) che fortunatamente appartengono a un'altra epoca.

Gli spunti offerti da @Matt sono anche interessanti (sei un lettore di Fini? ;) ). Non so se vivi in Italia, ma ti dico che personalmente non vedo tutte queste donne interessanti (ma forse è anche vero che non ho tempo di cercarle fra le connazionali) fra le italiane. Anzi... faccio un lavoro cosiddetto "di concetto", intellettuale ma tra le mie colleghe vedo molta presunzione e - salvo le eccezioni - poca professionalità. Alcune però sono davvero brave e ciniche nel raggiungere i propri risultati. E in squadra ti fanno vincere. Ma da questo a definirle interessanti ce ne passa...

Spesso, seriamente, gli si affacciava l'idea di dar addio a tutto, arruolarsi tra i cosacchi, comprarsi un'isba, il bestiame, ammogliarsi a una cosacca [...] andarsene a caccia e a pesca, e coi cosacchi alle spedizioni.
Lev Tolstoj "I Cosacchi" - 1863

Incontra ESCORT e TRANS nella tua città
sugargirls_discussioni
escorta_mobile

Caro @Cosacco pure io apprezzo GT perché (strano a dirlo?) certe volte ci si trovano approfondimenti e interventi pregevoli, come in questo 3d.

Non leggo Fini, ma ho letto un po' di Tolstoj e Dostoevskij;-).

Abito in Italia e viaggio molto per lavoro e anche vacanza. Non intendevo dire che ci sono TANTE donne interessanti, ma che è sempre possibile trovarle, in ogni contesto, ANCHE in Italia. Non mi sembra che all'estero la situazione sia diversa. Non condivido il pessimismo prevalente su GT, e per interessante intendo anche piccole cose, esperienze minime in rapporti superficiali, che comunque ti possono dare qualche spunto positivo. Di certo la presunzione da' molto fastidio, e in quel caso bisogna rivolgersi altrove. E' anche una questione di predisposizione mentale. Lucio Battisti in Ami Ancora Elisa, dopo una storia finita si consolava dicendo:

Adesso son tranquillo

come un'anatra sul lago

adesso sono pago,

infine nel limbo

della mia sofferta e nuova maturità

(Ami ancora Elisa)

(Ami ancora Elisa)

La rabbia se n'è andata,

portando via con sé,

i drammi della vita

Adesso, adesso io trovo interessante

perfino un ignorante.

Money for nothin'
Chicks for free

Abbandonati al relax e al piacere, scopri i centri massaggi della tua citta'!
massaggi_mobile_italia

In itaglia anche i puttanieri sono poeti,acuti ed eclettici argomentatori,esperti di musica colta oltrechè di messe in culo...ragazzi siete fantastici e vi voglio bene!comunque flirtare con una figa danese che legge hesse con la gonna a fiori e gli infradito e poi scoparla a morte nel suo appartamento qualche ora dopo non ha prezzo... Dubito che nel " melanzanistan" possa mai accadere di nuovo a un essere come me

Trova i migliori CENTRI MASSAGGI e le MASSAGGIATRICI SEXY in Italia
escorta_mobile

@ Matt e soprattutto @ati-leong

avete scritto un'analisi troppo macchinosa e nel trovare una qualche spiegazione o riferimento culturale siete finiti decisamente fuori strada.

A mio parere il tutto va ricercato nel carattere nazionale italiano delle classi medio-basse, in pratica della massa della popolazione. Senza ricercare le cause influssi cattolici, con impronta musulmana e mescolati con il femminismo europeo (mi viene da ridere) possiamo dire semplicemente che la popolazione che parla l'idioma italico è tendenzialmente superficiale, non amante della lettura e dedito a passioni stupide come il calcio per gli uomini e il gossip, la moda e le chiacchiere per le donne. In Italia la popolazione che ama la cultura e la vive in maniera naturale (non i radical chic) è più bassa rispetto ad altre nazioni europee e occidentali in genere. In parole povere nel carattere nazionale prevale un diffuso PROVINCIALISMO e inclinazioni decisamente ancora POPOLANE. Nelle donne italiane sembra acutizzarsi una componente frivola mescolata a un malcelato arrivismo. Begli uomini rimane al contrario un ridicolo zerbinaggio mescolato a un esibizionismo modaiolo (ora in estate i locali pululeranno di ragazzotti con gli odiosi colletti alzati delle polo e con ciglie pinzate da checca).

A Bangkok si arriva quando si sente che nessuno ci amerà più, quando si getta la spugna, e a pensarci bene la città è solo questo, il protocollo di una caduta... (Lawrence Osborne)

DONNA CERCA UOMO
massaggi_mobile_italia

Signor @tagete, concordo con lei sul fatto che la mia spiegazione sia piú "poetica-dionisica" che "razionale-apollinea".

Il suo punto di vista del problema si fonda invece, mi par di capire, sulla tradizionale teoria della decadenza culturale italiana che a partire dal secolo XVII-XVIII ha visto crearsi elites isolate quasi completamente avulse dalle dinamiche del contesto sociale e scollegate e incapaci di dialogo con la massa del "volgo".

Ma qui vogliamo cercare di capire perché in questo momento storico preciso la femmina Italica detta Melanzana, é

diventata tanto asina oltre a tirarsela all'inverosimile. La sua descrizione del "volgo italico" (calcio, gossip...) calza a pennello anche alle masse di bifolchi britannici:perché allora le trucide maialine bionde albioniche sono tanto diverse dai nostri ortaggi? In Spagna, paese sottomesso a una dittatura bigotta e retrograda per decenni,

cos'é successo che le femmine son cosi diverse dalle nostre?

Peró non mi trova d'accordo neanche il caro signor @matt, la scolarizzazione di massa é frutto del secondo dopoguerra ma negli anni 60 e 70, chiunque abbia piu di 30 anni, puó testimoniare quante persone anche con livelli di scolaritá bassi, fossero socialmente spinte a interessi culturali, alla lettura, a pensare: dalla generazione dei miei genitori ho conosciuto personalmente vari esempi

di questo tipo: se qualcuno conosce i testi scritti da cantautori come Neil Young (canadese) o Rino Gaetano (romano-calaberese) ne riconoscerá una qualitá che la loro storia scolastica non riesce a giustificare parlo di gente nata nel '45-'50.

La Tv alla sera dava sceneggiati come "l Odissea" in prima serata negli anni 70.

Non sono fan delle teorie complottistiche ma insisto col dire che vi é in atto da un 30 anni un (deliberato?) disegno di "instupidimento di massa" a un livello internazionale e che, per ragioni varie che ho confusamente espresso nel precedente intervento (e altre ancora, ma finiremmo un po' off-topic forse) hanno avuto un effetto particolarmente deleterio sulla nostra penisola.

Leggi le recensioni ESCORT e non farti fregare, trova la ESCORT nella tua città
escorta_mobile

Egregio @ati-leong io invece sono d'accordo con molti punti della sua analisi ma la invito a distinguere tra il carattere e la dimensione del fenomeno, e la sua percezione. Quello che lei chiama "instupidimento di massa" io lo chiamo "volgarizzazione" o allargamento della base. Ma esso non coinvolge quelle persone o strati sociali che negli anni 60/70 si elevavano verso interessi culturali (queste persone non sono regredite, tutt'altro) ma uno strato di popolazione inferiore, che prima non frequentava, non viaggiava, non partecipava all'arena. Oggi, queste semi-bestie le incontriamo e ci dobbiamo interagire (vedi anche qui su GT) e da cio' percepiamo che il livello medio della gente si è abbassato.

In risposta a @Tagete io non vedo come il provincialismo italiano si possa considerare peggiore di quello americano o spagnolo o di altri paesi. Casomai c'è da chiedersi (come ati-leong) se e come esso determini una maggiore chiusura (ai nostri fini) della melanzana italica rispetto alla popolana straniera.

Money for nothin'
Chicks for free

wellcum_discussioni
massaggi_mobile_italia
  • 1 di 1
  • 1
Escortadvisor escorta Bookingsescort_right escort_365 moscarossa_right escortinn Mille_erotici_desktop La_suite_home Felina_Barcellona_home Felina_Valencia_home Margarita_destra Oceano_home Mombasa_resort Trans_Secret_right Apricots le_privee Haima_desktop Escort Direcotory Escort forum wellcum_right sugargilrs_right Oxyzen_right bacheca massaggi
Logo Gnoccatravels

Stai per entrare in una sezione vietata ai minori di anni 18 che può contenere immagini di carattere erotico, che tratta argomenti e usa un linguaggio adatto a un pubblico adulto. Se non sei maggiorenne esci immediatamente cliccando ESCI. Se non ritieni il nudo di adulti offensivo alla tua persona e se dichiari di essere maggiorenne secondo la legge dello stato in cui vivi e se, entrando nel sito, accetti le condizioni di utilizzo ed esoneri i responsabili del sito da ogni forma di responsabilità, allora puoi entrare in Gnoccatravels!

Gnoccatravels.com tutela e protegge i minori e invita i propri utenti a segnalare eventuali abusi, nonchè ad utilizzare i seguenti servizi di controllo: ICRA – Netnanny – Cybersitter – Surfcontrol – Cyberpatrol

Contenuti ed immagini qui presenti, sono stati ottenuti attraverso internet, quindi sono ritenuti di dominio pubblico, od autorizzati dagli interessati medesimi. Gli inserzionisti di Gnoccatravels.com dichiarano che gli scopi della pubblicazione richiesta sono leciti (secondo le vigenti normative in materia penale) e strettamente personali, quindi esentano i gestori del sito da ogni responsabilità amministrativa e penale eventualmente derivante da finalità, contenuti e azioni illecite, nonché da usi illegittimi e/o impropri della pubblicazione medesima.

Scegliendo ACCETTA ED ENTRA, l'utente dichiara di essere maggiorenne e di esonerare totalmente i fornitori del servizio, proprietari e creatori del sito Gnoccatravels.com dalla responsabilità sul contenuto degli annunci/inserzioni pubblicitarie e del loro utilizzo.

SONO MAGGIORENNE ESCI