buongustaio

Escortime

Commenti

buongustaio
Newbie
15/11/2020 | 15:29

  • Like
    0

@torero_loveBkk said:
IMG_20201113_220328.png

Beh finalmente qualcuno che dice le cose come stanno... e non come vorremmo che fossero.

buongustaio
Newbie
15/11/2020 | 15:28

  • Like
    0

@fabryMM said:
@buongustaio

sarai felice di sapere che in zona gialla le loft cinesi sono sparite da 2 settimane,con il salire dei contagi e primi annunci di lockdown,restano attive quelle dei centri massaggi....se vuoi indagare

Qui in Liguria, parecchie cinesi sono ancora attive (anche in appartamento, non solo nei centri massaggi)... Alcune però hanno smesso di pubblicizzarsi, nel senso che non mettono più annunci (forse per non attirare troppo l'attenzione delle FdO) ma continuano a lavorare coi clienti abituali...

buongustaio
Newbie
09/11/2020 | 11:01

  • Like
    1

@REALANACONDA said:

@buongustaio said:

@REALANACONDA said:
Evelin

https://rimini.bakecaincontrii.com/donna-cerca-uomo/evelin-jd4a348989191/

Non occorre andare a Rimini per trovare le rumene fuggite da Germania ed Austria, molte di loro si sono rintanate a Genova (dove continuano ad esercitare)

Scusami, ma che utilità avrebbe questo tuo messaggio?
Non siamo mica tutti genovesi no?

L'utilità sarebbe che nel tuo profilo c'è,scritto che abiti a Chiavari (GE), poi se tu preferisci farti centinaia di chilometri per andare a Villach o a Rimini quando molte di quelle ragazze si trovano ad un tiro di schioppo da casa tua, sono fatti tuoi, pensavo che la cosa potesse interessare (non solo a te ma anche a tutti gli altri punter che vivono nel nord-ovest), ma -ripeto- per ora siete liberissimi di fare avanti e indietro fra casa vostra e Rimini, visto che non hanno ancora bloccato la mobilità fra Liguria ed Emilia-Romagna

buongustaio
Newbie
08/11/2020 | 03:19

  • Like
    0

@REALANACONDA said:
Evelin

https://rimini.bakecaincontrii.com/donna-cerca-uomo/evelin-jd4a348989191/

Non occorre andare a Rimini per trovare le rumene fuggite da Germania ed Austria, molte di loro si sono rintanate a Genova (dove continuano ad esercitare)

buongustaio
Newbie
25/10/2020 | 11:16

  • Like
    0

@Paolinomilano said:
chiusi anche quelli vicibìni a noi, si lavora in casa
https://www.tio.ch/ticino/attualita/1469256/appartamenti-locali-attivita-luci-focolai​

Beh comunque una logica c'è... Negli appartamenti, le pay ricevono un cliente per volta, non si creano assembramenti... Ormai è evidente a tutti che il virus si diffonde principalmente in locali affollati

buongustaio
Newbie
25/10/2020 | 10:12

  • Like
    0

@Anthony80 said:
da quel che avevo letto mesi fa (almeno nel periodo marzo-aprile-maggio) il loro governo gli aveva praticamente obbligati a tornare in cina.
sia per evitare di essere considerati degli "untori", sia perchè i vari bar i ristoranti erano chiusi e senza entrate.
io parlo della realtà di città e paesi medi, probabilmente in città come roma e milano dove le comunità cinesi ci sono da 70/80 anni la sitazione era diversa..

Sarebbe interessante sapere COME erano rientrati in Cina, visto che tutti i voli per la Cina sono stati bloccati per mesi (e l'Italia era stata il primo Paese a bloccarli, e teoricamente i Cinesi non potevano neppure uscire dai confini italiani per andare a prendere voli per la Cina da qualche altro Paese europeo)... e che dire delle MIGLIAIA di prostitute e massaggiatrici ed operaie tessili cinesi, in gran parte clandestine, che sono sparite per mesi e poi rispuntate fuori come funghi la scorsa estate? No, secondo me nessuna di loro era rientrata in Cina, si erano semplicemente imboscate da qualche parte qui in Italia... Ma come al solito, quando si tratta di immigrati cinesi, nessuno sa niente (e chi sa qualcosa non parla)...

buongustaio
Newbie
21/10/2020 | 19:34

  • Like
    0

Ah, e non scordiamoci del fatto che il ristorante è uno dei pochi posti in cui la mascherina ce la togliamo, quindi loro non sono minimamente protetti da un eventuale pericolo di contagio da parte nostra... (Per non parlare del fatto che le mascherine perdono qualsiasi efficacia nel giro di 3 o 4 ore al massimo, eppure in giro c'è pieno di gente che usa sempre la stessa mascherina per giorni e giorni, inutile negarlo...)

buongustaio
Newbie
21/10/2020 | 12:11

  • Like
    0

@xfelixxx said:
I Cinesi sono sempre con la mascherina , fanno poche feste , lavorano in proprio , non vanno in vacanza , non partecipano alla movida ne agli aperitivi , non vanno a ballare non li trovi ne in pizzeria ne al ristorante, per strada io non ho mai incontrato un cinese senza mascherina (forse dovremmo prendere esempio)

Sì, ma quando andiamo a mangiare negli all-you-can-eat loro respirano la stessa aria che respiriamo noi, e noi stiamo lì solo per il tempo di mangiare e tocchiamo solo i nostri piatti e poi ce ne andiamo, loro invece stanno lì dalle 11 alle 16 (devono pur preparare tutto e poi pulire ecc.) e dalle 18 alle 24 tutti i giorni della settimana, ed ogni giorno toccano CENTINAIA di piatti in cui NOI abbiamo mangiato... Suvvia, non raccontiamoci delle assurdità, davvero credete che loro non si ammalino?

buongustaio
Newbie
19/10/2020 | 18:59

  • Like
    0

So di essere noioso quando mi intestardisco pedantemente su certe questioni, ma finché non ottengo UNA risposta plausibile e soddisfacente (e finora non ne ho ottenuto neanche mezza), io insisto: allora, oramai i contagi sono diffusi ovunque, in ogni strato sociale, in ogni etnia, in ogni classe di età ecc., ed OGNI GIORNO leggo sui giornali (e ne leggo tanti, e con attenzione) che è scoppiato questo o quel focolaio nella comunità dominicana, ecuadoriana, nigeriana, senegalese, tunisina, marocchina e così via, oltre che in palestre, piscine, locali frequentati da tutti noi. Premettendo che ammiro dal profondo del cuore l'onesto popolo cinese lavoratore, io vorrei solo sapere perché non leggo MAI di UN cinese che si sia ammalato (lasciando perdere il solito noto mistero del fatto che in nessun ufficio anagrafico a me noto si è mai visto il certificato di decesso di un cinese). Lavorano a contatto con noialtri (ristoranti, negozi, sartorie, centri massaggi ecc.) e non mi risulta vivano in appartamenti meno affollati di quelli in cui vivono tante altre comunità provenienti da ogni angolo del globo, e non credo che abbiano dei poteri soprannaturali che li preservano dal contagio, quindi -tanto per parlare chiaro- si può sapere cosa ne fanno dei loro malati?

buongustaio
Newbie
04/09/2020 | 22:34

  • Like
    0

Come al solito, su questo genere di posti si dice tutto ed il contrario di tutto. So che una volta a Pag valeva la pena andare, ma mi risulta che negli ultimi anni ci sia stato un peggioramento costante e pesante da tutti i punti di vista (anche per via dell'invasione perpetrata da orde di buzzurri nostrani, purtroppo), dulcis in fundo un incendio devastante che aveva bruciato mezza isola...

buongustaio
Newbie
04/08/2020 | 16:03

  • Like
    0

@kerouac said:
In Bassa Sassonia la prostituzione è permessa, purchè non nei bordelli o altre strutture dedicate. Per esempio è permessa a casa (purchè non sia la casa della puttana) o in hotel.

Fonte:
https://www.braunschweiger-zeitung.de/niedersachsen/article229562608/Corona-Prostitution-wieder-erlaubt-aber-nicht-im-Bordell.html

Google translate:

Corona: la prostituzione riparte, ma non nel bordello

Brunswick. Le prostitute possono riprendere il lavoro in Bassa Sassonia. Questa è la situazione a Braunschweig

Nei piccoli studi lungo la Bruchstrasse di Braunschweig, dove una moltitudine di prostitute di solito riceve i propri clienti, è calma piatta. Con le prime misure per contenere la pandemia della corona, tutti i bordelli, le laufhaus e gli appartamenti per la prostituzione in tutto il paese furono chiusi - anche le innumerevoli roulotte per gli incontri sessuali sui bordi della nostra regione sono scomparsi. Il commercio orizzontale è ancora in corso - per il momento, tuttavia, secondo regole rigorose.

I bordelli sono chiusi nella Bassa Sassonia a causa delle regole sulla distanza
"Mantenere una distanza e indossare una copertura per naso e gola ovunque non sia possibile garantire una distanza minima di 1,50 metri è difficile conciliarsi con il funzionamento di un bordello", ha sottolineato la vice portavoce della stampa del Ministero degli affari sociali dello Stato Stefanie Geisler "l'unico mezzo efficace nella lotta contro la diffusione del virus finora".

Nulla sta succedendo per strada
Pertanto, tali strutture di prostituzione e strutture simili sono ancora chiuse al pubblico - è quindi vietata anche la prostituzione di strada. "Pertanto, nessuna azione sessuale a pagamento può essere effettuata all'interno di queste strutture", sottolinea Geisler.

La città di Braunschweig controlla i siti di sesso
Ovviamente, ciò vale anche per Braunschweig - per Bruchstrasse e per numerosi appartamenti nell'area della città che vengono utilizzati esclusivamente a scopo di prostituzione: "I dipendenti dell'amministrazione comunale controllano il rispetto di questo divieto in stretto coordinamento con la polizia", ​​riferisce l'ufficiale di stampa della città Rainer Keunecke con ", ad esempio controllando i siti di mediazione pertinenti su Internet".

Sono stati proprio questi portali online che hanno rapidamente cambiato il loro portafoglio con l'inizio delle restrizioni corona: con "Live Sex Chat", "Live Sex Cam" o "Call me", le uniche offerte rimanenti sono state sovrascritte - in numeri molto più grandi che mai.

Le prostitute incontrano i clienti in hotel o a casa
Nel frattempo, tuttavia, ci sono ancora voci di sexworker che offrono i loro servizi a diretto contatto con i clienti - non di rado con la nota "tutto il giorno previo accordo" e un numero di cellulare memorizzato, ma sempre con il commento "solo visite a casa o in hotel ".

È quanto afferma il Ministero degli affari sociali della Bassa Sassonia
La portavoce del ministero Geisler conferma: "Nel settore dei servizi relativi al corpo, la prostituzione è consentita in Bassa Sassonia come parte delle visite dei clienti in hotel e appartamenti, nonché della corrispondente mediazione commerciale".

L'articolo 8 dell'attuale ordinanza della Corona della Bassa Sassonia tratta proprio di quei "servizi di abbraccio del corpo". Questi sono definiti nella legge nazionale sulla protezione delle prostitute: "Un servizio sessuale è un atto sessuale di almeno una persona su o di fronte ad almeno un'altra persona presente a pagamento o l'ammissione di un atto sessuale su o davanti alla propria persona a pagamento". La portavoce del Ministero riassume: "Naturalmente, questo include il rapporto sessuale fino al massaggio tantra."

La prostituzione nelle case è consentita, ma c'è un'eccezione
Il sesso acquistato è consentito negli hotel e negli appartamenti privati, ma non nei bordelli. Tuttavia, questa non è l'unica restrizione: "La prostituzione nei locali delle prostitute continua ad essere vietata dal pubblico e visitando un sito di prostituzione", sottolinea Stefanie Geisler.

I clienti devono lasciare nome, indirizzo e numero di telefono quando acquistano sesso
E: "Chiunque fornisca un servizio con un contatto fisico diretto con il cliente è tenuto a raccogliere dati e documenti". Secondo l'ordinanza della Corona della Bassa Sassonia, ciò include il cognome, il nome, l'indirizzo completo e un numero di telefono del rispettiva persona - anche la data e l'ora devono essere documentate. Proprio come dopo una visita al ristorante, i dati "devono essere conservati per un periodo di tre settimane dopo la fine del rispettivo evento in modo da poter tracciare qualsiasi catena di infezione".

Le normative si applicano a livello nazionale, le offerte su Internet sono numerose anche per la regione di Braunschweig. Vengono controllate le famose attività di bordello ancora chiuse. Per la città di Braunschweig, il portavoce della stampa Keunecke spiega: "La misura in cui la prostituzione si è trasferita in stanze private o in camere d'albergo affittate dal cliente non è nota all'amministrazione comunale e, naturalmente, non può essere verificata da essa".

In una situazione di emergenza sanitaria, queste misure potrebbero effettivamente risultare efficaci ben più di qualsiasi altro provvedimento: si crea una "valvola di sfogo" permettendo alle pay di lavorare (e quindi di non fare la fame) e si concede ai punter la possibilità di fare incontri, ma allo stesso tempo si impediscono assembramenti e si evita che si verifichino passaggi di centinaia di clienti in uno stesso "palazzo del sesso" nella medesima giornata.

buongustaio
Newbie
04/08/2020 | 15:58

  • Like
    0

@kerouac said:
Dopo che la Laufhaus Haus 74/76 di Kempten ha vinto il ricorso in tribunale che ne autorizzava l'apertura senza violare le restrizioni Covid, il governo della Baviera, a differenza delle attese, non si è mosso per chiudere i buchi dell'ordinanza Covid che hanno permesso la sentenza.

Ed ecco che sulla scia hanno già riaperto altre 2 laufhaus di Monaco:

https://www.leierkasten.sexy/

https://www.caesars-world.de/Home

Regole:

  • misurazione della temperature per ragazze, clienti e dipendenti. Obbligo di mascherina e disinfezione delle mani;
  • si entra dall'entrata principale, si esce dal retro accompagnati da una prostituta (nel caso del Leierkasten significa che si esce dalla scala di emergenza smile:
  • può girare per i corridoi un solo cliente alla volta per piano, gli altri aspettano davanti alla porta principale a distanza di 1.5 metri (marcata da coni);

Leierkasten.jpg

  • il bar è chiuso;
  • in stanza si sta al massimo 60 minuti
  • vietato il sesso di gruppo, consentiti solo rapporti uno a uno.

Sembrano regole di buon senso, Non a caso, la Baviera è nota non solo per essere l'unico Land a maggioranza cattolica della Germania, ma anche il Land col PIL pro capite più alto. Detto per inciso, la Baviera è anche l'unico Land in cui Hitler non riuscì ad ottenere la maggioranza durante le elezioni del 1933 (quelle che portarono alla dittatura).

buongustaio
Newbie
11/07/2020 | 16:48

  • Like
    0

Se tengono chiusi i bordelli ma allo stesso tempo permettono (tacitamente) che le pay lavorino a casa loro o in una camera d'albergo, una ragione ci sarà. Davvero qui qualcuno crede che i Tedeschi siano idioti? Ammesso e non concesso che si riesca a far accettare il tracciamento ai clienti di un bordello (quanti punter italiani sarebbero disposti a spiegare ai propri familiari che devono restare 2 settimane in quarantena perché pochi giorni prima sono stati in un FKK tedesco che poi è risultato infetto?), resta il fatto che in un FKK -a causa dell'affollamento che caratterizza SEMPRE questo genere di locali- il diffondersi dei contagi è molto più facile che in un appartamento in cui una pay riceve singolarmente un cliente per volta. Allora ditemi un po' voi cos'è meglio fra queste due opzioni: 1) poter tracciare le persone che INEVITABILMENTE si ammaleranno in un ambiente che sarà SEMPRE affollato (e che quindi sarà SEMPRE fonte di contagio); 2) lasciare che i punter si disperdano in una miriade di appartamenti che non saranno MAI sovraffollati, cosicché difficilmente verranno a crearsi nuovi focolai e, se accadrà, saranno SEMPRE limitati a poche persone, non saranno MAI dei cluster enormi come quelli che si sono invece sviluppati nei mattatoi (ove il sovraffollamento è la norma)

buongustaio
Newbie
26/06/2020 | 16:57

  • Like
    0

@kerouac said:

@teseo said:
Ma come è possibile? e tutti gli altri mattatoi d'Europa cos'hanno di diverso? e se la questione sono i lavoratori venuti dai Paesi dell'est, mica lavorano solo nei mattatoi, no?

Eccone un altro fresco fresco, in uno stabilimento di kebab di Moers positivi 79 dipendenti su 80 testati, si è in attesa del risultato per altri 120. E a differenza dei mattatoi si tratta di lavoratori stabili:

https://www1.wdr.de/nachrichten/rheinland/corona-hotspot-in-moers-100.html

Ma non sarà che in Germania fanno i kebab di pipistrello?

Premetto che io non sono né anti-tedesco né anti-capitalista. Però ho l'impressione che in questo caso ci troviamo davanti ad un sistema malato, come è stato ben spiegato in un articolo pubblicato da Repubblica un paio di giorni fa: il problema è che i grandi mattatoi industriali della Germania non hanno proprio niente a che fare con quelli che ci sono nel resto d'Europa... In quella zona della Germania, che già è una delle aree più densamente popolate d'Europa (cosa che facilita la diffusione di ogni tipo di virus), la produzione di carne avviene con modalità imparagonabili con quelle nostre (vi siete mai chiesti come mai wuerstel e salsicce costano così poco, in Germania?), i lavoratori stranieri vivono ammassati proprio come i rom bulgari di Mondragone e vengono sfruttati come gli operai tessili delle fabbriche cinesi clandestine di Prato... Secondo l'articolo di cui sopra, addirittura, se un Tedesco prova a candidarsi per essere assunto, lo respingono dicendogli: "Che vieni a fare qui? Tu sei Tedesco, lascia perdere, qui usiamo sostanze pericolose"...

buongustaio
Newbie
24/06/2020 | 15:43

  • Like
    0

Russe ed inglesi e svedesi finora non ne ho visto, quest'anno (e meno male, visto che Russia, Inghilterra e Svezia sono ancora piene di infetti).

Invece, tedesche e francesi ne vedo parecchie. E, così a occhio e croce, non mi sembrano dei cessi.

buongustaio
Newbie
23/06/2020 | 16:22

  • Like
    0

@kerouac said:
Ed ecco che pure Dresda, che già aveva espresso intenzione di riaprire i bordelli, ha fatto marcia indietro: con il decreto emanato oggi vengono riaperte persino le discoteche, ma restano chiusi i bordelli. Validità dal 30 giugno al 17 luglio.

Ormai nessun Land si azzarda a fare il primo passo, mentre a livello federale la questione non è di interesse. La prostituzione rimarrà la cenerentola tra i beneficiati dalle riaperture.

Che cosa strana eh? Chissà come gli sarà venuto in mente di tenere chiusi i bordelli con una pandemia in corso, mah...

buongustaio
Newbie
23/06/2020 | 16:18

  • Like
    1

@curiosone2015 said:
Il bello della Grecia era proprio trovare praticamente turisti un po da ogni dove tedeschi, olandesi, scandinavi, polacchi, francesi, russi e gli immancabili inglesi. Ora che non ci siano gli inglesi a me va più che bene dato che non li sopporto per il resto mi domandavo anche io la stessa cosa perchè altrimenti sarebbe un mortorio. Mare ok, cibo ok, locali dove mangiare e bere qualcosa ok però senza le gnocche sarebbe una palla. Anche io sono molto indeciso

Scusa, ma perché in Grecia non dovrebbero esserci le gnocche??? Così come noialtri boys abbiamo voglia di mare e di sole, anche le girls hanno voglia di mare e di sole, no?!? Secondo te invece cosa faranno le gnocche, passeranno tutta l'estate tappate in casa per paura di prendere il virus in spiaggia??? Non so come sia la situazione altrove, ma qui sulle spiagge della Liguria già da un paio di settimane siamo STRAPIENI di gnocche sculettanti e semi-nude che si prendono la loro meritata "rivincita" dopo 4 mesi di clausura forzata... E se è così da noi, presumo che sia così pure in Grecia e dappertutto...

buongustaio
Newbie
22/06/2020 | 16:52

  • Like
    1

AHAHAHAH Che tristi sfigati quelli che criticano chi ha la fortuna e/o l'abilità di conquistare una 18-19enne... Mi pare chiaro che darebbero un braccio per poterlo fare anche loro, ma ovviamente in pubblico non lo ammetteranno mai... Chissà cosa direbbero di me, che non solo me le scelgo molto più giovani di me, ma pure molto benestanti

buongustaio
Newbie
18/06/2020 | 00:35

  • Like
    0

@kerouac said:
Pare che le prostitute tedesche sfruttino l'apertura delle frontiere per trasferirsi nel vicino Belgio, dove non ci sono più restrizioni.

Davvero geniale, l'idea dei Belgi. Non per niente, la loro innata furbizia è nota in tutto il mondo (e da qui nasce il celebre detto "essere astuto come un Belga").

Nel frattempo, a Berlino stanno spuntando fuori dei nuovi focolai. Diciamo che tutte le grandi città, quando si verificano epidemie di questo genere, diventano zone ad alto rischio.

A chi continua a sminuire gli avvertimenti a non abbassare la guardia, vorrei ricordare un paio di cose che qualcuno si sta già scordando.

Anzitutto, il fatto che in buona parte del Nord-Italia quest'anno ci sia stato un aumento incredibile dei morti non è una questione su cui si possano avere opinioni diverse, mi pare. E' così e basta. A Bergamo sono dovuti andare i camion dell'esercito a portare via i morti, perché non sapevano più dove metterli. E provate ad immaginare cosa sarebbe successo se non si fosse presa qualche precauzione in più, rispetto alle normali influenze stagionali degli anni passati. Sicuramente un lockdown severo come quello che abbiamo avuto nei mesi scorsi ha avuto ripercussioni pesanti sull'economia, ma altrettanto sicuramente ha salvato parecchie vite, e se adesso possiamo andarcene in giro con una certa tranquillità è perché le misure adottate hanno impedito che l'epidemia dilagasse e andasse totalmente fuori controllo.

Poi vorrei invitarvi a riflettere anche su un altro fatto: quando qualcuno prende questo virus, nel 90% dei casi anche i suoi familiari/conviventi finiscono per ammalarsi nel giro di poco tempo. Ovviamente questo non succede per malattie come l'epatite o la gonorrea ecc., perché non è che se i nostri familiari vivono con noi e respirano la nostra stessa aria si beccano le nostre malattie veneree. Quindi, da questo punto di vista, questo virus è più temibile delle malattie che normalmente colpiscono i punter.

Poi è chiaro che -come per tutti i virus nuovi e di cui inizialmente non sappiamo nulla- su questo virus se ne sono sentite, se ne sentono e se ne sentiranno di tutti i colori, perché ciascuno -in base ai dati in suo possesso- fa le sue ipotesi e procedendo per tentativi, scartando certe ipotesi e confermandone altre, gradualmente si arriverà a capirci qualcosa (come è stato per l'AIDS negli anni '80-'90, che inizialmente sembrava una sorta di polmonite particolarmente violenta).

buongustaio
Newbie
14/06/2020 | 05:12

  • Like
    0

Nel frattempo, pure in Cina e Corea del Sud (ossia gli unici due grandi Paesi che da mesi proclamavano fieramente di aver "annientato" il virus e che avevano allegramente riaperto locali notturni e tutto) stanno di nuovo spuntando come funghi nuovi focolai. E stanno ricominciando con le chiusure, per evitare che il contagio si diffonda nuovamente a macchia d'olio. Ma la vedo dura, visto che i nuovi focolai sono nelle rispettive capitali (Pechino e Seoul, metropoli più grandi di New York ed in cui i locali sono innumerevoli e sicuramente frequentatissimi)...

buongustaio
Newbie
14/06/2020 | 04:33

  • Like
    0

@gliufocus said:
Si parla ogni giorno di una seconda ondata ad ottobre. Ma quando la finiremo con questo terrorismo mediatico! Solo in questa nazione il giornalismo è sinonimo di boiate, falsità, previsioni infondate , futuri apocalittici, iettature, fake news. Sappiamo benissimo, ad oggi, cosa è questa malattia e cosa è capace di fare. Ma non ci possono fare il lavaggio del cervello, maledetti.

Temo che abbiano ragione i "pessimisti" (che poi non sono solo "i giornalisti" ma anche tutti i governi del mondo -fatta eccezione per la Corea del Nord, che nega l'esistenza del virus sul proprio territorio, e per un paio di altri regimi assai bizzarri- ed anche la quasi totalità degli scienziati di ogni Paese). Questa è una breve "ricreazione" che oltretutto sta già terminando (già oggi in Italia è stato rilevato un primo nuovo aumento dei casi, dopo che dalla seconda metà di aprile i nuovi casi non facevano che diminuire). Questa breve tregua è stata il frutto dei 2-3 mesi di clausura di cui tanto ci siamo lamentati ma che hanno salvato la vita a molti di noi (o/e ai nostri familiari), d'ora in poi sarà tutto più difficile perché non possiamo più permetterci di organizzare ulteriori lockdown e quindi la seconda ondata ci colpirà in pieno (faccio presente che 100 anni fa la seconda ondata dell'influenza spagnola fece in pochi mesi 50 milioni di morti, molto peggio di una guerra mondiale). Qualcuno si chiederà allora che bisogno c'era di chiudere tutto, visto che il virus ci colpirà tutti (o quasi tutti) in ogni caso, entro l'autunno. Il senso è che in questi mesi il SSN ha avuto il tempo di riorganizzarsi aumentando enormemente il numero di posti disponibili in terapia intensiva e preparandosi a fronteggiare una situazione disastrosa come quella che SICURAMENTE ci coinvolgerà tutti già a settembre ed ottobre (quando ancora il vaccino non sarà pronto). Gli unici Paesi in cui il virus sta facendo poche vittime sono i Paesi in cui la temperatura ambientale supera abbondantemente ed abitualmente i 30°, quindi Arabia Saudita, Qatar, Emirati Arabi Uniti, Kuwait, Oman ecc., Paesi che hanno TUTTI un tasso di letalità bassissimo, al di sotto dell'1%, mentre i tassi di letalità più elevati si riscontrano nell'Europa occidentale: Belgio, Francia, Italia, Regno Unito e Paesi Bassi (tasso di letalità intorno al 15%). Non a caso, i fanatici dell'ISIS considerano il virus un loro "alleato", visto che sta risparmiando i Paesi arabi mentre sta facendo strage in tutti i Paesi occidentali.

buongustaio
Newbie
06/06/2020 | 01:12

  • Like
    0

@UnQuarantenne said:

Mi occupo anche di vendite online in un settore diverso che riguarda il collezionismo, e anche li devo dire che non ci sono stati cambiamenti

I prezzi ritoccati al rialzo dalle varie attività sono dovuti ai maggiori costi di gestione relativi alle "Obbligatorie misure di sicurezza" imposte per questo periodo. Quando arriveremo all'effettivo DOPO dovrebbero scomparire insieme alle suddette imposizioni, ma è anche vero che conoscendo di che pasta son fatti gli italiani è probabile che scompaiano solo gli oneri e gli aumenti restino invariati.

Certo, ma i costi dovuti alle obbligatorie misure di sicurezza (gel germicida, distanziamento fra i clienti che porta all'impossibilità di sfruttare al meglio gli spazi a propria disposizione -su cui però si continuano a pagare lo stesso affitto e le stesse tasse- ecc.) riguardano non solo i bar ed i parrucchieri ma anche i ristoranti ed i fast-food, e tuttavia continuo a notare -e la cosa mi viene confermata dall'articolo di cui pubblico il link- che le prime due categorie hanno aumentato i prezzi, le altre due invece no. Secondo me dipende dal fatto che i ristoratori temono che la gente smetta di andare a mangiare fuori (d'altra parte, per 3 mesi tutti hanno cenato tranquillamente in casa propria, mangiare fuori casa e viaggiare e scopare non sono esigenze primarie), e quindi sono disposti a guadagnare poco (meglio di niente!), pur di non lasciarsi scappare la propria clientela. Invece baristi e barbieri contano sul fatto che fare a meno del caffè ogni mattina o di un taglio di capelli ogni 3/4 settimane è per tanta gente inconcepibile ed inaccettabile (tant'è vero che parecchi barbieri, durante il lockdown, hanno continuato a lavorare clandestinamente e sbattendosene di qualsiasi misura di sicurezza, ed è per questo che il governo ha deciso di anticiparne la riapertura, inizialmente prevista per inizio giugno, così almeno si riesce a controllarli un minimo)...

https://www.google.com/amp/s/www.quotidiano.net/cronaca/coronavirus-bar-ristoranti-parrucchieri-1.5188951/amp

P.S.: di che tipo di collezionismo ti occupi?

buongustaio
Newbie
05/06/2020 | 15:53

  • Like
    3

@Dr.A said:
https://www.rheinpfalz.de/lokal/pfalz-ticker_artikel,-neue-lockerungen-rheinland-pfalz-erlaubt-wieder-shisha-bars-und-bordelle-_arid,5072346.html

Shisha-Bars, Bordelle und Prostitutionsstätten sind in Rheinland-Pfalz ab dem 10. Juni wieder erlaubt. Das sieht die inzwischen neunte Corona-Bekämpfungsverordnung der Landesregierung vor, die am späten Donnerstagabend veröffentlicht wurde. Weiter untersagt bleiben demnach aber die Öffnung von Clubs und Diskotheken sowie Volksfeste und Jahrmärkte.

Google translate:
*A partire dal 10 giugno, nella Renania-Palatinato sono nuovamente ammessi bar shisha, bordelli e strutture per la prostituzione. Ciò prevede la nona ordinanza sul controllo della Corona del governo statale, pubblicata giovedì sera tardi. L'apertura di club e discoteche, nonché festival e fiere popolari rimane vietata.
Meno requisiti per i ristoranti*

In parole povere, riaprono i casini ma non le discoteche, insomma si torna all'antico, quando ai tempi dei nostri nonni ci si vergognava di ballare in pubblico con una ragazza ma in compenso ci si poteva sfogare a proprio piacimento in una miriade di bordelli legali ed a basso costo...

buongustaio
Newbie
04/06/2020 | 14:43

  • Like
    0

@gianniDrudi said:
ciao @Anthony80 !
non metto in dubbio la validità professionale di Zangrillo, per carità, anzi, mi risulta tra l' altro essere il medico personale di Berlusconi, non credo sia un ciarlatano. Quello che volevo dire si riferiva al suo cambiamento di opinione, probabilmente era stato frainteso oppure si è corretto per non generare false illusioni sulla popolazione
Non sono un medico, non saprei dirti se il virus si è indebolito oppure no, quello che è certo è che gli effetti del lockdown hanno funzionato fino ad oggi.

Sì, è il medico personale di Berlusconi, come riportato anche da quest'articolo pubblicato ieri su adnkronos, ove oltretutto si asserisce che -dopo aver passato nella villa di Nizza i mesi più impegnativi dell'epidemia- Berlusconi volerà direttamente nella sua villa in Sardegna (guarda caso, le uniche province italiane in cui il virus è ancora adesso pressoché assente sono 3 province sarde e 3 province siciliane)...

https://www.adnkronos.com/fatti/politica/2020/06/03/fase-silvio-berlusconi-pronto-rientrare-italia_u0plHMnfnWDmS5rbjwvhyH.html

buongustaio
Newbie
04/06/2020 | 11:27

  • Like
    0

@forzanat said:
Apri un profilo fb fake e poi ti fai quello social dove accalappiare verificando le foto fake con quel profilo fb aperto apposta.....
Mentre per quello dove ciedono scattare una foto al momento chiedono ad una amica prestarsi per la foto.
Quando si tratta di truffare le inventano tutte!!

Infatti il problema principale è quello che riguarda il numero di cellulare "collegato"... anche se so di gente che risolve il problema dotandosi di 10 numeri di cellulare...

buongustaio
Newbie
04/06/2020 | 01:29

  • Like
    0

@Tango said:

27) Diffida delle foto su annunci e giornaletti vari, il 90% sono fake.
Aggiungendo anche "socials". In Repubblica Dominicana a Febbraio non ne ho incontrata una che in verità poi era come nella foto del social (Hi5, Tagged, etc.)

Purtroppo, questi trucchetti ormai li usano massicciamente anche le free (o indipay che dir si voglia)...

Però, adesso ci sono alcuni social in cui la foto deve essere necessariamente verificata (e talvolta scattata al momento) ed in alcuni casi -mi pare- addirittura dev'essere verificabile il collegamento fra il numero di cellulare ed il profilo FB...

buongustaio
Newbie
04/06/2020 | 01:07

  • Like
    1

Io penso che, per la paura diffusa che il virus torni (non scordiamoci che, 100 anni fa, l'influenza spagnola fece 50 milioni di morti in poco più di un anno, dopo che la prima guerra mondiale aveva fatto 10 milioni di vittime nel corso di oltre 4 anni) o che comunque si ripresenti qualche altra epidemia del genere (già solo negli ultimi 20 anni abbiamo avuto altri casi simili: la SARS, l'influenza suina ecc., e solo per caso hanno fatto meno danni del Covid-19), certe abitudini e mode che si erano consolidate negli ultimi anni spariranno. Ad esempio la moda delle crociere. Attualmente, e già da alcuni mesi, tutte le crociere del mondo sono ferme. Difficile pensare che la ripresa sarà rapida. In generale, per TUTTO il settore dei viaggi organizzati (dai tour-operator che operano su scala planetaria alle piccole agenzie di viaggi) la vedo molto molto dura.

buongustaio
Newbie
02/06/2020 | 23:25

  • Like
    0

Tra l'altro, l'Ogliastra (che per alcuni anni è stata anche una provincia a sé stante) è anche l'unica zona d'Italia in cui non si è verificato nessun caso di coronavirus ed è anche sempre stata la zona d'Italia meno colpita dal virus HIV (i casi riscontrati dal 1982 ad oggi si contano sulle dita). Ma ovviamente è solo un caso. E naturalmente è solo un caso anche il fatto che Bergamo è storicamente la provincia più colpita dall'HIV, oltre che dal coronavirus.

buongustaio
Newbie
02/06/2020 | 16:41

  • Like
    0

Non occorre andare chissà dove, basta andare in Ogliastra (una zona della Sardegna raggiungibile anche coi traghetti della Tirrenia, basta prendere quelli che invece di fermarsi ad Olbia proseguono fino ad Arbatax. I turisti tedeschi, che amano i posti incontaminati, lo sanno ed infatti hanno da tempo fatto di quella zona una delle loro mete predilette, non solo d'estate. Da un po' di anni anche i francesi hanno scoperto l'Ogliastra).

Ecco comunque l'elenco l'elenco delle 5 zone del mondo in cui l'aspettativa di vita è maggiore che altrove:

https://www.lindro.it/zone-blu-e-i-centenari/

buongustaio
Newbie
02/06/2020 | 15:55

  • Like
    0

Ora che, dopo 3 mesi di emergenza, ne stiamo finalmente uscendo (speriamo definitivamente), mi piacerebbe che in questo thread cercassimo di evidenziare quel che è cambiato nella nostra vita e nel mondo che ci circonda, rispetto all'era pre-crisi. Una cosa di cui si è molto parlato è la crescita esponenziale delle vendite on-line, basti dire che Amazon sta per aprire nuovi centri di smistamento un po' dappertutto in Italia (ad esempio a Genova, a Pisa, mi pare anche in Romagna o nell'Emilia orientale ecc.)...

Vorrei anche fare un piccolo sondaggio sull'effetto che questa crisi ha avuto sui prezzi: rispetto a 3 mesi fa (epoca pre-virus), che cosa è aumentato?

Io ho notato che molti bar e barbieri hanno alzato i prezzi di un 20% circa. Invece ristoranti e fast-food, per quel poco che ho avuto modo di vedere finora (hanno riaperto da meno di una settimana), mi pare abbiano mantenuto i prezzi pre-crisi.

Per quanto riguarda il settore dei viaggi, temo proprio che l'epoca dei biglietti aerei a costo "quasi zero" resterà relegata fra i nostri migliori ricordi (idem per i biglietti low-cost dei pullman Flixbus) (invece, mi pare che i biglietti di treni e bus non siano stati minimamente ritoccati, in compenso hanno eliminato parecchie corse, ovviamente le meno redditizie, insomma hanno approfittato di questa crisi per tagliare i rami secchi, basti dire che nella mia zona hanno ripristinato solo uno dei 3 treni serali che fino allo scorso inverno collegavano La Spezia con Genova, discorso analogo per i bus che collegano le città della riviera ligure con le zone interne della regione)...

buongustaio
Newbie
01/06/2020 | 13:55

  • Like
    0

@Anthony80 said:
liverpool?
io quando lavoravo a dublino ci ho fatto diverse trasferte per lavoro....e il mio consiglio è: lascia perdere..
solito schema delle città inglesi: escono tutti al venerdì/sabato sera per devastarsi di alcol.
con l'aggravante che gli uomini hanno la rissa facilissima, le donne sono grezze e di media brutte e fai anche fatica a capire come parlano anche se sai l'inglese abbastanza bene.
poi è anche una città abbastanza pericolosa come criminalità, soprattutto di notte e se giri da solo.

se proprio devi andare a nord dell'inghilterra....piuttosto scegli newcastle..
città universitaria che ha una vita notturna (club, discoteche, ecc) molto più valida.

Ma per carità, lasciate perdere... Io l'Inghilterra la conosco piuttosto bene... Nella zona di Newcastle, York, Durham ecc. ecc. è più facile beccarsi delle legnate da qualche inglese ubriaco che raccattare il numero di cellulare di una bella ragazza...

buongustaio
Newbie
01/06/2020 | 11:45

  • Like
    0

@SexMachine Sì, il virus aveva iniziato a circolare già a dicembre (anche in Liguria, visto che molti Lombardi passano le vacanze di Natale qui), ma -anche se è contagiosissimo- non è che da quelle poche decine di malati che c'erano all'inizio possa IMMEDIATAMENTE infettare MILIONI di persone, per fortuna occorrono comunque alcune settimane prima che gli infetti crescano fino a tal punto, anche quando la crescita dei contagi è esponenziale, perché non è che tutti abbiano una vita sociale esuberante, c'è un sacco di gente che non passa il proprio tempo libero fra discotesche, feste, luna-park, bordelli, gang-bang, club privé ecc., la vita sociale di tantissime persone si riduce a starsene in casa a guardare la TV, e questi chi contagiano? E' facilissimo che muoiano da soli in casa senza contagiare nessuno, e magari della loro morte se ne accorgono i vicini dopo qualche giorno perché sentono la puzza e mandano i vigili del fuoco a sfondare la porta. Succede spesso, sai?

buongustaio
Newbie
01/06/2020 | 11:36

  • Like
    1

@UnQuarantenne Allora, non posso dilungarmi più di tanto perché -avendo ricominciato a lavorare- ho anche altro da fare, comunque diciamo che anch'io non prendo come oro colato le notizie che vengono diffuse dai mass-media. Ma in un altro senso.

Posso testimoniare che -perlomeno nella mia zona (Liguria)- TANTE persone giovani (o comunque NON vecchie, diciamo under-60) in questi ultimi 3 mesi sono morte inaspettatamente ed ufficialmente NON per il coronavirus, ma secondo me proprio per quello. Ma nessuno si è preso la briga di appurarlo perché in tanti la pensano come te (o fanno finta di pensarla come te, perché è più comodo), ossia dicono "Non si capisce bene perché è morto, ma visto che non era vecchio e visto che non aveva patologie pregresse è impossibile che sia morto per il coronavirus, allora è inutile fargli il tampone, così non facciamo salire la conta dei morti per il virus e non dobbiamo neppure cremarlo e non dobbiamo prendere misure speciali per trattare la salma e non dobbiamo mettere in quarantena i suoi parenti -e conviventi ed amici ecc.- e non dobbiamo individuare le persone che ha incontrato nelle ultime settimane ed è tutto più comodo per tutti, anche per la famiglia che non ha piacere che si sappia che in famiglia c'era un infetto". Tu ancora non te ne sei reso conto, ma funziona così.

E continui con la solita solfa che quelli che sono morti sarebbero morti comunque, ma li hai letti o no i dati da cui si vede che rispetto agli anni scorsi, nelle zone in cui il virus si è diffuso, i morti sono aumentati ALMENO del 100% (ma in certe zone del Nord, guarda caso proprio le zone dove i contagi sono stati più numerosi, si è anche arrivati anche ad incrementi di oltre il 500%)?

E lo so anch'io che il virus aveva iniziato a circolare già a dicembre (anche in Liguria, visto che molti Lombardi passano le vacanze di Natale qui), ma -anche se è contagiosissimo- non è che da quelle poche decine di malati che c'erano all'inizio possa IMMEDIATAMENTE infettare MILIONI di persone, per fortuna occorrono comunque alcune settimane prima che gli infetti crescano fino a tal punto, anche quando la crescita dei contagi è esponenziale, perché non è che tutti abbiano una vita sociale esuberante, c'è un sacco di gente che non passa il proprio tempo libero fra discotesche, feste, luna-park ecc., la vita sociale di tantissime persone si riduce -come dici tu- a starsene in casa a guardare la TV, e questi chi contagiano? E' facilissimo che muoiano da soli in casa senza contagiare nessuno, e magari della loro morte se ne accorgono i vicini dopo qualche giorno perché sentono la puzza e mandano i vigili del fuoco a sfondare la porta. Succede spesso, sai? E succederà sempre più spesso, visto che l'Italia ha da anni il record mondiale della denatalità (e con questa crisi, che certo per parecchio tempo frenerà la socialità, per non parlare del fatto che praticamente TUTTI i matrimoni in Italia sono stati rinviati di almeno un anno -chi è che ha voglia di sposarsi e di mettere al mondo dei figli, in tempi del genere?-, il crollo delle nascite è sicuramente destinato ad aggravarsi).

L'informazione "ufficiale" è sicuramente manipolata, ma non nel senso che pensi tu. Le domande che mi faccio io sono altre. Ad esempio, solo a me sembra strano che i primi infetti che sono stati scoperti in Italia (quella coppia di turisti cinesi di WUHAN che aveva girato in lungo ed in largo in tutte le località più turistiche e più affollate della penisola) non avessero infettato nessuno, in Italia? Solo a me pare strano che -dalle informazioni ufficiali- non risulta NESSUN caso di italiani infettati da cinesi? Non è che per caso i mass-media ci stanno nascondendo qualcosa per non rischiare che si scateni la "caccia al cinese" (cosa che rovinerebbe le nostre relazioni diplomatiche con la Cina, Paese con cui l'Italia ha stretto molti vitali accordi economici)?

buongustaio
Newbie
01/06/2020 | 00:03

  • Like
    2

@UnQuarantenne No, non sono un pensionato, sono anch'io "un quarantenne" e lavoro anch'io, e sono stato pure io fermo un paio di mesi a causa di questa crisi, ma siccome non sono un fesso tengo sempre un po' di spiccioli da parte per le emergenze (e questa è la volta che i suddetti spiccioli mi sono stati utili), perché i vecchi (che la sanno più lunga di noi perché loro hanno già avuto modo di vedere tutti i tipi di crisi che possono capitare nel corso di una vita) mi hanno insegnato che conviene pararsi il culo per qualsiasi evenienza, e ho appurato che avevano ragione, Altri personaggi, invece, pensano evidentemente che con gli anni non si impara niente, e sono quelli che regolarmente si ritrovano a maledire il mondo intero perché qualunque tipo di emergenza sopraggiunga non sanno mai come cavarsi fuori dai guai e sono sempre convinti che la colpa sia di qualcun altro.

buongustaio
Newbie
31/05/2020 | 23:48

  • Like
    1

Quelli che negano la pericolosità di questo virus penso che non saprebbero neppure indicare su un mappamondo dove si trovano la Corea, l'Ecuador, l'India e l'Arabia Saudita (tutti Paesi diversissimi tra loro e che non hanno NESSUN interesse in comune, eppure TUTTI loro hanno dovuto fronteggiare stragi mai viste -in Ecuador lasciavano i morti per strada perché non facevano in tempo a scavare una fossa che c'erano altri 10 morti da seppellire- e TUTTI loro si sono spesi al meglio per fronteggiare questo virus con tutti i mezzi che avevano a disposizione, come tutti gli altri Paesi del mondo fatta eccezione per la Bielorussia che fa finta che si tratti di una "normale influenza". Ma evidentemente sono tutti pazzi, vero? Gli unici furbi sono i Bielorussi, giusto? Ah scusate, dimenticavo la Corea del Nord, dove secondo il saggio leader di quel Paese il virus "non è neanche arrivato". Ovviamente nessuno ha dubbi sulla veridicità delle sue parole, giusto?). Ed oltre che di geografia, i negazionisti (che adesso hanno anche un leader degno di loro, il glorioso generale Pappalardo che tutto il mondo ci invidia per il suo acume) sanno poco anche di storia: cento anni fa, la seconda ondata dell'influenza spagnola fece fuori in pochi mesi il 10% del MONDO (50 milioni di morti), in pratica ammazzò cinque volte più persone di quante ne morirono nel corso della prima guerra mondiale (che durò 4 anni), ma tanto al mondo siamo già fin troppi, giusto? A proposito, sapete perché la spagnola fece così tanti morti? Per due ragioni: perché era un virus nuovo (per il quale, quindi, non esistevano ancora vaccini e contro il quale nessuno al mondo aveva gli anticorpi) e perché quasi tutti i Paesi del mondo non adottarono precauzioni, fingendo che fosse una "normale influenza". Vi ricorda qualcosa, tutto ciò?

Escortadvisor escorta Bookingsescort_right Escortime moscarossa_right Haima_desktop escortinn Mille_erotici_desktop Oceano_home Escort Direcotory Escort forum wellcum_right bacheca massaggi
Logo Gnoccatravels

Stai per entrare in una sezione vietata ai minori di anni 18 che può contenere immagini di carattere erotico, che tratta argomenti e usa un linguaggio adatto a un pubblico adulto. Se non sei maggiorenne esci immediatamente cliccando ESCI. Se non ritieni il nudo di adulti offensivo alla tua persona e se dichiari di essere maggiorenne secondo la legge dello stato in cui vivi e se, entrando nel sito, accetti le condizioni di utilizzo ed esoneri i responsabili del sito da ogni forma di responsabilità, allora puoi entrare in Gnoccatravels!

Gnoccatravels.com tutela e protegge i minori e invita i propri utenti a segnalare eventuali abusi, nonchè ad utilizzare i seguenti servizi di controllo: ICRA – Netnanny – Cybersitter – Surfcontrol – Cyberpatrol

Contenuti ed immagini qui presenti, sono stati ottenuti attraverso internet, quindi sono ritenuti di dominio pubblico, od autorizzati dagli interessati medesimi. Gli inserzionisti di Gnoccatravels.com dichiarano che gli scopi della pubblicazione richiesta sono leciti (secondo le vigenti normative in materia penale) e strettamente personali, quindi esentano i gestori del sito da ogni responsabilità amministrativa e penale eventualmente derivante da finalità, contenuti e azioni illecite, nonché da usi illegittimi e/o impropri della pubblicazione medesima.

Scegliendo ACCETTA ED ENTRA, l'utente dichiara di essere maggiorenne e di esonerare totalmente i fornitori del servizio, proprietari e creatori del sito Gnoccatravels.com dalla responsabilità sul contenuto degli annunci/inserzioni pubblicitarie e del loro utilizzo.

SONO MAGGIORENNE ESCI