FlautoMagico

Commenti

FlautoMagico
Gold
Roma |  36-50
20/09/2018 | 14:03

  • Like
    0

Ah le moldave…

2512689_0929_paolovillaggio3.jpg

FlautoMagico
Gold
Roma |  36-50
20/09/2018 | 13:58

  • Like
    0

@io.tu.e.le.rose said:
@FlautoMagico tu e quello che hai messo nel titolo del post... per me sono due teste di minchia... tu al confronto sei anche più simpatico

Infatti è ironico, perché il rapper accanto all'influencer fa un po' una vita da cani… l'altro giorno è stato pure preso a botte dalla moglie in diretta!

FlautoMagico
Gold
Roma |  36-50
20/09/2018 | 13:50

  • Like
    0

@MickeyRourke said:
Spostamento in "Supercazzeggio" tra 3...2...1...

E perché? Ho già messo un video come prova.

FlautoMagico
Gold
Roma |  36-50
20/09/2018 | 13:28

  • Like
    0

Come sapete (o forse no, meglio così, si vive bene lo stesso...) questa è la settimana della moda a milano e la tipa è molto impegnata. Intanto beccatevi un video di una sflilata, non è una roba esclusiva ma aspettatevi una grossa sorpresa a breve...

FlautoMagico
Gold
Roma |  36-50
20/09/2018 | 13:16

  • Like
    0

Ebbene sì, cari colleghi, vi devo una spiegazione. Ho più o meno mantenuto il riserbo sulla cosa, ma una delle mie scoperte milanesi si è rivelata una influencer di moda molto ben introdotta nel settore. All'inizio l'ho tenuta sulle corde pur mostrandomi interessato al suo lavoro in vista di qualche possibile aggancio con il mondo delle modelle, soprattutto perché essendo a digiuno di questo mondo non ero rimasto troppo impressionato dal numero dei suoi follower, che diciamo è compreso tra i diecimila e i centomila.

E mai errore fu più grande, perché come ho capito recentemente non sono i follower che contano nel mondo advertising, bensì l'engagement, cioè in soldoni quanto le persone danno il like, commentano o condividono i contenuti, discutono tra di loro, insomma quanto si fanno coinvolgere.

E in questo caso parliamo di un vero culto, perché la tipa in questione è popolarissima tra i suoi fan, ragazzi e ragazze, che chiedono di incontrarla continuamente. Ho assistito personalmente a scene che voi umani... la ragazza poi molto spesso si fa la sue vacanzette, e quando si sposta è bombardata da richieste di incontrarla, specialmente dalle teenager che sono le più scatenate. Tanta insistenza ha i suoi motivi, perché si è inventata la sua scuderia di modelline ed è bersagliatissima di richieste, e come mi ha spiegato per una che ha i numeri ce ne sono 99 che purtroppo questi numeri non li hanno. Ora tanto entusiasmo da parte dei fan ha anche i suoi effetti economici: casa a milano, viaggi frequenti, abiti a iosa tutti regalati dagli sponsor.

Come dicevo la ragazza nonostante fosse una pdf (cioè pezzo di figa), l'ho tenuta un po' sulle corde perché ero dietro ad altre storie, e mai strategia fu più efficace, perché quando l'esperienza di milano è andata ad esaurirsi ho puntato tutte le carte su di lei, frequentandola e trombandola al meglio delle mie possibilità, e me la sono fidelizzata alla grande.

Purtroppo ho anche dovuto concedere molto soprattutto in termini di libertà personali ma per ora il gioco vale la candela. Devo anche ringraziare voi forumisti perché la tipa è stata piacevolmente impressionata da tutti i miei consigli su come gestire gli hater e i supporter, e allo scopo mi sono venduto come appassionato di viaggi che scrive molto su non ben specificati siti del web (che poi è anche vero).

Per gli scettici poi, dato che la ragazza sta continuamente a scattare foto (sigh), potrò mostrare parecchio materiale che non riceve l'approvazione del suo team (ho contato un addetto stampa, un fotografo e un web manager) e non viene pubblicato. Alla prossima.

FlautoMagico
Gold
Roma |  36-50
20/09/2018 | 13:15

  • Like
    0

Questa discussione sarà una specie di diario che racconterà splendori e miserie di vita di un compagno di una influencer di moda. Vi troverete la conferma di molti luoghi comuni ma anche la scoperta di inaspettate verità e curiosi retroscena di una vita vissuta all'ombra di una stellina del firmamento del web di cui ovviamente non riveliamo l'identità. Se avete curiosità sul mondo del fashion e degli influencer questa è la pagina adatta per soddisfarle. Buona visione!

FlautoMagico
Gold
Roma |  36-50
20/09/2018 | 12:15

  • Like
    0

@jeanmichel said:
ORE20526006_723782974495327_8320083921294384528_n.jpg

Oregon e illinois gran riserva di bionde… ovviamente non se ne parla sul forum perché molte vanno al college e non hanno ass patches

FlautoMagico
Gold
Roma |  36-50
19/09/2018 | 23:30

  • Like
    0

Che cosa vi sto preparando… #vitadafedez

Il tapino poi stasera è stato menato dalla ferragni… come capisco il dramma di quest'uomo…

FlautoMagico
Gold
Roma |  36-50
19/09/2018 | 21:33

  • Like
    1

@SoproniSör said:
Non sanno neanche dov'è l'Ucraina gli statunitensi

Perché voi sapete dov'è l'oregon?

FlautoMagico
Gold
Roma |  36-50
19/09/2018 | 18:27

  • Like
    0

L'ironia poi è che per gli americani donbass suona come dumbass (coglione)…

FlautoMagico
Gold
Roma |  36-50
19/09/2018 | 10:14

  • Like
    0

@Tusco tieni la webcam spenta però...

FlautoMagico
Gold
Roma |  36-50
19/09/2018 | 01:27

  • Like
    0

Giullare è chi sfida a dimostrare quanto si guadagna e poi si ritira con la coda tra le gambe…

FlautoMagico
Gold
Roma |  36-50
19/09/2018 | 01:10

  • Like
    0

@PolishFucker "infilati in zucca" che sei un vigilante non un moderatore… e anche fuori dalla tua area di competenza!

FlautoMagico
Gold
Roma |  36-50
19/09/2018 | 01:09

  • Like
    0

Non devo dare prova di aver rimorchiato milanesi a milano, è la pura normalità dato che altrimenti non si potrebbe spiegare come ci nascono i bambini. La cicogna forse?

Per le modelle invece ho qualche foto ma le vedranno in privato pochi utenti affidabili, non i rosiconi.

FlautoMagico
Gold
Roma |  36-50
19/09/2018 | 01:00

  • Like
    0

@PolishFucker said:
Ci ho pensato meglio: credo che Cantastorie sia addirittura più appropriato.
Da inserire al posto della dicitura "Gold".

Polish ti segnalo il commento perché sei tornato a offendere. Qui si parla nel merito, sei stai rosicando di invidia torna alla tua discussione sul flauto. Anzi no perché quella te l'hanno pure chiusa…

FlautoMagico
Gold
Roma |  36-50
19/09/2018 | 00:55

  • Like
    0

@MickeyRourke osservazioni condivisibili naturalmente, ma purtroppo quando sto a cena con la tipa o la sto massaggiando per farla uscire di testa NON mi viene da tirare fuori il cellulare per fare foto perché penso alla figa non ad altro. Poi se la tipa lo chiede le faccio la foto o ci facciamo il selfie, ma sono e rimangono foto private.

Io non sono qui a dimostrare quanto sono figo (lo sono e me ne approfitto con tutte le donne) ma sono qui a scrivere come ottengo risultati.

Non vedrai più foto mie perché se dalla foto risulto figo diranno che ho risultati solo per quello, mentre se non risulto figo diranno che è tutto inventato. L'aspetto fisico è solo una parte dei ferri del mestiere, studiati il crooning piuttosto che è una delle cose che a milano funziona di più. C'è da lavorare come per tutto nella vita ma la soddisfazione di sentirti dire che vogliono essere la tua cagna in calore non ha prezzo. Per chi va a pay invece c'è mastercard!

FlautoMagico
Gold
Roma |  36-50
19/09/2018 | 00:32

  • Like
    0

Bene vedo che arrivano commenti positivi da utenti differenti e poi ci sono i soliti quattro gatti che ripetono sempre le stesse cose come un disco rotto… e io godo…

FlautoMagico
Gold
Roma |  36-50
18/09/2018 | 23:54

  • Like
    0

@El_jardinero_ siamo arrivati ai 60 adesso?

Frena che ti tolgono i punti dalla patente!

FlautoMagico
Gold
Roma |  36-50
18/09/2018 | 23:21

  • Like
    0

E vabbè scusatemi ora che milano chiama roma…

FlautoMagico
Gold
Roma |  36-50
18/09/2018 | 23:13

  • Like
    0

@MickeyRourke intanto dopo aver postato le considerazioni finali ho già ricevuto due conferme da chi a milano ci è stato.

Quasi quasi se insistete la spostiamo da supercazzeggio… perché io qualche prova ce l'avrei… però non siamo in una sezione pay dove puoi fare le foto ai capi di bestiame, non è così che i miei metodi diventano più credibili. Qui c'è gente che scrive che a milano non si scopa perché loro devono fare i viaggi della speranza a kiev… che foto gli vuoi far vedere a questi, avranno sempre la scusa pronta. Chi va a pay legga le discussioni pay, se continua a leggere qui è perché rosica.

FlautoMagico
Gold
Roma |  36-50
18/09/2018 | 22:59

  • Like
    0

@forzanat non ne dubitavo… il regalo migliore di questo 3d è stato comunque la scoperta del rosicone del forum che soffre come un animale… non metto la foto della modella che ha visto il boss se no si suicida…

FlautoMagico
Gold
Roma |  36-50
18/09/2018 | 22:51

  • Like
    0

@forzanat secondo te chi rosica sempre è bello o brutto… chi non crede che le donne ti notano in metro è bello o brutto… chi ne parla male o pensa che siano tutte con la targhetta del prezzo al collo è bello o brutto… non è difficile no?

@Feynman vedo che milano ha fatto lo stesso effetto anche a te, abbiamo attraversato esperienze simili e penso tu meglio di molti altri potrai ritrovare la milano che ho scoperto io.

@El_jardinero_ tu ricordi le cose che vuoi ricordare, ma ho anche scritto che la modella che si è fatta cazziare era una ragazzetta inesperta, non certo una professionista, e io ero accompagnato da una collega (un avvocato poi) spettacolare, inoltre da sempre le ragazze mi notano molto più delle donne, e anche questo ci sta, questione di look… infine prima della foto della 40enne che dici è uscita anche la foto della 20enne… ho altre foto di lei e anche di un'altra che non conoscete… ma non anticipiamo.

FlautoMagico
Gold
Roma |  36-50
18/09/2018 | 20:16

  • Like
    0

@El_jardinero_ la milano del centro, dove sono quasi tutti bianchi. Tu in che milano vivi?

FlautoMagico
Gold
Roma |  36-50
18/09/2018 | 19:13

  • Like
    0

@gennaro91 come età è quella che puoi desumere dal mio avatar, quindi tonico senza rughe, abbronzato, capello bianco/nero. Tutte le tipe andavano dai 20 ai 30 tranne la ecuadoregna, la classica bambolina che secondo me si abbassava di parecchio l'età.

Comunque l'arma segreta da ko con le milanesi è l'umorismo, e oltre a vederne gli effetti me lo ha confermato uno dei comici di zelig incontrato a milano. Si possono fare battute anche agli sconosciuti per strada e ridono di gusto, fate la stessa battuta con i romani e vi guardano come un matto, strano ma vero.

Altra differenza è che a milano non sono abituati alle mance, mentre a roma nessuno fa una piega…

FlautoMagico
Gold
Roma |  36-50
18/09/2018 | 14:41

  • Like
    0

Ve lo dico io il criterio, è più affidabile da un punto di vista televisivo, perché è spigliata e ha già avuto esperienze in tv in passato. Tutto qui.

FlautoMagico
Gold
Roma |  36-50
18/09/2018 | 13:34

  • Like
    0

Ripetiamola qui la dimostrazione che sarei un cazzaro, deve essere precisa, non ambigua e inoppugnabile, non sprecate questa occasione altrimenti farete ridere a crepapelle tutto il forum.

Allora, prossimo post: "dimostrazione che flautomagico è un cazzaro". Aspettiamo con il fiato sospeso…

FlautoMagico
Gold
Roma |  36-50
18/09/2018 | 11:31

  • Like
    0

Ma ancora state a guardare i concorsi delle miss… e che cosa avete ottenuto dopo aver visto chi vince? Almeno a sanremo potete fischiettarvi la canzone vincente mentre con la miss che fate?

Ah ok ho capito…

FlautoMagico
Gold
Roma |  36-50
18/09/2018 | 10:46

  • Like
    0

Nell'ultimo post ho descritto obiettivi e metodi per raggiungerli, specificando a che tipo di utenti fossero rivolti, come skill e portafoglio. Un altro utente che vive da dieci anni a milano conferma che sono scenari credibili, quindi basta solo tentare a vostra volta. Che volete di più, il video?

Prossimamente: vita da fedez!

FlautoMagico
Gold
Roma |  36-50
18/09/2018 | 09:33

  • Like
    0

Dentro di me le "microparticelle nocive" non entrano…

FlautoMagico
Gold
Roma |  36-50
17/09/2018 | 17:28

  • Like
    0

@Feynman sei mesi. Ho indicato le zone calde di milano (navigli e isola) dove si può fare surfing tra un locale e l'altro. Non indico un locale specifico perché parlando di figa free la presenza varia da giorno a giorno.

Se si vuole pescare la milanese in un locale il metodo l'ho descritto nella scheda relativa.

FlautoMagico
Gold
Roma |  36-50
17/09/2018 | 16:49

  • Like
    0

@Europeo qui siamo tutti individualisti, è infatti la vergogna non è di casa…

FlautoMagico
Gold
Roma |  36-50
17/09/2018 | 15:09

  • Like
    1

Scrivo queste note in partenza da milano perché come per una bella donna è il distacco la condizione fondamentale per rendersi conto di quanto abbia contato per noi, e per riflettere in maniera più critica dopo le prime emozioni e i facili entusiasmi.
Milano v’inganna perché vuole farvi credere di essere la pattaya del free, dove tutti accorrono in centro o nelle zone di tendenza (i navigli, il quartiere isola) ad ammirare la giostra fatta di locali, pub e disco pieni di belle ragazze con la promessa di incontri mirabolanti, ma al contrario di pattaya, dove tutti tirando fuori il gettone tornano accompagnati nella tana, vi lascia spesso e volentieri a bocca asciutta e chiedendovi dove avete sbagliato.
A fidarvi avete sbagliato. Milano prima va capita e poi va sfidata giocando al suo stesso gioco. È una piazza difficile, non per tutti, e come già detto da altre parti del forum non basta non avere le orecchie a sventola, o poter spendere per locali e ristoranti, o essere svegli e intraprendenti, o saper infilare una parola dietro l’altra per fare un discorso compiuto. Bisogna averle tutte queste qualità, perché se la figa è tanta la concorrenza è temibile. Inoltre la prima volta che ci andrete sappiate che vi farete solo le ossa e non caverete un ragno dal buco.
Almeno una volta ci ero già stato a milano, e così sono stato in grado di formulare degli obiettivi strategici e di prepararmi per raggiungerli prima di tornare al fronte. Anche così ho dovuto spesso cambiare piani, alcuni sono andati come previsto, altri non hanno dato i frutti sperati come ne ho dovuto creare da zero altri ancora per cogliere al volo nuove opportunità.
Capita ora la strategia, che è quella di non dare nulla per scontato e di procedere per obiettivi, capita la tattica del nemico, che è quella di spremervi più soldi possibili, vediamo cosa si può ottenere in termini di figa da una piazza come milano. Per ogni obiettivo ho realizzato una scheda.


Obiettivo: IMMIGRATA
Pianificazione: SUL POSTO
Esecuzione: COME PIANIFICATO
Risultato: CONSEGUITO
Follow up: ASSENTE

Avevo già abitato in zona rovereto perché al tempo cercavo una casa con vista su un parco dove vivere da solo (requisito fondamentale) al minor prezzo possibile. E avevo fatto l’errore fondamentale di non frequentare il quartiere, comunque poco ospitale, e di andare sempre in centro con la linea rossa, e il disinteresse con le extracomunitarie, prevalentemente sudamericane e arabe, era stato reciproco. A quel tempo inoltre vestivo in maniera sportiva perché sul lavoro non avevo dress code (cioè potevo vestirmi alla cazzo di cane). Questa volta quindi non avevo preventivato di colpire le immigrate.
Mi sono ritrovato invece in maniera fortuita in zona brenta, in attesa che si liberasse la casa individuata in sede di pianificazione (vedi schede successive), e ho scoperto improvvisamente la continua attenzione delle extracomunitarie, dovuta principalmente al completo da manager che indossavo, accompagnato da sciarpa e cappotto in inverno, e da un’aria piuttosto truce dovuta al fastidio di trovarmi in mezzo a tanti sfigati (e sono educato, un milanese doc mi ha consigliato di lasciare l’area perché “là ci sono i neri”).
Questo mi ha indotto a formulare un nuovo obiettivo, l’immigrata appunto, prevalentemente sudamericana e africana e in misura molto minore estica (ma vedi scheda successiva) e araba. Per quanto riguarda la pianificazione, l’interesse non era tanto a trombare, a meno che non fossero particolarmente carine, ma sperimentare la classica modalità da GT indipay che si muove in una città estera dove sia i salari che i prezzi sono irrisori, mentre in una pianificazione reale l’obiettivo sarebbe stato ottenere una quantità di rapporti a scapito della qualità.
Il consiglio è muoversi come da pianificazione prevalentemente nella fascia oraria a ridosso del tramonto, questo perché sarete comunque fuori posto nel quartiere: quando io andavo a colazione nei bar calava il gelo, tipo pistolero che entra nel saloon. Inoltre data la scarsità percepita di polizia in giro vi sentirete bersagli appetibili per borseggiatori vari, particolarmente attivi nella metro.
L’obiettivo sarà allora facilmente raggiungibile con le consolidate tecniche da GT, ad esempio intercettando la fanciulla che vi ha notato e chiedendo in maniera educata informazioni sul quartiere come se si fosse appena arrivati, salvo poi chiedere il telefono con una battuta in caso di particolare feeling. Per il follow-up, richiamare entro un giorno con l’invito a un ristorante etnico del paese di provenienza della ragazza, e da lì poi fate il vostro gioco. Residenza e locali scelti dovranno essere tutti in zona, sconsiglio vivamente differenti triangolazioni poiché non potrete giustificare la vostra presenza avendo casa e lavoro in centro.
Questa modalità è inoltre compatibile con un basso budget (alla gnoccalowcost per intenderci) perché risparmierete molto abitando in zona e andando in su e giù a piedi per il quartiere. Si può anche risparmiare parecchio sulla cena andando negli slow food dei centri commerciali, vi consiglio però di spendere un pizzico in più e andare nei ristoranti etnici, sempre numerosi, dove la tipa si sentirà molto più a suo agio e apprezzata nella sua cultura, nel mio caso è risultata una mossa vincente. Non vale comunque la pena di spendere altri euro su questo target, meglio piuttosto se avete disponibilità passare a quello successivo. Stessa cosa per il dress code, come giustamente fatto notare se siete vestiti con l’abito da grande magazzino aggiustato dalla sartina solo un’immigrata su mille saprà apprezzare la differenza.
Note: ho intercettato nel quartiere un giro di arabe giovani, molto carine e molto promiscue, da quello che ho capito sono fanciulle che usano gli alberghi come stanze ad ore, non sono professioniste ma mi è stato spiegato che si aspettano il regalino. Di più non so perché il portiere non si è sbottonato più di tanto dato che le tipe ovviamente non venivano registrate. Fate inoltre attenzione ai fast food che sono sedi stabili di neri fiancheggiatori dello spaccio. Se invece v’interessa la figa di colore nei fast food andateci, ma in quelli di corso buenos aires dove c’è notevole movimento. Per le cinesi vedi scheda successiva.


Obiettivo: EXTRACOMUNITARIA
Pianificazione: ASSENTE
Esecuzione: IMPROVVISATA
Risultato: CONSEGUITO
Follow up: PRESENTE
Non avevo in programma di concentrarmi sulle straniere, dove per extracomunitaria intendo arbitrariamente quella fascia di residenti con impiego, quindi né turiste né immigrate indigenti. Avevo però messo su tutta una serie di accorgimenti per pescare obiettivi diversi che occasionalmente hanno fruttato esemplari di questa categoria, (una kievolina e una kazaka), entrambe meritevoli di essere timbrate. Il successo nonostante la mancanza di pianificazione non deve trarre in inganno, perché nel mio caso specifico ho puntato esemplari con velleità artistiche, categoria di cui conosco bene le dinamiche. I problemi casomai arrivavano dal fatto che il loro talento artistico era intermittente, diciamo così, e invece di scopare e stare zitto, non riesco ad esimermi dal criticare come impone il ruolo di pigmalione (parlo sempre di ragazze più giovani).
Un aneddoto per i biografi, anni fa avevo anche cacciato di casa una tipa con velleità d’artista e il cui unico merito era il culo (che però non concedeva) come da comparsata in un film di tinto brass, parliamo però di roma dove ci si può permettere di sputare nel piatto dove si mangia. La extracomunitaria in generale è ingestibile una volta abbandonata la loro città di residenza, perché al contrario delle comunitarie hanno la sindrome del viaggio pagato (dagli altri), e questo almeno nel mio caso le squalifica.
L’obiettivo comunque è stato conseguito, in primis le scopate, facilitate dal terrazzo con vista skyline milanese (vedi scheda successiva) e in secundis l’approfondire la loro psicologia, in vista di una futura invasione del blocco ex-sovietico. Il mio giudizio è che quello che paga con queste creature è un ben preciso mix di educazione e gentilezza d’animo, cui sono notevolmente sensibili, ma senza scadere nell’arrendevole o peggio ancora nel femminile. Proprio sul crinale del loro odio per la prepotenza e venerazione per l’autorevolezza bisogna muoversi, con la precisione del surfista. Queste considerazioni possono essere un buon punto di partenza per i colleghi, anche non avendo casa in una zona prestigiosa la estica è abbordabile volendoci provare e avendo dimestichezza con il loro modo di pensare. La lingua delle estiche in trasferta è giocoforza l’inglese (nel mio caso anche l’italiano) e quindi se praticate il free non c’è bisogno di sobbarcarsi il viaggio ad est a meno che ovviamente non abbiate tare tali da costringervi ad espatriare.
Per il futuro, una notevolissima sorpresa è stata la seconda generazione delle cinesi, collocata in questa scheda per comodità, essendo nate in italia ma ancora non totalmente plagiate come le milanesi. Parlano un italiano impeccabile e sono assolutamente sveglie e monelle, una bella sorpresa decisamente. Contrariamente al resto delle extracomunitarie, una di loro ha giocato perfettamente allo speed date nella metro (vedi scheda sulla professionista), e a posteriori non sarei sorpreso, essendo i cinesi parecchio materialisti e attenti al soldo, in questo caso alla posizione nella scala sociale. La cinese di seconda generazione si rivela quindi una possibilità concreta per prossimi viaggi.


Obiettivo: MILANESE
Pianificazione: PRECEDENTE
Esecuzione: COME PIANIFICATO
Risultato: CONSEGUITO
Follow up: PRESENTE
Non vi nascondo che l’obiettivo da centrare era la milanese. Non solo, senza dichiararlo esplicitamente cercavo addirittura la fidelizzata perché a milano volevo una base d’appoggio (la cosiddetta portaerei) per future scorribande. Questo risultato specifico a oggi lo darei per assicurato, uso il condizionale perché ho dovuto vendere l’anima al diavolo e il boccone è stato anche un tanti nello amaro. In fondo cercavo l’amica o la trombamica paziente che non creasse troppi problemi per le mie assenze, metre invece ho trovato la fidanzata a tutti gli effetti che si aspetta di essere gestita come tale. Superata anche con successo la prova di farle digerire il mio trasferimento da milano, grazie a un weekend generosamente offerto, e quindi habemus papam. Il tutto sarà argomento della prossima recensione.
Come pianificazione, c’è stato un certo studio prima della partenza e un’analisi di quello che non era andato bene nella spedizione precedente. Ho quindi stabilito di trovare un appartamento in una location prestigiosa (il quartiere isola) con ottima vista (lo skyline di milano era ottimo, particolarmente impressionante la notte quando si perdeva il senso delle proporzioni). È stato importante anche ricreare la vita di quartiere che facevo nella mia città, in modo da poter replicare il controllo del territorio (localizzare le milanesi più fighe), e contare su molti locali a disposizione in zona, non per fare il coglionazzo che spera di rimorchiare il sabato sera, ma per usare il sistema dei locali a mio vantaggio avendo due sotto obiettivi in mente.
Il primo obiettivo è stato quello di replicare il crooning che è uno stile particolare di rimorchio che non troverete nelle discussioni dei PUA perché è quello adottato dagli attori. Anche questo merita una discussione a parte: in soldoni si tratta di impresa non facile, dato che ha richiesto giorni di sopralluoghi, alla ricerca del localino adatto con il giusto mix di tranquillità e di movimento figa, dove cazzeggiare in maniera confidenziale e divertita con il bartender che faceva da complice, improvvisando continuamente e divertendosi a prescindere dalla fauna presente. Quando la collaborazione era affiatata la figa in arrivo veniva coinvolta e ne rimaneva conquistata, non di rado ragazze che passavano un attimo per un aperitivo rimanevano tutta la serata, e addirittura bisognava smorzare i toni per evitare che si formasse il pubblico, cosa che sì avrebbe ostacolato il rimorchio delle tipe di turno (e di turno si trattava perché dopo che la tipa se n’era andata lasciando il telefono non di rado arrivava quella successiva). Escludendo le giornate no, alla fine della serata si faceva la conta dei numeri di telefono tirati su, con il bar tender che sceglieva per primo avendo lo ius primae noctis in quanto socio del locale.
Il secondo obiettivo è stato quello di organizzare una serata per colleghi d’ufficio, cosa fatta in un paio di occasioni. Per le motivazione andate alla prossima scheda, ma uno dei risultati è stato quello di fare conoscenza dei pr. I vantaggi sono che potete entrare più facilmente nel locale e la chiamata, cioè il pr (quando uomo) vi segnala quando c’è la tipa figa e non in compagnia. In quel caso arrivate come condor e fate il vostro gioco.
La messa in pratica del piano così come organizzato è andata bene, addirittura alla squadra si è aggiunto un modello che però non ho avuto occasione di impiegare come preventivato. Dei numeri di telefono raccolti, in concreto ho dato seguito solo a un paio di casi (la russa di cui sopra e la fidanzata milanese) perché nel frattempo sovrapponendosi anche gli altri obiettivi si è creato un periodo complicato in cui una extracomunitaria mi tempestava di telefonate e una modella incontrata una sera era sparita nel nulla togliendomi la voglia di rapporti casuali.
Ultime note, il gioco dello speed date nella metro non ha grossi appigli sulle milanesi, tranne forse quelle meno fighe, con il dubbio che le regole del gioco non fossero intuite. Altro discorso per la milanese professionista (vedi prossima scheda) che lo pratica proficuamente. Per quanto riguarda gli sviluppi futuri, è da considerare da pendolari l’approccio alla milanese abbiente in prima freccia rossa o club executive italo. Altra occasione è il classico aperitivo, funzione sacra per i milanesi come lo è il tè per i giapponesi, rito da me trascurato a favore del crooner nei locali della movida. Consigliato per il futuro anche l’approccio online, tra le milanesi va abbastanza per la maggiore happn, anche se personalmente ho ancora qualche riserva sull’efficacia.


Obiettivo: PROFESSIONISTA
Pianificazione: SUL POSTO
Esecuzione: COME PIANIFICATO
Risultato: MANCATO
Follow up: PRESENTE
Anche se non era esattamente un obiettivo del viaggio, l’avvistamento di un paio tra professioniste e stagiste in ufficio non ha potuto che suscitare qualche appetito. Non ho però note specifiche per milano da fare (neanche la prescelta era milanese bensì una foresta come molte persone nella città meneghina). Una lietissima sorpresa è stato invece il gioco dello speed date nella metro (recensito a parte sia come pianificazione che come esecuzione) dove l’attenzione comunque presente delle colleghe in ufficio ha avuto modo di manifestarsi in pieno, probabilmente grazie anche all’anonimato concesso dal mezzo. Da segnalare l’impietosa avanzata dell’estate, che alla fine ha costretto a spogliarsi delle insegne da manager e ha posto ingloriosamente fine al gioco (che riapre a settembre).
Come obiettivo, a parte pochi numeri rimediati però con grande adrenalina e divertimento, e l’onta di una collega che si è addormentata mentre conversava con me (narcolessia? Fuori comunque dalle regole del gioco), c’è stata la soddisfazione di aver beccato la tipa, milanese e professionista, che si è fatta cenare e poi trombare, rivelandosi anche piuttosto porcella e al contempo maniaca dell’igiene. La persona in questione era anche la favorita al ruolo di fidanzata, ma l’attuale titolare ha imposto una dolorosa scelta.
Quanto a sviluppi futuri, una via da provare è l’approccio online con l’app the inner circle, che si basa su linkedin, quindi perfetta per manager e professionisti, ovviamente avendone i numeri.


Obiettivo: TURISTA
Pianificazione: ASSENTE
Esecuzione: IMPROVVISATA
Risultato: MANCATO
Follow up: PRESENTE
Non mi aspettavo di trovare una particolare presenza turistica a milano e mi sono dovuto ricredere perché dopo l’expo la città si è aperta a una presenza turistica internazionale pari solo a quella di venezia e roma. Qualche approccio è comunque partito con scarsi risultati, riporrei più speranze nelle resident molto più interessanti e approcciabili (vedi scheda sull’extracomunitaria).
Questo non significa che la turista, presente in tutta l’area del duomo, non sia pianificabile come obiettivo in futuro. Personalmente mi sento di suggerire l’approccio veneziano, quindi nel caso di milano l’esplorare palmo a palmo tutta l’area intorno alla piazza del duomo, studiandosi TUTTI i locali ed esercizi commerciali (funzioni, giorno di chiusura, prezzo medio) in modo da avere una mappa mentale utilissima poi nell’approccio con la turista in piazza. In questo modo accompagnandola nel posto desiderato si può creare l’occasione per impostare il gioco.


Obiettivo: MODELLA
Pianificazione: PRECEDENTE E SUL POSTO
Esecuzione: IMPROVVISATA
Risultato: CONSEGUITO
Follow up: ASSENTE
Dopo la passata esperienza a milano, la modella era certamente il risultato più ambizioso, e quello che ha richiesto la maggiore preparazione, anche se l’esito era estremamente aleatorio dato l’obiettivo prescelto. Per inciso per modella intendo un soggetto ben preciso, la nordamericana impegnata più a fare casting che a lavorare effettivamente, e con più tempo libero di quello desiderato. La fancazzista insomma, foraggiata dalla famiglia in caso di bisogno, come già incontrata in passato. Escluse dopo l’ultima visita le location dove le modelle erano certamente rinvenibili ma non propense all’approccio perché in cerca di lavoro, e quindi tutta la zona di porta venezia compresa la metro, ci si è concentrati su un approccio misto: scegliere un quartiere che mi era stato indicato da un asset in zona (ex collega sul lavoro) come ben frequentato, in modo da creare più occasioni possibili di andare in porta, e in seconda battuta operare come con la extracomunitaria, perché in fondo quasi sempre le modelle questo sono, confidando quindi nell’incontro casuale che in qualche mesi di permanenza era una possibilità concreta.
Nulla di quanto pianificato però è andato come doveva, e neanche altre pianificazioni create sul momento come la conoscenza di un modello abbastanza pratico delle dinamiche del fashion milanese e la frequentazione di un personaggio interessante, che affitta appartamenti a modelle gratis, in cambio di presenze nei locali della movida, ha dato i risultati sperati. Alla fine quello che ha fatto la differenza è stata la serendipità (trad: botta di culo) grazie all’asset che ha organizzato un cocktail dove con la sua fidanzata è arrivata anche l’amica, modella appunto, in crisi con il ragazzo (mia intuizione che si è rivelata giusta). La serata ha avuto degna conclusione ma si è trattato purtroppo della classica ONS. A questo punto però l’esperienza, la perizia, il saper gestire una tipa fuori di testa ha dato i suoi frutti, e dopo un periodo buio la tipa si è rifatta viva con intenzioni più serie. I problemi tipici della modella però sono tutti sul tavolo, e cioè i viaggi continui, una certa suscettibilità per quanto riguarda la carriera e anche un carattere fatto di esaltazioni e bronci continui, non mi viene in mente ora il termine per descriverlo.
In ultima analisi, non essendo nulla di quanto pianificato andato in porto, sconsiglierei di pianificare la modella come obiettivo, anche in considerazione di tutte le qualità richieste per arrivare al risultato. Ho notizia anche del fatto che le modelle in giro per milano si trovano spesso a subire approcci vergognosi da persone di qualunque risma, il consiglio è quindi di lasciarle in pace.

Logo Gnoccatravels

Stai per entrare in una sezione vietata ai minori di anni 18 che può contenere immagini di carattere erotico, che tratta argomenti e usa un linguaggio adatto a un pubblico adulto. Se non sei maggiorenne esci immediatamente cliccando ESCI. Se non ritieni il nudo di adulti offensivo alla tua persona e se dichiari di essere maggiorenne secondo la legge dello stato in cui vivi e se, entrando nel sito, accetti le condizioni di utilizzo ed esoneri i responsabili del sito da ogni forma di responsabilità, allora puoi entrare in Gnoccatravels!

Gnoccatravels.com tutela e protegge i minori e invita i propri utenti a segnalare eventuali abusi, nonchè ad utilizzare i seguenti servizi di controllo: ICRA – Netnanny – Cybersitter – Surfcontrol – Cyberpatrol

Contenuti ed immagini qui presenti, sono stati ottenuti attraverso internet, quindi sono ritenuti di dominio pubblico, od autorizzati dagli interessati medesimi. Gli inserzionisti di Gnoccatravels.com dichiarano che gli scopi della pubblicazione richiesta sono leciti (secondo le vigenti normative in materia penale) e strettamente personali, quindi esentano i gestori del sito da ogni responsabilità amministrativa e penale eventualmente derivante da finalità, contenuti e azioni illecite, nonché da usi illegittimi e/o impropri della pubblicazione medesima.

Scegliendo ACCETTA ED ENTRA, l'utente dichiara di essere maggiorenne e di esonerare totalmente i fornitori del servizio, proprietari e creatori del sito Gnoccatravels.com dalla responsabilità sul contenuto degli annunci/inserzioni pubblicitarie e del loro utilizzo.

SONO MAGGIORENNE ESCI

SHARE