Australia...where the street have no name..by Zest

20141014_062616.jpg

20150215_200442-1.jpg

-Where the street have no name….
-Take the risk and fail is not a failure.
Real failure is to fear taking any risk……

Le valigie erano quasi tutte pronti, idem gli scatoloni, che da li a poco lo shipping agency sarebbe venuto a prenderseli per poi spedirli via, il piu' lontano possibile da qui.... quando mi accorsi di una scatoletta tra le mie cose, era li che tenevo segretamente tutti i miei biglietti da visita dei localacci, che durante la mia permanenza qui a Dongguan, custodivo gelosamente, con tanto di voti e sigle di cui per ognuna di loro mi ero fatto un bel memorandum.

Correva l’anno 2014, la mia grande esperienza cinese stave volgendo al termine, in quel di Dongguan ne avevo combinate di tutti i colori , vivere nel piu’ grande troidromo del pianeta penso che solo pochi eletti o fortunati che abbiano vissuto li quel periodo possano realmente capire di cosa sto parlando, perche’ anche se scriverlo, raccontarlo con tanto di foto, possa anche trasmettere ai piu’ che hanno una buona fantasia di immedesimarsi nei racconti che uno legge, non sara’ mai lo stesso che provare a viverli di persona e vedere le cose con i tuoi occhi.

Dongguan posso dirlo ad alta Voce, mi svergino’ completamente, nessun posto all’infuori di lei mi ha fatto vivere tanta tanta trasgressione all’ennesima potenza come questa citta’ mi ha dato di tutto e di piu’ a livello sessuale, mangiavo sesso 24 ore al giorno, da tutte le parti, in continuazione, certo anche quello ha un suo costo e anche carissimo direi, non e’ un posto da sodini ne da un cappuccino alla piazzetta del paese, qua i soldi volavano via che era un piacere, solo saper di vivere in un posto con la piu’ alta densita’ di puttane in tutto il mondo, ti sentivi al centro dell’universo e prenderti tutto quello che volevi. Ma come tutte le cose belle e pazze, a volte hanno una fine, sempre nello stesso anno nel febbraio del 2014 ci fu un crackdown di proporzioni bibliche che mise in ginocchio la citta’ la chiusura totale e forzata, di tutti i bordelli, bordellini, KTV, barbershop, saune massage e Hotels, dove operavano piu’ di un milione di puttane.

Il giocattolo improvvisamente si ruppe, e cosi’ tutti gli abitanti della citta’ si trovarono da un giorno all’altro smarriti, imprenditori, affaristi, papponi, puttane e clienti. Per giorni e giorni le tv cinesi , compresa la CNN e BBC mandarono in onda le immagini di quanto successe a Dongguan , da li capii quanto era diventato serio il problema e di dominio pubblico per la quale Dongguan si merito’ sul campo I galloni di capitale del sesso mondiale .
La mia fidanzatina cinese con la quale avevo un ottimo rapporto, altolocata dell’alta borghesia cinese, non sapeva di questa mia "doppia vita", ovviamente, anche perche’ ero sempre presente nei suoi confronti, non ci facevo mai mancare nulla, e lo stesso lei nei miei confronti, cosi’ appunto in quel caldo afoso Agosto del 2014 mi convinse a seguirla in Australia e ricominciare un nuovo cammino…

Lasciai il mio lavoro pagato bene, ci organizzammo le settimane antecedenti alla partenza per sistemare le nostre faccende, e chiudere i contratti della nostra casa, I conti bancari, le mie retribuzioni lavorative, scatole e scatoloni, valigie et quant’altro, ci imbarcammo su un volo della Singapore Airlines destinazione Hong Kong e poi da li a Singapore e da li ancora diretti ad Adelaide, la nuova nostra casa.
Il viaggio fu lungo e stressante, seppur abitando sempre qui in Asia in Cina, la distanza era sempre notevole, ci vollero’ 10 ore circa prima di atterrare nell’emisfero australiano, era cosi’ come me lo immaginavo , stupendo, bellissimo, da rimanere a bocca aperta, mai visto un paese cosi tanto pulito e fresco, qua si respira aria di nuovo e candido, la senti la sua verginita’, niente di vecchio, perfino i suoi abitanti sono tutti giovani, le sue citta’ sono giovani, le sue strade sono giovani, qui e’ tutto nuovo, immensamente grande, fin troppo direi.

20140924_093755.jpg

IMG_14881863219895.jpeg

20140827_074540.jpg

20140912_120020.jpg

20141015_051435.jpg

La nostra base fu Adelaide, la scelta era data dal fatto che la mia fidanzata voleva stare anche vicino a sua figlia che frequentava l’Universita’ di medicina (la mia ex con un divorzio alle spalle come il sottoscritto) , I primi giorni ci arrangiammo nella sua vecchia casa di proprieta’ che anni prima aveva acquistato insieme al suo ex marito cinese ai tempi di quando vivevano insieme li, poi a seguito del divorzio lei se ne ritorno’ in Cina dove per circostanze casuali avvenne la nostra conoscenza.

Decisi di fare questa insana follia, mollare quello che avevo in Cina e partire insieme a lei per l’ignoto per un qualcosa che non sapevo nemmeno cosa aspettarmi ne da dove cominciare, ma a volte ci vogliono questi ingredienti per alimentare le nostre quotidianita’, quel pizzico di sale, che ci da il senso alle nostre vite, che non la solita routine , schematizzata, e per la quale vale la pena di vivere. Settimane dopo, quella casa fu’ venduta, e con il suo ex marito si divisero in parti uguale la somma della vendita, lei si ritrovo’ un bel malloppo in mano, oltre 500 mila dollari australiani, che intelligentemente li blocco’ in banca perche’ bisognava pianificare per bene il da farsi e come reinvestirli.

Partii con una base di 70 mila dollari americani, una parte di risparmi che avevo accumulato durante il mio lavoro in Cina, pensai che erano sufficienti per campare almeno un anno fin’tanto non si era trovato una sistemazione lavorativa , o perlomeno decidere effettivamente cosa fare se rimanere li permanentemente , oppure stare solo 1 anno , e cosi’ i primi giorni lei mi fece da tour leader, mi portava in giro a vedere Adelaide, e i suoi dintorni, una citta’ moderna, con ampi spazi, strade larghe e pulite, tanto verde , un bel centro pedonale di tutto rispetto con centri commerciali, e negozi e locali di ogni tipo, un suo distretto finanziario fatto di grattacieli a specchio, le sue fontane, la citta’ presentava anche una parte antica con palazzi stile far west old fashion rivisitati in chiave moderna, faceva molto kitch…
In quei primi giorni si girava con un Toyota preso in affitto, nelle citta’ grandi australiane bisogna per forza essere motorizzati, che sia auto o moto fa niente, perche’ qui le distanze sono enormi, ed essendo non piu’ tanto giovane ne un tipo hippy save the green, la bicicletta era l’ultimo dei miei pensieri.

I trasporti pubblici seppur nuovi ed efficienti costano parecchio e poi comunque sei sempre limitato, nel muoverti.
Le prime settimane trascorrevano all’insegna del trovare casa, nell’acquisto di una macchina e sopratutto sfogliavamo tutti i giornali e internet sulla vendita real estate di immobili privati ad uso abitativo e in taluni casi si faceva visita pure in varie agenzie immobiliari dove avevamo preso un infinita’ di info. Giravamo dalla mattina alla sera i concessionari di auto, perche’, non si poteva andare ad affittare all’infinito un mezzo che per noi era di vitale importanza nei nostri spostamenti.

Qualcuno potra’ pensare che trasferirsi in un paese nuovo sia roba da ragazzi, ma non e’ cosi, ci vuole organizzazione, ma tanta direi, le cose bisogna pianificarle a dovere, sono finiti da un pezzo i tempi che si partiva con la valigia di cartone e lo spago e due spicci in tasca, per far fronte alle prime necessita’ ci vuole anche un ingente capitale da investire, la casa, l’auto, il business da mettere in piedi, insomma per chi sa di cosa sto parlando penso abbiate capito il senso del discorso, poi se lo fai in un paese come l’Australia dove la vita e’ abbastanza cara a parte la benzina e direi forse anche il cibo, per il resto, tutto ha un suo costo e non di poco direi.

20140828_132645.jpg

20140828_132900.jpg

20140828_122016.jpg

20140828_122251.jpg

20140828_124504.jpg

20140828_124123.jpg

20140828_124556.jpg

20140828_122635.jpg

Il primo importante acquisto fu un bellissimo Mercedes CLK 2.8 Avantgarde, blu notte, una vera sciccheria.
Potra’ essere banale e superficiale, ma ci sentimmo sollevati ora nell’affrontare questo nuovo percorso insieme, la nostra macchina ci permetteva di essere ora finalmente liberi e di spostarci senza nessun problema, infatti dopo nemmeno 2 mesi avevamo gia casa nostra, trovata tramite un agenzia immobiliare , una bella villetta di 150 metri quadri calpestabili, con parcheggio incluso e garage coperto. Nuova di zecca, 3 camere da letto, 2 bagni, salone e cucina, , nel salone c’era una bella vetrata con ante scorrevoli, dove si affacciava un bel giardino privato recintato , li si poteva fare anche il classico BBQ australiano, oppure prendersi il sole , in seguito comprammo sdraio e gazebo , avevamo fatto di quel giardino una sorta di ambient lounge, peccato solo che non aveva la piscina altrimenti sarebbe stato perfetto….
La maggiorparte dei proprietari di case preferiscono affittarle con contratti minimo di 6 mesi o 1 anno, con 3 mesi anticipati piu cauzione, le spese di utenze, luce, gas e acqua e internet wifi sono a parte.

Ma ci sono casi che un proprietario possa affittare casa sua anche per qualche giorno o settimana, come spesso accade su airnb , ma per il tipo di casa che volevamo noi, il discorso cambia, stipulammo un contratto di 1 anno, ma con pagamenti mensili, la cifra era di 450 dollari alla settimana, (si qua fanno i conteggi per settimana che non ho ancora capito perche’) pero’ si pagava ogni mese, quindi erano 1800 dollari al mese di affitto, avevamo calcolato che con circa 22mila dollari annui solo per la casa ci si poteva stare dentro, e vedere da qui a un anno quali progetti si era portati in cantiere, e se ne valeva la pena un domani acquistare pure la casa, dove qui nemmeno costano poco.
La casa era gia arredata di tutto, ma proprio full furniture, comprammo solo biancheria per i letti, copri materasso, lenzuola, piumoni, plaids, cuscini e copri cuscini, e poi alcune cose di cucina, roba di utensileria varia, ma per il resto non mancava nulla, ah anche il BBQ comprammo, quello che c’era qui in precedenza era vecchio arruginito e nemmeno mi piaceva.

20140916_150849.jpg

20140916_150849.jpg

mmexport1410094224191.jpg

20141015_051520.jpg

Avevamo la macchina, la casa, lei era vicino a sua figlia che in settimana dormiva nel campus dell’Universita’ mentre i fine settimana ritornava a casa dalla madre, le avevamo organizzato bene anche la sua cameretta come piaceva a lei, la figlia un poco viziatella, per il tenore di vita che I genitori sin da piccola l’avevano abituata, ma lei contraccambiava con lo studio, voti alti e molto diligente nello studio, c’era solo un piccolo particolare che la madre non accettava, la figlia era lesbica, le piacevano solo le donne, sua mamma aveva sempre sognato un giorno che la figlia le regalasse dei nipotini e avesse anche un bravo marito, ma la natura ha voluto decidere diversamente, ogni tanto nel weekend la figlia si presentava con qualche sua amica, e si rinchiudeva nella sua camera, diciamo che anche quando veniva a stare da noi il fine settimana era come se non esistesse, chiusa in camera tutto il giorno e si faceva vedere solo quando bisognava cenare, per poi ritornarsene in camera sua di nuovo, egoisticamente parlando non mi dispiaceva nemmeno questo suo modo di fare, ognuno si faceva i cazzi suoi come si suol dire….

I rapporti tra madre e figlia non erano molto vicini, per la mia ex questo era un problema e non di poco, in fin dei conti se avevamo deciso di trasferirci in Australia era anche per il fatto che lei volesse riprendere i rapporti con la figlia, pero’ avevo la sensazione ’ che il loro rapporto si basasse piu’ in una sorta di amicizia piuttosto che di madre e figlia. Anche le loro conversazioni erano molto stringate, io non ho mai capito se anche davanti a me avessero mai parlato anche una volta solo negativamente nei miei confronti, anche perche’ tra di loro si parlavano solo in cinese, si poi la mia ex mi traduceva il sunto dei discorsi, ma la verita’ mai la sapremo….

Dopo 4 mesi, di estenuanti ricerche, finalmente rilevammo un attivita’ commerciale un minimarket, una sorta di 7/11 non era ad Adelaide, ma bensi’ in una zona commerciale a 20 km da casa nostra. Ci investimmo (piu’ lei che io ) ben oltre 200 mila dollari e l’affitto ci costava 3000 dollari al mese, la scelta fu presa in quanto lei era sempre piu’ convinta di vivere li e prendersi addirittura la doppia PR 4+ 4 (permanent residence card che vale 4 anni) per poi fare domanda per la cittadinanza Australiana, io inizialmente ero poco titubante nella scelta di tale impresa, lavorare in un minimarket mai ci avrei pensato prima di allora, ma poi ne parlai attentamente con lei e mi spiego che tale attivita’ era il trampolino di lancio appunto per ottenere un domani la cittadinanza, su consiglio del commercialista avvocato che lavora presso gli uffici di immigrazione e imprese cinese ad Adelaide. Gli orari di lavoro erano dalle 7 alle 19 tutti i gg, con noi lavorava una dipendente soltanto, l’attivita’ era a conduzione familiare e si poteva benissimo gestirla con 3 persone, la dipendente apriva la mattina ed era assunta solo part-time a 18 dollari l’ora dal Lunedi al Sabato, mentre la Domenica lavorava full time , e noi si arrivava verso le 10 a volte verso le 11 e si faceva noi la chiusura.

Ci occupavamo personalmente di tutto lo stoccaggio che compravamo nelle grandi catene distributrici, delle sorte di MACRO, noi andavamo sempre da COSTCO o WALMART, Il negozio lo rifornivamo 1 volta la settimana, alcune volte anche 2 volte la settimana, la mattina presto quando si apriva alle 7 veniva il tipo a consegnarci la risma dei quotidiani locali , il latte fresco , I donuts Freschi, questo era quello che diciamo ci veniva consegnato 7gg su 7, il Minimarket vendeva di tutto, come i classici store che si vendono in giro, vendavamo anche sigarette, schede telefoniche, roba per la casa e per l’igiene personale, cibo per animali, junky food, bevande di ogni genere, snacks, gelati, cibo surgelato, cibo in scatola e tante altre cose…
I profitti che vedavamo a fine mese, ci permetteva di pagarci l’affitto del locale, della casa e di pagare lo stipendio alla nostra dipendente par-time, di comprare lo stoccaggio per vendere nel negozio e piu’ circa un paio di migliaia di dollari che ogni mese mettavamo via come ROI (return of investment) si l’attivita’ di minimarket tirava alla grande, i nostri vicini erano 2 scuole superiori, fabbriche di vario genere, uffici commerciali ,e anche parecchie abitazioni, la clientela era variegata, veniva quello disadattato al colletto bianco, dal contadino, al manager , alla casalinga, allo studente.

Come da programma avevamo deciso che noi non si lavorava la domenica, la nostra dipendente faceva apertura e chiusura, e cosi’ , le nostre domeniche erano uscite fuori citta’ mangiate fuori al ristorante in qualche wineyard e degustazioni di vini, che il South Australia e famosissima , per le sue vigne, oppure semplicemente si faceva del classico shopping in downtown e si rimaneva li tutta la giornata in giro per centri commerciali o mercatini tipici. A volte si rimaneva a casa , a rassettare tutto, pulizia, bucato, e prepare il nostro BBQ di cui mi divertivo anche a farlo.

Dopo circa 6 mesi, mi accorsi che il sesso nella nostra vita divento’ quasi un optional, se prima lo si faceva tutti i giorni , ora si limitava solo un paio di volte la settimana , lei era molto stanca, forse anche stressata dal rapporto che aveva con la figlia, e tutte le responsabilita’ che si accumulavano, il negozio, la casa, non era di certo abituata a questo stile di vita, lei in Cina aveva una fabbrica di materie plastiche con decine e decine di dipendenti, la servitu’ in casa, la sua passione era solo quella di andare dal parrucchiere, dall’estetista, fare shopping sfrenato, e fare sesso in continuazione con me, ogni volta si presentava bellissima, pur nei suoi 36 anni (quando la conobbi) ne dimostrava solo una 30ina, pelle bianchissima, sempre in tiro, unghie sempre smaltate, make up che le risaltavano la sua esoticita’ , era proprio una bambolina di porcellana bella da ammirare.

In Australia poco alla volta cambio’, ci furono le nostre prime discussioni…. Le dicevo come mai non si curava piu’ di se stessa o perche’ i nostri rapporti sessuali erano sempre piu limitati, ed ogni volta mi diceva che era stanca, che aveva tante cose a cui pensare, che il lavoro veniva prima di tutto e tante altre storie di questo genere. Mi sentii’ a mia volta trascurato, e cosi’ che scoprii il magico mondo delle loft australiane ad Adelaide.
La prima volta accadde quasi per caso , pura curiosita’, nei vari classified locali dei quotidiani locali c’e’ sempre una pagina dedicata , contattai una tipa di origine indiane, con tanto di foto, dove elencava in maniera approssimativa le sue prestazioni , quando mi presentai da lei, nel posto in cui offriva i suoi servigi , un appartamento ben curato di una piccola palazzina in centro citta’ , mi venne incontro questa ragazza, dalla pelle molto abbronzata e due seni molto prorompenti, circa 1.60 cm di altezza, era uguale di viso cosi’ come la vidi sulla foto del giornale senza trucco e senza inganno. Passammo 2 ore insieme, facendo anche del sesso abbastanza discreto, era una tipa molto libidinosa, di nemmeno 30 anni a suo dire, la salutai dopo avergli dato 200 dollari australiani. Questo contatto me lo coltivai anche nei mesi a venire, scopava bene, non era una tipa scazzata, aveva anche un suo fascino particolare ed era abbastanza simpatica.

Ad Adelaide non esistono, gogobar, o freelancers che smarchettano nei locali, non qui nel South Australia almeno (ogni stato australiano ha sue leggi particolari) qua avviene tutto in case private, oppure in qualche centro massaggi, ma sempre fatto in maniera discreta, anche se la prostituzione qui e abbastanza tollerata, la maggiorparte che battono sono asiatiche, di australiane poche. Durante il periodo di permanenza qui, ne ho scopate solo 3 di australiane, tutte con meno di 30 anni, e tutte che smarchettavano, sempre con prezzi in linea di 200 dollari per 2 ore. Tutti rapporti abbastanza nella sufficienza direi, senza giochi particolari, solite 3 o 4 posizioni e via….

Le australiane sono molto disinibite, selvaggie direi, quasi trasandate , poi ci sono ovviamente anche le donne in carriera, quelle che si mantengono bene , si vestono bene, vanno in palestra, hanno uno stile di vita molto alto e quindi si relazionano con quelli di pari livello.
Quasi tutti i conducenti di taxi invece qui sono indiani e Pakistani, non ho mai visto un driver australiano, quelli li vedi solo quando guidano i loro immensi trucks on the road lunghi 25 metri. Bevono tantissimo, sopratutto vino e birra, sono un popolo molto giocherellone , ma anche primitivo, il loro inglese a volte si fa fatica anche a capirlo onestamente, almeno per quanto cercassi di capirli.

IMG_22784960053682.jpegIMG_22784960053682.jpegmmexport1424862754009.jpgmmexport1424430476194.jpgmmexport1424862763647.jpg

Il primo anno in Australia passo’ veloce, tante cose ci occuparono, il tempo, il menage’ del negozio, della famiglia, delle spese infrasettimanali per il negozio, per le uscite domenicali , pero’ il rapporto si sentiva nell’aria che non era piu’ come prima…. La cosa mi dispiacque non poco, le volevo molto bene, ma lei non faceva nulla per drizzare la barra, oramai viveva solo per il lavoro e le sue faccende private con sua figlia. Quando si stava in negozio lei sempre alla cassa, a contare i soldi oppure al telefono con la figlia o navigare in internet in qualche sitoweb cinese. Durante tutto quel periodo , mi iscrissi ad una scuola per conseguire lo IELTS, la frequentavo 2 volte la settimana per un totale di 6 settimane (al costo di 450 dollari australiani) alla fine si fa un esame statale e ti rilasciano un attestato con tanto di foto e di bandscore e di cui ne vado orgoglioso, raggiunsi un punteggio sufficiente che mi permise di aggiungerlo al mio curriculum professionale

Per fortuna le giornate passavano anche in fretta, ci eravamo fidelizzati un sacco di clienti, avevamo una buona filiera di prodotti che si era incrementato ad altri che gia il minimarket vendeva in precedenza, e per quello il passaparola dei vari clienti ci aveva permesso di aumentare sempre di piu’ i nostri introiti, ma che almeno la meta’ del profitto partiva solo per lo stoccaggio di cui il minimarket aveva bisogno, se vendi un prodotto, non puoi lasciare vuoto lo scaffale, lo devi subito rimpiazzare con il medesimo prodotto, , infatti, il minimarket era sempre assortito di tutto e di piu’, spendavamo migliaia di dollari alla settimana solo per lo stoccaggio, la voce piu importante erano le sigarette, ne acquistavamo oltre 20 mila dollari al mese, (qua le sigarette costano un botto, un pacchetto di Marlboro circa 18 dollari se non sono aumentati i prezzi dal 2014 ad oggi)

Durante gli inverni europei in Australia e’ estate, e cosi tutte le domeniche si andava al mare, nel west end, kilometri di spiagge deserte, ville che si affaciavano sul mare, viali pedonali pieni di pini marini, ristorante, bars, gli australiani per il mare ne vanno matti, soprattutto per il surf e il kyte surf, ci si passava i pomeriggi in spiaggia, una passeggiata, una mangiata al ristorante, una bottiglia di vino buono australiano e cosi’ via, la mia fidanzata, non le piaceva stare troppo al sole, per lei avere la pelle scura era un qualcosa di inacettabile, e cosi’, ogni tanto partiva una sua lamentela per il fatto che passavamo troppo tempo in spiaggia, e’ preferiva passare secondo una sua logica a girare in macchina a vuoto con l’aria condizionata, non che la biasimavo, visto e considerato che l’estate Australiana e caldissima con punte anche di 40/45 gradi e tutti usano gli occhiali da sole, nessuno escluso, perche’ in questo punto della terra i raggi ultravioletti arrivano fortissimi e ti bucano la stratosfera in maniera allucinante. Il sole australiano e’ un qualcosa di incredibile sembra di vederlo ancora piu’ vicino di quanto siamo abituati noi, cosi’ come anche gli inverni sono freddi e piovosi, tanto freddo e tanta pioggia.

20140920_161652.jpg20140920_164140.jpg20140920_174201.jpg20140920_174219.jpg20140920_174151.jpg20140920_174151.jpg20140920_174151.jpg20140920_174151.jpg

La parte bella di questa esperienza vissuta e stato lo scoprire questo paese, bellissimo, uno dei piu’ belli in assoluto che abbia mai visto in vita mia, qua ti senti lontano, lontanissimo, alla fine del mondo…. Tutto sembra funzionare perfettamente, anche il discorso immigrazione che sono integrati da generazioni qui non danno alcun fastido, anzi contribuiscono pagando le tasse all’economia locale, gli stipendi sono buoni, magari non per un giovane che arriva qui per farsi la classica esperienza under_down con un working holiday visa e trova lavoro nelle varie farms nella raccolta della frutta di stagione o si diletta a fare il cameriere o il pizzaiolo , dove comunque un 18/20 dollari l’ora se li portano a casa, ma qui la vita costa. Se si e’ intelligenti e parsimoniosi i soldi si possono mettere via, a patto di farlo con le giuste motivazioni. I giovani di solito si affittano gli appartamenti in comune e si possono dividere tutte le spese, oppure vivono negli Ostelli, dove qui c’e’ ne sono a pacchi anche moderni, insomma per chi ha un budget imitato deve farsi bene i suoi conti in tasca.

Ci sarebbe cosi’ tanto da vedere che non basta nemmeno una mezza vita. Ero partito venendo qui con l’intento di vedere posti come la gold coast, l’outback australiano , ed alla fine per una serie di eventi le mie gite turistiche si limitarono’ solo al South Australia e a Melbourne nello stato del Victoria. Ho visitato cittadine limitrofe di stampo tedesco, dove quest’ultimi si erano insediati qui verso gli anni 50’ , viste tantissime wineyard , localita’ di mare con spiagge infinite e bianche, e ovviamente Adelaide il posto in cui ho vissuto , certo mi sarebbe piaciuto andare anche a Brisbane , a Sidney, Alice Spring, Darwin, ma qua devi fare i conti con le distanze infinite, ogni volta ci vuole un aereo, ed onestamente il lavoro ci aveva assorbito talmente tanto che anche la nostra relazione fini’ ed anche in maniera triste.

Quel lavoro di minimarket non mi soddisfava per niente, tutto il giorno li a fare un cazzo, aspettare i clienti che entravano e basta, certo potevo prendere la macchina e andarmene in giro, ma per rispetto della mia ex non potevo lasciarla tutto il giorno sola in negozio a farsi carico di tutto, non era giusto nei suoi confronti e nemmeno dei miei. La routine anche qui aveva preso il sopravvento, negozio, casa, sesso pochissimo, gita domenicale fuoriporta, il BBQ la domenica sera, anche quando si voleva stare tranquilli c’era sempre qualcosa da fare, e poi biosgnava fare anche le faccende domestiche, che non si poteva vivere in mezzo allo sporco, la mattina prima di andare al lavoro, si puliva un po’, si faceva il bucato, si mettevano apposto i letti, insomma le solite cose …..

Dopo 1 anno e 8 mesi al mio secondo visto annuale la nostra relazione fini’ per cause non proprio ben definite, fui io ad avere il coraggio di dire cosa voleva lei esattamente, se questo tipo di rapporto le stave bene, e quali fossero le sue aspettative nei miei confronti. Gli ultimi mesi furono infelici, lei litigava spesso con sua figlia, e quindi riversava su di me tutto il suo stress, tenere a bada una donna con tutto quello che gli passa per la testa e’ un impresa abbastanza ardua, e per chi ci vive insieme sa di cosa sto parlando, assorbire tutti i loro moods, I loro scazzi, le loro paranoie, cristo santo, a noi ci dovrebbero fare una statua in oro massiccio, per quanta pazienza noi dedichiamo a loro, ma anche la pazienza ha un limite….
La mia vita non era piu tranquilla, non stavo piu’ bene con lei, e cosi’ le dissi chiaramente che non potevo andare piu’ avanti in questa maniera, credo che un po’ se lo aspettasse, le avevo gia’ lanciati dei segnali ben precisi in precedenza, ne avevo parlato anche a fondo, di quello che sentivo in quel momento, ma penso che non abbia mai recepito ne colto i miei messaggi, altrimenti non si spiegherebbe perche’ il nostro rapporto e andato sempre piu’ a logorarsi, e odio tenere in piedi relazioni solo per abitudine, a che scopo ?? siamo sicuri che e’ quello che vogliamo ?, bisogna assumersi a volte delle responsabilita’ anche se sono quelle che magari all’inizio ci fanno male, ma che poi piano piano, e solo il tempo che ci puo’ guarire dalle nostre ferite interiori.

Ci persi un po’ di soldi investiti, ma lei si comporto’ benissimo sotto qul punto di vista, mi rese indietro la mia parte che avevo messo per il minimarket, altre spese accessorie per la casa idem la macchina, lasciai tutto, non ero li per riprendermi nulla di materiale, ma solo la mia vita, quella si che ha un valore senza prezzo. Un mese dopo che ci confessammo che la nostra relazione non poteva esistere di continuare, arrivo’ il giorno della mia partenza, ci salutammo con un nodo in gola, oltre 3 anni passati a convivere insieme tra Cina e Australia, seppure non sono tanti, ma sono sempre un tempo dove dai te stesso per un altra persona, dove ti fidi, dove fai progetti, e dove sogni insieme un futuro comune.
Il mio volo della Qantas , da li a poco mi avrebbe portato a Kuala Lumpur, dove un altra avventura mi porto’ in the middle of nowhere, ma quella e’ un altra storia….

Non l’ho piu’ sentita , ho provato a contattarla dopo un anno dalla mia dipartita Australiana, per sapere come stava lei e sua figlia e come andassero gli affari in negozio, ma niente mi ha bloccato su tutti i contatti…. Forse si sara’ rifatta una vita sicuramente, quella che forse a mio avviso non stato capace di dargli, cio’che desiderava…

20140902_124027.jpg2014-09-13 15.11.16.png20140913_144535.jpg20140914_153309.jpg20140914_143049.jpg20140914_143049.jpg20140914_143049.jpg20141106_200156.jpg20141106_200156.jpg20141014_062634.jpg

I ricchi li riconosci dalle mogli zoccole... i poveri li riconosci dalle mogli cesse...

Incontra ESCORT e TRANS nella tua città
escorta_mobile

Grazie di aver aver condiviso la tua esperienza @Zest, di averci anche offerto uno spaccato di

Australia, terra lontana e affascinante

Abbandonati al relax e al piacere, scopri i centri massaggi della tua citta'!
Mille_erotici_mobile

Altra rece epica. Bello il format stile racconto con visione a 360 gradi tra descrizione dell ambiente fino alla tua vita privata e alla figa.

E comunque alla fine della fiera pure le cinesine prima o poi svaccano.

Trova i migliori CENTRI MASSAGGI e le MASSAGGIATRICI SEXY in Italia
wellcum_mobile

È sempre un piacere leggerti

DONNA CERCA UOMO
escort_forumit

@Pigro said:
Grazie di aver aver condiviso la tua esperienza @Zest, di averci anche offerto uno spaccato di

Australia, terra lontana e affascinante

Grazie a te se ti sei preso il tuo tempo prezioso per leggere questo racconto, dove ammetto nemmeno tanto breve era 😊

I ricchi li riconosci dalle mogli zoccole... i poveri li riconosci dalle mogli cesse...

TROVA TRANS
wellcum_discussioni
Escort_directory

@ElBroder81 said:
Altra rece epica. Bello il format stile racconto con visione a 360 gradi tra descrizione dell ambiente fino alla tua vita privata e alla figa.

E comunque alla fine della fiera pure le cinesine prima o poi svaccano.

Grazie a te Broder81, si il taglio che imposto nei racconti rimane quello, vita personale, nozioni tecnico logistiche,descrizione dei luoghi, aneddoti... pensieri e parole, conclusioni, oltre ovviamente alle foto dove danno piu'credibilita' a cio che si sta raccontando. Svaccano dopo un po' tutte le donne non le cinesine, o forse siamo noi quelli sbagliati....

I ricchi li riconosci dalle mogli zoccole... i poveri li riconosci dalle mogli cesse...

Oceano_mobile

@Onlyforfun said:
È sempre un piacere leggerti

Grazie a te, si rimane un po' impegnativo sopratutto dopo anni che avevo perso la mano...ooopppss la penna volevo dire 😅😅

I ricchi li riconosci dalle mogli zoccole... i poveri li riconosci dalle mogli cesse...

Incontra ESCORT e TRANS nella tua città
escort_advisor_mobile

Grazie @Zest per i frammenti di vita che potrebbero essere anche miei. Condivido molto la tua esortazione a essere generosi - del resto la generosità è la prima Paramita buddhista - senza che serva essere ricchi o dilapidatori. L'avarizia di denaro è sempre accompagnata da avarizia nei sentimenti, cosa di cui le donne si accorgono immediatamente.

E il lenzuolo si gonfia sul cavo dell'onda 
E la lotta si fa scivolosa e profonda

Abbandonati al relax e al piacere, scopri i centri massaggi della tua citta'!
link massaggi mobile

IlRedivivo
23/03/2019 | 12:21
Firenze  |  26-35
Newbie

Solo applausi per te @Zest, grazie per aver condiviso la tua esperienza! L'ho letta tutta d'un fiato, la recensione sarà pur lunga ma hai la capacità di far immedesimare il lettore nel tuo racconto, questo non è da tutti!

Ogni viaggio lo vivi tre volte:quando lo sogni,quando lo vivi e quando lo ricordi

Trova i migliori CENTRI MASSAGGI e le MASSAGGIATRICI SEXY in Italia
Apricot_mobile

Mi ricordo quando parlavi di questo macchinone stile mafioso russo, c'è sempre questa vena un po triste nelle tue storie che mi affascina. Un altro racconto piacevole da leggere, inteso, impattante. Mi è piaciuto al pari di quello della Norvegia. Dal gran freddo al gran caldo.

DONNA CERCA UOMO
Escortime
Haima mobile

@marko_kraljevic said:
Grazie @Zest per i frammenti di vita che potrebbero essere anche miei. Condivido molto la tua esortazione a essere generosi - del resto la generosità è la prima Paramita buddhista - senza che serva essere ricchi o dilapidatori. L'avarizia di denaro è sempre accompagnata da avarizia nei sentimenti, cosa di cui le donne si accorgono immediatamente.

Si in effetti i risparmiatori seriali, sono un qualcosa di quanto piu' perverso possa esistere, ti porta ad essere come giustamente dici arido di animo e di cuore, per me il denaro e solo un mezzo per arrivare ad un fine e niente piu'... i soldi se si e' intelligenti si fanno , sono pezzi di carta che ci permettono di essere liberi. Si sono una persona generosa, con chi se lo merita, non che pretendo se tu mi dai io ti do, ma valuto sempre come e quando bisogna comportarsi a modo.
Grazie a te @marko_kraljevic

I ricchi li riconosci dalle mogli zoccole... i poveri li riconosci dalle mogli cesse...

TROVA TRANS
maxim_mobile

@IlRedivivo said:
Solo applausi per te @Zest, grazie per aver condiviso la tua esperienza! L'ho letta tutta d'un fiato, la recensione sarà pur lunga ma hai la capacità di far immedesimare il lettore nel tuo racconto, questo non è da tutti!

Grazie anche a te @IlRedivivo, si piano piano sto riprendendo confidenza mi fa piacere che ti abbia trasportato per pochi minuti dentro quelle che erano le mie emozioni vissute ai tempi che furono.... le mie piu' che vere recensioni, sono spaccati di vita di chi si trova da anni all'Estero e ogni tanto gli capitano anche queste avventure

I ricchi li riconosci dalle mogli zoccole... i poveri li riconosci dalle mogli cesse...

Rosellon_mobile_home

@cinghialutra said:
Mi ricordo quando parlavi di questo macchinone stile mafioso russo, c'è sempre questa vena un po triste nelle tue storie che mi affascina. Un altro racconto piacevole da leggere, inteso, impattante. Mi è piaciuto al pari di quello della Norvegia. Dal gran freddo al gran caldo.

Ora ho capito chi sei, il tuo nome inizia per A una volta eri un habitue' dei FKK Tedeschi , ma quanti nick hai cambiato , LOL ??? si la nota noir ci sta sempre bene nei racconti
Un Abbraccio @cinghialutra

I ricchi li riconosci dalle mogli zoccole... i poveri li riconosci dalle mogli cesse...

Incontra ESCORT e TRANS nella tua città
escorta_mobile

@cinghialutra said:
Mi ricordo quando parlavi di questo macchinone stile mafioso russo, c'è sempre questa vena un po triste nelle tue storie che mi affascina. Un altro racconto piacevole da leggere, inteso, impattante. Mi è piaciuto al pari di quello della Norvegia. Dal gran freddo al gran caldo.

https://www.gnoccatravels.com/viaggiodellagnocca/8141/un-emigrante-in-norvegia-a-cura-di-zest/

Abbandonati al relax e al piacere, scopri i centri massaggi della tua citta'!
Mille_erotici_mobile

@ElBroder81 said:

@cinghialutra said:
Mi ricordo quando parlavi di questo macchinone stile mafioso russo, c'è sempre questa vena un po triste nelle tue storie che mi affascina. Un altro racconto piacevole da leggere, inteso, impattante. Mi è piaciuto al pari di quello della Norvegia. Dal gran freddo al gran caldo.

https://www.gnoccatravels.com/viaggiodellagnocca/8141/un-emigrante-in-norvegia-a-cura-di-zest/

Qualche anno fa' tramite una ricerca su FB, ho scoperto che la mia amica thai che venne a trovarmi in Norvegia, quando ci lasciammo, per un periodo non la sentii piu'. Dopo venni a scoprire appunto su fb che era ritornata in Norvegia , si era sposata con un norvegese e aveva messo al mondo una bella bambina. Nel suo profilo mi faceva un misto di incredulita' ma allo stesso tempo felice guardare le sue foto, sapere che si era sistemata e di aver coronato il suo sogno che me lo ripeteva in continuazione quanto le sarebbe piaciuto vivere li per sempre.

I ricchi li riconosci dalle mogli zoccole... i poveri li riconosci dalle mogli cesse...

Trova i migliori CENTRI MASSAGGI e le MASSAGGIATRICI SEXY in Italia
Bookingsescort
wellcum_mobile

Ganesca
31/03/2019 | 06:18
Piedemont Caput Mundi |  36-50
Silver

@Zest
Mancava la tua penna sagace e dettagliata, complimenti e buon tutto. At Maiora.

DONNA CERCA UOMO
escort_forumit

@Zest said:

@ElBroder81 said:

@cinghialutra said:
Mi ricordo quando parlavi di questo macchinone stile mafioso russo, c'è sempre questa vena un po triste nelle tue storie che mi affascina. Un altro racconto piacevole da leggere, inteso, impattante. Mi è piaciuto al pari di quello della Norvegia. Dal gran freddo al gran caldo.

https://www.gnoccatravels.com/viaggiodellagnocca/8141/un-emigrante-in-norvegia-a-cura-di-zest/

Qualche anno fa' tramite una ricerca su FB, ho scoperto che la mia amica thai che venne a trovarmi in Norvegia, quando ci lasciammo, per un periodo non la sentii piu'. Dopo venni a scoprire appunto su fb che era ritornata in Norvegia , si era sposata con un norvegese e aveva messo al mondo una bella bambina. Nel suo profilo mi faceva un misto di incredulita' ma allo stesso tempo felice guardare le sue foto, sapere che si era sistemata e di aver coronato il suo sogno che me lo ripeteva in continuazione quanto le sarebbe piaciuto vivere li per sempre.

Rece epica anche quella! Numero uno assoluto.

TROVA TRANS
Escort_directory

Ganesca
31/03/2019 | 06:29
Piedemont Caput Mundi |  36-50
Silver

@ElBroder81
Zest patrimonio inestimabile del blog☝️☝️🔝

Oceano_mobile

@Ganesca said:
@Zest
Mancava la tua penna sagace e dettagliata, complimenti e buon tutto. At Maiora.

Grazie a te @Ganesca e darti la mia solidarieta' per lo squallido comportamento di qualcuno che ha messo di mezzo in malomodo tua mamma qui sul forum. Purtroppo e tipico degli italiani frustrati che si divertono dietro una tastiera, che forse e' anche uno dei motivi che cerco di starne piu' alla larga possibile...

I ricchi li riconosci dalle mogli zoccole... i poveri li riconosci dalle mogli cesse...

Incontra ESCORT e TRANS nella tua città
escort_advisor_mobile

@ElBroder81 said:

@Zest said:

@ElBroder81 said:

@cinghialutra said:
Mi ricordo quando parlavi di questo macchinone stile mafioso russo, c'è sempre questa vena un po triste nelle tue storie che mi affascina. Un altro racconto piacevole da leggere, inteso, impattante. Mi è piaciuto al pari di quello della Norvegia. Dal gran freddo al gran caldo.

https://www.gnoccatravels.com/viaggiodellagnocca/8141/un-emigrante-in-norvegia-a-cura-di-zest/

Qualche anno fa' tramite una ricerca su FB, ho scoperto che la mia amica thai che venne a trovarmi in Norvegia, quando ci lasciammo, per un periodo non la sentii piu'. Dopo venni a scoprire appunto su fb che era ritornata in Norvegia , si era sposata con un norvegese e aveva messo al mondo una bella bambina. Nel suo profilo mi faceva un misto di incredulita' ma allo stesso tempo felice guardare le sue foto, sapere che si era sistemata e di aver coronato il suo sogno che me lo ripeteva in continuazione quanto le sarebbe piaciuto vivere li per sempre.

Rece epica anche quella! Numero uno assoluto.

Troppo gentile da parte tua @ElBroder81, peccato che non hai fatto parte degli anni migliori di questo forum, gente di grande spessore e non mi riferisco a me, ma a ben piu' illustri colleghi.

I ricchi li riconosci dalle mogli zoccole... i poveri li riconosci dalle mogli cesse...

Abbandonati al relax e al piacere, scopri i centri massaggi della tua citta'!
moscarossa_recensioni
link massaggi mobile

Ganesca
31/03/2019 | 07:47
Piedemont Caput Mundi |  36-50
Silver

@Zest
Ti leggo da anni, tu ed io siamo parte di quegli italiani che portano per il mondo il saper fare bene e la professionalità che nel mondo ovunque ci riconoscono, altro che pizza e mandolino, purtroppo certi italiani se ne vanno e certi altri rimangono nel Belpaese. Grazie per le belle parole un caro Saluto.

Trova i migliori CENTRI MASSAGGI e le MASSAGGIATRICI SEXY in Italia
Apricot_mobile

@Ganesca said:
@ElBroder81
Zest patrimonio inestimabile del blog☝️☝️🔝

Ora ci sono i nuovi utenti che fanno a gara a chi piscia piu' lontano con le loro fantasmagoriche rece, piene di italian do it better.. e poi spunta fuori dal nulla l'emarginato resident pattayano con le polo taroccate oppure il dottore pazzo che e' diventato pazzo a furia di stare con i pazzi e si fa i suoi film presi da qualcun'altro a sua volta emarginato da tutta la community di resident.... questa e la vita un grande palcoscenico, chi decide di essere un attore e chi una semplice comparsa seguendo tutte le cazzate che gli vengono propinate da personaggi che non fanno piu parrw di questa vita reale...

I ricchi li riconosci dalle mogli zoccole... i poveri li riconosci dalle mogli cesse...

DONNA CERCA UOMO
Haima mobile

Ganesca
31/03/2019 | 08:12
Piedemont Caput Mundi |  36-50
Silver

4A891BDA-A76D-40E2-9627-19EFFB308445.jpeg
Ero un m detto fa a KL, a saperlo ti avrei offerto con piacere un paio di birre, next time da Bombai non è distante, Kal mi è piaciuta ma non entusiasmato.

TROVA TRANS
maxim_mobile

@Ganesca said:
4A891BDA-A76D-40E2-9627-19EFFB308445.jpeg
Ero un m detto fa a KL, a saperlo ti avrei offerto con piacere un paio di birre, next time da Bombai non è distante, Kal mi è piaciuta ma non entusiasmato.

Tempo fa ero a KL, ora mi sono spostato un po' piu' su a nord, a Yangon 😊

I ricchi li riconosci dalle mogli zoccole... i poveri li riconosci dalle mogli cesse...

escorta_mobile

Ganesca
31/03/2019 | 09:33
Piedemont Caput Mundi |  36-50
Silver

@Zest
Ok, se hai voglua, tempo e lo ritieni interessante potresti scrivere una recensione, non ne ho sentito parlare chiedo venia.

Incontra ESCORT e TRANS nella tua città
wellcum_discussioni
Mille_erotici_mobile

Ganesca
31/03/2019 | 09:33
Piedemont Caput Mundi |  36-50
Silver

@Zest
Ok, se hai foglia, tempo e lo ritieni interessante potresti scrivere una recensione, non ne ho sentito parlare chiedo venia.

Abbandonati al relax e al piacere, scopri i centri massaggi della tua citta'!
wellcum_mobile

@Ganesca said:
@Zest
Ok, se hai foglia, tempo e lo ritieni interessante potresti scrivere una recensione, non ne ho sentito parlare chiedo venia.

Settimana scorsa ho aperto un topic a riguardo sulla Birmania, ma in particolare su Yangon. Vai alla sezione apposita e la trovi. Quella sara' anche l'ultima,visto che si e' iscritto ieri uno stalker barbone viscido infame vigliacco dietro falso nick..., che sta solo trollando sui miei racconti 😊

I ricchi li riconosci dalle mogli zoccole... i poveri li riconosci dalle mogli cesse...

Trova i migliori CENTRI MASSAGGI e le MASSAGGIATRICI SEXY in Italia
escort_forumit

Ganesca
31/03/2019 | 11:07
Piedemont Caput Mundi |  36-50
Silver

Escort_directory

Ganesca
31/03/2019 | 11:08
Piedemont Caput Mundi |  36-50
Silver

@Zest
Grazie.

TROVA TRANS
Oceano_mobile

@Zest
"oltre 3 anni passati a convivere insieme tra Cina e Australia, seppure non sono tanti, ma sono sempre un tempo dove dai te stesso per un altra persona, dove ti fidi, dove fai progetti, e dove sogni insieme un futuro comune." Altro che pochi.. e' vita intensa .. bellissimo ! complimenti per il racconto e la condivisione ! Coraggio e voglia di mettersi in gioco, complimenti

Escortime
escort_advisor_mobile

@hicnus said:
@Zest
"oltre 3 anni passati a convivere insieme tra Cina e Australia, seppure non sono tanti, ma sono sempre un tempo dove dai te stesso per un altra persona, dove ti fidi, dove fai progetti, e dove sogni insieme un futuro comune." Altro che pochi.. e' vita intensa .. bellissimo ! complimenti per il racconto e la condivisione ! Coraggio e voglia di mettersi in gioco, complimenti

Grazie @hicnus per avere preso il tuo tempo nel leggere questo racconto, si l'importante e andare avanti, e stata una bellissima esperienza che rifarei daccapo, magari con il senno di poi facendo qualche errore in meno, ma solo chi non fa niente non sbaglia mai... e allora va bene cosi'....

I ricchi li riconosci dalle mogli zoccole... i poveri li riconosci dalle mogli cesse...

Incontra ESCORT e TRANS nella tua città
link massaggi mobile

@Zest said:

@Ganesca said:
@Zest
Ok, se hai foglia, tempo e lo ritieni interessante potresti scrivere una recensione, non ne ho sentito parlare chiedo venia.

Settimana scorsa ho aperto un topic a riguardo sulla Birmania, ma in particolare su Yangon. Vai alla sezione apposita e la trovi. Quella sara' anche l'ultima,visto che si e' iscritto ieri uno stalker barbone viscido infame vigliacco dietro falso nick..., che sta solo trollando sui miei racconti 😊

Chi sarebbe quest altro soggetto? Quello che ti dà del puttaniere romantico a mo di sfotto ?

Ma lasciala perdere certa gente! Neanche meritano attenzione. Figurati se devi smettere di recensire per qualche bullo da tastiera.

Abbandonati al relax e al piacere, scopri i centri massaggi della tua citta'!
Apricot_mobile

@ElBroder81
No, non e lui il personaggio in questione 😊.
Se mi si da del puttaniere romantico ben venga,vuol dire che un cuore ancora c'e' l'ho 😊.

I ricchi li riconosci dalle mogli zoccole... i poveri li riconosci dalle mogli cesse...

Trova i migliori CENTRI MASSAGGI e le MASSAGGIATRICI SEXY in Italia
Haima mobile

@Zest

Grazie per questo racconto dell’Australia, é molto avvincente e appassionante. 😁👍🏻

DONNA CERCA UOMO
maxim_mobile

Bellissima recensione come ai vecchi tempi @Zest
Complimenti vivissimi! Penso sia una costante in tanti viaggiatori a caccia di nuove avventure di non riuscire ad arrendersi alla routine e aver voglia di cambiare quando si vede che un posto non ha piu' nulla in piu' da darci...
Anch'io avevo riletto la meravigliosa recensione sulla Norvegia poco prima di una vacanza ad Oslo lo scorso mese.

TROVA TRANS
wellcum_discussioni
Rosellon_mobile_home
  • 1 di 2
Escortadvisor escorta Bookingsescort_right Escortime moscarossa_right Haima_desktop escortinn Mille_erotici_desktop Oceano_home Escort Direcotory Escort forum wellcum_right bacheca massaggi
Logo Gnoccatravels

Stai per entrare in una sezione vietata ai minori di anni 18 che può contenere immagini di carattere erotico, che tratta argomenti e usa un linguaggio adatto a un pubblico adulto. Se non sei maggiorenne esci immediatamente cliccando ESCI. Se non ritieni il nudo di adulti offensivo alla tua persona e se dichiari di essere maggiorenne secondo la legge dello stato in cui vivi e se, entrando nel sito, accetti le condizioni di utilizzo ed esoneri i responsabili del sito da ogni forma di responsabilità, allora puoi entrare in Gnoccatravels!

Gnoccatravels.com tutela e protegge i minori e invita i propri utenti a segnalare eventuali abusi, nonchè ad utilizzare i seguenti servizi di controllo: ICRA – Netnanny – Cybersitter – Surfcontrol – Cyberpatrol

Contenuti ed immagini qui presenti, sono stati ottenuti attraverso internet, quindi sono ritenuti di dominio pubblico, od autorizzati dagli interessati medesimi. Gli inserzionisti di Gnoccatravels.com dichiarano che gli scopi della pubblicazione richiesta sono leciti (secondo le vigenti normative in materia penale) e strettamente personali, quindi esentano i gestori del sito da ogni responsabilità amministrativa e penale eventualmente derivante da finalità, contenuti e azioni illecite, nonché da usi illegittimi e/o impropri della pubblicazione medesima.

Scegliendo ACCETTA ED ENTRA, l'utente dichiara di essere maggiorenne e di esonerare totalmente i fornitori del servizio, proprietari e creatori del sito Gnoccatravels.com dalla responsabilità sul contenuto degli annunci/inserzioni pubblicitarie e del loro utilizzo.

SONO MAGGIORENNE ESCI