Recensione sul mio primo Gnocca Travel a Cuba...da L'Havana a Santiago!

Ciao a tutti colleghi gnocca travellers! Finalmente dopo essere tornato da quasi 2 mesi da Cuba mi sono ritagliato un po' di tempo per la mia prima recensione su questo meraviglioso sito.
Premetto che è stata la mia prima esperienza nella terra di Fidel e nelle 2 settimane in cui io e il mio compagno di viaggio ci siamo stati, abbiamo avuto il piacere di scoprire nuove città e tradizioni oltre che dedicarci alla gnocca e alla vita notturna.
In queste 2 settimane abbiamo girato parecchio, forse troppo e abbiamo fatto tappa nelle seguenti città:
L’HAVANA, CIENFUEGOS, TRINIDAD, SANTIAGO DE CUBA, HOLGUYN E CAMAGUEY
L’HAVANA:
In questa bellissima città ci siamo fermati in tutto 3 notti, le prime 2 e l’ultima.
Devo ammettere che i primi giorni eravamo parecchio spaesati e la gente del posto vedeva lontano un miglio che eravamo appena arrivati. In effetti a l’Havana qualche pacco l’abbiamo preso, nonostante avessi letto tutte le recensioni possibili su GT, che però non ci hanno rovinato assolutamente la vacanza, anzi essendo stati coglioni all’inizio (io soprattutto) ci ha aiutato a tenere gl’occhi aperti per il resto del viaggio.
LUNEDI’:
Siamo arrivati a L’Havana nel tardo pomeriggio e dopo aver fatto 2 passi in centro e cenato in un ristorante tipico ci siamo preparati per la serata.
Sarà stato il lunedì sera ma di vita non ce n’era molta in giro, tant’è che inizialmente eravamo un po’ delusi, qualche birretta nei barettini semivuoti e poi siamo andati a fare un giro per la città.
Dopodichè abbiamo conosciuto per strada una grandissima figa, voto 8, di 22 anni e un suo “conosciente”, e siamo tornati a bere in locali proposti da loro, visto che noi eravamo novellini e non sapevamo assolutamente dove sbattere il naso! A parte le bevute scroccate, i 2 erano simpatici, io avevo legato con la tipa e l’altro tipo aveva rimediato per il mio amico un’altra giovane fanciulla, che mi pare avesse abbordato fuori dalla Casa della Musica, una bella gnocca pro. Verso le 2 abbiamo deciso che ormai era ora di testare la passera cubana e una volta concordato il prezzo ci siamo diretti verso le habitacion, il mio amico è andato nelle nostra stanza e io, visto che ne avevamo prenotata solo una, sono andato in una casa particolar abusiva, insomma quelle apposite per trombare! Ed qui che inizia la mia avventura, il prezzo per la camera per l’intera notte era di 20 CUC che molto “furbescamente” ho subito dato alla chica, e fino a qui quasi tutto normale…dopodiché una volta fatta la doccia la ragazza mi ha chiesto di pagarla anticipatamente (35 CUC, sicuramente non economica, ma a sentire i prezzi di L’Havana e la qualità di questa gnocca ho pensato che ne valesse la pena), ovviamente io non ho fatto una piega o l’ho pagata, la doccia l’avevo fatta e in pratica avrei solo dovuto aspettare che la facesse anche lei per poi aprire le danze. Poco prima di andare sotto la doccia la chica mi ha chiesto se potevo aspettarla 2 minuti che doveva chiedere una cosa al ragazzo della casa, io ingenuamente non ho fatto una piega…ma aspetta aspetta la figa non è più tornata indietro, dopo 5 minuti è arrivato il tipo della casa a che mi ha detto che la ragazza era andata a chiarire fuori dalla porta con il “conosciente” ed avendo alzato un po’ troppo i toni (pare stessero discutendo) è arrivata la polizia e l’ha portata via. Al che ho provato ad aspettare un’altra mezz’oretta ma, come avevo immaginato, della ragazza neanche l’ombra, allora ho deciso di uscire, dopo aver pagato altri 10 CUC al tipo della casa, che a sentirlo non aveva ricevuto una lira dalla chica!!! Totale speso per un mucchio di bestemmie e un pacco da paura 65 CUC!!!
Una volta uscito sono tornato in stanza dal mio amico che aveva appena finito e si era fatto una gran scopata (anche se pagata 50 CUC direi che in confronto a me gli è andata di lusso!), essendo incazzato nero e straziato dal viaggio ho optato per dormire, nessun altro giro alla ricerca di figa ma speranzoso per un domani di gloria!!!

MARTEDI’:
Svegliati di buon ora ci siamo subito messi in cammino per visitare, in compagnia della nostra guida Lonely Planet, la Capitàl di cui bene o male nel giro della giornata abbiamo visto i principali luoghi di interesse: l’Habana Vieja, parte di Centro Habana e il Malecòn.
Oltre a visitare durante il giorno ci siamo resi conto che rimediare le tipe e prendere appuntamenti con loro era più facile di quanto pensassimo, ne abbiamo conosciute più di una nel corso della giornata, ma non essendo delle fighe paurose abbiamo optato per non prendere nessuna appuntamento, tanto abbiamo visto che di topa ce n’era da portare via con un camion a rimorchio.
Verso sera stanchi ed assetati dalla giornata di visite ci siamo scolati 2 Bucanero nel parco vicino alla nostra casa particolar (mi pare si chiamasse Parque San Rafaél) e come per magia, dopo qualche minuto che eravamo seduti, mi vedo la ragazza del giorno prima (quella del pacco) venirmi incontro…certamente non me lo sarei mai aspettato e nonostante tutto ero contento di rivederla, addirittura pensavo che avrei rivisto i soldi persi il giorno prima! Dopo 2 baci la tipa inizia a raccontarmi ciò che gli era capitato la notte prima, ovvero che era stata portata via dalla polizia e che l’avevano tenuta in caserma l’intera notte e che non sarebbe stata sua intenzione sparire nel nulla. Terminata la storia abbiamo continuato a parlare per un altro po’ di tempo e convinto dalle sue parole ho deciso di darle una seconda possibilità, così ci siamo accordati per una nuova serata. Subito dopo cena infatti me la sono trovata sotto casa, dopodiché siamo andati sempre in giro per barettini, anche di martedì non c’era grandissimo movimento per la città e la serata è andata grosso modo come il giorno precedente. Finalmente dopo il solito rituale di bevute di rum era arrivato il tanto atteso momento di castigare la ragazza (questa volta nella mia stanza, dato che io e il mio amico ne avevamo una a testa, apposta per l’occasione) e qui è capitato quello che mai e poi mai mi sarei aspettato, il secondo pacco, cosa che ancora oggi non riesco a concepire. Di fatto la ragazza mi aveva chiesto 2 spicci per comprare un pacco di sigarette, dato che le avevo finite, così dopo averle dato 5 CUC è andata a comprarle, io nel frattempo la aspettavo alla panchina, tanto il tabacchi distava 100 metri e onde evitare polizia ho preferito aspettarla. Attesa lunghissima, dopo 5 minuti non vedendola arrivare ho iniziato a pensare male e sono andato a cercarla, ma al tabacchi nessuna traccia e dopo aver percorso le vie adiacenti sono tornato alla panchina per altri 10 minuti, speranzoso di rincontrarla…ma niente da fare.
Da qui sarei potuto andare a cercare nuove ragazze, in giro non mancavano, ma l’incazzatura era troppa e non me le sarei godute, così sono andato a letto con tanti pensieri ma uno su tutti, da qui in poi durante la vacanza nessuno mi avrebbe più inculato.
Bilancio di l’Havana negativissimo 2 notti di inculate e ZERO scopate, ma di qui in avanti le cose avrebbero preso una piega migliore.

MERCOLEDI’:
Dopo un giorno e mezzo a L’Havana, siamo partiti alla volta di Cienfuegos “La perla del Sur”.
Arrivati nel primo pomeriggio, dopo circa 4 ore di VIAZUL, siamo subito andati a fare un giro nel grazioso centro della città, molto curata e tenuta decisamente bene rispetto alle altre località. In poco tempo si vede tutto, così come in poco tempo la gente del posto ci impiega a capire che sei italiano, infatti in diversi ti si avvicinano con la solita scusa dei sigari, del rum, della bamba o di qualsiasi altra cosa.
Tra questi ne abbiamo conosciuti 3/ 4 tutti dello stesso gruppo molto simpatici e disponibili nel rendersi ciceroni della città e soprattutto della notte, così ci siamo dati appuntamento per la sera, dato che ci avevano parlato di un bel locale dove ci sarebbe stata una bella festa.
Il locale in questione è il Cabaret “El Cubanísimo”, come dice la parola stessa cabaret fino a mezzanotte, da qui in poi si trasforma in discoteca fino alle 2e30 circa, situato a non più di 2 Km dal centro di Cienfuegos, poco dopo la fine del Malecon.
Ingresso 1 CUC, più 4 ingressi pagati ai nostri nuovi amici quindi 3 CUC a testa, arriviamo alle 23 circa e già il locale era bella pieno, si esibiva un famoso cabarettista cubano e i tavoli erano quasi tutti esauriti, una bella atmosfera nel locale e soprattutto parecchia gnocca. Finito lo spettacolo parte la discoteca e guardando in giro cè solo l’imbarazzo della scelta su quale ragazza buttarsi, dopo un paio di giri abbordo una bella mulatta, voto 7,5, di 18 anni, simpatica e molto caliente con la quale ho passato il resto della serata.
Purtroppo, come mi avevano anticipato i ragazzi cubani, a Cienfuegos le ragazze hanno parecchio paura della polizia e nessuna o quasi è disposta a lasciare il documento per dormire nella casa particolar (io e il mio amico non sapendolo prima avevamo preso 2 camere separate apposta), per questo motivo mi sono dovuto “singare” la chica in casa di un affittacamere abusivo al prezzo di 10 CUC.
Sarà stata la prima dopo 3 giorni che ero a Cuba ma è stata decisamente una gran trombata, così come avevo letto nei Topic di GT, posso confermare che la gnocca cubana è veramente abile sotto le coperte e nonostante la chica avesse avuto solo 18 anni era bella sciolta!

GIOVEDI’:
Questa giornata l’abbiamo dedicata alle escursioni naturali: in mattinata ci siamo rinfrescati alle Cascate del Nicho e nel pomeriggio siamo stati alla bellissima spiaggia di Rancho Luna. Costo totale dell’escursione in taxi 40 CUC (20 a testa), da consigliare anche con la presenza di una fidanzatina cubana.
Il menù della serata invece era grosso modo quello del giorno precedente, infatti siamo tornati al Cubanísimo con i nostri nuovi amici di Cienfuegos. Questo giro niente cabaret ma sul palco si stava esibendo una compagnia afro-cubana in un mix di musica tradizionale e numeri atletici con tanto di spade e fuoco come contorno, molto bello e suggestivo. Sicuramente rispetto al giorno precedente la quantità di gnocca era minore, ma sufficiente da metterti in difficoltà con la scelta della ragazza. Finito lo spettacolo è bastato poco trovarne una per entrambi e fino a chiusura siamo sempre rimaste con loro e ovviamente i nostri nuovi amici al seguito. Durante il giorno eravamo tornati ad affitare una camera in 2, tanto sapevamo già che le chicas non sarebbero venute a lasciare il documento, per questo con loro siamo subito andati al sodo e abbiamo chiesto dove saremmo potuti andare, prontamente ci hanno detto che conoscevano una casa fuori città e con 15 CUC per uno avremmo pagato taxi e una stanza a testa. Consultandoci con il capoccia della banda, il nostro amico Ghirò, abbiamo deciso di lasciare perdere, lui non si fidava delle ragazze ed effettivamente a noi non piacevano particolarmente (per carità belle ragazze, ma si poteva trovare di meglio), così siamo andati al Rapido che si trova poco fuori il centro di Cienfuegos, di strada per andare al Cubanísimo, dove era pieno di gente…ma soprattutto di ragazze che non aspettavano altro che un turista che le portasse via! Passati 5/10 minuti a cercare una chica, siamo saliti sul taxi, col taxista e ormai il nostro fidato Ghirò; questa volta niente casa particolar abusiva, abbiamo ascoltato il loro consiglio, siamo andati al risparmio e visto che il numero ci attizzava siamo andati a trombare in riva al mare, in una spiaggia deserta e impraticabile a qualche minuto dal centro. Scena da 100 quando il nostro taxista ha smontato appositamente per noi il sedile posteriore e ne ha dato una parte a me e l’altra al mio amico da poter utilizzare come divano. Certamente il confort non era dei migliori e la chica non era all’altezza di quella del giorno precedente ma sicuramente ne è valsa la pena!

VENERDI’:
Dopo 2 bellissime giornata passate a Cienfuegos abbiamo deciso che era ora di cambiare aria, così ci siamo recati alla stazione dei bus, non molto distante dalla nostra casa particolar, e abbiamo preso il primo biglietto per Trinidad, situata a solo 1 ora e 30 di distanza.
Anche qua siamo arrivati nel primo pomeriggio e dopo aver lasciato la nostra stanza siamo subito usciti per visitare la città. La differenza con Cienfuegos è notevole, il centro è tenuto piuttosto male e sembra di tornare indietro di 100 anni, anche se a livello architettonico, storico e culturale è una vera chicca.
Anche a Trinidad abbiamo conosciuto le nostre guide che in un modo o nell’altro qualche bevuta riescono sempre a scroccartela…ma dato che erano di buona compagnia ed erano simpatici non ci pesavano, infatti non appena passavano oltre con le richieste bastava alzare un po’ la voce e subito si calmavano!
Durante la sera siamo stati sia alla Casa de la Musica che alla famosa discoteca Ayala, situata proprio all’interno di una grotta. Per quanto riguarda la disco Ayala, l’ingresso costa 3 CUC con 1 drink incluso mentre alla Casa de la Musica mi pare 1 CUC o 2 per i turisti, ma visto che eravamo con i cubani siamo entrati sempre gratis. Fino a mezzanotte circa sulle scalinate della casa de la Musica ci sono sempre spettacoli e concerti di gruppi cubani, è sempre pieno di turisti e di chicas cubane non ce ne sono tantissime, infatti è pieno di polizia. Finito lo show siamo andati all’Ayala, fino all’1.00 nonostante fosse venerdì sera la situazione era abbastanza morta, anche qui molti turisti e diversi poliziotti, poi una volta andata via la polizia un po’ più di gente è arrivata ma niente di speciale le fighe buone si contavano sulla punta delle dita. Per questo motivo verso le 2.00 siamo andati alla Casa de la Musica, qua situazione decisamente diversa, infatti dei turisti nemmeno l’ombra, tutta la gente era del posto.
Peccato che nel giro di mezz’ora il locale abbia chiuso e non sapendolo prima abbiamo avuto a malapena il tempo di conosciere delle ragazze. A questo punto la maggior parte della gente andava verso Plaza Major e al Rapido, siatuato proprio di fianco. Noi seguendo i nostri amici e 2 chicas cubane, niente di eccezionale, abbiamo fatto uguale e seduti al Rapido abbiamo bevuto fino a tarda notte. Non convinti delle ragazze le abbiamo lasciate andare via, ma ormai erano le 5 del mattino e per le strade di Trinidad non c’era quasi anima viva, al che mi ero quasi rassegnato all’idea di non chiavare…ma all’improvviso vedo una bella ragazza, già vista alla discoteca Ayala, seduta su una panchina. La raggiungo subito e dopo 2 piacevoli chiacchere, vista l’ora e l’ubriachezza, vengo subito al sodo, la ragazza inizialmente spara alto 60 CUC, ma tempo 30 secondi e il prezzo scende a 30, speravo di ottenere di meglio ma dato che era o lei o niente non ho tirato più di tanto. A questo punto io e la chica passeggiamo fino alla mia casa particolar (che condividevo col mio amico) silenzio totale per non farci scoprire dal proprietario, visto che la ragazza non si voleva registrare ma neppure io avevo voglia di andare in altre case, così ho fatto l’indiano.
Era tutto perfetto succhiata di uccello e spagnola da paura (premetto che avrà avuto un 5° piena di reggiseno), iniziamo a trombare e tutta stava andando per il verso giusto, ma purtroppo non ho potuto godermela fino in fondo, infatti nel bezzo della chiavata sento bussare alla porta, convintissimo che fosse stato il mio amico, quasi incazzato gli ho detto di togliersi dalle palle, ma la bussata persisteva, fino a che un certo punto il proprietario dice – Aprite o chiamo la polizia!!!!
A questo punto la chica scende dalla giostra e in un batter d’occhio è fuori dalla porta…per fortuna il proprietario non sembrava neanche tanto arrabbiato con me (probabile perché sapeva che il giorno seguente sarei andato in un’altra casa particolar) e dopo aver scambiato 2 parole torno in camera.
Insomma ho dovuto finire il lavoro iniziato dalla tettona con la cara vecchia “Palmina”, altrimenti mettersi a dormire in quello stato sarebbe stato solo un patimento!!!

SABATO:
Dopo esserci svegliati tardissimo, decidiamo di passare il pomeriggio alla spiaggia di Ancòn di cui tanto avevamo sentito parlare. In un quarto d’ora ci si arriva, mare e spiaggia veramente molto belli, solo che c’era veramente poca gente, qualche turista straniero, qualche famiglia cubana ma di chicas da singar quasi non c’era traccia, decisamente meglio andarci se ben accompagnati, per lo meno nel mese di maggio, poi può essere che in alta stagione le cose siano diverse.
Arriviamo a sabato sera la scelta dei locali praticamente era già fatta, essendo il centro di Trinidad molto piccolo. Dopo una bevuta alla Casa de la Trova, che sconsiglio vivamente (erano tutti turisti di mezza età) siamo andati nuovamente alla disco Ayala. Di sabato è decisamente un altro ambiente, pochissimi turisti e grande quantità di topa cubana…ce n’era per tutti i gusti! Non cè voluto molto ad inquadrarne una che facesse per me, anzi diciamo che da quando ero entrato non riuscivo a distoglierle lo sguardo di dosso, una splendida mulatta, alta e slanciata, una vera pantera, voto 8 bello pieno. Così tempo neanche un minuto per la presentazione abbiamo iniziato a ballare e da qui è partita la serata. Dopo diversi drink, baci e strusciate usciamo dalla discoteca verso le 3 e come il giorno precedente la tappa a farsi un’altra birretta al Rapido era d’obbligo. Passata un’altra oretta li dentro, decidiamo di andare nella mia casa particolar, la chica era disposta a farsi registrare e il mio amico era in giro chissà dove, quindi c’erano tutte le carte in regola per un nottata di fuoco. Non trovando nessuno all’ingresso della casa abbiamo pensato che la registrazione potesse attendere la mattina dopo e siamo entrati in camera. Quella sera avevo fatto bingo, a letto con una ragazza fantastica e non mi aveva chiesto neanche uno spiccio; per non parlare della prestazione, una cosa esagerata, decisamente la migliore provata sull’isola: preliminari da urlo, sintonizzazione sia su rai 1 che rai 2 con tanto di sborrata finale addosso! Tempo di fare tutto e arriva il mio amico, fortunatamente era rientrato tardissimo e c’eravamo stati proprio perfetti con i tempi. Avendo un letto matrimoniale e uno singolo la ragazza si è fermata a dormire nella nostra habitacion.

DOMENICA:
Dopo una sveltina mattutina, con il mio amico di fianco al nostro letto che dormiva, ci siamo alzati e abbiamo deciso di passare un’altra giornata a Trinidad. I proprietari della casa quando ci hanno visto uscire in 3 hanno chiesto subito spiegazioni, ma erano tranquilli ed essendo passata ormai la notte non avevano più bisogno di registrare la ragazza, ma se l’avessi voluta portare anche la notte seguente si sarebbe dovuta registrare immediatamente, a costo di disturbarli nel bel mezzo del sonno.
A questo punto saluto la chica e data la meravigliosa nottata passata assieme ci diamo appuntamento per la sera.
Durante il giorno siamo tornati a la playa Ancòn con i nostri nuovi amici di Trinidad, con i quali avevamo organizzato una partitella di calcetto. Dopo un pomeriggio di mare ritorniamo alla nostra casa particolar e dopo aver cenato, ci siamo preparati per l’ultima serata in città, senza neanche sapere di preciso dove saremmo andati il giorno seguente.
Come i giorni precedenti il menù dei locali era sempre lo stesso e dopo aver frequentato la solita Casa de la Musica e la disco Ayala, io e la mia chica decidiamo di tornare alla casa particolar per la registrazione. Svegliamo il proprietario come da accordi e chiedo di far registrare la ragazza, con sorpresa mi dice che non la può registrare perché la camera affittata è a norma per 2 adulti più un bambino di max 16 anni e sfortunatamente l’altra camera che aveva in casa era occupato. A questo punto torniamo a fare un giro in giro, speravo di trovare una casa abusiva da qualche parte ma purtroppo non essendo la ragazza di Trinidad non poteva aiutarmi, c’erano si i ragazzi conosciuti nei giorni prima, ma la voglia di cercarli in giro per Trinidad a notte fonda non era molta e ho fatto di testa mia. Dopo esserci seduti sulle scale di una casa sotto un porticato ed esserci strusciati ovunque, non ce la facevo più a gestire la situazione…avevo semplicemente bisogno di sgombrare le palle e lei era uguale, la sua voglia di uccello era enorme. Così ci siamo alzati e dopo 2 passi abbiamo notato il luogo adatto a noi, era un casa privata recintata da un muro alto poco più di un metro e mezzo, con un pezzetto di terra davanti e un palma enorme situata proprio nell’angolo della recintazione, in poche parole per farci scoprire dovevamo essere proprio sfigati!
Detto fatto, dopo esserci calati le braghe abbiamo subito dato vita ad un bell’atto di sesso selvaggio, quello da animali, in romagnolo detto “da baghini”, che ci stava proprio!!! Una volta finito, compiaciuti della nostra performance, siamo tornati a sederci sulle scalinate; ormai era tarda notte mi pare fossero le 5 passate e dopo averne parlato tutta la sera, la chica mi aveva convito…la prossima tappa del viaggio sarebbe stata Santiago de Cuba, la città dove vive. Ovviamente il mio amico ancora non sapeva niente, fino a qualche ora prima questa era giusto un’idea da pazzi buttata li, tra l’altro con noi si sarebbe aggiunta anche la tipa mentre lui sarebbe dovuto partire da solo e la partenza del bus Viazul era fissata per le 8.00!
Prima di tornare nella mia casa particolar ci diamo appuntamento per la partenza e alle 5e30 torno in stanza, del mio amico ancora nessuna traccia, così mi sono metto a dormire senza troppi pensieri per la testa.

LUNEDI’:
Alle 7 circa, quando ancora ero nel pieno del sonno, rientra il mio amico in sbornia totale accompagnato dai nostri amici cubani, che avevano fatto mattino assieme a lui, a questo punto dopo un tragico risveglio gli spiego che la mia idea era di andare a Santiago e che il bus sarebbe partito tra meno di 1 ora, non pensandoci troppo mi da il suo ok e iniziamo subito a sistemare le nostre cose.
Una volta sistemata la valigia e dopo aver dato l’ultima occhiata alla stanza, paghiamo ed usciamo dalla casa, anche la “Pantera” c’era e ci incamminiamo per la stazione degl’autobus. Il nostro ritardo era mostruoso, erano le 7e45 dovevamo camminare 5 minuti per arrivare alla stazione e ancora dovevamo fare i biglietti!!! Fortunatamente riusciamo a fare tutto in tempo e alle 8 e zero zero siamo a bordo del bus. Durante la maggior parte del viaggio dato la notte in bianco abbiamo dormito e alla fine non è stato neanche troppo pesante, e così dopo 12 ore e 30 di viaggio, eccoci arrivati a Santiago de Cuba.
Usciti dalla stazione dei bus prendiamo un taxi e andiamo alla nostra casa particolar, questa volta prendendo una stanza per uno. Dopo esserci sistemati usciamo di casa per cenare, non ricordo bene il nome del ristorante ma è un locale dove fanno anche musica dal vivo, leggermente fuori dal centro di Santiago. In questo locale c’era anche una discreta quantità di figa, infatti ancor prima che arrivasse la cena il mio amico aveva già rimedio una pollastra, sicuramente una bella ragazza, ma per i miei gusti un po’ troppo nera. Finita la cena siamo andati nella discoteca dell’hotel Versalles, con 8 cuc mi pare fossero inclusi 3 drink, peccato che a parte un’altra tavolata mista di 5/6 persone eravamo gl’unici clienti. Usciti da li torniamo alla nostra casa particular con le 2 chicas, niente di nuovo solite trombate…

MARTEDI’:
Giorno dedicato alla scoperta della città. In mattinata abbiamo visitato la Roca del Morro e nel pomeriggio il centro di Santiago. Abbiamo passato l’intera giornata con le ragazze e in serata siamo andati al bar dell’hotel Las Americas, ingresso 5 CUC con 1 drink incluso, spettacolo di Cabaret e musica dal vivo. Sicuramente nulla di speciale, pieno di italiani e gnocche pro! Finale concluso come il giorno precedente, ormai era vita da fidanzati…ma con trombate di ottimo livello!!!

MERCOLEDI’:
Durante questa giornata siamo andati a rinfrescarci alle cascate, circa 40 minuti in taxi da Santiago. Un’escursione nel bel mezzo della natura, una giornata di pieno relax assieme alle nostre chicas e l’immancabile rum cubano accompagnato da Tu-cola! Quest’ultima sera a Santiago l’abbiamo passata al Cabaret Tropicana, bella location situata a 10 minuti circa di taxi fuori dal centro città. La movida inizia decisamente tardi, infatti prima delle 00.30 il locale era pressoché vuoto, dopodiché si è riempito di gente e c’era una bella quantità di gnocca, tant’è che a vederne tante mi sarebbe venuta voglia di piantar sul posto la mia Pantera e buttarmi a capofitto su tutte le altre…ma dato che erano già 4 giorni che eravamo assieme ed era la mia ultima notte a Santiago, ho fatto il bravo e ho terminato la mia serata tra le sue gambe!

GIOVEDI’:
Dopo aver trascorso la mattinata con le nostre 2 fidanzatine cubane, siamo partiti alla volta di Holguin, la famosa provincia delle donne bianche! Siamo arrivati dopo 3 ore e 30 e dopo aver fatto 2 passi per il centro della città era praticamente sera. Così dopo una cena in ristorante, siamo andati alla Casa de la Musica, che era bella piena, infatti tutti i tavolini erano occupati e trovare un’angolo libero da dove studiare la situazione non è stato facile. Così dopo esserci bevuti il nostro drink, addocchiamo 2 belle bionde (tinte) e ci presentiamo. Abbiamo passato l’intera serata con loro e dopo aver mangiato un bocconcino al Rapido prendiamo un taxi e ci dirigiamo verso 2 case abusive per trombarci le ragazze. Una chiavata nella norma, sicuramente niente a che vedere con quelle dei giorni precedenti, dove le lenzuola prendevano letteralmente fuoco, ma serata e ragazza decisamente piacevoli.

VENERDI’:
La meta dedicata a questo giorno è Camaguey. Dopo aver cambiato gl’ultimi denari residui per la vacanza andiamo alla stazione degli autobus e dopo poco saliamo sul Viazul diretto a Camaguey.
3 ore e 30 di autobus ed eccoci arrivati, erano circa le 2 del pomeriggio quindi avremmo avuto anche parecchio tempo a disposizione per visitare la città e studiare cosa poter fare durante la sera.
Così dopo esserci sistemati nella nostra casa particular siamo usciti a fare un giro nel labirintico centro storico di Camaguey, qui tutte le vie sono molto simili e perdersi basta veramente pochissimo, infatti nel tornare dopo aver dato una vuelta abbiam sbagliato via più di una volta ed abbiamo dovuto chiedere informazioni. Sulla città ci sarebbe tanto da spiegare ma, visto che non mi ricordo nemmeno un nome di ciò che abbiamo visto, mi limito a dire che ci sono tante chiese (una con un campanile molto alto, dalla quale è possibile vedere tutta la città) e piazze belle da vedere. Se siete di passaggio consiglio vivamente di fermarvi, a mio parere infatti tra le città che ho visitato dopo l’Havana, a livello di centro storico rimane la più bella. Una volta fatto il giro del centro assieme alla nostra “guida” cubana, che si è accontentato di una birretta per tutto il pomeriggio, ci siamo accordati per la sera.
Dunque anche la sera l’abbiamo passata tutti e 3 assieme, inizialmente siamo andati al Club Tropicana, dove si teneva un importante spettacolo di una star del reggaetton cubano “Chocolate”, era strapieno di gente, tanto che inizialmente eravamo quasi tentati a non entrare visto l’enorme folla che aspettava fuori dal locale, tra la quale c’erano tante jineteras che ti chiedevano di pagarle l’ingresso, ma alla fine tramite un aggancio della “guida” e con qualche CUC supplementare siamo riusciti a saltare la fila e siamo entrati. A differenza degli altri locali qui la media maschi/donne era 50/50, e la maggior parte delle chicas erano accompagnate, e sinceramente la qualità media della gnocca disponibile non era tra la più alta, sicuramente il prezzo dell’ingresso era troppo alto, infatti abbiamo pagato ben 12 CUC (+ altri 3 pagati per saltare la fila) ma visto il grande evento ci poteva anche stare e nonostante tutto ne è valsa la pena. Una volta finita la performance dell’artista e dopo aver bevuto una bottiglia di Anejo Especial accompagnato da un paio di lattine di Tu-kola, siamo andati in un altro locale li vicino (non ricordo il nome), niente di speciale, ma questa volta di ragazze ce n’erano di più ed erano sole (probabilmente dovuto al prezzo dell’ingresso: 1 CUC), anche qua non di altissimo livello ma decisamente abbordabili. A fine serata, dopo aver ballato e slinguazzato con 2 tipe, che però non mi soddisfacevano a pieno dal punto di vista estetico, voto non superiore al 6,5, ho imbroccato la figa giusta, quella da 8, e dopo giusto il tempo di ballare 2 canzoni la porto via, visto che il mio amico era già un pezzetto che aveva scelto la tipa per la nottata.
Anche qui a Camaguey abbiamo puntato per una sola camera da letto, così ci siamo rintanati nella solita casa abusiva scopereccia per concludere al meglio la nostra nottata!

SABATO:
Ormai il nostro viaggio è giunto al termine per questo, dopo aver fatto colazione nella nostra casa particular, siamo tornati a l’Havana. Questa volta visto che avevamo trovato un taxi a quasi lo stesso prezzo del Viazul, abbiamo deciso di abbandonare il bus e affidarci all’auto, pensando che avremmo risparmiato almeno un paio d’ore, ma il taxista era un vero bradipo e tra una sosta e l’altra ci abbiamo messo pressappoco lo stesso tempo: circa 7 ore di viaggio. Siamo arrivati a l’Havana a fine pomeriggio, circa le 18.00, giusto il tempo per goderci l’ultima splendido tramonto sul Malecòn e una bevuta nei paraggi.
Dopo l’ultima cena a base di Langosta siamo usciti nel centro di l’Havana, questa volta di gente ce n’era parecchia di in giro e dopo aver passeggiato un po’ per la città abbiamo deciso di fare serata nella discoteca dell’hotel Lincoln (non sono sicuro al 100% del nome dell’hotel, ma si trova poco distante dalla Casa de la Musica in direzione Malecon). Prezzo per l’ingresso ottimo, con 5 CUC avevi incluso un drink e una cerveza, nella disco c’erano tante chicas ma anche coppie di turisti e singoli. A me e al mio amico è bastato il tempo di scendere le scale che già avevamo attaccate 2 ragazze, si trattava di gnocche-pro, come quasi tutte quelle presenti nella discoteca. La ragazza che mi è venuta incontro era decisamente molto valida, voto dal 7 in su a seconda dei gusti, ma dato che avevo notato in pista una gran topa che mi guardava in continuazione, ci ho fatto giusto 2 ciucci, dopodiché le ho tranquillamente spiegato che c’era un’altra ragazza che mi piaceva di più lei e l’ho piantata sul posto. A questo punto inizia la serata con la nuova ragazza da voto 8 e dopo aver passato un paio d’ore assieme usciamo dal locale visto che il letto chiamava e dentro ci saranno stati 40°, eravamo letteralmente schiumati.
Anche per l’ultima notte io e il mio amico abbiamo preso una sola stanza, però essendo molto spaziosa e divisa in 2 reparti da porte scorrevoli, abbiamo deciso di andare tutti e 4 assieme. Avevamo la nostra chiave per entrare e visto che il padrone dormiva di sopra non siamo andati a svegliarlo per la registrazione, fortunatamente questa volta è andato tutto per il verso giusto e dopo aver fatto la nostra bella chiavata ed essere stati un po’ assieme io e la chica ci salutiamo, idem per il mio collega di viaggio dato che le ragazze erano amiche e sono andate via assieme. Nottata a l’Havana nemmeno lontanamente paragonabile alle prime 2 di arrivo, ci siamo divertiti fino alla fine e soprattutto il tabù figa a l’Havana era sfatato!!!

DOMENICA:
Ultimo giorno di vacanza dedicato agli acquisti personali e all’ultimo saluto alla città.

Tirando le somme di questa vacanza mi sono divertito veramente tanto e posso dire che è stata una bellissima esperienza, a parte le prime 2 serate mi sono trovato molto bene anche con la gente, da subito calorosa e disponibile, infatti a parte le fighe ci siamo divertiti molto anche coi ragazzi che abbiamo conosciuto nelle varie città in cui ci siamo fermati. Sicuramente come in ogni posto cè da tenere gl’occhi aperti, ma penso che superato lo scoglio dei primi giorni sia una meta abbordabile quasi per tutti.
A livello di costi la vacanza è stata come da pronostico, circa 100 Euro al giorno, spesa totale 2300 euro, incluso aereo e treno per raggiungere l’aeroporto. Per una stanza in casa particular abbiamo sempre pagato 20/25 CUC in ogni città, 4 CUC circa per la colazione e dai 7 ai 15 CUC per le cene, in base al mangiare e alle birre che ci scolavamo! Anche per le ragazze mi sono trovato decisamente in linea con i prezzi che avevo visto su GT, infatti la ragazza che ho pagato più di tutte è stata quella dell’ultima notte a l’Havana dove le ho dato 40 CUC, le altre dai 20 ai 30 CUC, da pagare a parte 10/15 CUC per la casa scoperaccia se non si è in stanza da soli.
Sono sicuro che in futuro un’altra tappa a Cuba la farò, con questo chiudo questa chilometrica recensione che spero non vi abbia troppo annoiato!

El Toro Loco

Guarda Foto e Video di ESCORT e TRANS porche nella tua città

Mi è bastato leggere il titolo del topic per capire...io non ce la faccio piu ma come si deve fare con voi.. capisco toroloco che sei un ragazzo e ancora piscitiello e ci può anche stare...ma l'epidemia di polli sta diventando insostenibile

come già fatto da altri personaggi illustri occore una RIEDUCAZIONE anche per l'Havana quindi un 3d piu sintetico e non dispersivo come la sessantina di discussioni thriller della sezione..dopodiche copiare e incollare il link della discussione in tutti thread in modo tale da evitare il peggio visto che per l'estate si prevede un spedizione di GT DISASTROSA

il tempo di mettere giu due righe e se mi date l'ok procedo con la derattizzazione :-D

p.s. toro non ci pensare è tutto nella norma complimenti per il resto del tour

Abbandonati al relax e al piacere, scopri i centri massaggi della tua citta'!

CON QUESTA RECENSIONI AL MIO CAZZO VIENE UNA GRANDISSIMA VOGLIA DI VOLARE SUBITO A CUBA PER 15 GIORNI.

CAZZO........... MI FATE ECCITARE.

Trova i migliori CENTRI MASSAGGI e le MASSAGGIATRICI SEXY in Italia

@Descarao votato positivamente!! la definizione racconti thriller è sublime!!
Sei un mito!

@toroloco89 stima per il viaggio dall'Havana a Santiago con tappa ad Holguin e Camaguey. Una curiosità: ci sono veramente tante gnocche chiare ad Holguin e Camaguey? Mi spiego meglio... riesci a dare due informazioni in più riguardo a queste due città? Che nel forum se ne parla meno ripetto all'Havana.

Ciao :)

INCONTRA DONNE VOGLIOSE

@descarao capisco il tuo punto di vista da veterano di Cuba, del resto mi sono dato del coglione da solo per quello che ho combinato nei primi 2 giorni, e ti ringrazio per i "complimenti" sul resto del tour!
Molto utile la tua guida su L'Havana, è un lavorone che interessa e può fare bene a tanti.

@Mordiefuggi Premetto che sia ad Holguin che Camaguey ci ho fatto 2 giornate di passaggio. Per quel che ho visto ad Holguin la maggior parte della gente era di pelle chiara, poi a livello di gnocca mi è sembrato di vedere più o meno lo standard delle altre città. A Camaguey sicuramente la media di bianchi non è alta come ad Holguin, ma anche qui rispetto alle altre città visitate ce n'erano di più.

Per avere info più dettagliate bisognerebbe sentire senz'altro chi cè stato più tempo.

;-)

Complimenti per la recensione, io sono ancora indeciso se tornare a salvador , in thailandia, o andare a Cuba o Cambogia, pef me nuove mete, ma da quedta recensione cosi' dettagliata vedo che e' troppo rompiscatole trombare tranquilli a cuba, io in brasile e in thai mi affittavo un appartamento o anche un hotel e ne facevo salire 2 alla volta. Ma questa cuba e' un casino, devo rinunciarci?

Guarda Foto e Video di ESCORT e TRANS porche nella tua città

Anche perche' io sono sempre un viaggiatore singolo , quindi il viaggio mi costa di piu'

Abbandonati al relax e al piacere, scopri i centri massaggi della tua citta'!

ciao @mordiefuggi......la percentuale di figa bianca e' superiore a camaguey ma siamo a livelli abbastanza omogenei con il resto dell' isola per il resto Santiago es Santiago.....e tu lo sai!!!!!!!!!!!!!!

INCONTRA DONNE VOGLIOSE

a me manca cienfuegos da vedere....e sarei curioso di vedere anche

l isla della juventud....

Leggi le recensioni ESCORT e non farti fregare, trova la ESCORT nella tua città

Cienfuegos bellissima, con un Malecon che è la copia minore di quello dell'Havana. Piena di vita, divertente e "civilizzata". Isla Joventud..... quasi fuori del circuito turistico, la polizia lascia fare (quasi) tutto. Una sola discoteca, e neanche tanto decente, un bar con karaoke a Nueva Gerona resto desolazione. Ma tanta, tanta figa, economica e senza troppe pretese. Insomma a Cienfugos ti diverti quasi come a Havana, alla Isla scopi e basta.

bhe

buono...ottimo!potrei fare fare havana isla della juventud cienfuegos come

prossimo tour

Guarda Foto e Video di ESCORT e TRANS porche nella tua città

Ciao. Volevo chiedervi informazioni riguardanti i costi...... il costo medio quanto varia da la habana a santiago? le chicas pagano le stesse cifre dei turisti per entrare nei locali e per viaggiare con viazùl?

Abbandonati al relax e al piacere, scopri i centri massaggi della tua citta'!

A La Habana una casa particular costa attorno ai 35cucs, a Santiago 15. In entrambi i casi se te la trovi da solo.

Per mangiare a La Habana difficilmente te la cavi con meno di 15cucs in locali decenti, a Santiago con la meta' circa. Certo l'offerta non e' la stessa.

Per quanto riguarda i locali a Santiago decisamente piu' economici, direi circa la meta' che a La Habana. Sempre a Santiago le cubane in genere dove lo straniero paga 5cucs (maggior parte dei locali..alcuni anche con delle consumazioni incluse...)

, loro pagano 50PN che equivalgono a circa 2cucs.

Con Viazul mi risulta che tutti, stranieri e cubani, pagano lo stesso prezzo. In genere i cubani si servono infatti di ASTRO che pero' ha lunghi tempi di prenotazione. Buona alternativa per i cubani l'aereo che pagano un'inezia pur con le limitazioni di spazio che puoi immaginare.

Diciamo che per una vacanza Santiago risulta moooolto piu' economica ma decisamente La Habana offre molto di piu' sotto tutti gli aspetti.

Trova i migliori CENTRI MASSAGGI e le MASSAGGIATRICI SEXY in Italia
  • 1 di 1
  • 1
Logo Gnoccatravels

Stai per entrare in una sezione vietata ai minori di anni 18 che può contenere immagini di carattere erotico, che tratta argomenti e usa un linguaggio adatto a un pubblico adulto. Se non sei maggiorenne esci immediatamente cliccando ESCI. Se non ritieni il nudo di adulti offensivo alla tua persona e se dichiari di essere maggiorenne secondo la legge dello stato in cui vivi e se, entrando nel sito, accetti le condizioni di utilizzo ed esoneri i responsabili del sito da ogni forma di responsabilità, allora puoi entrare in Gnoccatravels!

Gnoccatravels.com tutela e protegge i minori e invita i propri utenti a segnalare eventuali abusi, nonchè ad utilizzare i seguenti servizi di controllo: ICRA – Netnanny – Cybersitter – Surfcontrol – Cyberpatrol

Contenuti ed immagini qui presenti, sono stati ottenuti attraverso internet, quindi sono ritenuti di dominio pubblico, od autorizzati dagli interessati medesimi. Gli inserzionisti di Gnoccatravels.com dichiarano che gli scopi della pubblicazione richiesta sono leciti (secondo le vigenti normative in materia penale) e strettamente personali, quindi esentano i gestori del sito da ogni responsabilità amministrativa e penale eventualmente derivante da finalità, contenuti e azioni illecite, nonché da usi illegittimi e/o impropri della pubblicazione medesima.

Scegliendo ACCETTA ED ENTRA, l'utente dichiara di essere maggiorenne e di esonerare totalmente i fornitori del servizio, proprietari e creatori del sito Gnoccatravels.com dalla responsabilità sul contenuto degli annunci/inserzioni pubblicitarie e del loro utilizzo.

SONO MAGGIORENNE ESCI

SHARE