Nobiliseduzioni_mobile

“Eri più bella quando facevi la escort!” Lettera aperta a Paola Cortellesi e Buon Natale a tutti voi

Cara Paola,
dopo aver colonizzato le favole di Walt Disney, il femminismo si sta (anche, mi duole dire, per tuo tramite) impossessando pure dei film di Natale italiani. Ti ho sentita oggi nel trailer e su radio 3 (“cinema alla radio”).

Commentando l’acredine del personaggio da te interpretato verso “Babbo Natale”, arrivi a dire “viene pagata di meno perché donna….”, proseguendo la solita menzogna portata avanti dai giornalisti mainstream (e da qualche anno persino dagli usurpatori gesuiti sul trono di Pietro).

Tu sai benissimo di non essere una befana. E allora perché argomenti come se lo fossi? Proprio perchè la donna gode del privilegio di natura e quindi di cultura d'esser universalmente mirata, amorosamente disiata, socialmente accettata per quello che è - bella (quando la bellezza manca o è mediocre supplisce l'illusione del desiderio) senza bisogno di dover mostrare altre doti o di compiere imprese particolari (cui sono invece costretti i cavalieri i quali senza esse restano puro nulla socialmente trasparente), il fatto di non avere sempre il femminista 50 e 50 non dipende da discriminazioni (del genere: "non ti permetto di svolgere questo mestiere perchè sei una donna" o "anche se fai questo lavoro a parità di competenza e straordinari ti pago meno perchè sei nata femmina"), ma dal tentativo umano e disperato dell'uomo di compensare con lo studio, il lavoro, la fama, il successo, la ricchezza, la cultura, il potere, la fatica, il merito o la fortuna individuali tutto quanto (in desiderabilità e influenza sul mondo) alla donna è dato delle disparità di desideri nell'amore sessuale e da quelle psicologiche correlate alla predisposizione all'esser madre (se un uomo non raggiunge una certa posizione di preminenza o prestigio sociale resta negletto dalle donne, perchè non è in grado di rappresentare ai loro occhi "la miglior scelta", "il miglior padre per la futura prole", l'eccellenza nelle doti qualificanti la specie e per questo desiderabili simmetricamente alla bellezza femminile, e trasparente per la società, perchè non può nemmeno contare su quel modo di influire sulle cose e sugli uomini proprio della donna, agito, a prescindere da cultura e società nei ruoli comunque presenti di madre, moglie, sorella, amante, amica, confidente, per tramite di quanto negli uomini vi è di più profondo e irrazionale e notato persino da Rousseau).

Tutto ciò che ne consegue ulteriormente, ovvero il fatto che tutti gli uomini debbano lavorare mentre le donne possono scegliere se "essere indipendenti" o "farsi mantenere" (diritto non solo strappato de facto in ogni unione con le ben note disparità di numeri e desideri nell'amore sessuale grazie a cui la donna può adottare il grado di di ricchezza dell'uomo come criterio di scelta almeno quanto per l'uomo lo è la bellezza, ma sancito pure dalla cassazione per cui il tenore di vita del matrimonio deve essere mantenuto anche a costo di costringere l'ex marito a dormire in macchina o a continuare a pagare gioielli e vestiti firmati), il fatto che gli uomini debbano disporsi a svolgere lavori stressanti o alienanti (vedi management, finanza ecc.) solo perchè ben pagati e conferenti primato sociale, mentre le donne possano scegliere l'attività per indole (ad esempio l'insegnamento), per comodità (ad esempio gli impieghi "polleggiati"), per il tempo da lasciare alla famiglia e ai figli (ad esempio il part time), il fatto che siano principalmente gli uomini a dovere, nella lotta per il potere e la ricchezza, a commettere delitti e finire in carcere (poichè, innanzi alla sicurezza di avere una vita sessualmente e socialmente apolide, ridotta ad un susseguirsi di illusioni, irrisioni, ferimenti intimi, umiliazioni pubbliche e private e frustrazioni sempiterne d'ogni disio molti preferiscono il rischio del delitto e della galera), il fatto la maggioranza di chi muore, o spende la vita in sacrificio e fatica, nel lavoro, nella pace come nelle guerre sia costituito da uomini e non da donne (fatto trascurato dalle stesse femministe che non aspettano di avere un 30 percento di morti femminili sul lavoro o nelle "missioni di pace" per richiedere un 30 percento nei CDA e nei parlamenti), non è, come vorrebbero far credere stupidità maschilista e propagande femminista, frutto di condizione debolezza della donna o di discriminazione contro di essa, bensì di una condizione di "forza contrattuale naturale" femminile e del tentativo maschile di bilanciare collettivamente (un tempo, con le mirabili strutture dell'arte come della religione, della politica come della storia, del pensiero come della società) e individualmente (ancora oggi, con lo studio, il lavoro, la posizione sociale, la cultura, il potere, la ricchezza, la fama, il successo, e quant'altro consegue al merito o alla fortuna individuali) tutto ciò che alle donne è dato in desiderabilità e potere, dalle disparità naturali nell'amore sessuale e nella riproduzione e da quelle psicologiche correlate alla predisposizione all'esser madri, affinchè anche l'uomo abbia la stessa libertà di scelta e la stessa forza contrattuale delle donne nella realtà della vita al di là delle apparenza sociali).

Oggi la donna in occidente (soprattutto, e sottolineo il soprattutto, in Italia) è oggettivamente emancipata, secondo il significato di libertà connesso al termine. Se vi sono statisticamente meno donne che guadagnano tanto (ma qualcuna vi é, a dimostrazione proprio di come chi davvero vuole arrivare a certe posizioni vi arrivi, se alla pari di un uomo si impegna, e come non esistano affatto "soffitti di vetro" o ostacoli costruiti apposta contro le donne) non è perché sono vittime di un complotto o le si paga di meno in quanto donne (sarebbe assurdo), ma semplicemente perché molte donne non hanno bisogno di guadagnare necessariamente tot euro al mese per essere socialmente accettate o di raggiungere una certa posizione, di forza o di prestigio, socio-economica per essere desiderate dagli uomini (e quindi appagare un profondo desiderio di natura). Per questo non avrebbe senso per molte donne sacrificare il proprio tempo, la propria sensibilità, il proprio impegno, i propri stili di vita, sull'altare della carriera lavorativa la quale sotto la specie della natura non aggiungerebbe nulla alle loro possibilità d'essere felici nella sfera erotico-sentimentale (giacché l'uomo mira esclusivamente alla bellezza o alla sua illusione).

Non è emancipato l'uomo, il quale non può né coprirsi né scoprirsi, né essere (senza quattrini) seduttore, né mantenuto, ma deve per forza (non già per scelta) impegnare ogni sforzo d'intelletto e di mano, ogni goccia di volontà e di sudore, nel lavoro, per sperare di ottenere una posizione tale da essere immediatamente e oggettivametne guardato, ammirato, disiato dalle donne così come queste sono da lui bramate per la bellezza. L'uomo è ancora costretto ad un ruolo, e se non vi eccelle non ha certo il sorriso (sincero) del prossimo, l'ammirazione degli astanti e l'accettazione sociale al primo sguardo come le donne, né suscita in loro interesse (se non come buffone di cui farsi beffe). L'uomo, al contrario della donna, DEVE DEVE DEVE (indipendentemente dai sui gusti, dalla sua sensibilità, dai suoi valori) affermarsi nel lavoro, pena essere considerato trasparente dalla società ed essere negletto dalle donne.

Dovrebbe esistere un ministero per l'emancipazione dell'uomo, ammesso che ciò sia possibile, dato che già in natura non esiste sesso "gratuito" e le femmine non si danno "liberamente" a chi le desidera, ma selezionano chi raggiunge un primato fra i maschi. La natura è più forte della cultura: di qualsiasi cultura e di qualsiasi ideologia, anche di quella femminista sostenuta (a detta di alcuni) dalle lobbies angloamericane.

Ma è inutile ragionare sulle conclusioni e sui fatti della realtà. Già la tua premessa è la madre di tutte le menzogne.
“Lui è il mio competitor quindi è lui il mio problema”. Non si capiva manco se parlassi di Babbo Natale in particolare o dell’uomo in generale (giacché pare proprio il riassunto dell’attuale programma di propaganda dei vari ministeri per il femminismo che dettano le veline ai giornali e alla tv…).
Quanto è certo è che in natura (e quindi anche nelle culture sane e non sovvertite) la donna non è il competitor ma il partner dell’uomo (e viceversa), essendo la dualità dei sessi (i quali, ben lungi dall’essere uguali, risultano opposti-complementi in ogni ambito fisico e psichico) un presupposto per la vita almeno quanto quella fra apollineo e dionisiaco lo sia (Nietzsche docet) per l’arte.

Per questo le costituzioni più sagge del modo Arabo preferivano scrivere questo prima che i burattinai delle varie primavere colorate dettassero la brutta copia dei testi europei sull’uguaglianza. Se hai sposato questi, ti lascio al tuo destino di befana, serbando nel cuore la dolce memoria di quando interpretavi la escort.

Mi rivolgo allora a tutti i gnoccatravellers.
Sono appena tornato da Abu Dhabi (facendo scalo ovviamente nella mia Costantinopoli), dove, mentre voi in occidente dovete sorbirvi le lamentele delle femministe invecchiate sulle “ragazze troppo svestite” in tv (e quindi sempre più “censurate” dal politicamente corretto), si vede iniziare la tendenza opposta.

Qui, almeno negli hotel a 5 stelle (senza Di Maio &C.) si vedono giovani gnocche arabe (forse indipay, a giudicare dai loro ricchi ed attempati accompagnatori) visibilmente felici per poter iniziare a troieggiare mostrando tette e cosce (evidentemente nascoste per obbligo nei loro paesi d’origine).
Lì da voi in occidente, invece, ultraquarantenni inguardabili pretendono di soffiarvi il posto sul lavoro per le loro presunte doti e i loro presunti diritti di genere e vorrebbero pure impedirvi di guadagnare col merito quanto dovete spendere (che sia in free, pay o indipay, poco importa) per un livello di gnocca qualitativamente e quantitativamente sufficiente a non vivere nell’inappagamento sessuale ed esistenziale.
Qua, invece, si sta iniziando il virtuoso percorso di abituare le donne a lasciare che l’uomo, dopo aver guadagnato adeguatamente, offra loro qualcosa per ottenere la concessione delle grazie. Chi lo sa, forse un giorno il mondo arabo moderato sarà la nuova Europa dell’est.
Intanto, mentre voi, in nome del politicamente corretto (presente in quantità da diluvio universale anche nel film della Cortellesi in termini di classe multietnica e multiculturale), rinunciate talvolta persino ai simboli del Natale in casa vostra, ad Abu Dhabi l’illuminato emiro locale ha dato ordine di allestire alberi di Natale in tutti gli hotel per far sentire a casa i turisti!
L’Islam (almeno, questo Islam) ci sta dando una lezione di tolleranza e di civiltà. L’Occidente, come diceva Spengler, è al tramonto, ed io mi godo il momento in un luogo più male-friendly:
20181211_175417.jpg

Ho cenato qua pagato dal mio datore di lavoro.
20181211_181134.jpg

Solo per dimostrare la fallacia di chi pensa che io sia “arrabbiato” con l’occidente solo perché sarei povero, oppresso e sfigato, posto qui le immagini della spiaggia privata dell’hotel in cui mi è toccato per sbaglio di alloggiare (in quello della conferenza avevano fatto overbooking e mi hanno dovuto “dirottare” a parità di rate…)
20181211_231453.jpg

Sono stato qui per lavoro e purtroppo mi sono dovuto ad un certo punto alzare da qui per andare ad una conferenza (questa sì che è sfiga!).
20181212_102750.jpg

Soprattutto a chi deve restare a casa, auguro Buon Natale, facendo notare che almeno io, a differenza di altri parimenti o più fortunati di me (sempre impegnati qui ad “argomentare” dicendo che “io e gli altri odiamo perché non studiamo, non sappiamo, non viaggiamo”), non ritengo giusto il nostro occidente solo perché personalmente ho avuto il colpo di fortuna di infilarmi in un impiego comodo o redditizio.
Sono già rientrato in Italia pronto a combattere al vostro fianco contro il femminismo demagogico e la finanza usuraia! Sempre morte ai tiranni (anche a Natale!)

P.S.
Il circuito di Yas Marina non poteva mancare nel tour "lavorativo":
20181212_183100.jpg

INCONTRA DONNE VOGLIOSE
bakekaincontri_mobile

Chapeau ! ineccepibile! "e vorrebbero pure impedirvi di guadagnare col merito quanto dovete spendere"
applausi a scena aperta.
Hai notato differenze , in meglio, in contesti lavorativi diversi da quello italiano? ad esempio in germania ?
intanto, tanti auguri di Buone Feste!

Incontra ESCORT e TRANS nella tua città
Mille_erotici_mobile

Ecco, mancava solo il sedevacantismo o forse me l'ero perso. Buon Natale da un ex allievo della Compagnia di Gesù.

E il lenzuolo si gonfia sul cavo dell'onda 
E la lotta si fa scivolosa e profonda

Abbandonati al relax e al piacere, scopri i centri massaggi della tua citta'!
wellcum_mobile

@Beyazid_II
mi spiace, scusa: non ci riesco.
Non riesco a leggere i tuoi post e mi riduco a guardare le figure come quando si ha voglia di non fare un cazzo e del giornale si leggono solo i titoli e le foto.

Forse potrei perfino trovarmi in parziale sintonia coi tuoi punti di vista, ogni tanto, ma questo Vajont di parole che precipitano lungo la valle con la stessa ferocia (contro ciò che tu disprezzi) di quel terribile evento...
... Non ci riesco, scusa.
Colpa mia, probabilmente. Dovrei impegnarmi di più, stare più concentrato; ma a che pro, poi? Fare fatica per poi magari scoprire che non sono per niente d'accordo con te?
Forse meglio rimanere col dubbio ma risparmiarmi un paio di diottrie ed anche una discreta quantità di tempo.

Stammi bene.

Trova i migliori CENTRI MASSAGGI e le MASSAGGIATRICI SEXY in Italia
Escortime

@Beyazid_II

Complimenti, un vero Eroe moderno, uno scritto da inserire nei libri di storia futuri per i posteri, quando si chiederanno come mai l'Occidente Europeo, culla della civiltà e delle scoperte dell'ultimo secolo, è decaduto per seguire la filosofia di vita del "politically correct".

Complimenti di nuovo

Le Donne non si comprendono, Si scopano!

DONNA CERCA UOMO
wellcum_discussioni
escorta_mobile

Si, ma dall'avversione (che condivido) per il politicamente corretto all'odio per l'Occidente, lo Stato liberale e la democrazia predicato dal nostro torrenziale amico ne passa meno che tra me cinquantaduenne e Robert Redford ventenne. Spero solo per lui che un bel giorno si renda conto che si può essere colti e leggeri insieme, e che le citazioni - oltre a rendere illeggibili gli scritti - testimoniano soltanto l'insicurezza di chi è costretto ad appoggiarsi continuamente all'autorità altrui.

E il lenzuolo si gonfia sul cavo dell'onda 
E la lotta si fa scivolosa e profonda

escort_forumit

Condivido. Io lavoro nel settore della finanza e posso confermare che le donne sono favorite e ricevono trattamenti decisamente migliori degli uomini. Io stesso remunero le mie collaboratrici di più dei miei collaboratori per il semplice motivo che faccio molta fatica a trovare donne che abbiano voglia di lavorare e quindi le poche che trovo per me sono più preziose e come tali le devo trattare. Queste femministe che sparano certe affermazioni oltre che aver stufato come un disco rotto sono ignoranti o in mala fede

INCONTRA DONNE VOGLIOSE
Escort_directory
  • 1 di 1
  • 1
Escortadvisor bakekaincontri_right escorta Bookingsescort_right Nobiliseduzioni_right Escortime moscarossa_right Mille_erotici_desktop Andiamo_desktop_right Oceano_home Escort Direcotory Escort forum wellcum_right bacheca massaggi
Logo Gnoccatravels

Stai per entrare in una sezione vietata ai minori di anni 18 che può contenere immagini di carattere erotico, che tratta argomenti e usa un linguaggio adatto a un pubblico adulto. Se non sei maggiorenne esci immediatamente cliccando ESCI. Se non ritieni il nudo di adulti offensivo alla tua persona e se dichiari di essere maggiorenne secondo la legge dello stato in cui vivi e se, entrando nel sito, accetti le condizioni di utilizzo ed esoneri i responsabili del sito da ogni forma di responsabilità, allora puoi entrare in Gnoccatravels!

Gnoccatravels.com tutela e protegge i minori e invita i propri utenti a segnalare eventuali abusi, nonchè ad utilizzare i seguenti servizi di controllo: ICRA – Netnanny – Cybersitter – Surfcontrol – Cyberpatrol

Contenuti ed immagini qui presenti, sono stati ottenuti attraverso internet, quindi sono ritenuti di dominio pubblico, od autorizzati dagli interessati medesimi. Gli inserzionisti di Gnoccatravels.com dichiarano che gli scopi della pubblicazione richiesta sono leciti (secondo le vigenti normative in materia penale) e strettamente personali, quindi esentano i gestori del sito da ogni responsabilità amministrativa e penale eventualmente derivante da finalità, contenuti e azioni illecite, nonché da usi illegittimi e/o impropri della pubblicazione medesima.

Scegliendo ACCETTA ED ENTRA, l'utente dichiara di essere maggiorenne e di esonerare totalmente i fornitori del servizio, proprietari e creatori del sito Gnoccatravels.com dalla responsabilità sul contenuto degli annunci/inserzioni pubblicitarie e del loro utilizzo.

SONO MAGGIORENNE ESCI