Esperienza con giovane ragazza dominicana a Boca Chica

Giungo a Las Americas, che nonostante il nome altisonante e' un piccolo aereoporto a 7 km da Boca Chica, in ritardo, alle 5 di mattina; ovviamente il taxi prenotato non c'era piu';mi decido percio' a chiedere ed ovviamente il tassinaro in capo, a cui toccava la corsa, spara 1800 pesos per i 7 km in questione, dico no e mi giro, vengo rabbonito dai piu giovani ed alla fine il boss, non senza manifestare disappunto accetta la corsa a 1300 (che sono poi 26 euro!); comincia subito sbagliando e portandomi in un albergo che non e' nemmeno a Boca chica, io mi faccio vedere incazzato e lui cambia direzione, in Boca Chica circolano motoconcos ai quali l'uomo chiede informazioni sull'albergo, li per li penso che siano d'accordo per gabbarmi ma invece realizzo che il vecchio proprio non sapeva dove fosse il residence; arriviamo e comunque gli do' una mancia, lui si spertica di ringraziamenti e se ne va; sveglio la proprietaria che mi accoglie con la massima gentilezza in un perfetto italiano, gestisce il residence con i figli che sono nati in Italia e si sono trasferiti la ad aiutarla i suoi consigli mi saranno in seguito assai preziosi; dopo poche ore mi alzo, il posto e' bruttino come bruttina e' la spiaggia,
molte le ragazze di strada perlopiu' sdotte, sporco a giro, muri scrostati fracasso di motorini; per i prezzi due tipi di locali, quelli Italiani o per stranieri dove i prezzi sono elevati, e quelli per i locali dove trovi tutt'altra merce a prezzi molto piu' bassi; realizzo subito che il budget previsto sara' sforato abbondantemente; i prezzi sono gonfiati a causa dei turisti e per colpa degli Italiani che quanto ad esosita' sono difficili da battere; qualcuno mi dice che peraltro i prodotti di importazione sono gravati da tasse molto alte (si vede!) ed ai locali non par vero di adeguarsi.
Chiamo via whatsup la ragazza con la quale avevo preso contatto, avevamo concordato che sarebbe venuta lei da Santo Domingo dove abita, per stare con me per tutta la vacanza; in puro stile dominicano, si fa aspettare un intero giorno,rimandando il suo arrivo fino al pomeriggio ; la vado a prendere in piazza: e' davvero bellissima e giovane piu' della sua eta'; pelle ambrata, occhi grandi e bocca carnosa, vita stretta su di un sedere ritto e sodo, decisamente piu' bella che nelle foto ; mi accoglie mesta, senza entusiasmo, resta da capire se per timidezza o altro, io pero' non voglio chiarire questo punto, so di avere il doppio dei suoi anni, ma lei si e' proposta ed io adesso la voglio.
Ovviamente si va presto in camera, lei si spoglia, ma non del tutto, non e' esperta e sfrontata, lo si vede, mi dice che sono il quarto uomo con il quale sta e sono disposto a crederle, comincio a baciarla ovunque ( per me un incontro del genere comporta una prima fase di pura adorazione) aspetto molto prima di sfilarle le mutande, ma quando lo faccio lei si dimostra passiva, come in attesa rassegnata dell'ineluttabile, si lascia penetrare ed e' stretta, le chiedo come puo' esserlo e mi dice che ha avuto suo figlio con il taglio cesareo, infatti si vergogna a scoprire l'addome che manifesta tutta l'imperizia di un chirurgo incompetente, mi fa per questo ancor piu tenerezza; decide poi di venirmi sopra prende l'iniziativa e mi gira, senza guardarmi in faccia, comincia a saltare a gran velocita' forse sperando che io venga presto, ma io non ci riesco e la fermo e , per quella sera, tutto finisce li. Si esce a cena, sia chiara una cosa, queste ragazze non vivono nel lusso, tutt'altro, ma lo amano da matti, quasi pretendono ristoranti di livello o di prezzo, quindi non si pensi di cavarsela con un ristorante locale perche' si indispongono anche se Anna (la chiameremo cosi) si manifestava abbastanza mite nel carattere; il vizio pero' di chiedere a scadenza temporale tipo tassametro umano ce lo aveva anche lei, probabilmente un rituale tramandato che usano tutte e che fa parte della scuola di spremitura dei Gringos , perpetrato senza tanta fantasia. C'e' comunque da capire che le migliaia di “marinai” che hanno promesso sistemazioni per la vita estorcendo prestazioni sessuali a basso costo, hanno smalizzito giustamente queste ragazze; non si puo' del resto pensare di farle ragionare in termini occidentali tipo: bene spendiamo poco poi alla fine ti faccio un regalo piu' consistente e potrai mettere da parte qualcosa; primo perche' non si fidano, secondo perche' vivono alla giornata ed amano il lusso (quando possono averlo). Si va all'isola di Saona , costosa trasferta in pullman e catamarano il tutto annaffiato di cuba libre free per poi convincere i turistoni , perlopiu' russi, a farsi foto a caro prezzo; insomma, mi guardano ( alcuni mi invidiano) questa creaturina, ma non colgo biasimo negli occhi di nessuno; Saona: bella comunissima isola caraibica (vista una viste tutte) con pranzo a buffet. Al fine settimana decido di spostarmi nella capitale, lei se ne va prima, a vedere il figlio, dice che mi raggiungera' in albergo. Prendo un pulminotto, musica locale e aria condizionata a bomba, mi fanno pagare anche per il bagaglio, arrivo in citta' e trovo un tassista con una macchina, temporaneamente ancora semovente , che mi porta all'albergo in pieno centro a buon prezzo; tutti mi avevano consigliato di tenermi lontano dai rioni periferici ,poi comunque la parte di interesse e' solo quella della zona colonial. Aspetto la ragazza, ma lei continua a rimandare, mangio la foglia e parto in visita. Interessante l'architettura coloniale ed i musei, nonche' la residenza del vicere' Diego Colombo ricostruita con suppellettili d'epoca, suggestivo pensare ad un continente con ,all'epoca, una sola citta' abbastanza grande ed importante, torno in hotel e lei mi scrive che non puo' venire........vado a letto presto, di infilarmi in qualche locale da solo non me la sento, al mattino mi scrive che verra' alle 10...............rimangio la foglia e vado a ripassare il quartiere coloniale ed il museo che mi era rimasto da vedere, passa la giornata e lei mi annuncia che verra' la sera...........si presenta alle 8 con il bimbo di 5 anni ed una nipotina di 10, mi racconta che la bimba vive nelle baracche e non e' mai andata a scuola, provo una pena profonda..........le propongo una pizzeria ma lei rifiuta e si dirige verso pizza Hut dove servono una pizza scadente al prezzo di un pate' di cernia........evvabbe' …....rimonta sul taxi, pagato, e mi promette che la mattina sara' ad attendermi alla stazione dei bus per Las Terrenas, ci faccio poco conto e la mattina prendo un taxi e vado la;infatti non arriva e nemmeno mi provo ad aspettarla;
il bus e' confortevole e la strada non male, del resto l'isola e' piccola e dopo un ora e mezza sono a Sanchez, dove appena sceso mi trovo da una parte un taxista dall'altra un mototassista; li metto in gara e spunto il prezzo piu' basso,ovviamente monto sul mototaxi ma las terrenas non e' vicina, siamo in tre, io lui e la valigia, s percorrono salite e discese che la motoretta affronta tossendo, poi su di un curvone quasi ci si scontra con un incauto motociclista e mi rendo conto di come sta gente non sappia guidare e di quanto sia facile farsi male su queste strade; Moreno, questo il nome del motoconciaro , mi porta subito presso un resort gestito da italiani, spartano ma curato e molto carino, dove poi riscuotera' la percentuale; ne sono contento e fisso con lui per andare a visitare le cascate del Limon, dopo due giorni. Sono solo, passeggio, mi guardo intorno saluto, occhieggio, sorrido e, del resto, sono io il gringo da mungere quindi qualcosa dovra' muoversi, mi propongono una donna che mi recapiteranno la sera; mah, cosi a scatola chiusa....... mando in la' non prendo impegni...........poi arriva lei, dietro un motociclista, si gira mi sorride,e' gnocca, io le mando un bacio....... non sapevo chi fosse ma avrei avuto ampio modo di scoprirlo..............

                          Nina Terribile

La signora in questione si ripresenta il giorno dopo mentre passeggio in bermuda sulla strada lungo la spiaggia; lei ferma il motoconcio si gira e mi chiede la nazionalita', io le rispondo: Italiano; sulle prime non ci crede, visto il mio aspetto da Vikingo; mi propone subito di venire da me (probabilmente aveva avuto una soffiata da qualcuno del resort) io le do il numero di telefono dicendole: sentiamoci dopo; lei vede il prefisso: allora Italiano davvero! Cedo.......ci avviamo subito al resort, li la conoscono, la accolgono con rispetto ed un pizzico di paura, Yudi e' snella ed alta con un corpo mozzafiato, gambe lunghe e perfette ed un culo piccolo ritto e duro su fianchi poco marcati, due seni tipo coppa (grande ) di champagne.........e' nera come il carbone con una pelle vellutata, chi non la conosce pensa senza indugio che sia haitiana ma lei e' dominicana pura; appare socievole, accomodante, capisce il mio spanitaliano; appena giunta in camera dichiara che le piaccio, che le ricordo un suo grande amore svizzero, mi inscena un balletto sul letto, con l'ausilio di una banana.........roba da infarto direi; se ancora fossi stato indeciso lei sapeva che mi sarei convinto...... si atteggia a compagna, dice che le sono piaciuto subito, che non le dispiacerebbe che venissi a vivere a las terrenas; pero', perche' vivesse con me, avrei dovuto darle tipo mille euro al mese............ intanto si presenta una ragazza che mi manda il motoconciaro, Carmen, la responsabile del resort mi dice di averla mandata via in fretta e furia per non incorrere nelle ire di Yudi......Dopo una seduta di sesso strepitosa le dico: “guarda che io non mi posso permettere una come te!” lei mi risponde di non preoccuparmi eprche' le piaccio; intanto mi porta il palestra dove si allena spesso per mantenere il corpo statuario cosi' com'e'. Yudi ha 3 figli la prima dei quali avuta a 14 anni, ma non ci sono segni apparenti sul suo corpo, non un filo di cellulite ne' una smagliatura, solo una cicatrice su di un ginocchio dovuta ad un vecchio incidente, ha l'incedere flessuoso ed ancheggia moderatamente, ha veramente un portamento splendido, una nera come uno se la potrebbe sognare all'incirca. Intanto mi fa spendere in ristoranti convenzionati con lei, mi rivela che spesso fa scene per imporre la propria supremazia; le ragazze che sono in strada la conoscono e la salutano con deferenza, decisamente una leader; mi dice infatti senza tanti complimenti che il suo progetto sarebbe gestire un porno shop ed un gruppo di prostitute; vengo poi a sapere che un negozio lo aveva gia' avuto e lo aveva perso probabilmente a causa della sua sostanziale intemperanza; intanto a letto dimostra la sua formidabile preparazione, e' arguta , dotata di intuito, capace di capire i desideri del partner e di farne strumenti di seduzione; mi racconta che un ricco italiano le aveva aperto una casa con servitu' ma che poi alla fine lei lo aveva menato perche' era comparsa la moglie ed avevano chiuso. Che non fosse una come le altre lo denotavano anche i vestiti che sfoggiava e alla sera al ristorante , con i tacchi ,era davvero la regina di Las Terrenas. La libido, si sa, da quelle parti cala proporzionalmente al tempo intercorso dall''ultima elargizione, in particolare yudi cominciava a fare la difficile e la sgarbata, non voleva piu' essere toccata ne' abbracciata...........convenimmo che le avrei fatto un regalo quantificabile, lei mi fece osservare che una come lei non era esattamente una donna di strada comune; si permetteva di scegliere e non si muoveva per meno di 5000 pesos a notte; tutto vero, in effetti, tutti la trattavano come una regina. Una mattina mi volle portare presso la caserma della polizia, seduto al fresco c'era il capo, circondato dagli agenti anche loro seduti, lei scherzo' con lui in modo un po' impudente, ma lui rideva, poi si allontano' e lui guardandola mi disse: mafiosa........capii che l'operato di Yudi era forse spesso al limite......ma che il limite lo stabiliva il capo stesso..........
Spesso camminando le piaceva ancheggiarmi davanti, era davvero una meravigliosa gazzella, avevo sempre desiderato una nera cosi ed il fatto che fosse nerissima ma eccitava ancora di piu,
certo averla giorno e notte doveva avere il suo prezzo. A due giorni dal volo, mi recai in banca dove, con sommo disappunto, non potei prelevare con la carta di credito per limite raggiunto............lei mi pressava, ed io mi risolsi a farmi fare un trasferimento tramite Western Union da un amico, ci accordammo che la cifra la avrebbe gestita lei, pagando le mie pendenze, le cene che restavano e la trasferta all'aereoporto; divento' subito piu' sobria...........del resto era una leonessa che lottava per trovare cibo ai suoi piccoli, era normale che tirasse fuori gli artigli, se a volte era aggressiva oltre il limite era pero' anche intelligente, conversava come una donna evoluta era capace di introspezione psicologica, parlava persino di “stati emozionali”; bisogna capire che questi popoli vivono una realta' molto semplice, nemmeno concepiscono la depressione che e' figlia del benessere, al piu' sono tristi, ubriachi e felici o ubriachi e incazzati ma le sue frequentazioni europee l'avevano cambiata. Parlando le chiesi se le poteva piacere venire in Italia, mi disse che se fosse venuta avrebbe fatto la escort a mille dollari a botta, le dissi che era troppo e quasi si offese.

            DUELLO PER IL CELLULARE

Yudi era innamorato del mio cellulare, sapeva che il valore non era basso e ci giocava spesso, un volta lo porto' nella saletta da pranzo del resort per testare la mia fiducia, io la segui con calma......tanto non aveva ancora riscosso e non lo avrebbe rubato, dopo pero' che le ebbi dato i soldi, comincio' il duello.....si trattava di allontanarmi dal cellulare; l'ultimo giorno lei si mise ad aspettare che dormissi poi entro' in camera dall'anticamera esterno dove c'erano due poltrone ma, con sorpresa, il cellulare non c'era piu'......lo avevo infrattato nel doppio fondo della valigia.......
capi' l'antifona e non disse nulla; per rimediare, siccome era evidente che riteneva di dover essere pagata meglio, le promisi 100 euro dall'Italia quando fossi tornato, ridendo mi dette del muerto de fame..................Decisi di prendere il pulmann delle 11 invece che quello delle 6 del pomeriggio, anche se avrei avuto molte ore da aspettare in aereoporto non ne potevo piu' di quella guerra, le mollai costume, maglie, asciugamano, maschera subacquea , ciabatte purche' mi portasse al bus.
Per i cento euro, che ovviamente non vide mai, mi presi via whatsupp tutte le offese possibili.......
Forse non tornero' nella Repubblica Dominicana.....................

Leggi le recensioni ESCORT e non farti fregare, trova la ESCORT nella tua città

Caro @croma,da come scrivi denoti un arguzia e un intelligenza sopra la media,nonostante questo sei caduto vittima anche tu di una furbissima spennapolli,potere delle donne o forse siamo noi che a volte in vacanza ci lasciamo andare e in fondo va bene cosi,hai vissuto un esperienza comunque da ricordare.
Sorrido perchè hai inserito questa rece nella sezione free ma direi che Yudi di free non ha proprio nulla...
Concludi dicendo che forse non tornerai in Repubblica Dominicana ma io di donne come Yudi ne ho conosciute un po dappertutto e temo che esistano anche in Italia per cui se la RD ti è piaciuta perchè non tornare?
In ogni caso spero che pubblicherai altre rece perchè hai uno stile di scrittura davvero piacevole e interessante.
Ti saluto con stima.

Trova i migliori CENTRI MASSAGGI e le MASSAGGIATRICI SEXY in Italia

io invece sorrido pensando alla faccia sua quando le hai fatto notare che 1000 a botta in Italia non sta ne in cielo ne in terra..ahahahahaha riesco solo ad immaginare lo stress che hai sopportato. Solidarietà..

Abbandonati al relax e al piacere, scopri i centri massaggi della tua citta'!

Che storiaccia! Farsi poi dare del muerto di fame da una pezzentona non ha prezzo…

dotato di notevole spessore umano.

Leggi le recensioni ESCORT e non farti fregare, trova la ESCORT nella tua città

@alfonse ti ringrazio per l'apprezzamento e devo dirti che ci sono tornato a gennaio; avevo qualcosa in sospeso con la prima, lo so' sono troppo sentimentale, mi ci e' voluto per capire che recitava pure lei.............. credo che alla prossima tornero' nelle filippine, meno attributi fisici ma dolcezza e maggior affidabilita'. Ciao.

Trova i migliori CENTRI MASSAGGI e le MASSAGGIATRICI SEXY in Italia

@FlautoMagico stava nel gioco.........se fai un incontro di boxe prendi anche qualche pugno....................... per il resto ti assicuro che era una professionista di prim'ordine (e non e' che mi manchi l'esperienza).ciao

  • 1 di 1
  • 1
Logo Gnoccatravels

Stai per entrare in una sezione vietata ai minori di anni 18 che può contenere immagini di carattere erotico, che tratta argomenti e usa un linguaggio adatto a un pubblico adulto. Se non sei maggiorenne esci immediatamente cliccando ESCI. Se non ritieni il nudo di adulti offensivo alla tua persona e se dichiari di essere maggiorenne secondo la legge dello stato in cui vivi e se, entrando nel sito, accetti le condizioni di utilizzo ed esoneri i responsabili del sito da ogni forma di responsabilità, allora puoi entrare in Gnoccatravels!

Gnoccatravels.com tutela e protegge i minori e invita i propri utenti a segnalare eventuali abusi, nonchè ad utilizzare i seguenti servizi di controllo: ICRA – Netnanny – Cybersitter – Surfcontrol – Cyberpatrol

Contenuti ed immagini qui presenti, sono stati ottenuti attraverso internet, quindi sono ritenuti di dominio pubblico, od autorizzati dagli interessati medesimi. Gli inserzionisti di Gnoccatravels.com dichiarano che gli scopi della pubblicazione richiesta sono leciti (secondo le vigenti normative in materia penale) e strettamente personali, quindi esentano i gestori del sito da ogni responsabilità amministrativa e penale eventualmente derivante da finalità, contenuti e azioni illecite, nonché da usi illegittimi e/o impropri della pubblicazione medesima.

Scegliendo ACCETTA ED ENTRA, l'utente dichiara di essere maggiorenne e di esonerare totalmente i fornitori del servizio, proprietari e creatori del sito Gnoccatravels.com dalla responsabilità sul contenuto degli annunci/inserzioni pubblicitarie e del loro utilizzo.

SONO MAGGIORENNE ESCI

SHARE