In diretta dalla Danimarca: Billund, Horsens, Aarhus, Allborg. (Parte II)

Proseguo il racconto di questo viaggio con la seconda parte relativa ad Aarhus ed Aalborg. Tra i fatti salienti, devo constatare una estrema facilitá di comunicazione con le ragazze, di mentalitá per così dire easy-going. Contrariamente a quanto detto altrove, potete tranquillamente chiedere informazioni per strada, o scambiare due chiacchiere con una commessa, almeno nella mia esperienza rispondono sempre gentilmente e rilanciano la conversazione, chiedendoti da dove vieni, come mai ti trovi da quelle parti, etc. Comunque, é sempre possibile comprendere quando si tratti di una semplice chiacchiera amichevole rispetto ad una situazione più da rimorchio, anche se é vero che da una chiacchiera, come si dice, da cosa nasce cosa e la comunicazione é importante.
Altro fatto da sottolineare, il presunto costo della vita elevato in Danimarca. A dir la veritá, costi elevati ne ho trovati solo per le camere d’albergo, ma é anche vero che per 120 Euro a notte andate in alberghi di assoluta buona qualitá, puliti e dotati di ogni confort, e quei soldi li valgono tutti. Consiglio di prendere anche la prima colazione che, essendo di tipo continentale, vi permette di fare un pasto completo la mattina e poi arrivare a sera anche con un solo panino a pranzo. Comunque, i ristoranti dove sono stato sono per lo più eccellenti e per meno di 30 euro prendete un mega-hamburger con contorno e ottima birra alla spina Carlsberg o Tuborg da 0,50 l. Anche per i biglietti del treno, la tratta più lunga Vejle-Aalborg, saranno 200km, costa 35 euro di biglietto (sola andata) e i treni passano ogni mezz’ora.

Tornando al racconto, la prima parte la trovate qui:
https://www.gnoccatravels.com/viaggiodellagnocca/145110/in-diretta-dalla-danimarca-billund-horsens-aarhus-aalborg/#c28

Dopo il giro di centri massaggi Thai, alquanto deludenti, arrivo al Lek Lee di Aarhus dove la signora proponeva di procurarmi ragazze per tutto quello che avessi voluto, anche a domicilio. Non era quello che cercavo. Quindi me ne vado e girando un po’ approdo ad un altro centro che per qualitá/prezzo mi ispirava di più. La signora mi propone di tornare dopo mezz’ora quando le ‘ragazze’ si sarebbero liberate. Ritorno e mi ritrovo che la ‘ragazza’ era una quarantenne Thai, un comó da voto 5. Sorride, e decido di proseguire con il solo massaggio. Al momento topico, dopo che fa di tutto per eccitarmi, visti gli effetti, mi propone un HE. Faccio il finto tonto e mi faccio spiegare, ma che poi per caso vuoi un extra ? Nooo, mi basta una mancia ! E quanto vuoi di mancia ? 600 DKK (85 euro). Si, per 85 euro vado in un FKK e faccio ben altro ! Non per questione di soldi, ma la tizia era proprio un cesso e la richiesta mi sembrava davvero fuori mercato. Finisco il massaggio, tra i suoi mugugni, e finisco da me un HE in doccia. Ecco qua ! Un auto-pay da 85 Euro ! 😁 Vedo l’orologio, e la tizia mi ha fregato comunque sul tempo, perché ha finito in mezz’ora un massaggio pagato per un’ora.
Esco per pranzo e, un buon rapporto qualitá prezzo si trova nelle tavole calde dei centri commerciali. Ho trovato un fast-food Thai, dove ti servi le pietanze in una vaschetta a tre scomparti, e poi paghi a peso (non tuo, del cibo). Costo: sui 10 euro inclusa bevanda per ottimo cibo Thai appena cucinato. La giornata prosegue tra giri turistici (ho rinunciato ad andare nel posto dove era stata ricostruita una cittá danese antica con tanto di figuranti, cazzata per turisti), poi musei e passeggiate tra monumenti. In serata vado nel luogo in centro dove si concentrano la maggior parte di pub, ristoranti, disco-pub, etc. Essendoci il festival, in tarda serata ritorno alla Cluster Square dove hanno organizzato concerto di un gruppo che suonava in stile Daft Punk. Erano davvero fortissimi. La situazione era molto più vivibile rispetto alla sera prima, era affollato sì, ma non a rischio sovraffollamenti. La percentuale di ragazze era questa volta del 60-70 %, molte in gruppo, alcune accompagnate. Etá media più alta, direi 25-30 anni. Naturalmente, attaccata la musica a palla, tutti erano coinvolti e saltavano qua e lá divertendosi come pazzi, il cantante tra l’altro sembrava un tarantolato posseduto dalla musica. Per una strana ironia, mi si fa vicino l’unica ragazza Thai della folla (!), forse mi portavo addosso ancora il profumo delle essenze floreali del massaggio per lei familiari 😂. Guarda, sorride, ma anche se ‘donna nana tutta tana’, non ci siamo proprio, mi allontano verso la marea di fighe bionde che sembrano anche loro gradire. Una biondina niente male mi punta e balliamo per un po’ insieme al ritmo Follow River, poi subito richiamata dal gruppo. Ambiente molto easy going, un tizio danese mentre sto prendendo una birra mi chiede come va, e se apprezzo la musica house danese. Due battute e lo saluto.
La serata é all’insegna del divertimento e alla fine mi dimentico anche di recuperare qualcuna e rimorchiare, ma a parte qualche comó biondo, e una carina che è stata a reggere il moccolo alla sua amica (che aveva rimorchiato con uno e s’era messa a pomiciare), alla fine ho deciso di concludere la serata e sono andato via abbastanza contento.
Il giorno dopo prendo il treno e da Aarhus vado ad Aalborg, due ore di viaggio. Purtroppo finito il week end, e ripresa la pioggia, non c’é molto da fare. Inizio con i soliti giri turistici, foto, monumenti, etc.
Per pranzo vado in un ristorante in centro, semideserto, hamburger con patatine e 0,5l birra Carlsberg scura, tutto ok, pagato sui 20 euro. La cameriera, una biondina magra sui vent’anni, all’inizio comunica con me in modo gentile standard. Poi piano piano, verso la fine, mi chiede di me, da dove vengo, e mi fa anche domande personali. Ne nasce una conversazione, tutta sorrisetti, con un entusiasmo da parte sua che poteva essere anche un invito a farsi avanti. Non so perché spesso in questi casi mi distraggo e penso sempre di avere il tempo di recuperarla dopo, senza pensare che ogni lasciata é persa. Ripensandoci, quella era una scopata sicura. Coglione.
Dicevo comunque che conversazioni così me ne sono capitate diverse ad Aalborg. Girando come turista individuo una galleria d’arte seminascosta. Entro, e c’era una signora sui 35-40 anni, di viso carina, bionda, che si prodiga in tutti i modi nell’illustrarmi i quadri. Faccio le foto, le dico che pubblicheró i quadri su internet, lei due tre volte mi dice che sta su Facebook, ma non raccolgo. La conversazione va un po’ più sul personale, mi chiede se sono uno studente (!) 😂, e la saluto pensando che sicuramente l’estrema gentilezza era perché voleva vendermi una sua statuetta da 140 euro o un quadro da 1.000 euro, peró comunque anche lí un invito per un aperitivo ci stava tutto. Mi ha dato il suo biglietto da visita con foto a colori, e nella foto sembrava molto più gnocca. Decido di andare a sganchirmi in un centro nuoto e wellness. So giá che é frequentato da famiglie, per cui non ripongo molte aspettative. Arrivato lì, con la commessa sui 25 anni all’ingresso si ripropone la stessa conversazione amichevole. L’ingresso costava 62 DKK, circa 8 euro, e il fatto che per liberarmi di un po’ di spicci glieli abbia dati tutti in monete l’ha fatta così contenta che in un moto di gratitudine mi ha spiegato quanto sia difficile travare monetine per dare il resto. Dice che quando loro chiedono monete alle banche, quelle gli fanno pagare una commissione extra. E così, visto che non c’era la fila dietro di me, altra chiacchierata su chi sei, dove vai, quanto stai ? Un fiorino. 😁
Nella piscina interna, come previsto, c’erano famiglie con bambini, e vasche con 2-enni biondini urlanti e strafelici. Nell’area wellness c’era piscina esterna con sauna. I danesi fanno la sauna in costume, quindi niente patonze in vista. Girano per un po’ due ventenni orientali, forse vietnamite, con costumino sexy. Non mi si cagano molto, sembrano una coppia lesbo. Poi, quando sono da solo nella vasca idromassaggio, che é un po’ appartata, si aggiungono anche loro. Mi sembra che parlino danese, per cui devono essere immigrate di seconda generazione. Mi ignorano. Scherzano un po’ tra loro. Una lecca il manico di ferro a bordo vasca. Secondo me fanno qualche battutina sexy scherzosa tra loro, mantengo l’attenzione perché potrebbero esserci sviluppi interessanti. Un paio di toccatine sott’acqua, sorrisi, ma niente di che. Finisce che se ne vanno nella piscina interna delle famigliole e poi non tornano più.
(Mentre scrivo sono sul treno, nel posto vicino una giovane danese cicciona ha cercato per tutto il tempo di attirare l’attenzione, poi s’é stesa su due sedili, ha dormito, adesso scendendo dal treno mi ha guardato e ha sorriso, come per dire: ma come, non scendi pure tu a questa fermata ?). Concludo la descrizione della piscina-sauna dicendo che dopo le vietnamite, il posto si é popolato di signore danesi davvero tra i 60-70 anni, incartapecorite e cadenti. Anche loro in vasca idromassaggio, sembrava una scena horror da Il ritorno dei morti viventi. E dopo loro, sono arrivati tutti quelli del corso pilates in acqua, o spinning, o che cazzo era, tutti esponenti della terza, quarta e quinta etá. Mi allontano in un’altra vasca e da dietro il vetro una bambina 2enne perplessa mi indicava alla mamma, chiedendo perché avevo i capelli neri, e quella la rassicurava spiegandole che quello é un esemplare di homo italicus, molto figo, raro e molto ambito dalle mamme danesi. 😂
Finita la parentesi wellness decido di cenare in un ristorante del centro, piatto tipico danese a base di pesce, salmone, insalata, caviale, e la solita 0,5l birra. Costo sui 25 euro. E la gnocca ? Tutto rinviato alla serata nella via dei pub e disco. Torno in hotel e, dopo aver saputo che l’hotel ha una zona interna fitness con sauna, decido di dare un’occhiata. Incredibile, c’é qualcuno, dó un’occhiata e nello spogliatoio ci sono delle scarpe da ginnastica e vestiti da donna. Mi denudo, asciugamano, busso, chiedo permesso, e vedo nella stanzetta sauna una donna snella stesa, in costume da bagno intero, che mi rassicura: prego, prego, non si preoccupi, entri pure, sembra che non aspettasse altro. Adesso, chiusi in una stanzetta isolata al caldo, mezzi nudi, sudanti, crea una certa intimitá che può essere il preludio di tutto, siamo giá in albergo, possiamo andare direttamente in camera. Purtroppo, la tizia semra essere una milf che, come nella canzone di Luca Carboni, é ‘usata ma tenuta bene’. Il costume da bagno é molto assurdo. Una metá di sotto tipo mutandadellanonnaafiorellini, una metá di sopra nero del tipo coprotuttoperchésonopudica. Non sono molto convinto, comunque il mio fratellino ë contento e magari una bottarella ci sta. Tra entrate e uscite dalla sauna, perché dopo un po’ che sudi una pausa la devi fare, vedo che la tizia é uscita e ci mette troppo tempo a ritornare, e penso che va bene che le donne ce la fanno sudare la scopata, ma per una milf da voto 5 stavo sudando davvero un po’ troppo. Esco, mi doccio, ritorno in camera e aspetto la mezzanotte per uscire per locali. Situazione del lunedì dei locali é un po’ deserta, comunque nella via dove sono concentrati di gente ce n’é, e anche alcune danesi bionde ventenni carine. Anche ad Aalborg c’é il Zwei Grosse Bier, disco-pub di derivazione tedesca, ben frequentato e ottimo per la birra. La serata si conclude così, con una passeggiata in centro, qualche fermata tra i loca per un birra, qualche sorriso e ammiccamento da lontano con le gnocche, alcune che avevano giá rimorchiato. Forse aspettare la mezzanotte per uscire non é stata una buona idea, molte sembravano aver giá organizzato la serata.
(Mentre scrivo sul treno al posto vicino a me s’é messa una pensionata 60enne, e a quello di fronte a me la gnocca perfetta, una danese 20 enne da voto 9, studentessa, sta facendo finta di lavorare al computer e guarda verso di me in continuazione, porta un vestitino semitrasparente sexy e una giacchietta jeans sopra, sarebbe da farle una foto... no sarebbe da farle altro... tacci sua ! 😂).

Inutile dare una valutazione complessiva del viaggio, avete giá capito. 😁

Guarda Foto e Video di ESCORT e TRANS porche nella tua città

Con tutta la concorrenza che c'è con gli immigrati, pensi davvero ,se non per le giovanissim finché il fisico gli regge, di trombare solo balenotteri nel nord Europa?

Abbandonati al relax e al piacere, scopri i centri massaggi della tua citta'!

@Atuttatopa

Mah.. io viaggio, mi diverto e scopo chi mi piace quando mi va e c’é l’occasione.
Faccio le recensioni cosí chi vuole andare in quei luoghi si può orientare bene e fare anche meglio, sia per quanto riguarda gli incontri free e pay che per la logistica.

Trova i migliori CENTRI MASSAGGI e le MASSAGGIATRICI SEXY in Italia

@Feynman la recensione è giusta. Solo non creiamo troppe aspettative. Comunque non dico che nel nord Europa non ci siano fiche di serie A

INCONTRA DONNE VOGLIOSE

Va bene godersi la vacanza senza stressarsi troppo con la Gnocca, è anche la mia filosofia, però ti stai perdendo delle palle clamorose che potevi mettere in porta, tipo questa:

"Non so perché spesso in questi casi mi distraggo e penso sempre di avere il tempo di recuperarla dopo, senza pensare che ogni lasciata é persa. Ripensandoci, quella era una scopata sicura."

- Che cazzo è quello?
- Ti sei risposto da sola.

Leggi le recensioni ESCORT e non farti fregare, trova la ESCORT nella tua città
  • 1 di 1
  • 1
Logo Gnoccatravels

Stai per entrare in una sezione vietata ai minori di anni 18 che può contenere immagini di carattere erotico, che tratta argomenti e usa un linguaggio adatto a un pubblico adulto. Se non sei maggiorenne esci immediatamente cliccando ESCI. Se non ritieni il nudo di adulti offensivo alla tua persona e se dichiari di essere maggiorenne secondo la legge dello stato in cui vivi e se, entrando nel sito, accetti le condizioni di utilizzo ed esoneri i responsabili del sito da ogni forma di responsabilità, allora puoi entrare in Gnoccatravels!

Gnoccatravels.com tutela e protegge i minori e invita i propri utenti a segnalare eventuali abusi, nonchè ad utilizzare i seguenti servizi di controllo: ICRA – Netnanny – Cybersitter – Surfcontrol – Cyberpatrol

Contenuti ed immagini qui presenti, sono stati ottenuti attraverso internet, quindi sono ritenuti di dominio pubblico, od autorizzati dagli interessati medesimi. Gli inserzionisti di Gnoccatravels.com dichiarano che gli scopi della pubblicazione richiesta sono leciti (secondo le vigenti normative in materia penale) e strettamente personali, quindi esentano i gestori del sito da ogni responsabilità amministrativa e penale eventualmente derivante da finalità, contenuti e azioni illecite, nonché da usi illegittimi e/o impropri della pubblicazione medesima.

Scegliendo ACCETTA ED ENTRA, l'utente dichiara di essere maggiorenne e di esonerare totalmente i fornitori del servizio, proprietari e creatori del sito Gnoccatravels.com dalla responsabilità sul contenuto degli annunci/inserzioni pubblicitarie e del loro utilizzo.

SONO MAGGIORENNE ESCI

SHARE