Fighette cinesi tra cattedre e lenzuola: racconto di gnocca a Suzhou

Cari amici gt, o, per meglio dire, cari confratelli. Ebbene sì, confratelli, perchè da ora innanzi non sono più un famelico lettore affamato di recensioni bizzare colme di aneddoti o indicazioni morbosamente precise, che nei viaggi romantici della sua fantasia si pasceva di decine di recensioni per soddisfare il bisogno innato di ogni uomo di scoprire e trovare la verità...almeno sui luoghi della figa! Infatti, cari confratelli, ho deciso di condividere con voi quanto mi accadde in Cina l'estate scorsa, e solo dopo questo tempo ho capito che tenere ciò per me e i miei pochi, pazzi, e altrettanto famelici amici non era corretto nè abbastanza: volevo ricambiare, nel mio piccolo, e, con la narrazione che segue, spero di aiutare ad orientarsi qualche avventuriero innamorato, come me, della fica mandorlata a sfruttare al massimo le occasioni sessuali davvero notevoli del Celeste Impero, oltre che deliziare qualche golosone che leggerà questa recensioncina per puro diletto "letterario", come tante volte ho fatto io, da solo e in compagnia.

Ci tengo però a precisare che ogni evento narrato qui è realmente accaduto: avrei potuto farcire questo scritto con mille cazzate avvenute ad altri o udite in qualche bar Sport dello stracazzo, o semplicemente inventate, ma ho preferito invece attenermi alla mia personale esperienza, che, pur non essendo immensa, sigh, non penso nemmeno sia disprezzabile. Ho deciso invece di cambiare i nomi, per rispetto generale delle persone che ho incontrato, più che per una stravagante idea di segretezza, anche se una ragazza spero che non scopra mai ( e statisticamente posso star tranquillo) questa recensione, ma...scoprirete più avanti il perchè!

Allora mi presento: mi chiamo Piergiorgio, e sono uno studente universitario di una facoltà scientifica che, un bel giorno, avendo partecipato ad un concorso bandito da un'università cinese, scoprì di aver vinto una borsa e un posto simile a quello di assistente di un professore per un paio di mesi estivi in una cittadina di dieci milioni di abitanti vicino a Shanghai, cioè Suzhou. Ovviamente, una volta organizzati i dettagli tecnici, mi domandi subito come fosse la situazione della figa, sia pay sia free, in quella zona, ma vi assicuro che quanto trovai in giro non mi servì a molto...diciamo che se uno si vuole dilettare col pay deve stare un poco in gamba, perchè le fregature sono parecchie, ma a parte un breve accenno di questo non so nulla, perchè, per ora , MAI ebbi bisogno di pagare una baldraccaccia cinese per ficcare. Ma andiamo con ordine,

Arrivato, sistematomi, cazzi e mazzi (tralascio dettagli noiosi e ininfluenti sul caldo, il viaggio, etc) il professore mi presenta le persone con cui dovrò lavorare (tre ragazze ) e altre due con cui dovrò condividere il progetto di ricerca, tutte rigorosamente cinesi, tutte molto simpatiche, disponibili, gentili, davvero non so come cazzo me la sarei cavata senza di loro soprattutto all'inizio, MA solo una carina, anzi parecchio carina, e una scopabile (la chiamerò Susy, mentre la sua amica deliziosa ma non attraente, Anne).
In quella zona della Cina, nei mesi estivi, la calura e l'afa sono davvero imponenti, come imponente era la mia voglia di scopare vedendo solo ragazze in shorts e con vestitini attillati, con delle deliziose, minute, eleganti gambe, la cui pelle bianca davvero stimolava la mia voglia, peraltro sempre accesa, di fica. Allora decisi subito di fare un discorsetto al mio cazzo: "caro mio, qui non possiamo fotterci la permanenza (lunga e faticosa ), perchè la prima settimana hai provato a scoparti una collega o una studentessa, eh no. E nemmeno la seconda, nè la terza e così via: magari sono impegnate, che ne so, semplicemente non roviniamo la situazione" e il mio cazzo, come sempre, muto, anche se talvolta di un silenzio davvero eloquente. Mi dissi che, per la miseria, mi sarei cercato tipelle in altre situazioni, magari in locali o posti simili...insomma, per ora mi sarei fatto bastare le seghe. In quel momento mi doveva esser passato di mente che, le seghe, te le fai di fantasia in Cina, poichè i siti porno sono rigorosamente oscurati, come pure facebook...e masturbarsi sulle foto di whatsapp non è sempre semplice, e potrebbe suonare come un po' squallido.

In sostanza, le prime due settimane le trascorsi studiando, lavorando all'università, imparando a sopravvivere in quel nuovo, ma affascinante mondo, e rodendomi il fegato di vedere tonnellate di ragazze, parecche delle quali io trovavo chiavabilissime, anzi desiderabili, senza poter far altro che notare i loro sguardi, non abbassare il mio, magari rimandare un sorriso, e sentire il mio cazzo fremere nelle mutande , in uno di quei silenzi che paiono grida.

Nel frattempo ero inoltre entrato parecchio in confidenza con le ragazze, più o meno tutte direi, con cui passavo gran parte della mia giornata in facoltà, ed avevamo avuto modo di andare a cena fuori più volte e anche in centro, insomma eravamo sempre più in buoni rapporti, tanto più che, finito lo studio/lavoro/lezioni la sera, anche tardi, tornando a casa ( i nostri alloggi erano relativamente vicini, nel quartiere universitario, se così si può chiamare ), chiacchieravamo ridendo e scherzando com buoni "amici". Sarebbe stato davvero un peccato rovinare questo bel rapporto così fresco mettendoci in metto il mio cazzo in piena erezione, no? Ma, come nei migliori casi di personalità dissociata, una sera fu il turno di Mr Hyde. Dopo una piena giornata mentalmente estenuante, eravamo nella frescura dell'aria condizionata di una bella aula, verso le 23, solo io e Susy. Ora, non sono un adone, ma posso ritenermi abbastanza un bel ragazzo, nel limiti della normalità, diciamo, per gli standard europei, quindi non sono particolarmente timido e conosco i miei "punti" forti. Susy già diverse volte mi aveva lanciato dei complimenti, e non solo non erano sfuggiti a me, ma nemmeno al mio fedele compagno di scopate. Quindi mi avvicinai con nonchalance dove lei sedeva, guardai sul suo quaderno chiedendole se le era tutto chiaro (in realtà feci solo finta di guardare lì, il mio sguardo era completamente ottenebrato dal suo piccolo ed eburneo seno ) e la fissai un attimo. Lei allora si alzò per ritirare i suoi appunti, io le dissi che me ne stavo andando, e le volli dare un bacio sulla guancia: dopo questo, i miei occhi azzurri si avvicinarono ai suoi e lei disse "Oh, come on", ma io, forte della mia esperienza europea, e troppo voglioso di fica, le ficcai un fk duro, profondo, e duraturo, dal quale decisi io di staccarmi. La cara Susy era chiaramente frastornata da quel gesto, non se l'aspettava, come nemmeno si aspettava che cominciassi a leccarle avidamente le tette dopo averle tolto la maglietta, e qui mi soffermo su un dettaglio: erano piccole, è vero, forse una prima abbondante, ma la pelle vellutata, il suo peculiarissimo odore, e una serie di circostanze,,, mi fecero perdere la testa per quei piccoli seni, di una forma tra l'altro davvero regolare. A quel punto, con lei che non sapeva bene che cosa fare, ebbi l'ispirazione: tirai fuori, tout court, il mio cazzo durissimo dai pantaloni, e subito glielo misi in mano: pur essendo la prima volta, mi rivelò dopo, che ne armeggiava uno, mi donò una discreta sega, e tra i suoi risolini mi disse "no sex" al che io risposi, ma certo, ci mancherebbe, siamo in un'aula universitaria dopo tutto (!!!), allora fammi un pompino. "Give me a blowjob" dissi, "what?" rispose lei, al chè le spiegai che cosa fosse, e poichè è una ragazza sveglia colse al volo sia la spiegazione sia il cazzo: ovviamente faceva sentire i denti, ma io ero troppo soddisfatto di me stesso per non essere comunque al settimo cielo e non volli neanche strafare , per cui a una certa lo tirai fuori, anche se lui voleva andare dentro eheh, la salutai con un bacetto, e me ne andai a dormire nel mio alloggio. Un turbinio di pensieri mi tempestò la mente dall'università fino al mio letto, dove una bella sega placò la tempesta e mi lasciò dormire, dormendo il sonno del gt, più che del giusto.

Ora, proprio tutto non posso raccontarvi, cari confratelli, in fondo in caso contrario vi considerei uomini di scarsa immaginazione, per cui qualche dettaglio dovrete completarlo voi, e rendere così anche un po' vostra questa recensione, con l'unica differenza è che io ho vissuto tutto ciò, mentre a voi auguro di viverlo.

La stessa settimana conobbi un ragazzo italiano che studiava lì, e che necessitava parecchie ripetizioni che io potevo fornirgli: nacque così una bella, seppur breve, amicizia, e a lui debbo, oltre che un lavoro in una scuola privata che mi procurò, molte dritte sulla vita cinese, e diverse belle uscite con la sua stupenda, e sessualmente super super hot, ragazza della Cina del Nord, una stallona che davvero non aveva bisogno d'altro che d'essere montata, essendo pure ricca. Ma purtroppo le sue chiavate non coinvolgono la mia recensione, nè ebbi modo mai di godere di quell'orientale corpo spettacolare, che ancora oggi mi fa girar la testa. Comunque, sessualmente parlando, l'amicizia con questo ragazzo non fu infruttuosa: infatti lui insegnava inglese in un istituto privato, frequentato soprattutto da cinesi, e lì conobbi una ragazza, carinetta direi, che riuscii a limonare avendole offerto una serata a biliardo. La storia finì con quel timido limone, perchè io volevo continuare a fare sul serio con la mia Susy,
Sempre in quella situazione, che frequentai per gioco, e per tenermi sveglio, diciamo... , parecchie ragazze si fermavano a fare i complimenti a me e al mio nuovo italian friend, dato che la leggenda che gli occidentali piacciono è più che vera, e se uno non è completamente addormentato le occasioni non mancano di certo. Inoltre il simpatico ragazzo, oltre ad avere la tipa davvero figa, e a tradirla regolarmente con ragazze di passaggio per quella scuola di inglese, non si faceva mancare lo sfizio delle battone: battone di "lusso" però, roba in appartamento, loft direi, da quasi cento dollari a botta, mica robetta, tizie che ti fanno il pompino con l'acqua tiepida in bocca e poi ti ficcano un dito in culo, con il guantino però!

Il gusto del mio cazzo le era piaciuto, chiaramente. Infatti non esitò a prenderlo molte altre volte, in aula, nei corridoi dove le telecamere non potevano vederci (almeno spero ! ) nei bagni dell'università, e persino sul tetto, dove le praticai del rimming spinto! Insomma, anche a casa mia, ma questa è la parte più banale, no? Invece fu proprio a casa mia che avvenne qualcosa di non banale: durante una sessione di sesso orale spinto, mi rivelò di essere vergine ( cosa abbastanza ovvia, visto che non volevi che te lo ficcassi nè con prepotenza nè con delicatezza ). Io commentai che era un peccato a cui si poteva facilmente rimediare, soprattutto dopo che le avevo fatto rasare alla perfezione quella meravigliosa fichetta mandorlata, che era un vero piacere sbranare e sditalinare con vigore e passione bramosa. Non fu facile convincerla, nè ci riuscii la prima volta, ma...alle sapienti lusinghe delle mie dita sul suo clitoride, e anche grazie al bel rapporto che si instaurò fra di noi, lavorativamente e umanamente (infatti la rispettai e la rispetto oggi sotto ambo i punti di vista ), volle concedersi alle gioie del sesso avec moi, e trascorremmo nel mio letto piacevoli sessioni di sesso magari non fatto benissimo dal punto di vista tecnico, ma senz'altro notevole come impegno e partecipazione, cosa che me lo fa ricordare con piacere e un discreto gongolio.

Cari confratelli, ora quasi amici direi, o forse già amici da tempo, seppur senza volto, tante sono le letture che abbiamo condiviso, che posso dirvi ancora? Trascorsi davvero un periodo splendido, ricco professionalmente e umanamente, e per fortuna anche il mio cazzo ne trasse giovamento, altrimenti avrei dovuto accompagnare il mio amico in qualche sua missione, o simili. Soprattutto, mi sento di darvi qualche minima dritta: siate più occidentali possibile, per quanto non tutti amino ciò, e siatene fieri, ma mai rozzamente o aggressivamente, siate curiosi verso quella civiltà antica e misteriosa e le sue splendide fichette, che davvero, non lo dico per dire, sono lì anche per farsi spaccare da voi.

Io tornerò, se potrò, in quel paese a spaccar fiche e lavorare, magari. O magari non ci tornerò mai più, e andrò a cercare sazietà per le mie voglie altrove, verso altri lidi e altri mari, verso altre fiche più o meno mandorlate, ma questa esperienza ci stava davvero un botto, e non la rimpiango affatto. Forse son stato prolisso, forse son stato troppo stringato, spero di non avervi tediato, e nella speranza di ciò e nel ricordo dolcissimo di quelle notti cinesi, vi porgo i miei migliori saluti di buon proseguimento, sempre in vista della figa, mantra inseparabile del nostro destino di gnocca travellers.

Guarda Foto e Video di ESCORT e TRANS porche nella tua città

Per i più romantici e curiosoni aggiungo quanto segue: Susy è andata a studiare in Inghilterra, da allora abbiamo mantenuto vivi i contatti, e sono andato a trovarla, diciamo con successo! Pur avendo un fidanzatino russo, milionario sì, ma davvero un "verginello" inesperto, l'ho chiavata per una settimana, con sommo piacere sessuale e sociale ( io milionario non lo sarò mai ) per aver cornificato un super ricco russo. Ora aspetto la sua discesa in Italia per le vacanze ad Agosto, e forse allora potrò continuare il racconto

Trova i migliori CENTRI MASSAGGI e le MASSAGGIATRICI SEXY in Italia

@tempesta tesso le mie lodi... La divina commedia dei nostri tempi, Maestro Oratore continua nei tuoi racconti... Il Benigni che recita la Divina Commedia ossequiente ti deve riverenza.. Mi sei proprio piaciuto.. Io che nei miei racconti austriaci e spagnoli ho trovato solo chi ha buttato giù il livello dei miei 3D... vai... continua così, tra l'altro sei giovane, sei una promessa per le new entry.... Io ti seguirò continuando il mio gt travel, adesso sono in Colombia..... Next Philippines, Cambogia, Vietnam....
Italia, Austria, Svizzera, Olanda, Germania, Spagna, Francia, Slovenia, Croazia, Romania, Ungheria, Portogallo, Brasile, Thai, Indonesia, Capo Verde, Argentina, Cuba, Colombia. e qualcuna l'ho dimenticata....

Abbandonati al relax e al piacere, scopri i centri massaggi della tua citta'!

Non so se sia veritiero ma sicuramente un racconto piacevole simpatica anche la nota romantica. La storia della suina che scappa col miliardario ma si fa ancora trombare per noia dall'esperto amatore è un classico.

Guarda Foto e Video di ESCORT e TRANS porche nella tua città

Pardo90
15/10/2017 | 14:43
Genova |  26-35
Newbie

@tempesta complimenti per il tuo racconto mi ha fatto anche ridere in diversi punti.
Io comprendo appieno quando racconti di short e gambe esili e candidi seni piccoli ma ben fatti; lavoro in china da due anni nel mondo dell'intrattenimento "tipo villaggio turistico" per rispetto della compagnia preferisco non essere preciso,sono contento che tu abbia provato la fica mandorlata ti auguro vivamente di tornare in china presto.
Solo chi va in Cina può rendersi conto dei pezzi di fica che ci sono, altro che mano massaggio nei centri cinesi in italia....
Poi è molto comune che le cinesi siano vergini in periodo universitario.
Complimenti nuovamente.

In Cina si scopa alla grande. Io ho già avuto una cinese e ho parlato con ragazzi che vivono in Cina.
Bisogna lavorare online e si può ottenere una quantità infinite di chiavate, di qualità ovviamente variabile.

Sono un Gentiluomo e il cazzo in bocca non lo nego a nessuna!

>Vigilante area Est Europa <-<-

Guarda Foto e Video di ESCORT e TRANS porche nella tua città

Sarà per questo se sono un miliardo…

- Che cazzo è quello?
- Ti sei risposto da sola.

Trova i migliori CENTRI MASSAGGI e le MASSAGGIATRICI SEXY in Italia
  • 1 di 1
  • 1
Logo Gnoccatravels

Stai per entrare in una sezione vietata ai minori di anni 18 che può contenere immagini di carattere erotico, che tratta argomenti e usa un linguaggio adatto a un pubblico adulto. Se non sei maggiorenne esci immediatamente cliccando ESCI. Se non ritieni il nudo di adulti offensivo alla tua persona e se dichiari di essere maggiorenne secondo la legge dello stato in cui vivi e se, entrando nel sito, accetti le condizioni di utilizzo ed esoneri i responsabili del sito da ogni forma di responsabilità, allora puoi entrare in Gnoccatravels!

Gnoccatravels.com tutela e protegge i minori e invita i propri utenti a segnalare eventuali abusi, nonchè ad utilizzare i seguenti servizi di controllo: ICRA – Netnanny – Cybersitter – Surfcontrol – Cyberpatrol

Contenuti ed immagini qui presenti, sono stati ottenuti attraverso internet, quindi sono ritenuti di dominio pubblico, od autorizzati dagli interessati medesimi. Gli inserzionisti di Gnoccatravels.com dichiarano che gli scopi della pubblicazione richiesta sono leciti (secondo le vigenti normative in materia penale) e strettamente personali, quindi esentano i gestori del sito da ogni responsabilità amministrativa e penale eventualmente derivante da finalità, contenuti e azioni illecite, nonché da usi illegittimi e/o impropri della pubblicazione medesima.

Scegliendo ACCETTA ED ENTRA, l'utente dichiara di essere maggiorenne e di esonerare totalmente i fornitori del servizio, proprietari e creatori del sito Gnoccatravels.com dalla responsabilità sul contenuto degli annunci/inserzioni pubblicitarie e del loro utilizzo.

SONO MAGGIORENNE ESCI

SHARE