Gnoccatravel Havana, Santiago de Cuba, Baracoa e Camaguey in 15 giorni

Vi racconto solo le cose che ho visto o che ho fatto; con qualche eventuale breve commento su quanto mi è stato utile o dannoso, di quanto ho letto in GT prima di partire. E distinguerò le cose di interesse “comune” cioè turistico (ma chiedetemi se avete bisogno di dettagli su cose pratiche: cellulare, soldi, cambio, carte di credito, internet, assicurazione, visto di ingresso, clima, medicine, acquisti vari, cibo, sigari, rhum, casas particulares e come portarvi le ragazze, polizia, trasporti in città e tra le città, taxi, auto, musica, regalini per las chicas, sicurezza etc: d’altronde queste cose le leggete in altri post, anche di gente più esperta di me) dalle cose di interesse “GT”.

Premessa: prima volta a Cuba, dopo una lunghissima milizia brasiliana. Ho scelto un periodo di bassa stagione, per evitare l’invasione delle migliaia di italiani. Viaggio da solo, un po’ per scelta, un po’ per necessità. Non sono di primo pelo, ma me la cavo ancora, in tutti i sensi. Parlicchio spagnolo. Non sono un “malato” di sesso, nel senso che mi piace associare anche un po’ di sano turismo classico e di mare.

Il viaggetto è durato in tutto 15 giorni (cioè 15 notti), periodo aprile-maggio e quindi bassa stagione.

Itinerario: 5 giorni all’Avana, poi aereo (cubano) per Santiago, da qui Baracoa (autobus), di nuovo Santiago (autobus), poi Camaguey (autobus), poi di nuovo bus per Avana (purtroppo saltando a malincuore Trinidad, ma non si può fare troppo in 15 giorni; e comunque a Trinidad non si cucca, mi dicono), e infine casa.

TURISMO:

AVANA è certamente interessante, in particolare il centro storico è affascinante: il punto di partenza è Parque Central, da cui partono gli autobus per le spiagge (bella Playa del Este, ma senza luoghi di ristoro, e senza ombrelloni – sole spietato, mettere protettore 40 - ; evitare inoltre di andarci sabato e domenica, troppo affollata) e da cui, a piedi, si entra nel Casco Historico, attraverso calle Obispo o una delle sue parallele (Heredia, Obrapia, etc); ci si inoltra in un dedalo di viuzze con negozietti (tipo casbah) dove vi sono tutte le solite cose di interesse per i turisti, cioè artigianato etc, ma dove vi sono piazze e chiese fantastiche, tutte in stile coloniale (che a me piace molto). Vi sono piccoli hotel e palazzi privati i cui cortili interni sono deliziosi, vi sono musei più svariati (del rhum, del sigaro, del cioccolato, farmacie antiche etc; e inoltre, tutti locali famosi, come il Floridita di Hemingway, dove vi consiglio i daiquirì, o come la Bodeguita del Medio, meglio per il mojito: trovate dettagli in una qualsiasi guida turistica). Ci sono ovviamente i soliti venditori e disturbatori, che peraltro se messi a distanza si calmano. In teoria si può fare tutto in una unica giornata di turismo classico, cioè dalle 10 alle 18.

E non vi è alcun pericolo, come d’altronde in “quasi” tutta Cuba. Mai stato lì di sera (mi hanno detto che non vale la pena, che poteva essere poco sicuro, ma la mia sensazione è che invece è sicurissimo anche di sera). Il cibo è il cubano standard, non attraente. Però vi sono 2 eccezioni sensazionali: il Trompete, vicino il porto e il museo del rhum cioè alle spalle della chiesa di Sao Francisco, che è carissimo (paghi anche 35-40 CUC) ma si mangia pesce alla grande (tra parentesi, c’era un pool di modelle cubane che facevano un servizio fotografico… very interesting): l’altro è il Paladar di Dona Eutimia (affianco alla Plaza de la Catedral, a sua volta meravigliosa, inclusa la chiesa stessa), piccolissimo ma vale la pena aspettare; qui ho pagato 9,5 CUC, mangiando benissimo.

Non ho notato altri luoghi di interesse turistico, nella città; ma ovviamente non escludo che ve ne siano, io sono rimasto un totale di 5 giorni, inclusa la sera di arrivo dall’Italia. Il Malecon (cioè il lungomare) fa un po’ schifo, niente di attraente. Via Caracciolo a Napoli è 1000 volte più bella, per intenderci. Non credo che qui si abbia bisogno di un jinetero (cioè di una guida tuttofare a pagamento), un po’ perché la città è grande, un po’ perchè all’avana sono troppo furbetti.

Dormire: per me mille volte Vedado, il quartiere residenziale: ma attenzione, mi riferisco al Vedado più distante dal centro incasinato. Sei un po’ fuori ma sei al tranquillo, e poi con i taxi “pubblici” arrivi in 5-10 al centro (o al Vedado “vicino” cioè zona mega-hotel, zona gelateria Coppelia, a cifre ridicole, cioè meno di 0,5€. Se serve di sapere come funzionano ‘sti taxi, chiedetemelo. Così come se vi servono nominativi di case particulares, ne ho un paio molto buone. Ah, nessun problema per entrare con las chicas; lo stesso vale per le altre città che ho visitato, e comunque è bene chiarirlo subito con i padroni di casa, altrimenti si cambia).

In caso di bisogno, come in tutte le città a Cuba, qui si può andare in piscina negli hotel (ma anche per avere possibilità di telefono, internet - lentissimo - etc). E’ prassi comune che i turisti entrino liberamente in tutti gli hotel, in quanto comunque si spende qualcosa per le asciugamani, per un pranzo, cocktail, birre etc; ad esempio io sono stato all’hotel Copacabana. Ma mi è piaciuto molto l’hotel Parque central, che si trova in piena Parque Central; ma non sono stato in piscina, nel senso che non l'ho vista.

Ah: per strada tutti vi chiedono soldi, cibo, caramelle, saponi, dentifrici, profumi…. E vi offrono “taxi, amigo?”, “quiere compania?”, “rhum? Habanas cigarros?”… insomma, abituatevi; vale per tutta Cuba.

Bilancio finale: non si può fare a meno di andare all’avana! Ma bastano 3 giorni.

SANTIAGO è molto carina, ovviamente più piccola di Havana. Anche qui il centro storico è affascinante: fattibile tutto in un giorno. Si parte dalla piazza “parque Cespedes” che è il cuore, da qui si scende verso il porto in direzione Tivolì. Carina la scalinata Padre Pico (almeno mi sembra si chiami così). Da Parque Cespedes si va anche in direzione Plaza de Dolores e Plaza de Marte, tipicamente cubane. Il tutto “condito” dalla splendida regia di DANKOBOX, che qui ringrazio pubblicamente per la splendida e amichevolissima compagnia e a cui, se non siete dei rompiballe, vi consiglio di rivolgervi per informazioni. Grazie amico!

Qui ho dormito in case particulares di “competenza Dankobox”, così come per buoni ristoranti, ma non mi azzardo a darvi i nominativi in quanto in questo caso è meglio chiedere a lui…

Anche qui, piscina (bellissima) presso l’hotel Melia Santiago. E comunque vi sono spiagge, ma un po’ distanti. Fatevi consigliare.

Dal punto di vista turistico, santiago vale almeno 2-3 giorni, in funzione del tempo che avete a disposizione.

BARACOA: intanto, la strada che porta a Baracoa, specialmente nel tratto da Guantanamo a Baracoa (ove prende il nome di Farola) è letteralmente meravigliosa, una alternanza di mare e monti senza paragoni. Si arriva a Baracoa (divertentissimo l’arrivo in bus, centinaia di locali che circondano il bus per offrire disperatamente un appartamento!): una piccola e semplice cittadina di mare, che di per sé non offre molto. Però da qui vi sono un paio di escursioni che mi hanno stupito: la prima è la spiaggetta di Maguana, un vero gioiello: qui l’acqua è bellissima, barriera corallina a cento metri dalla riva, palme alle spalle, un baretto e un micro ristorante, venditori non assillanti (mangiare in una casa di un pescatore ad una 50ina di metri verso la foresta, tutto alla brace, con aragoste “vere” e gamberoni come li intendiamo noi cioè grandi: in realtà sono i gamberi di fiume (a Cuba chiamano “camarones” quelli che per noi sono i gamberetti). PS: abituatevi all’idea: a Cuba si mangia meglio nelle case che nei ristoranti!

La seconda escursione, questa indimenticabile, è alla foce del fiume Yumurì (fatevi spiegare da loro perchè si chiama così, non voglio togliervi la sorpresa): qui è un paradiso a cominciare dalla spiaggetta di acqua dolce dove vi porta un barcaiolo (tutto a remi, nessun motore qui!) innamorato del posto e profondissimo conoscitore: fatevi indicare i nidi degli uccelli! Lui lì sa tutto, è incredibile come sappia individuare, in una selva di migliaia di alberi, i nidi degli uccelli più disparati, portandovi vicino alla foglia sotto la quale vi fa vedere un piccolissimo batuffolo: e da lontano vi dice quante uova (micro) trovate, e quante sono già dischiuse; tutto basato sul volo delle madri. Ne conosceva 29, di nidi. Fantastico! Una persona indimenticabile, in un luogo indimenticabile.

Dormire e mangiare a Baracoa? Su consiglio di Dankobox, vai alla casa-ristorante di Yonel (lo conoscono tutti) e ti guadagni anche i favori del chico Manaca (fatti dire da lui il perché del nome), un ragazzo che si mette al tuo servizio in cambio di birre e panini (in realtà una sera gli ho pagato una chica, 5 CUC che ancora mi deve…; scopando in casa mia, visto che avevo 3 camere libere!!!), e ti accompagna nelle escursioni. A proposito, la moglie di Yonel, vista da dietro, non è malvagia… specialmente al mattino presto. E cucina bene: provate il "covo", molto buono...

Dal punto di vista turistico, baracoa vale 2-3 giorni.

CAMAGUEY: una bella sorpresa, sarà che a me piacciono molto, ma le chiese e le case coloniali qui sono davvero belle. Piazze fantastiche, molte foto…. Passeggiare nel centro è un piacere. Per il resto, non vi è mare se non a 80 km. Se proprio non resistete, si può andare in piscina all’hotel Camaguey, bruttino ma almeno ti rilassi.

Ah, qui consiglio di accaparrarvi un ragazzo in bicitaxi, lui sa dove portarvi, per poche lire. E resta con voi 24 ore su 24: 10 CUC.

Se fosse solo per turismo, 1-2 giorni per Camaguey.

Altre città: purtroppo non ho potuto andare a Holguin e neanche a Trinidad che mi interessavano. Così come Guardalavaca e Puerto Padre. Inoltre, la sensazione è che i Cayos siano fantastici come mare: ma alquanto turisticizzati. Sarà per la prossima.

E VENIAMO AGLI ARGOMENTI PIU' INTERESSANTI (GT !). Sarò pragmatico, senza invenzioni e senza esagerazioni, mi limito a quello che ho visto e fatto.

AVANA: delusione assoluta relativamente ai locali tanto osannati: personalmente sono stato alla Casa della musica di Miramar (mi sembra 10-12 CUC per entrare), che è un puttanaio standard, voti da 6 a 7, prezzario che parte da 80 per scendere poi alquanto più in basso. Interessante una certa Irene, longilinea, che ho prelevato… Tra l’altro, vi sono anche cubani “normali” e molti turisti, incluse coppie. Mi dicono che la casa della musica di Galliano sia meglio. Sono stato poi al “mitico” Capri, cioè al Salon Rojo: a parte lo squallore del locale, molto antiquato e leggermente puzzolente (in genere sti posti sono fatiscenti e sono al chiuso), mi hanno detto che avrebbe chiuso all’una. Assurdo: in realtà, però, di sicuro alle 1.30 era ancora aperto. Le chicas sparano altissimo (da 100 CUC) e non sono affatto come ho letto in molte altre recensioni. Qualche ragazza interessante, ma nulla più: e poi sono super professioniste, come alla casa della musica.

Inutile andare anche al Red e al Cangrejo. La mia sensazione è che i locali funzionino a rotazione, nel senso di giorni più movimentati: da questo punto di vista, chiedete info a chi vi ispira fiducia (rischiate con qualche taxista più giovane; oppure con il padrone di casa...). PS: il sabato e la domenica, specialmente nei locali cubani normali, vi sono troppi ragazzi locali e si cucca maluccio: meglio i feriali….

Ben più interessante comunque è stato andare al Coquetel, un micro locale in zona Coppelia (e quindi non distante dal Capri), lungo la strada principale, di fronte al –pessimo- ristorante Sofia; questo Coquetel è principalmente per cubani, e quindi vi sono chicas normali, il che non significa che non siano interessanti….. giuro!

Ah, in zona circolano jineteros incalliti: qualcuno può essere utile (a me è capitato un certo Moro), che non fanno altro che proporvi appartamenti e ragazze (vi sedete ad un bar, lui torna dopo 5 minuti con una e, se non vi va, torna con altre e via di seguito; sembra una sfilata….), speculando per una birra, un mojito o per 5-10 CUC: le ragazze sono le più disparate, alcune caruccie: se chiedete un tipo specifico state certi che ve lo porta: inclusa – su mia richiesta - una studentessa “normale” del tipo “acqua e sapone” ma grande zoccola, merce che abbonda in zona, vista la vicinanza dell’università: a proposito, si consiglia una passeggiata in mattinata da quelle parti, lungo il marciapiede di fronte al Coppelia.

Alla fine ho scelto un fiore di nome Arletys.

Per il resto, la mia sensazione è che – se non siete presi dalla foga del sesso a tutti i costi (nel vero senso della parola), nel qual caso rifugiatevi in uno dei tanti puttanai della città – occorre lavorare da mezzogiorno in poi e fino al tramonto, abbordando con classe per strade, negozi etc e senza porre limiti alla divina provvidenza; rischiare la figuraccia non costa nulla, anche se proprio all’avana ci sono le cubane più spocchiose. Intendo dire che comunque non è mica vero che le ragazze vi saltano addosso (tranne le disperate): occorre in ogni caso saperci fare, almeno un po’. E poi voi siete giovani e belli....

SANTIAGO: approccio molto più facilitato, le ragazze sono più libere rispetto all’avana. La razza è più scuretta, ma i corpi sono perfetti; direi "al dente". Qui ho sentito (dankobox era presente) due chicas al tavolo con noi che descrivevano il loro piacere per “la pinga” (informatevi bene su cosa significhi…), con proposte immediate e esplicite; una quasi piangeva ("Me gusta el tu amigo") perché non poteva intrattenersi ma doveva andare dalla nonna malata…. Cifre ridicole, ai limiti della decenza; e ciò è dovuto al fatto che a loro piace più che a voi! Si cucca principalmente per strada, di mattina, in spiaggia, al pomeriggio, la sera… insomma sempre! Sedetevi a un bar, o all’hotel lì in piazza Cespedes e vedete cosa accade (non a caso, in 3 giorni, sono andato a bersaglio nei 3 pomeriggi con ragazze molto carine. “Que rico, papi”). La sera si replica nei locali: ho conosciuto la casa della Trova (o della musica, non ricordo) dove ho cuccato una così bella che ho temuto fosse un trav… quelli non mancano, attenzione!), ho conosciuto la Parillada (un po’ fuori, diciamo 10 minuti di taxi, ma estremamente interessante per il parco chicas), ho conosciuto l’ottimo Tropicana dove avevo appuntamento con una ballerina incrociata alla parillada il giorno prima ma che non ho più trovato. Il Tropicana è un mega locale molto spettacolare, all’aperto e un po’ caro, ma dove “loro” entrano gratis, e dove il sabato vi è un classico spettacolo per turisti tipo balli di carnevale brasiliano (che loro chiamano cabaret), al termine del quale comincia la disco e partono slinguate free, puttanaio in piena libertà. Prezzi contenuti (max 30-50 CUC).

Voti alquanto elevati. Direi che santiago vale la pena, alla grande, nonostante la lontananza dall’Avana (circa 1000 km, 18 ore di bus). E poi io ho avuta una ottima guida

BARACOA: qui durante la giornata non accadono molte cose, a meno di avere uno spirito GT molto spinto. Si tratta di aspettare la sera… il locale principe è La Terraza (dove il nostro amico Yonel fa il buttafuori all’ingresso… capisci a mmè), una enorme terrazza all’aperto. Tutta Baracoa scopereccia si trasferisce qui, incluse le turiste (austriache, polacche, canadesi etc) a caccia di cubani. Qui ho incontrato la bella tra le belle, Anne (voto 9,5). “Que rico, papi”. Una mulatta chiara, una meraviglia della natura. Non scendo in dettagli… per correttezza professionale, ma il ricordo è indelebile e la pinga che ancora vibra!

Le chicas sono di buon livello, voti da 6 a 8, eccezioni a parte. Che mi risulti, vi sono anche altri locali (Ranchon, mi sembra), ma il mio amico Manaca me li ha sconsigliati. Provate voi.

CAMAGUEY: e qui, la sorpresa più gradevole: una cittadina apparentemente tranquilla, dormiente… la sera si anima drasticamente! Le ragazze sono tendenzialmente bianche, e la percentuale di carine è elevata più che all’avana. Locali: il più battuto è il Caribe (prezzo: 6 CUC per due persone, ma una deve essere una chica… è un modo per fare entrare gratis le ragazze). Anche qui il primo impatto è orribile, puzza di bagni chiusi, muffa: ma poi vi abituate… E anche qui si cucca bene, voto 6-8. Prelevata una biondina sputtaneggiante; che poi, presa a sé, si è rivelata una ragazza simpatica, intelligente e anche pulita. “Que rico, papi”.

Il giorno dopo, cioè la sera, serata pigra alla casa de la Trova: si, musica e balli belli, ma… niente chicas. Niente chicas?? “Hola…Mi nombre è Maria”: proprio all’uscita, una folgorante apparizione. E meno male, era la mia ultima notte sull’isola… Credo che fosse, in fondo, la donna che cercavo (trattasi di donna, e non di ragazza….), dolce, serena, e molto amante della pinga…. Eggià, perché mi ero fatta una idea specifica della donna che volevo incontrare, e eccola lì! Peccato dover partire dopo poche ore, peccato davvero: ma forse meglio così, di questa Maria si è corso il rischio di innamorarsi!

Fine delle trasmissioni. Che riprenderanno presto, però…. rivedrò quelle luci, ascolterò di nuovo quelle musiche, toccherò ancora con mano los bollos calientes (si dice così, dankobox??).

Cuba è un bagno di umiltà, ma è stato un piacere tuffarcisi dentro.

Que rico papi!

Saludos amigos. E comportatevi bene, sempre. Non fate i soliti italiani..... qualsiasi età voi abbiate

Guarda Foto e Video di ESCORT e TRANS porche nella tua città

gran bella recensione complimenti! deve essere stato un gran bel GT! :-)

Abbandonati al relax e al piacere, scopri i centri massaggi della tua citta'!

@supermust

complimenti, mi e' piaciuta molto come rece, c'e' ne fossero sempre di piu' sarebbe un mondo migliore qui su GT :-) io ho un pallino per Cuba, dai tempi del @descarao che oramai si e' eclissato, mannaggia a lui :-(

ad ognimodo prima o poi mi devo decidere di farci un salto,

:-) se non altro per vedere le albe e i tramonti :-)

cit "Non mi posso permettere il lusso di NON pagare una donna"

Trova i migliori CENTRI MASSAGGI e le MASSAGGIATRICI SEXY in Italia

@supermust

ciao caro, bellissima recensione, è stato un piacere conoscerti....anche se per una sola giornata con l'amico Danbox , a Playa Buey Cabon ne abbiamo combinate di tutti i colori... B-)

INCONTRA DONNE VOGLIOSE

Sentire parlate del cocktail di L'havana mi ha fatto tornare alla mente bei ricordi grazie!!non lo cita mai nessuno ma ci si fanno Ottime conoscenze ;-)

Leggi le recensioni ESCORT e non farti fregare, trova la ESCORT nella tua città

bella recensione davvero, complimenti!

Io ci sono gia stato a cuba, ma mi sta venendo voglia di tornarci... nothing beats "ay que rico papi, asi!"

bella recensione

supermust,sono stato anchio a santiago in compagnia di dankobox,confermo quello che hai detto ;-) il mio cruccio non avere visto baracoa :-(avevo solo 7 notti)

Guarda Foto e Video di ESCORT e TRANS porche nella tua città

notevole , bella , affascinante ed "INVOGLIANTE" recensione !!! Complimenti.

Abbandonati al relax e al piacere, scopri i centri massaggi della tua citta'!

ringrazio per i complimenti, ma ho solo scritto quello che ho visto, vissuto e percepito.

In conclusione, conto di tornarci presto.... per questa estate avevo programmato colombia, ma tornare a cuba può essere una buona idea...

@romario: se torni a santiago, baracoa vale la pena!

@max76: è stato un piacere conoscervi, spero che abbiate completato il giro con mucho gusto! Si, non ricordavo il nome della spiaggia, playa buey cabon. Ciao a tutti voi, se passo dalle vs parti verrò a mangiare il vostro strudel di mele :)

INCONTRA DONNE VOGLIOSE

Bravo @supermust bella recensione e bella vacanza!! Dunque anche tu mi convinci sempre più che per la mia prossima volta a Cuba dovrò spingermi fino a Santiago, piccola capitale della gnocca cubana!!! Senza contare Baracoa che a te è piaciuta molto dal punto di vista turistico.

Mi confermi comunque la tendenza al cioccolato delle gnocche di Santiago e dintorni?

Per la prossima volta che torni a Cuba, mi permetto di consigliarti Cienfuegos: discoteche direttamente sul mare con fighe disponibilissime e vicine spiagge carine. da lì puoi fare l'escursione in giornata a Trinidad che ti incuriosisce tanto.

"Las putas no me dejaron tiempo para ser casado" --- Gabriel Garcia Marquez in Memorias de mis putas tristes...

Leggi le recensioni ESCORT e non farti fregare, trova la ESCORT nella tua città

@MItomarcomane, si, a santiago si tende verso il cioccolato.

Grazie per il consiglio, anche altri mi hanno detto bene di Cienfuegos: si farà!

@supermust, no so in quale spiaggia sei andato a Playa dell'Este ma all'Atlantico ci sono sia ombrelloni che lettini e 2 punti di ristoro e si può mangiare. Per il resto niente male come prima volta.

Guarda Foto e Video di ESCORT e TRANS porche nella tua città

@forzanat, mi sembra che la spiaggia dove mi sono fermato era all'altezza dell'hotel tropicoco. Era di sabato... una marea di cubani! C'era anche qualche lettino (non più di 10) ma erano presi d'assalto. Immagino che in un giorno feriale le cose sia completamente diverse. Comunque l'acqua era splendida

Abbandonati al relax e al piacere, scopri i centri massaggi della tua citta'!

@supermust se riesco ad organizzarmi x agosto vorrei ritornarci se ti è possibile inviarmi gli indirizzi delle case particular dell'avana mi farebbe piace con i prezzi e l'indirizzo grazie ;)

Trova i migliori CENTRI MASSAGGI e le MASSAGGIATRICI SEXY in Italia
  • 1 di 1
  • 1
Logo Gnoccatravels

Stai per entrare in una sezione vietata ai minori di anni 18 che può contenere immagini di carattere erotico, che tratta argomenti e usa un linguaggio adatto a un pubblico adulto. Se non sei maggiorenne esci immediatamente cliccando ESCI. Se non ritieni il nudo di adulti offensivo alla tua persona e se dichiari di essere maggiorenne secondo la legge dello stato in cui vivi e se, entrando nel sito, accetti le condizioni di utilizzo ed esoneri i responsabili del sito da ogni forma di responsabilità, allora puoi entrare in Gnoccatravels!

Gnoccatravels.com tutela e protegge i minori e invita i propri utenti a segnalare eventuali abusi, nonchè ad utilizzare i seguenti servizi di controllo: ICRA – Netnanny – Cybersitter – Surfcontrol – Cyberpatrol

Contenuti ed immagini qui presenti, sono stati ottenuti attraverso internet, quindi sono ritenuti di dominio pubblico, od autorizzati dagli interessati medesimi. Gli inserzionisti di Gnoccatravels.com dichiarano che gli scopi della pubblicazione richiesta sono leciti (secondo le vigenti normative in materia penale) e strettamente personali, quindi esentano i gestori del sito da ogni responsabilità amministrativa e penale eventualmente derivante da finalità, contenuti e azioni illecite, nonché da usi illegittimi e/o impropri della pubblicazione medesima.

Scegliendo ACCETTA ED ENTRA, l'utente dichiara di essere maggiorenne e di esonerare totalmente i fornitori del servizio, proprietari e creatori del sito Gnoccatravels.com dalla responsabilità sul contenuto degli annunci/inserzioni pubblicitarie e del loro utilizzo.

SONO MAGGIORENNE ESCI

SHARE