Grecia, zona piazza Omonia

Salve Amici,

trovandomi ad Atene per motivi non proprio di svago, vengo a conoscenza grazie ad una bellissima recensione di un membro di Gnoccatravels (che d'ora in poi chiamerò Maestro e a cui sarò grato a vita), dei prezzi low cost e della zona di Via Filis.

Questa recensione è ispirata da quella del maestro e ogni riferimento qui sotto è ovviamente di pura fantasia siete tuttavia liberi di prenderlo per vero

Premessa.
Avevo cercato siti simili a Bakeca, tuttavia avevo trovato solo annunci in greco o di agenzie locali con prezzi piuttosto alti, quindi la strategia è stata quella di verificare dal vivo la situazione, volendo evitare di entrare in un bordello e fare la figura di andarmene perchè la merce non era di mio gradimento.

Giorno 1 - Rani, in zona sconosciuta ("ah, quanto a dir qual era è cosa dura...")

Visito il centro, cenetta con vista Acropoli e giro in piazza Sintagma durante il cambio della guardia. Fa buio e da lì decido di dirigermi verso la zona di Via Filis, ma giusto per vedere che aria tira. Poco convinto, procedo a zig zag, finisco in una zona tipo Bangladesh, con molti asiatici e con molta plastica e spazzatura per terra. Con passo deciso cerco una via verso il centro, capito in una piccola strada. Sul lato opposto c'è una fermata dell'autobus con un nutrito numero di indiani, non mi piace ... affretto il passo tenendo d'occhio il gruppo di gente. Ad un certo punto tra le colonne sul mio lato della strada spunta una ragazza ferma in piedi, che mi guarda per una frazione di secondo e abbassa subito lo sguardo...2 metri dopo, un'altra ragazza mi fissa per una frazione di più, poi abbassa lo sguardo. Poco oltre passo davanti a 3 scalini che portano ad una porta aperta con una luce bianca intensa nel corridoio.

Penso: chi mai terrebbe la porta aperta in un quartiere così? Immagino che sia un bordello e che le ragazze che ho visto siano lì ad aspettare...che pensieri da maniaco..meglio andare via. E se invece per una volta avessi ragione? Attraverso la strada, torno indietro e mi mescolo tra la gente alla fermata, la ragazza in abiti tradizionali che mi aveva guardato più a lungo osserva i miei movimenti. Ci guardiamo e ci scambiamo un gesto di intesa col capo ....poi mi indica la porta aperta....incredibile...era davvero come pensavo.
Attraverso deciso la strada e sono dritto di fronte a lei:"Speak English?" (lei fa un passo indietro, domanda sbagliata) "...yes..." "How much?" (Domanda giusta) "25". 25?? Ok let's go.

Saliamo i tre scalini, sulla sinistra c'è una piccola finestrella da cui compare una ragazza magrina, biondina e coi capelli corti (forse lesbica?), tiene gli occhi bassi, prende i 5 euro e come resto da la chiave della stanza e un preservativo. Mi piace la cosa.
Saliamo al primo piano di questa vecchia casa greca e entriamo in stanza e qui....cito: "nemmeno nei peggiori bordelli di Caracas!" Stanza squallida, lavandino, doccetta, letto a malapena rialzato. Ci spogliamo e da sotto gli abiti larghi tradizionali indiani emerge un corpo informe, gambe grosse, rotolini, insomma di viso era bella , ma una così manco ubriaco e manco gratis! Lo spirito della marachella però è in me, comincia a toccarmi, poi si sdraia e mi fa entrare nella grotta slabbrata, non riesco a venire e allora mi tocca ancora un po', si mette a pecora, affondo un po'. Alla fine mi tocco io e riesco a venire, quasi a voler finire un supplizio mentre lei mi tocca fastidiosamente le palle.
Si chiama Rani, è Indiana, si ricompone con calma, solo quando le dico che sono italiano si illumina:"Much moneyyyy!!!" allora l'inglese lo parli, eh? fredda e insensibile a qualche mio complimento o discorso, però va beh. 25 Euro....cosa vuoi di più dalla vita? Mi rivesto e prendo la borsina dei souvenir appoggiata sulla sedia (cappellino per papà e una tazzina per la mia amica delle medie che non me l'ha mai data e mai me la darà! In compenso ogni volta che berremo il thè insieme questo inverno vedrò la tazza che le ho regalato e mi tornerà in mente il peggior bordello di Caracas! Cin cin)
Torno soddisfatto in albergo: se questi sono i prezzi che giran ad Athen, per me.... poi tanto male non è. (cit., il principe di Bel Air)

Giorno 2 - Ana, Chalkokondili

Mangio qualcosa nei dintorni dell'hotel in un bel localino dove non parlano niente di inglese. Souvlaki e vino locale e sono amico di tutti e re della piazzetta. Basta cazzeggiare: voglio fare doppietta stasera!
Scendo a Victoria station e passo per via Filis: nulla, forse è presto (5 del pomeriggio), qualche immigrato e qualche panzone e barbone greco che si affaccia con aria minacciosa dalla propria finestra dalla quale campeggia una bandiera greca. Recepisco che forse ne hanno abbastanza del casino in via Filis, ma tornerò dopo.
Mi dirigo verso il centro e ad un tratto dall'altra parte della strada noto due turiste Cinesi con un cappellino...la spia si accende, controllo meglio...scompaiono e ne appare un'altra, sempre cinese, con un vestito corto e che passeggia avanti e indietro tra un minimarket e un negozio di valige (tenete presenti questi classici indicatori!) per farsi notare. Troppo brutta, scartata. Più avanti una nana, un'altra indiana non male seduta su un paletto...evitiamo visto l'episodio della sera prima....meglio aspettare il buio. Mangio qualcosa e torno in via Filis: qualche luce bianca, ma vita zero, una ragazza seduta mi squadra malissimo, il putanradar non segna nulla, torno verso il centro.
Sto pensando di arrendermi, ma ho uno scatto: eh no, non posso tornare in hotel con le pive nel sacco! Decido di controllare meglio la zona della sera prima, ma mentre mi sto cercando di orientare col GPS...colpo di scena, amici!!! Dall'altra parte della strada vedo 4 ragazze sedute fare le sceme, fingere di mostrare le gambe. Un ragazzetto si avvicina e viene allontanato con derisione dal gruppo. Stanno facendo le oche, chiaro, ma il putanradar segna A un certo punto una bionda in minigonna di jeans e tacchi alti si stacca dal gruppo e incede piano verso un omone che la saluta, decido di attraversare per dare un'occhiata scialla alle more visto il diversivo (mi interesserebbero le greche in teoria...), ma la bionda incrocia il mio sguardo e con voce tenera dice: "...hiii...." ho già gli occhi a cuoricino:"Speak english?" (passo indietro di lei) "yes"..."how much?" (passo in avanti): "30". 30???? per una così? Rispetto ai 25 della Mahindra? Andiamo subito! Entriamo in hotel, 10 per la reception, saliamo le scale e noto le belle gambe di Ana, così mi dice di chiamarsi, bellissima ragazza bulgara...ok c'è un filo di buccia di arancia ma nessuno è perfetto, anzi è la classica bionda tirata regina della discoteca, quelle che non ti cagano MAI!
Entriamo nella stanza, pulita, ordinatissima, meglio del mio albergo...specchi, climatizzatore, luce soffusa, belle lenzuola di raso. Lei si spoglia facendo un po' di numeri, facendosi ammirare, poi prende un asciugamano pulito da una busta di plastica e si va a lavare. Torna e dopo averle versato 20, senza dire nulla si mette a pomparmi di brutto, in ginocchio con le mani salde sul letto....le accarezzo i capelli e le faccio qualche complimento...diventa dolcissima e si impegna un sacco. Improvvistamente mi diventa duro come non mai...."sex now?" mi dice lei mettendosi a pecorina....certo che sì!
Affondo di bestia fino a venire...lei mi agevola in tutto e mi lascia fare....esplodo in un'estasi....la ringrazio infinitamente...lei ride e mi abbraccia dandomi mille baci....poi le suona il telefono (finito il tempo?). Si lava, abbracci baci, esce. Rimango in stanza da solo, spengo tutto, chiudo a chiave e la riporto alla reception.
Esco e trovo lei in strada che di nuovo mi abbraccia e mi saluta. Chiedo se sarà lì anche domani e da che ora....dalle 6 mi dice...ok. Domani doppietta!
Torno in hotel felice e contento ....ormai sono innamorato! Però prima faccio 3 screen shots della mappa della zona: all'incrocio tra Chalkokondili e Kamaterou, vicino alla stazione di Omonia. Tornando verso la metro trovo varie ragazze non bellissime, tra cui forse qualche tossica. Una in particolare mi ferma e mi dice sorridendo "sex", poi fa 6 con le dita e indica un hotel di fronte (6 euro? mah, non capisco) comunque mi sono appena svuotato e non mi interessa. Ciao, a domani!

Giorno 3. Maya e Ana bis, Chalkokondili

Io però insomma volevo una morettina greca....stavolta mi dirigo in zona da vero esperto, per l'occasione indosso una polo regalata da una mia vecchia ex. Passo davanti all'hotel di Ana (di proposito prima delle 6) e qui una morettina mi chiama schioccando le labbra...è minuta e ben fatta. La domanda stavolta è diretta:"how much?" "30" risponde lei...penso sorridendo: ma vaaaaaa?
Verso 10 alla reception e saliamo in ascensore ad una stanza al 3 piano. Si spoglia, ha le tette rifatte però è davvero carina....piccolo show, lavaggio e si inizia, ma qui arriva il brutto: mi chiede i soldi, le porgo i 20 e lei guarda schifata: "30" dice lei in inglese improvvisamente livello B1 da Oxford (quando si parla di soldi eh...). Le dico spudoratamente che ieri la sua amica mi ha fatto pagare 30 totali, che è una ragazza cattiva. La situazione precipita e decido di non fare altre storie...purtroppo ho 40 euro...dice che mi darà il resto alla reception. Ok, crediamoci!
Cominciamo.
Male.
Guarda il mio attrezzo e fa una smorfia ancora più schifata: BJ is extra, ok? OK. che te devo dire? OK.
Spompina meccanicamente, "sex now" e si mette a pecora, finge molto male, alla fine vengo manualmente.
Se ne va sorridendo ricordandomi il suo nome "Maya", bulgara anche lei. Se,Maya.... a "Maya" più arrivederci.
E qui capisco che non è una questione di nazionalità.
Vado a mangiare qualcosa per recuperare energia. Fa buio, decido di esplorare a caso dove mi porta il fiuto.
Ritrovo le cinesi 50enni e una ragazza nana già vista che se ne va via con due ragazzetti trattando il prezzo 2x1. Riparto da piazza Omonia e prendo una strada a caso, poco dopo in lontananza vedo una biondina e due gambine affusolate da urlo. Il putanradar si accende, purtroppo però in mezzo c'è un gruppo di turisti tedeschi in cui decido di mimetizzarmi per valutare meglio la situazione. Il loro passo è incerto, io voglio superare la biondina per valutare bene....alla fine questa svolta a sinistra e io la seguo. Lei mi fiuta e si gira: avrà avuto 50-60 anni...mi passa la voglia.Tiro dritto, svolto ancora e vedo del biondame....vado a vedere e una ragazza si gira: è Ana. Mi prende in contropiede: "Come stai?" Dico in italiano come ad una vecchia amica. "Sex,come in..." risponde...(come spiegarle che ho appena fatto sesso e magari dopo?) Magneticamente la seguo e sono in reception...c'è il tizio di quando sono entrato con Maya che mi guarda complimentoso. Saliamo in camera. Stavolta ha un vestitino aderente. Mi fa un BJ da urlo guardandomi negli occhi, poi pecorina...non vengo, altro pompino....ri pecorina....è fantastica, ma non vengo, si impegna...poi dico che va bene così, sono stanco. E' colpa mia che ho appena fatto sex (con la tua amica), si scusa infinitamente e mi ricopre di baci. Infine scende. Alla reception c'è la signora della sera prima che mi guarda con aria tipo:"bentornato signore, vedo che gradisce i nostri servizi " ormai sono disinvolto con la gente della reception e francamente mi sono lavato più in questo hotel che nel mio, dove il bagno è ormai pieno di kit per la doccia che mi lasciano ogni giorno! haha!
In strada Ana ancora mi abbraccia e si scusa. "Don't worry, see you tomorrow..." le dico.

Giorno 4 - Maria, via del 3 Settembre.

Ultimo giorno, non ho voglia di andare in centro, l'unica decente incontrata in queste sere è stata Ana, ma mi è passata la verve. Faccio comunque una ricognizione passando per via 3 Settembre, molti turisti. Una ragazza scura di carnagione ferma sulla strada, il semaforo diventa verde ma lei non attraversa: il putanradar impazzisce: bipbipbipbip! Mi avvicino e lei ha dei pantaloncini succinti: il putanradar segna di brutto.
Con circospezione decido di fare il giro dell'isolato...trovo un'altra ragazza scura di carnagione con un vestitino, ma arriva un ragazzo e va via con lui (e forse non era una di quelle, visto che non la rivedrò più, peccato).
Altre ragazze, scartate. Scendo e ritrovo la biondina su di età, con altre tardone (una di queste mi punta e mi segue per qualche isolato...aiuto!! )
Evito l'incrocio di Ana (voglio cambiare). Decido di prendermi una spremuta di arancia (in bicchiere di cristallo, se questa è la vista che fanno ad Athen per me, poi tanto male non è - cit.)Giro con quella tenendo un basso profilo: funziona, nessuna si avvicina e posso guardare tranquillamente la merce. Torno in via 3 Settembre. La ragazza scura con pantaloncini corti ha una pancetta imbarazzante, la sua amica è pure peggio, poi ce n'è un'altra con un tatuaggio ma non mi sembra niente di particolare. Ci penso un po', mi allontano. Decido di verificare di nuovo...la ragazza scura risale da una via secondaria con l'amica col tatuaggio (forse sono andate a pagare pegno alla stazione di polizia lì vicino), guardo bene....quella col tatuaggio sembra greca e può andare...ma cammina veloce e non si ferma...alla fine si gira: "30" mi dice in una lingua sconosciuta (è greca!!penso) ok, let's go. Giriamo l'angolo e entriamo in un hotel. Ormai sono disinvolto e saluto l'omino alla reception con un caloroso "kalispera!!", allungando un deca. Poi mi giro e saluto i due seduti sul divanetto di fronte:"Kalispera!Kalispera!" Come va, papponi, tutto bene? loro ricambiano chinano più volte la testa e sorridendo:"Kalispera!", "kalispera!"...
Poi l'imbarazzo: l'ascensore non arriva se non dopo 5 interminabili secondi di silenzio imbarazzante.
Entriamo in ascensore e Maria comincia a baciarmi dappertutto. La camera non è male, una mezza via tra Caracas e l'hotel di Ana, lei si spoglia, ha un bel fisico, ma soprattutto ha dei capelli curatissimi e un viso splendido. Mi parla, ma non capisco nulla, se non che è rumena. Cerco di farle un video per gli amici mentre si fa la doccia, ma la stanza si allaga in quel punto e le calze mi si bagnano. Resterà il ricordo. Lei guida il gioco, mi fa un pompino da urlo leccando benissimo le palle, mettendomi il preservativo dolcemente con le labbra. Poi pecorina, mi incita a darci dentro, a darle qualche schiaffetto, gode (o finge benissimo), si tocca il clito, poi si lamenta dolcemente per qualcosa, si mette in ginocchio e pompa con la bocca, ripecorina: le prendo i capelli e le piace da maledetti, le accarezzo il sedere morbido poi lei si gira, alza le gambe le apre, le abbassa...numeri....GFE. Esplodo in un piacere immenso. Sembra anche una mia ex: stessi occhi, capelli, stesso fisico, stesso nome e P**A uguale. Ci rivestiamo e lei scherza sul fatto che siamo alti uguali. Son stato benissimo, è l'ultima sera, decido di darle 20 euro extra (non uccidetemi), lei non capisce perchè, nemmeno sembra volerli, ma poi li accetta. Mi dice di essere stata in Italia a raccogliere la frutta, ma per pochi euro al giorno (ormai capisco il rumeno a livelli di Supersayan!). Ascensore, baci , coccole. Ceno tardissimo vicino all'hotel. La mia avventura greca finisce qui.

In sostanza, quoto le conclusioni della recensione magistrale letta su gnoccatravels prima di partire: se parti con il giusto spirito, ti diverti. Puoi trovare perle ma anche fregature. Se torno ad Atene so già dove andare.

In totale:

Rani 25
Ana 30+30
Maya 50
Maria 30 (+20 di mancia)

quindi 5 experiences per 165 euro + 20 di mancia.

Ho imparato che tutte quelle che ti chiamano schioccando le labbra come se fossi un gatto randagio non meritano. Quelle invece che si avvicinano tranquille senza insistenza lo fanno sì per soldi, ma anche per passione e ti lasciano un bel ricordo....questa almeno è la mia opinione.

Scusate le lungaggini e spero che la recensione vi sia piaciuta!

Guarda Foto e Video di ESCORT e TRANS porche nella tua città

@nicola77 said:
Scendo a Victoria station e passo per via Filis: nulla, forse è presto (5 del pomeriggio),

Guarda che nei bordelli (quelli con la luce bianca fuori) bisogna entrare in ognuno per vedere le ragazze, non sono mica in strada le tipe... Alle 17 sono tutti aperti.

"Mai discutere con un idiota. Ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza"


"Il saggio dubita spesso e spesso cambia idea. Solo gli stupidi sono ostinati e non hanno dubbi ; loro conoscono tutto fuorchè la loro ignoranza" .

Trova i migliori CENTRI MASSAGGI e le MASSAGGIATRICI SEXY in Italia

Mi interessava sapere se ci sono bordelli/case dove esercitano cinesi (non thai, non Filippine - cinesi!). Grazie mille.

Leggi le recensioni ESCORT e non farti fregare, trova la ESCORT nella tua città
  • 1 di 1
  • 1
Logo Gnoccatravels

Stai per entrare in una sezione vietata ai minori di anni 18 che può contenere immagini di carattere erotico, che tratta argomenti e usa un linguaggio adatto a un pubblico adulto. Se non sei maggiorenne esci immediatamente cliccando ESCI. Se non ritieni il nudo di adulti offensivo alla tua persona e se dichiari di essere maggiorenne secondo la legge dello stato in cui vivi e se, entrando nel sito, accetti le condizioni di utilizzo ed esoneri i responsabili del sito da ogni forma di responsabilità, allora puoi entrare in Gnoccatravels!

Gnoccatravels.com tutela e protegge i minori e invita i propri utenti a segnalare eventuali abusi, nonchè ad utilizzare i seguenti servizi di controllo: ICRA – Netnanny – Cybersitter – Surfcontrol – Cyberpatrol

Contenuti ed immagini qui presenti, sono stati ottenuti attraverso internet, quindi sono ritenuti di dominio pubblico, od autorizzati dagli interessati medesimi. Gli inserzionisti di Gnoccatravels.com dichiarano che gli scopi della pubblicazione richiesta sono leciti (secondo le vigenti normative in materia penale) e strettamente personali, quindi esentano i gestori del sito da ogni responsabilità amministrativa e penale eventualmente derivante da finalità, contenuti e azioni illecite, nonché da usi illegittimi e/o impropri della pubblicazione medesima.

Scegliendo ACCETTA ED ENTRA, l'utente dichiara di essere maggiorenne e di esonerare totalmente i fornitori del servizio, proprietari e creatori del sito Gnoccatravels.com dalla responsabilità sul contenuto degli annunci/inserzioni pubblicitarie e del loro utilizzo.

SONO MAGGIORENNE ESCI

SHARE