Sicuramente c'è di meglio... anche qui vi racconto le sensazioni provate come nel mio precedente post

Qui al primo pensiero non c'è niente da dire. Ma poi i ricordi affiorano. Del primo post che ho pubblicato, mi manca la situazione, la vorrei rivivere adesso, proprio ora, Questa no. Ma ve la racconto.
Anche qui per lavoro ed onestamente mi aspettavo molto di più dall’Australia. Ammetto anche che nonostante ci abbia passato diverse settimane, alcuni mesi, non sono riuscito a spingere sull’acceleratore del “buttati tanto chi se ne frega”. Sono rimasto molto frenato come sempre mi accade. Forse i backpackers 20enni si divertono un sacco, un sacco di bellissime ragazze promiscue sia del luogo che da tutto il mondo che si concedono facili solo per gioco solo per divertirsi pure loro? non so, non ci credo, forse, boh. Davvero, non ho altre parole. Boh.
Sta di fatto che mi ricordo una lunga guidata in mezzo alla natura selvaggia, il giorno del mio compleanno bel paesaggio, ma senza una portatrice di patatina di bell’aspetto a fianco, questo mondo perde tanto colore, mi fermai vista oceano e mi dissi “e quindi?”. Beh evidentemente a distanza di anni me lo ricordo quindi ne è valsa la pena. Sono super- eterosessuale al 100%, ma maledico la natura per l’esistenza di tante ragazze perfette che puoi solo guardare (e a volte non troppo) e non toccare, men che mai montare...per cui ti si contorcono le viscere dalla voglia. Allo stesso tempo mi ritengo fortunato che oltre ad aver creato questi angeli intoccabili, alcune le ha fatte prostituire.
Detto questo facevo base a Melborne e lì ci sono due posti dove si cerca la femmina di venerdì e sabato sera: Saint Kilda e il CBD (il centro). St. Kilda pareva più promettente. Il venerdì o sabato sera mi facevo le vasche in quel posto avanti, indietro. Tra gli altri, notavo che spesso di vedevano branchi di ragazze non accompagnate. In tre, quattro, cinque. Molte sono vestite come si vestono le prostitute sulle nostre strade durante la primavera...diciamo verso Aprile. Lanciano sguardi, si fan forza l’un con l’altra. Fan commenti quando passi. Bah ho sicuramente sbagliato la partita, forse non ci ho mai creduto nella possibilità di farsene una “senza pagare, senza impegno, senza fatica, dopo due battute”.
Anche al lavoro si sarebbe potuto fare di più. Alcune colleghe locali non erano per nulla male e forse almeno una avrei dovuto provare ad agganciarla in chat. Bah. Chi lo sa.
Leggendo in giro a quei tempi, ho scoperto che subito dietro alle vie “in”, c’era poi la dimostrazione che così proprio facile non deve essere acchippare una pulcina da spennare facile senza danni collaterali.
Ci sono le puttane. Stradali. Illegali e la maggior parte pure brutte. Beh se esistono e stanno lì, dico io, un motivo ci sarà. Sta di fatto che spesso allungavo la passeggiata fino a queste vie più buie: sono sempre stato molto lucido “se non paghi è difficile, ci devi lavorare ed a dirla tutta non hai manco talento”. La questione della prostituzione stradale è illegale nello stato di Victoria, forse in tutta l’Australia. Quindi è una pessima idea girare in auto attorno a formare delle lettere “O” per tornare a passare davanti alle donnacce.
Per la verità, in quelle vie, le puttane non sono tante. I bordelli sono ovunque e legali. Vedevo sempre parecchie auto parcheggiate davanti. Ma costano, cazzo se costano! Vanno centinaia di AU$ per robe che dovrebbero andare a poche decine. No inaccettabile. Piuttosto, mi faccio scoppiare le palle.
In un occasione selezionai un bordello, il più economico della zona, mi armai di coraggio e faccia di bronzo (anche qui, come a Shanghai per entrare al Judy’s) e ci entrai. Prima volta in vita mia. Cribbio che posto di merda: saletta di aspetto, soffocante, arriva la prima bruttona. “no cazzo, dai via, e questa vorrebbe pure 80 AU$ per un colpetto? Ma fanculo”. Arriva la seconda, stesso calibro. “via via” Arriva un altro cliente si siede di fronte, nervoso. “No basta fanculo che posto di merda” me ne vado.
Ed ecco la carne. Ne conto non più di 10 in diversi mesi. Si tratta di stradali tutte di St Kilda. Le vedevo a piedi, e tornavo in macchina. La prima richiesta era altissima, erano sul trio 50-80-100 Au$ (50 pompa, 80 scopata, 100 entrambi) con relative varianti. Per lo più si scopava in stile sveltina tipo battona rumena in Italia in auto in parcheggi appartati. In sostanza una merda. Io offrivo 50 con un reale limite mentale a 60 Au$. Non racconto in ordine cronologico qui sotto.
Ci fu qualche occasione che mi colpì. Una prima volta, non avevo ancora fatto nulla in Australia, camminavo e davanti a me c’era questa ragazzina giovane sui 20 anni. Belle gambe lunghe nude, mi ricordo che le ammirai, ma era vestita male. Camminava si fermava all’angolo un attimo e procedeva. Non avevo ancora capito che avevo a che fare con una mignotta, finchè tornai indetro. E lei stava facendo lo stesso sport di “cambia l’angolo”. Allora le incrociai lo sguardo, uno, due, tre... lei capì, si avvicinò “cerchi una ragazza?” Sì” Potevamo andare nella sua stanza, 100 Au$ era a distanza di camminata. “Stanzetta privata?” “sìsì” beh è carina, belle gambe lunghe...“senti, un’ora 150?” “va bene”, la seguo per la via principale 300-400 metri. Arriviamo in questo casone vicino all’oceano. Apre il portoncino. Tutto trasandato dentro... cammino nel corridio fetido. Qualcuno la vede, le fa un cenno di saluto. “Cristo i vicini drogati che sanno che batte!” entro nella stanza.... carina è carina... occhi spenti, qualche segnetto in faccia.... “è una sbandata, forse drogata” voglio andarmene, cazzeggio, non so come andarmene. si innervosisce “allora vuoi o non vuoi? Se non vuoi vattene!” non aspettavo altro. viiiiiiiiiiiiiiiiia. Settimane dopo, durante una camminata la ritrovai. La voglia era tanta. Lei aveva sempre quelle gambe lunghe, belle... Le volevo. L’avvicino, non mi riconosce. Mi propone 50 bocca e 80 Au$, bocca e patata. Si chiude per 50 Au$ “bocca e patata fatto bene”... chissà che vuol dire poi. Di nuovo a piedi... mi prende per mano... una battona di strada?... Penso “Che cazzo?” va beh fa piacere. Dopo pensai che lo faccesse per evitare guai con la polizia “ci amiamo non vede, agente?”, non mi porta alla sua stanzina, non che ci tenessi a rivederla, ma in un bagno pubblico lì vicino, relativamente pulito “siamo in Australia!”. Giù i miei pataloni, mette il preservativo, si piega di lato e succhia un po’. Io muovo nella sua bocca a tempo “ok esperienza diversa”. Si stacca si gira, giù gli shorts e si piega in avanti. Lo prende:“ok dentro” e inizio a spingere. Arriva una signora, nel cesso a fianco. Capisce che stiamo scopando. Ci inizia a parlare ad alta voce. “non mi interessa cosa fate, ma fate schifo ” e via così. La puttana piegata, fa un gesto di stizza, io continuo a pompare voglio solo finire ed andarmene “che situazione del cazzo”. Vi assicuro che è dura... con una signora che parla ad alta voce a fianco. La puttana lo sfila dalla patata si gira vuole finirmi con la mano. Chissà perchè cazzo hanno quest’idea che con la mano fan prima che con la fica... la fermo, la giro “just a minute” e penso “eh no amica, son pure più veloce dentro di te rispetto alla mano”. La signora finalmente se ne va e pochi secondo dopo svuoto le palle. La puttana se ne va, io prendo la via opposta.
Trovai altre appartenenti al genere “sbandata” ancora carine. Una ragazza scozzese bionda, trasferita, senza soldi, senza un cazzo. Con il ragazzo che la prostituiva. La caricai e andammo dietro ad un garage. Per 50 Au$ mi ficco un preservativo e si mise a pecora in auto. Fu una montata breve ma profonda e brutale. Pochi secondi e finì. Anche il genere “sbandata” ha il suo fascino tutto sommato...
...e un’altra un’australiana penso scappata di casa, aveva delle gran belle gambe lunghe e lisce che sorreggevano un corpo di una ragazza carina un po’ troppo scontrosa... La seconda ed ultima volta che la caricai le proposi “a casa?” “a casa non lo faccio mi hanno stuprata l’ultima volta”. 60 Au$.
...e un’altra che mi portò vicino all’oceano. Fu la prima in Australia. La strapagai (100 Au$) per quanto poi in effetti fatto (una sveltina in auto) In teoria avevo chiesto “un’ora” e lei s’era pure impegnata a cercare un posto “da un’ora”. Ma dopo la prima venuta, volevo solo che sparisse.
Infine l’unica davvero bella. Un’australiana di origini italo-greche. Bella, 27 anni, corpo liscio, atletico, scattante, bianco, pelle compatta, senza segni, cosce toniche, alta. Bei capelli castani. 60Au$. Era una vera eccezione per il posto. Quando la vidi n pomeriggio non mi sembrò vero. Dopo averla scopata le chiesi il numero. In un’occasione, ingrifato la chiamai subito dopo il lavoro. Mi feci 20 kilometri per arrivare al quartiere dove abitava. Uscì di casa con felpone e vestiti da casa, ma non perdeva nulla, anzi... mi arrapava pure di più. Ovviamente dentro c’era il pappa-fidanzato, immagino “vado un attimo a scoparmi un cliente” “va bene tesoro, prendi qualcosa per cena quando torni”.
Siamo andati in una strada lì vicino. “son venuto fin qui, almeno ti spogli tutta, ok?” “ va bene” mi mette il preservativo e si spoglia tutta in auto, penso “che bel corpo! che bella ragazzona” mentre mi sale su e mi allunga un capezzolo su una tettina da ragazza con corporatura atletica. “suck this bitch!” e io diligente inizio a succhiarle il seno. Dopo un poco “how do you want to fuck me?” “I want to see your eyes” “cool!” si sdraia sul sedile a fianco. e la monto. “yeah fuck her!” “fuck that pussy!” “oh yeah like that” “fuck that pussy!” …godo… “yeah that’s the shit! gimme that shit!”
In sostanza: costa troppo per la qualità offerta (tutto non solo le donne).

Incontra ESCORT e TRANS nella tua città
escorta_mobile

Mi fai pensare alla battuta di woody allen che voleva entrare in polizia ma servivano dieci decimi di vista e un metro e ottanta di altezza.

Preso dalla delusione decide di diventare un criminale, ma anche per quello servono dieci decimi di vista e un metro e ottanta di altezza.

La morale insomma è che con le donne bisogna buttarsi, tanto saremo sempre inadeguati…

- Che cazzo è quello?
- Ti sei risposto da sola.

Abbandonati al relax e al piacere, scopri i centri massaggi della tua citta'!
Mille_erotici_mobile

nooo, non la vedo così estrema...

Oggi vediamo se mi vien voglia di scrivere altro.

Trova i migliori CENTRI MASSAGGI e le MASSAGGIATRICI SEXY in Italia
wellcum_mobile

Bel racconto mi è piaciuto aspetto la prox puntata

DONNA CERCA UOMO
escort_forumit

Per spiegarvi un po’ la visione sull’interazione con il gentil sesso del vostro narratore, che sarei io, vi dico che preferisco 10 volte una pagata ma bella ad una “normale che ci sta”, ma una non sufficiente per i miei canoni... e qui si spiegano tante cose... quanta gente si accontenta eh!? Io piuttosto pago, ma quella che mi monto deve essere bona.
Come detto sono nato stra-convinto eterosessuale, adoro la figa intesa sia proprio come organo, insomma la vagina, ma anche come femmina, per cui se non raggiungono gli standard minimi di bellezza sono rifiutate. Ebbene sì, anche a me è capitato di rifiutare cessetti .
eh poi già che siam qui vi racconto alcune situazioni australiane che avevo saltato che mi son venute in mente.
Per andare al lavoro passavo sulla Napean Highway vicino a St Kilda, tutte le mattine. Durante un fine settimana avevo fatto il mio solito giretto a St Kilda zona bar a guardare quelle “normali” più St Kilda zona scura sapendo bene che si conclude lì. Stavo cercando alcune delle ragazze descritte prima. O la ragazzona 27enne di origini italo-greche, splendida creatura, oppure come seconda scelta una delle due carine portatrici di belle gambe (la prima descritta oppure quella che disse di esser stata stuprata a casa).
Sta di fatto che in quell’occasione, non trovai niente: solo tre quattro, bruttone che ringrazio di esistere, perchè vuol dire che se loro riescono a tirarci su i soldi per vivere con quel mestiere, vuol davvero dire acchiappare una “gratuita, senza impegno, solo per divertirsi con bei lineamenti e corpo sexy” proprio facile non deve essere. Inutile dire che me ne andai a casa a pieno carico, stizzito col nervoso “manco pagando trovo ciò che voglio!”.
Alla ragazza 27enne, dopo la visita al suo quartiere, quando fece quella marchetta descritta prima mentre era “fuori servizio”, avevo proposto di vederci una volta, volevo la calma di un’ora in un letto per godermi quel corpo meraviglioso... Lei mi aveva proposto di vederci un mattino che mi avrebbe potuto ospitare e visto che a quell’ora era “fuori servizio”, avrebbe potuto concerdersi per 110 AU$ in cambio della prestazione che le chiedevo io (appunto un’ora in un letto). Per questioni igienico-sanitarie delle stradali descritte, era l’unica in Australia a cui avevo osato leccare la patatina. Bella, buona, adorabile come sempre... ci vivrei con una figa in bocca. Non vedevo l’ora di dedicarmi a lei per diversi minuti. Quel 10 accanto al 100 della tariffa chiesta era davvero fastidioso e volevo eliderlo. La signorina disse che era a copertura di spese di lavaggio “degli asciugamani che useremo”. Boh? Mai cifra fu più strana e mai scusa a non scendere oltre fu più assurda.
Sta di fatto che quel mattino, reduce di un weekend senza aver scaricato le palle, forte della libertà sul lavoro che mi assicurava la possibilità di telefonare all’ultimo e dire che sarei arrivato in ritardo senza grosse conseguenze, decisi di chiamare ancora una volta il numero magico della ragazza di origini italo-greche. “mmm 110 Au$... sono un po’ tanti... sì sì la voglio, oh come mi diverto stamattina, altro che lavoro” “Orrore!” Quel mattino è spento. Ok ora sono nervoso ed arrapato, con l’immagine di qualche giorno prima di quel corpo atletico che si muove su di me mentre le succhio la tetta offerta. È lunedì mattina...vrooomm giro per le vie di St Kilda “se trovo qualcuna minimamente decente la monto, devo scaricare”. Un paio di bruttone e poi una ragazzina di circa 20 anni, capelli neri bassina. Arriva giusto giusto alla sufficienza. L’eccitazione se la fa bastare. 50 Au$ bocca, 80 patata, 100 entrambe. Riesco a farmi concedere un 50 Au$ solo patata. A bordo! e verso un parcheggio. Anche lei è una sbandata... arriviamo in un parcheggio “dietro la colonna là... vedi altrimenti di lì c’è la telecamera” ...eh... armeggia sugli shorts apre, giù le mutandine... si sente un odorino di pesce andato a male. Viene dal buchino desiderato per cui... per carità, di odori dalle patate ne ho sentiti tanti diversi... dipende da che settimana nel cliclo è la ragazza, dall’odore del suo sudore e ovviamente dalla situazione igienico sanitaria. Qui si capisce che la situazione igienico-sanitaria non è delle migliori. La proposta è unica nel suo genere “preferisci condom o senza?” la voglia è tanta... “condom, grazie!”... montata, svuotate le palle, pratica chiusa. Fu l’unico giorno della mia vita in cui andai con una puttana prima di andare al lavoro. La giornata fu rilassata. Per la cronaca, non ho mai usufruito della possibilità offerta dalla ragazzona italo-greca, di casa, letto un’ora al mattino.
In un’altra occasione, una sera, sempre a St Kilda sempre a caccia della mia desiderata cavalla italo-greca... non c’era. E allora feci la classifica di cosa c’era. Ok c’era quella là, ragazza fisicamente grande (non grassa eh, proprio di corporatura grande, con due grosse grosse tette). “Ok proviamola!” Era un’americana, con problemi al visto (fa ridere eh) e se la cavava un po’ così...andava a St Kilda e batteva quando proprio serviva. Assieme alla precedente certo la peggiore, sia esteticamente che come scopata. Comunque anche la sua patata mi svuotò le palle per 50 Au$.
Infine ricordo quella volta in cui percorsi una via che fa parte dell circuito cittadino di Melbourne (vicinissimo a St Kilda), una notte sulla mia utilitaria, seguendo l’auto su cui una prostituta caruccia (la regina di bellezza per quella serata diciamo) era salita. Salvo che fece tutto il circuito e la riportò alla base. Beh era il pappone che chissà perchè ebbe bisogno di far quel giro. Quindi feci un giro e mi fermai dalla ragazza... che rifiutò “No! you’re that pervert who was following us? Aren’t you? What do you want from us?” Ripartì e fui raggiunto dall’auto di prima al semaforo. Il ragazzotto mi affiancò e mise su la sua faccia più brutta per dirmi di non osare toccare la sua donna. Beh lo mandai francamente affanculo e lasciai l’area, se non potevo toccare lei, allora lì non avevo più altro da fare per quella sera.
E con questi ultimi ricordi, mi sa che con l’Australia ho proprio finito. Alla prossima.

TROVA TRANS
wellcum_discussioni
Escort_directory
  • 1 di 1
  • 1
Escortadvisor escorta Bookingsescort_right Escortime moscarossa_right Haima_desktop escortinn Mille_erotici_desktop Oceano_home Escort Direcotory Escort forum wellcum_right bacheca massaggi
Logo Gnoccatravels

Stai per entrare in una sezione vietata ai minori di anni 18 che può contenere immagini di carattere erotico, che tratta argomenti e usa un linguaggio adatto a un pubblico adulto. Se non sei maggiorenne esci immediatamente cliccando ESCI. Se non ritieni il nudo di adulti offensivo alla tua persona e se dichiari di essere maggiorenne secondo la legge dello stato in cui vivi e se, entrando nel sito, accetti le condizioni di utilizzo ed esoneri i responsabili del sito da ogni forma di responsabilità, allora puoi entrare in Gnoccatravels!

Gnoccatravels.com tutela e protegge i minori e invita i propri utenti a segnalare eventuali abusi, nonchè ad utilizzare i seguenti servizi di controllo: ICRA – Netnanny – Cybersitter – Surfcontrol – Cyberpatrol

Contenuti ed immagini qui presenti, sono stati ottenuti attraverso internet, quindi sono ritenuti di dominio pubblico, od autorizzati dagli interessati medesimi. Gli inserzionisti di Gnoccatravels.com dichiarano che gli scopi della pubblicazione richiesta sono leciti (secondo le vigenti normative in materia penale) e strettamente personali, quindi esentano i gestori del sito da ogni responsabilità amministrativa e penale eventualmente derivante da finalità, contenuti e azioni illecite, nonché da usi illegittimi e/o impropri della pubblicazione medesima.

Scegliendo ACCETTA ED ENTRA, l'utente dichiara di essere maggiorenne e di esonerare totalmente i fornitori del servizio, proprietari e creatori del sito Gnoccatravels.com dalla responsabilità sul contenuto degli annunci/inserzioni pubblicitarie e del loro utilizzo.

SONO MAGGIORENNE ESCI