Gnoccatravel in Ecuador

Cari tutti,

mi rendo conto solo ora che finalmente il W.M. si è accorto dell'esistenza di questo paese non solo nella mappa

dei Gt ma anche di quella mondiale. Certamente sarebbe stato il mio report di debutto in questa comunità, se non altro perchè

uno dei miei primi Gt in ordine cronologico. Infatti è doveroso precisare che la mia esperienza risale al 2000, se ricordo bene: era ancora presente il Sucre e la sostituzione $/S era di 1Usd= 15000 Sucre .

l Ecuador era il paese più economico al mondo.

Bastavano un paio di Benjamin Franklin per uscire dalla casa de cambio con lo zainetto pieno di mazzette.

In Italia la comunità ecuatoriana non era ancora così numerosa (oggi, fra quelle latine, è sicuramente la prima), e i pochi viaggiatori italiani che vistavano l'Ecuador lo facevano all'interno di un tour organizzato.

Oggi sò per certo che molte cose sono cambiate (quando capita scambio quattro chiacchiere con loro) ma tutto sommato le informazioni che sto per passarvi dovebbero essere ancora valide.

In Breve (a memoria)

L'Ecuador è uno stato di piccole dimensioni confina con il Perù e la Colombia, ha sbocco sull'Oceano Pacifico. I) tre ambienti maestri sono costa (Guayquil città di riferimento e anche seconda città per importanza e dimensioni), cordillera andina (Quito, la capitale, la seconda più alta al mondo, forse dopo La Paz) e la parte Amazzonica (Coca, Lagro agrio etc). Da Quito è possibile raggiungere indistintamente costa (a ovest) e amazzonia (a est) in un giorno di viaggio all'interno dei maladati pulmini. In alternativa in volo con meno di un'ora. Costi (al tempo) meno di 50 usd per volo. La Galapagos costituiscono una indiscussa atrattiva ed è possibile acquistare pacchetti sia a Quito che Guayaquil.

(350 usd x 3-4 giorni voli inclusi)

Purtroppo il litorale non è adatto alla balneazione (un pò come il Perù) motivo per cui in Ecuador ci si reca più che altro per i percorsi ecoturistici e per le Galapagos. Gli alpinisti troveranno pane per i loro denti sfidando le vette de Chimborazo e Cotopaxi (sono solo alcuni dei numerosi vulcani..).

Le Ande

Sistemarsi a Quito (come abbiamo fatto noi) può rivelarsi oltre che una scelta piacevole (il clima è perfetto: caldo di giorno, giacchetta per la sera, eterna primavera si dice..) anche una scelta strategica: è situata in un centro ideale del paese e risulta utile per gli spostamenti sia verso costa che per il lato amazzonico, quanto per esplorare gli altipiani a nord e sud (mercato di Otavalo a nord, Cuenca a sud). Quito è una città molto affascinante, vanta un centro storico molto ben conservato, una zona nuova dove abbondano bar e locali per lo più frequentati da bianchi.

Composizione etnica: lasciando stare dati e percentuali che troverete facilmente, tenete conto

che esiste una minoranza (ma politicamente e economicamente domininante) di bianchi, le cui donne sono mediamente molto cesse, una parte centrale di meticci (con lineamente spiccatamente andini ma meno che in Perù, se siete stati) e la parte indigena (cospicua ma inferiore rispetto La Paz).

I turisti (pochi) di solito giovani backpackers si concentrano nella zona del Mariscal Sucre, animata durante la sera, molti i localini dove l'abbordaggio è sempre dietro l'angolo. Qui non troverete

le stunners, certo è che

la prima sera portai

nella mia posada una che ballava e mi sorrideva (all'epoca il mio spagnolo era minimo).

La città nuova- di sera esistono sempre almeno un paio di discoteche per la classe bianca. Al tempo ci andammo ma non trovai nulla di interessante: come spesso capita in certi paesi del terzo mondo i bianchi discendenti di europei tendono a stare fra loro. Ora magari è tutto cambiato. Tanto vale provare.

L'Avenida Amazonas è l'arteria principale che taglia in due la città, centro degli uffici e delle agenzie. Da bazzicare durante il giorno, si può beccare ovunque (dall'agenzia di viaggio alla casa de cambio) al tempo eravamo extraterrestri. Non credo che oggi sia tutto un altro mondo...

Il Pay- ero giovanissimo e ho subito adottato un taxista che ci ha guidati nelle torbide notti di Quito.

Mai visto così tanti night (erano posti dove bevevi il mondo e poi prelevavi a volontà spendendo meno di 20 usd...) e bordelli in una città sudamericana.

Gli indirizzi non li ricordo (e nemmeno li ho mai presi) ma quì ci si può far portare senza problemi ovunque. Pensate che dopo il tramonto le uniche luci accese erano quelle di bordelli e night, in mezz'ora di taxy ne contai più di 14: si entrava e si dava un'occhiata (4-5-6 girls al max) e poi si usciva. Tant'è che era più la curiosità di ficcare il naso di quella di ficcar l'augello...

Una mattina il ns choffer ci chiese " volete proprio vedere l'inferno?". I nostri musetti brufolosi annuirono e così ci condusse ai piedi della Virgen. Quito è sovrastata dalla statua di una Vergine poggiata e incatenata sulla zampa di un drago e da questa posizione, dicono,

"cuida"-vigila, sulla città. La parte appena sottosostante è un colle, chiamato appunto "panecillo", ai piedi di questo colle si diramano innumerevoli viuzze zeppe di venditori e ambulanti. Qui i bordelli non si contavano. Uno accanto all'altro: ragazze (non certo belle) vestite in bikini sfilavano sui palchi, un signore al microfono faceva le presentazioni e il pubblico era fatto di disperati di varia sorta. Chiesi i prezzi al taxista. Mi disse non più di 10 Usd.

Erano le 10 del mattino, al massimo.

Le Ande- a nord.

Da segnalare la Mitad del Mundo, segna il passaggio dell'equatore. Escursione fattibile in giornata da Quito.

Otavalo- uno dei mercati più pittoreschi dell'america del sud. Posto turistico. In giornata da Quito si può fare.

Le Ande- a sud.

Banos- questa stazione termale non si trova sulle Ande ma certo a sud. Comoda se si è diretti in amazzonia, è una delle località più turistiche del paese proprio in virtù delle fonti termali. Queste località sono perfette per entrare in contatto con il popolo andino in vacanza. Inoltre viene inserita nei tour provenienti dall'estero.

Cuenca- è stata classificata la miglior città per il "buen retiro" a

livello worldwide

http://internationalliving.com/why-cuenca-is-the-best-city-in-the-world-to-retire-to/

Salto nel tempo, città incantata e allo stesso tempo fervente centro universitario dell'Ecuador bisognerebbe davvero dedicargli del tempo. Noi ci siamo femati solo 2 giorni ma è bastato per notare il piacevole passaggio di donzelle nella piazza principale, mai avare di sorrisi verso lo straniero.

Amazzonia

Che decidiate di visitarla dalla vicina Mishauallì o addentrarvi verso Lago Agrio e Coca prima o poi dovrete decidere di acquistare un mini-pacchetto per le escursioni. Questi avamposti amazzonici offrono quasi sempre un bar con biliardo, freccette, poster sbiaditi di gnocche e 2-3 zoccole per sera. Una birra gelata (magari un pompino a fine serata) e via il giorno dopo ad esplorare uno degli ecosistemi più affascinanti del pianeta.

Consiglio: chi da sempre nutre il desiderio di fare un'esperienza di questo tipo non esiti a cogliere questa opportunità: l'amazzonia ecuatoriana è ricchissima, accessibile, relativamente poco cara (se paragonata a quella del Ven e del Brasile).

Per me è stata la prima volta. Quella che non si scorda mai...

La costa

Rientrati a Quito ci siamo ritrovati la città semideserta per via della vicinanza al carnevale."Dove sono finiti tutti?"

"Sulla Costa" risponde sornione un agente di viaggio. Ci consiglia Manta dunque. Feste e ragazze a go-go.

Manta-

Quella che doveva essere la meta balneare top, per i pochi ricchi equatoriani e i colombiani

che desiderano una dimora a buon mercato fuori dai confini si presenta come una località anonima. Vuoi che le aspettative alimentate da quell'agente avevano fatto viaggiare (e non di poco) la nostra immaginazione, vuoi che, ancora pivelli non avevamo ancora una idea di cosa fosse veramente una meta turistica balneare in un paese in via di sviluppo, l'impatto fù deludente. Hotel decadenti e maldati, pick-up-discoteche-ambulanti e persone dall'aspetto poco rassicurante. Se gli andini per natura (e per condizione) sono parecchio riservati, i costenos si distinguono dal carattere esuberante, sono casinisti e socievoli, tratti comuni che in seguito avrei ritrovato in Venezuela e Colombia. Anche le pollastrelle, meticce ben più accattivanti rispetto alle andine e dallo sguardo sempre malizioso. Solita posada essenziale e ci buttiamo al "malecon" per un pò di vasche per sondare l'ambiente. La spiagge sono enormi e brunastre (in linea con quelle di tanti altri posti dell'oceano Pacifico), pochi i bagnanti. In compenso erano in corso diversi mini concorsi di bellezza per la selezione della reina, del carnaval, reina de "arena" (sabbia), e un discreto ben di Dio di filgliole saliva e scendeva dai vari palchetti. "Con più tempo a disposizione.."

-penso- . Verso sera lo scenario outdoor si fa più frenetico con l'intensificarsi di questi pick-up ultra rumorosi, le compagnie e l'odore di birra in lattina che sale dall'asfalto apiccicoso. Decidiamo per una discoteca. Ci facciamo indicare la migliore, no zoccole, visto che i dindi non rappresentano un problema.

Il nome non lo posso ricordare ( e meno ancora credo possa servire dato il tempo trascorso) ma posso ricordare che la ressa era tanta. La classe agiata del paese sembrava tutta lì, quella notte. Tanti bianchi, qualche meticcia. E anche qualche gnocca da ricordare. Ci notano tutti ma nessuno si fa avanti, fino a quando una tipa col microfono si apre un varco e mi si para dinanzi: me, in mezzo alla pista a guardarmi intorno sorpreso nel vedere uno spazio aprirsi, e lei, bionda, con un "gelato " di ferro in mano. Un secondo dopo ero anche osservato da una telecamera. " Da dove venite?"- Una tv locale si era accorta di noi.

A seguito di questa breve intervista la serata prese tutta un'altra piega: i ragazzi mi porgevano il palmo della mano (il 5..) e le ragazze lanciavano sguardi palesi. Alla fine due tipe (del genere ragazze di buona famiddia) presero (guarda caso loro) l'iniziativa, ci abbordarono e non ce le tolsimo più dai coglioni per tutta la sera.

Siccome era maggiore la loro curiosità che la voglia di lasciarsi profanare quella sera (lasciarono contatti, ci portarono a casa etc) andammo a dormire stanchi e anche un pò annoiati.

Ecco, a volte mi succede. Mi succede di non ricordare. Dei vuoti mentali, forse perchè tanti viaggi e tante esperienze simili tendono ad assomigliarsi.

Non di certo questa però! Non riesco a ricordare come fù che arrivammo ad Esmeralda. Per quale motivo più che altro, non lo ricordo,, Ci arrivammo in aereo, questo lo ricordo bene, e ricordo perfettamente lo sbarco: un'umidità pazzesca, un hamman praticamente! L'odore dell'aria era forte, di piante tropicali e non so dire altro. Le strade erano piene di buche, carretti trabordanti banane scarichi di fogna. L'odore della malaria, appresi poi, molti anni dopo....

Esmeralda- non si conosce il motivo esatto,ma

c'è come una leggenda piuttosto, che gira, questa vuole che un negriero

sia approdato ( o forse affondato) per errore in questa costa, fatto stà che gli abitanti di Esmeralda sono tutti neri.

Non meticci, neanche mulatti. Neri. Ebony.

Esmeralda e zona di Atacames (che è la località di mare che vi descriverò) è anche la regione più povera di uno dei paesi più poveri dell'america del sud. Mi è capitato tempo fà di conoscere un ecuadoriano che vive nelle mie zone, quando gli ho detto di esser stato ad Esmeralda non ci voleva credere. Quando lo incrocio mi riverisce ahah

A Esmeralda, almeno in quegli anni, non vi era negozio che non avesse le inferiate fuori dalla finestra. Solo a Esmeralda ho visto più guardie armate che a Città del Guatemala. E per fortuna appena arrivati fecimo subito conoscenza con dei bravi ragazzi Quitenos, automuniti, che ci propongono di seguirli a Atacames, località ben più sorridente.

Ma ci torneremo a Esmeralda)))

Giunti ad -Atacames- che si riassume in una località balneare disposta sul lungo mare, tante cabanas sulla spiaggia e alla fine della caminnata, questo piccolo residence di bungalows immerso nel verde che da direttamente sulla spiaggia. è qui che ci hanno portato

nostri amici Quitenos, perchè quì che gente come "noi" deve stare. 30 Usd al giorno per un bungalows su due piani che arriva ad ospitare fino a 4 persone. Mi smarco dagli amici e scendo a mare.

La spiaggia deserta. Che bello. Credo che l'esperienza esotica si concretizzi più qui che in qualunque altro posto dove sono stato. Scorgo in lontananza due punti neri, mi avvicino e vedo una ragazza. Nera. Con dread lunghi.

Due pere immense.

Lancia il bastone e il cane corre.

Io mi avvicino e le sorrido. Lei fa altrettanto e io vedo solo bianco e nero. E due pere così.

Poche battute e la convinco a seguirmi al bungalow dove i miei amici stavano intrattenendo gli amici (apiccicosi) ecuadoriani. Insomma che si fa subito comunella da bravi italiani e la falange Quitena propone una grigliata in spiaggia per la sera. Tutti a fare spesa a Esmeralda: carne, pesce, frutta. Naturalmente i soldi li mettevamo noi.)

Fortunatamente la spesa che occupa l'ìntero pomeriggio ci costa si è no una cinquantina di dollari. Rientravamo con due pick-up carichi. Una cassa di coca-cola in bottigliette (quella vera), 3 dollari...me lo ricordo ancora ora!

Furono i soldi meglio spesi. Impossibile dimenticare!

In spiaggia la sera c'erano tutti, la nera tettona portò una selezione di amiche per i miei amici (italiani e ecuadoriani) e offrimmo parillada per tutti, non sò quante persone mi presentarono! Sorelle, zie, cugine, amci, amici degli amici, passanti, pure un tedesco che si era dimenticato il tedesco! Sdraiato sull'amaca filmavo compiaciuto l'andirivieni di pick-up, non potevo rimanere solo che almeno una delle ragazze mi raggungeva per mettersi d'accordo per il dopo..

Le ultime immagini di Atacames, di noi e di questo viaggio sono in 8mm. Io e i miei amici con gli zaini lungo il viale dei bungalow con le nostre fidanzatine cioccolato con quei bronci che avrebbero accompagnato tutto i futuri rientri.....

Incontra ESCORT e TRANS nella tua città
escorta_mobile

Tengo un contatto serio con un'equadoregna di Quito stranamente bbona. Me la sono fatta quest'estate in Spagna. Ma sono un po scettico ad andarci. Se devo spendere un botto di soldi per l'aereo tanto vale che me ne vado in brasile! @DomCasmurro me la consigli come meta?

I love you with all my dick ... I would say "heart", my dick is bigger

Abbandonati al relax e al piacere, scopri i centri massaggi della tua citta'!
Mille_erotici_mobile

La settimana prossima ritorno a Quito, dove sono già stato 2 volte. Qualche mese fa sono stato anche 1 settimana a Guayquil...

Purtroppo il livello medio è abbastanza scarso.

Non ho l'abitudine di girare per i bordelli e meno da solo.

Credo passeró qualche ora nei locali della Piazza Foch e vediamo si hay suerte.

Nel caso trovassi qualcosa di interessante aggiorneró il post.

Saludos.

"e dopo la terza si va per la quarta"

Trova i migliori CENTRI MASSAGGI e le MASSAGGIATRICI SEXY in Italia
wellcum_mobile

Buongiorno,

nel mio breve soggiorno in maggio non ho avuto occasione di fare "conoscenza" con

signorine locali.

Ho in programma di ritornare prima di fine anno e la opzione migliore credo sia far visita a un paio di "chongos".

Da quanto si può vedere nel link annesso, con 30 dollari ti fai una scopatina e una birretta.

Confermo quanto dicono circa le Street Hookers in zona Amazonia / JL Mera, il mio hotel era proprio li, a due passi dalla Piazza Foch.

Link:

http://www.wikisexguide.com/wiki/Quito

Salu2.

"e dopo la terza si va per la quarta"

Leggi le recensioni ESCORT e non farti fregare, trova la ESCORT nella tua città
escort_forumit
  • 1 di 1
  • 1
Escortadvisor escorta moscarossa_right escortinn Mille_erotici_desktop La_suite_home Felina_Barcellona_home Felina_Valencia_home Margarita_destra Oceano_home Mombasa_resort Trans_Secret_right Apricots le_privee Haima_desktop Escort Direcotory Escort forum wellcum_right sugargilrs_right Oxyzen_right bacheca massaggi Calypso2_right_home
Logo Gnoccatravels

Stai per entrare in una sezione vietata ai minori di anni 18 che può contenere immagini di carattere erotico, che tratta argomenti e usa un linguaggio adatto a un pubblico adulto. Se non sei maggiorenne esci immediatamente cliccando ESCI. Se non ritieni il nudo di adulti offensivo alla tua persona e se dichiari di essere maggiorenne secondo la legge dello stato in cui vivi e se, entrando nel sito, accetti le condizioni di utilizzo ed esoneri i responsabili del sito da ogni forma di responsabilità, allora puoi entrare in Gnoccatravels!

Gnoccatravels.com tutela e protegge i minori e invita i propri utenti a segnalare eventuali abusi, nonchè ad utilizzare i seguenti servizi di controllo: ICRA – Netnanny – Cybersitter – Surfcontrol – Cyberpatrol

Contenuti ed immagini qui presenti, sono stati ottenuti attraverso internet, quindi sono ritenuti di dominio pubblico, od autorizzati dagli interessati medesimi. Gli inserzionisti di Gnoccatravels.com dichiarano che gli scopi della pubblicazione richiesta sono leciti (secondo le vigenti normative in materia penale) e strettamente personali, quindi esentano i gestori del sito da ogni responsabilità amministrativa e penale eventualmente derivante da finalità, contenuti e azioni illecite, nonché da usi illegittimi e/o impropri della pubblicazione medesima.

Scegliendo ACCETTA ED ENTRA, l'utente dichiara di essere maggiorenne e di esonerare totalmente i fornitori del servizio, proprietari e creatori del sito Gnoccatravels.com dalla responsabilità sul contenuto degli annunci/inserzioni pubblicitarie e del loro utilizzo.

SONO MAGGIORENNE ESCI