DomCasmurro

Commenti

DomCasmurro
Newbie
03/10/2013 | 22:57

  • Like
    1

è tutto un fake! Ma rob'ad matt. Ancora ci credete? Povera Italia.

DomCasmurro
Newbie
02/10/2013 | 03:15

  • Like
    2

Leggo con piacere tante belle idee e uno spirito generale di collaborazione positiva che non può far altro che giovare a questa comunità, al suo evolversi, sia tecnologico (sarebbe auspicabile) che

contenutistico. E quì,

se di contenuti si parla, lasciatemelo dire, in più di un anno posso dire di aver

visto di tutto e di più.Ho visto romantici pirati arruolare improbabili ciurme in poche ore per

arrembaggi trolleschi da crepa pelle, alternati a narrazioni di luoghi lontani nel tempo e nello spazio, momenti di dolcissimo cazzeggio e filosofiche dissertazioni, tali da farmi sentire al sicuro come solo potrei sentirmi, in un club di soli uomini, magari sprofondato dentro un bel divano chesterfiled di pelle (si, proprio come quelli del Mainhattan di Francoforte).

Tristissimi commiati a raccogliere lugubri testimonianze pari solo ai funerali di certe rockstar.

Poi arrivò la stagione

dei ban, e silenziosamente, tutto questo scomparve. Rimasero solo lunghe catene di 3D sui postriboli a 30 km da casa: niente più

iperboli di @cazzodicane,

sostituite da nomi di amene prostitute.

In cuor mio credo che quì ci sia spazio per tutto, purchè nel rispetto del prossimo, continueremo a discutere di free e di pay, a pianificare nel micro-dettaglio la ficcata del fine settimana nel ticino o l'ambizione di trombarsi l'intera Argentina in un mese, rigorosamemente-solo-free.

O una commovente lettera d'amore per Gisele.

Tanto faz.

Vedo ora con una punta di tristezza che la sezione Brasile ha appena raggiunto 186 3d, ben tre in più rispetto a 5 mesi fà. Per un trombodromo 28 volte più grande dell'Italia.

Ricordo che scrivevo lì quando ero @Tirofijo.

Ecco, Signora Nuova Amministrazione, vorrei tornare in vita. Venni bannato per aver aderito (almeno credo) al bellissimo progetto di Piccole Verità. Sono sicuro che VOI non vi macchierete della cecità che ha reso quelle persone incapaci di discernere tra un forum come questo e un angolo di espressione dell'intimo quale è PV.

Strade diverse ma parallele, insomma.

Benvenuti e buon lavoro!

@Tirofijo

DomCasmurro
Newbie
22/09/2013 | 02:37

  • Like
    0

DomCasmurro
Newbie
15/09/2013 | 11:17

  • Like
    0

@vikingus d'accordissimo!

Morro de SP è la mia metà top per mare! Accanto a Jerì, certo, ma una non sostituisce l'altra!

DomCasmurro
Newbie
13/09/2013 | 12:49

  • Like
    0

24 ora?

:-?

DomCasmurro
Newbie
12/09/2013 | 11:17

  • Like
    0

Arraial d'Ajuda sono stato l'anno scorso, a me è piaciuta moltissimo: è un piccolo paradiso tropicale denso di belle villette che sbocciano in una vegetazione lussureggiante. Un posto tranquillo, forse ideale per coppiette dove tuttavia non mancano i soliti barzinhos dove rilassarsi e scambiare quattro chiacchiere. Chi cerca una località adrenalinica ne rimarrà deluso forse, ma il brasilianista esperto ne caverà sicuro qualcosa di buono. Se amate ll Brasile non potete non andarci almeno una volta. Tra Arraial de Ajuda e Praia do Forte, scelgo Arraial tutta la vita, anche come possibilità di incontri. Non perdetevi Praia Espelho.

DomCasmurro
Newbie
12/09/2013 | 10:31

  • Like
    0

Comunque sia, vecchia o no,

è una parabola da Vangelo !

DomCasmurro
Newbie
10/09/2013 | 16:48

  • Like
    0

Carissimo @Zest amerei attraversare gli stati del sud, un coast to coast atipico:

magari dalla Florida attraversare: Georgia, Alabama, Missisipi, assolutamente la Lousiana (è lo stato che mi attrae di più), naturalmente Texas per approdare a San Diego! A quel punto non potrei tornare a casa senza

attraversare la frontiera....

DomCasmurro
Newbie
10/09/2013 | 16:27

  • Like
    0

@pattayaitalia

hai ragione: thai è il paese dei sorrisi per antonomasia....finti però.

DomCasmurro
Newbie
09/09/2013 | 21:26

  • Like
    2

Felice che possa servirti caro @epicuro

ne approfitto per aggungere che due anni fà con la Deltà, riuscii

persino ad acquistare le due tratte di andata separatamente (sul sito delle Delta) così da poter giovare di uno "stop over" di quattro giorni all'andata. ( pagai 600 a/r euro in tot: 300 mxp-jfk; 300 jfk-gru). L'anno scorso mi è andata ancora più di lusso: stesso prezzo sempre con Delta: andata con stop a New York e rientro diretto con Alitalia. Acquistato via Skyscanner su un portale di cui non ricordo il nome.

DomCasmurro
Newbie
09/09/2013 | 19:17

  • Like
    2

Consigli per gli acquisti:

Anche quest'autunno spunta la possibilità di volare su Sao Paulo (e quest'anno anche su Rio) a prezzi irrisori. Si parla di 495 euri in su, ampia disponibilità intorno a 500 euri. Il vero prezzo da pagare sono le ore di scalo presso il JFk di New York, prezzo che per qualcuno può rivelarsi una buona opportunità per farsi un giro in solitaria nella city. New York in autunno ha un fascino tutto suo e la libidine di lasciarsela alle spalle per sbarcare a Rio il giorno seguente non ha prezzo!

Ho fatto questa piccola follia negli ultimi due anni con la Delta (Dl 160-DL161), quest'anno la possibilità viene data con la American Airlines per voli operati da MXP e la disponibilità, come detto in precedenza, è molto ampia per i primi di novembre. Basta fare una ricerca veloce su Skyscanner. (impostate pure Milano-Brasile per avere uno spettro completo).

Una volta arrivati a New York la mattina si può lasciare i bagagli gratuitamente nella zona del ritiro bagagli (e questo è un particolare non da poco perchè la prima volta dovetti pagare il deposito), prendere lo Skytrain, arrivare a Jamaica station e da li la metro fino a Mainhattan (15 $ + ticket metro). Farsi quattro passi nel financial district, magari andare al 21 Century per comprare puttanate a prezzi stracciati (griffe), farsi sfanculare dalle commesse latine del 5 Av, a un pranzetto a Chinatown.

Chi ha la nausea diq questi posti può andare ad Harlem se non è mai stato o farsi 4 passi a Brooklyn. Nel viaggio di ritorno può riverlarsi utile per acquistare tecnologie, magari apple, l'amico di turno vi ringrazierà))

Ma come vi dicevo la vera libidine sta nel salutare questa terra fredda e inospitale, acessibile e soli a chi possiede tanti $$, lasciarsi alle spalle i volti scuri dei latini per sbarcare il giorno dopo nel paese del sorriso. Davvero, è il modo migliore per sentire davvero il gap tra il nostro mondo e l'amato Brasil!

DomCasmurro
Newbie
09/09/2013 | 17:57

  • Like
    0

@IIDrago i meriti vanno tutti a te, che non ti stanchi di remare.

@dioniso74

per quanto riguarda le pay ho avuto modo di notare come la correlazione tra disponibilità e costi sia proporzionale alla presenza di viaggiatori per bussness.

Per esperienza, in Brasile, Rio è famossisima per i suoi trombodromi ma Sao Paulo ha un'offerta che non ha eguali in tutto il pease. E giustamente è il timone economico e sede dei maggiori Expo.

Passiamo oltre, avviciniamoci: molto strano che la zona francofortina sia quella con l'offerta più ampia in termini di fKK e affini? (Francoforte è la capitale expo in europa se non sbaglio).

Las Vegas in U.S.A., nata per gli Expo. Magari per noi non sarà il top, certò è che da sempre le zoccole made in U.S.A. prima o poi si arenano lì.

Dubai- Si sà poco sul pay di Dubai ma è certo che è la capitale mondiale dove risiedono tutte le Indy (quelle che si fanno mantenere...)

La Donguang del caro @Zest vicinissima a Hong Kong.

DomCasmurro
Newbie
09/09/2013 | 17:33

  • Like
    1

Ecco @IIDrago questa che proponi tu esamina un'altro aspetto: il costo di vita per i non residenti (se ho capito bene).

E Caracas non stupisce: anche se il costo generale per certe cose è il PIù BASSO DELL'AMERICA LATINA, per un expat i costi salgono perchè deve potersi garantire uno standard di vita simile a quello del suo paese di origine, e tra i costi, non ultimo quello inerente la sicurezza personale (ubicazione, sistemi di protezione, spostamento, eventuali scorte...).

Tutte queste stastiche tendono

a investigare UN ASPETTO PARTICOLARE.

Io uso una mia regoletta personale dove contrappongo i beni di consumo al costo della manodopera. Ecco che la Germania (in europa) risulta essere molto conveniente, non a caso la nota catena LIDl si è imposta nel mercato europeo per grande convenienza (e pure in ItaGlia). Così come

la britannica Tesco per i suoi mercati di riferimento.

New York nelle perferie si fanno grandi affari ma..."provate a cercare un idraulico nei week-end..." (W. Allen), ed era il 1979, anno cui gli idraulici in Itaglia erano dei porelli..

DomCasmurro
Newbie
09/09/2013 | 17:14

  • Like
    0

Ma le grandi città come New York e Parigi o Madrid sono care rispettivamente nei loro centri, spostandosi, i prezzi precipitano! Acquistare in un discount dell'interland milanese promette affari che nessun altro luogo d'itaGLIa potrebbe offrire.

DomCasmurro
Newbie
09/09/2013 | 17:11

  • Like
    2

Ma se ho capito bene il rapporto è dato da beni/servizi. Non mi sorprende che l'Africa domini...mi sorprende piuttosto che città come Rio e Sao Paulo non vengano contemplate, non vedo nessuna differenza fra una Mosca e una Rio (o Sampa).

Esempi:

Hotel decente in zona sud di Rio: min 250 R$ (quasi 100 euro)

corsa in autobus (con rischio assalto): 2,95 (al tempo cambio 1 euro=2,55 r$)

cinema: per certe fasce orarie anche 30-40 R$ , nella capitale più povera Sao Luis 18R$, parliamo di multisale.

Senza contare pasta, olio e beni importati.

DomCasmurro
Newbie
08/09/2013 | 10:42

  • Like
    0

Vale, sul messico abbiamo davvero poco, anche perchè molti fanno l'equazione messico=yucatan, che porta fuori strada. Nello Yucatan (e Chiapas) sono stato pure io e in effetti il genere di messicana è proprio quello del nostro immaginario. Per quanto riguarda "l'altro" genere, quello segnalato dal nostro amico @Mikolas Theodorakis , abbiamo altre città da segnalare? Qualche foto o video da postare per fare un pò di chiarezza sulle messicane...

DomCasmurro
Newbie
31/08/2013 | 17:36

  • Like
    0

DomCasmurro
Newbie
31/08/2013 | 16:49

  • Like
    0

Ma certo, @oreste bisogna sempre osservare il principio dell'alternanza... (di età..)

DomCasmurro
Newbie
31/08/2013 | 15:30

  • Like
    0

Certo @jeriba

e non solo sessualmente, io mi diverto davvero. Mi piace la loro compagnia! Con le estiche è sempre un calvario portarle a letto e sparire è sempre un piacere liberatorio. Invece con le mie braz potessi mi fidanzerei con tutte!

DomCasmurro
Newbie
31/08/2013 | 15:05

  • Like
    0

@magic80 @firenze1979

vi capisco, dico davvero. In effetti chi parte con una certa idea sul Brasile, magari dopo esser stato in altri paesi dove la gnocca è subito evidente, ne rimane profondamente deluso. Poi, Rio in particolare, come Sao Paulo. Senza parlare della vostra esperienza desolante di Fortaleza: assolutamente verosimile, riproducibile, verificabile! Molte persone che mi hanno accompagnato in Brasile negli ultimi anni hanno esternato le stesse vostre impressioni (salvo poi rimangiarsi tutto dopo avergli fatto pucciare il biscotto). Chi vi legge e non è mai stato in Brasile dovrebbe prendere seriamente in considerazione la vostra testimonianza molto più di altre particolarmente lusinghiere. Poi torno sul tema, ora mi preme dire una cosa a @the cambodian :

senza dubbio la cattiva educazione alimentare ( e in particolare nelle grandi metropoli)

ha parzialmente contribuito nel veder spuntare le pancette e gli "anelli dell'amore", ma lo scarso valore estetico

che i nostri amici lamentano poco ha a che vedere con l'alimentazione. Nel Brasil meticcio sono sempre

i cessi a dominare la scena. Lo si nota a Rio come Sampa, per non parlare poi delle capitali amazzoniche, tipo Manaus dove il livello di catenacci può solo migliorare (mi ricordo la prima volta che ci andai...) e Salvador? Non è certo (solo) l'alimentazione a fare di Salvador una culla di incroci ameni...

Il punto è un altro.

Se la propria cultura geografica e di viaggio "sboccia" all'interno di ambienti come questo sito, si rischia di trovarsi a paragonare Kiev con L'avana, Mosca con Rio.

E magari lo sprovveduto il cui unico scopo è quello di sco-ppare quanta più iGnocca possibile ( e di quanto migliore valore estetico possibile)

rischia di trovarsi ingannato.

Andrà a Kiev in bianco (o a pagare) e l'anno dopo scoprirà che in Venezuela, Colombia e Brasile (il mio trinagolo personale della figa) ci sono più cessi (ambulanti) che tombini.

Per quanto mi riguarda resto dell'idea che per essere dei buoni Gt (non sò neppure cosa voglia dire questa cosa...) occorre anzitutto essere dei buoni viaggiatori ( e già questo concetto mi è più chiaro).

Sicuramente, il miglioramente delle condizioni socio-economiche ha contribuito notevolmente a ridimensionare l'offerta pay per lo straniero. Ma questo solo per lo straniero che cerca il discount del sesso! Il Brasile l'unico paese al mondo dove in un villaggio di

7 case è presente almeno un motel. Il 69 rimane ancora lo sport nazionale e le brasiliane continuano a regalare grandissime soddisfazioni

sia in termini sessuali che di "divertimento" interpersonale. Io in Brasile scopo e mi diverto. Cosa che non mi accade in altri paesi che ho frequentato e frequento, in primis in europa est.

Questa "trasformazione" sociale (predente il termine con le pinze, please...) non ha fatto altro che giovare

ai mei "Gt". Ora mi relaziono sempre con ragazze che hanno possibilità e non esiste più quel divario (o almeno si è ridotto notevolmente) che tanto mi faceva soffrire (e anche dubitare)

anni fà. Le ragazze che ho conosciuto 12 anni fà le sento ancora oggi, mi cercano, e quando sono in viaggio trovano sempre um momento per incontrarmi.Amo il Brasile a "-tutti-i-costi" perchè quì mi muovo con estrema disinvoltura e questi problemi non mi bagnano neanche lontamente.

Fortaleza era diventata un centro recupero per casi umani, ne ho conosciuti di italiani che si vantano di conoscere bene il Brasile perchè sono stati 14 volte a Fortaleza (e magari anche altre città del Nordest) e il loro dominio del portoghese si racchiude in " safado", "piranha", "Tacanho"....

A quest'ultimo propongo la sostituzione con "mao de vaca", magari la farete ridere...

DomCasmurro
Newbie
29/08/2013 | 17:43

  • Like
    0

Vedo ora questo 3d...che impressione mi ha fatto vedere le foto di Atacames di oggi" con questa qualità...caspita....

DomCasmurro
Newbie
29/08/2013 | 17:12

  • Like
    4

Cari tutti,

mi rendo conto solo ora che finalmente il W.M. si è accorto dell'esistenza di questo paese non solo nella mappa

dei Gt ma anche di quella mondiale. Certamente sarebbe stato il mio report di debutto in questa comunità, se non altro perchè

uno dei miei primi Gt in ordine cronologico. Infatti è doveroso precisare che la mia esperienza risale al 2000, se ricordo bene: era ancora presente il Sucre e la sostituzione $/S era di 1Usd= 15000 Sucre .

l Ecuador era il paese più economico al mondo.

Bastavano un paio di Benjamin Franklin per uscire dalla casa de cambio con lo zainetto pieno di mazzette.

In Italia la comunità ecuatoriana non era ancora così numerosa (oggi, fra quelle latine, è sicuramente la prima), e i pochi viaggiatori italiani che vistavano l'Ecuador lo facevano all'interno di un tour organizzato.

Oggi sò per certo che molte cose sono cambiate (quando capita scambio quattro chiacchiere con loro) ma tutto sommato le informazioni che sto per passarvi dovebbero essere ancora valide.

In Breve (a memoria)

L'Ecuador è uno stato di piccole dimensioni confina con il Perù e la Colombia, ha sbocco sull'Oceano Pacifico. I) tre ambienti maestri sono costa (Guayquil città di riferimento e anche seconda città per importanza e dimensioni), cordillera andina (Quito, la capitale, la seconda più alta al mondo, forse dopo La Paz) e la parte Amazzonica (Coca, Lagro agrio etc). Da Quito è possibile raggiungere indistintamente costa (a ovest) e amazzonia (a est) in un giorno di viaggio all'interno dei maladati pulmini. In alternativa in volo con meno di un'ora. Costi (al tempo) meno di 50 usd per volo. La Galapagos costituiscono una indiscussa atrattiva ed è possibile acquistare pacchetti sia a Quito che Guayaquil.

(350 usd x 3-4 giorni voli inclusi)

Purtroppo il litorale non è adatto alla balneazione (un pò come il Perù) motivo per cui in Ecuador ci si reca più che altro per i percorsi ecoturistici e per le Galapagos. Gli alpinisti troveranno pane per i loro denti sfidando le vette de Chimborazo e Cotopaxi (sono solo alcuni dei numerosi vulcani..).

Le Ande

Sistemarsi a Quito (come abbiamo fatto noi) può rivelarsi oltre che una scelta piacevole (il clima è perfetto: caldo di giorno, giacchetta per la sera, eterna primavera si dice..) anche una scelta strategica: è situata in un centro ideale del paese e risulta utile per gli spostamenti sia verso costa che per il lato amazzonico, quanto per esplorare gli altipiani a nord e sud (mercato di Otavalo a nord, Cuenca a sud). Quito è una città molto affascinante, vanta un centro storico molto ben conservato, una zona nuova dove abbondano bar e locali per lo più frequentati da bianchi.

Composizione etnica: lasciando stare dati e percentuali che troverete facilmente, tenete conto

che esiste una minoranza (ma politicamente e economicamente domininante) di bianchi, le cui donne sono mediamente molto cesse, una parte centrale di meticci (con lineamente spiccatamente andini ma meno che in Perù, se siete stati) e la parte indigena (cospicua ma inferiore rispetto La Paz).

I turisti (pochi) di solito giovani backpackers si concentrano nella zona del Mariscal Sucre, animata durante la sera, molti i localini dove l'abbordaggio è sempre dietro l'angolo. Qui non troverete

le stunners, certo è che

la prima sera portai

nella mia posada una che ballava e mi sorrideva (all'epoca il mio spagnolo era minimo).

La città nuova- di sera esistono sempre almeno un paio di discoteche per la classe bianca. Al tempo ci andammo ma non trovai nulla di interessante: come spesso capita in certi paesi del terzo mondo i bianchi discendenti di europei tendono a stare fra loro. Ora magari è tutto cambiato. Tanto vale provare.

L'Avenida Amazonas è l'arteria principale che taglia in due la città, centro degli uffici e delle agenzie. Da bazzicare durante il giorno, si può beccare ovunque (dall'agenzia di viaggio alla casa de cambio) al tempo eravamo extraterrestri. Non credo che oggi sia tutto un altro mondo...

Il Pay- ero giovanissimo e ho subito adottato un taxista che ci ha guidati nelle torbide notti di Quito.

Mai visto così tanti night (erano posti dove bevevi il mondo e poi prelevavi a volontà spendendo meno di 20 usd...) e bordelli in una città sudamericana.

Gli indirizzi non li ricordo (e nemmeno li ho mai presi) ma quì ci si può far portare senza problemi ovunque. Pensate che dopo il tramonto le uniche luci accese erano quelle di bordelli e night, in mezz'ora di taxy ne contai più di 14: si entrava e si dava un'occhiata (4-5-6 girls al max) e poi si usciva. Tant'è che era più la curiosità di ficcare il naso di quella di ficcar l'augello...

Una mattina il ns choffer ci chiese " volete proprio vedere l'inferno?". I nostri musetti brufolosi annuirono e così ci condusse ai piedi della Virgen. Quito è sovrastata dalla statua di una Vergine poggiata e incatenata sulla zampa di un drago e da questa posizione, dicono,

"cuida"-vigila, sulla città. La parte appena sottosostante è un colle, chiamato appunto "panecillo", ai piedi di questo colle si diramano innumerevoli viuzze zeppe di venditori e ambulanti. Qui i bordelli non si contavano. Uno accanto all'altro: ragazze (non certo belle) vestite in bikini sfilavano sui palchi, un signore al microfono faceva le presentazioni e il pubblico era fatto di disperati di varia sorta. Chiesi i prezzi al taxista. Mi disse non più di 10 Usd.

Erano le 10 del mattino, al massimo.

Le Ande- a nord.

Da segnalare la Mitad del Mundo, segna il passaggio dell'equatore. Escursione fattibile in giornata da Quito.

Otavalo- uno dei mercati più pittoreschi dell'america del sud. Posto turistico. In giornata da Quito si può fare.

Le Ande- a sud.

Banos- questa stazione termale non si trova sulle Ande ma certo a sud. Comoda se si è diretti in amazzonia, è una delle località più turistiche del paese proprio in virtù delle fonti termali. Queste località sono perfette per entrare in contatto con il popolo andino in vacanza. Inoltre viene inserita nei tour provenienti dall'estero.

Cuenca- è stata classificata la miglior città per il "buen retiro" a

livello worldwide

http://internationalliving.com/why-cuenca-is-the-best-city-in-the-world-to-retire-to/

Salto nel tempo, città incantata e allo stesso tempo fervente centro universitario dell'Ecuador bisognerebbe davvero dedicargli del tempo. Noi ci siamo femati solo 2 giorni ma è bastato per notare il piacevole passaggio di donzelle nella piazza principale, mai avare di sorrisi verso lo straniero.

Amazzonia

Che decidiate di visitarla dalla vicina Mishauallì o addentrarvi verso Lago Agrio e Coca prima o poi dovrete decidere di acquistare un mini-pacchetto per le escursioni. Questi avamposti amazzonici offrono quasi sempre un bar con biliardo, freccette, poster sbiaditi di gnocche e 2-3 zoccole per sera. Una birra gelata (magari un pompino a fine serata) e via il giorno dopo ad esplorare uno degli ecosistemi più affascinanti del pianeta.

Consiglio: chi da sempre nutre il desiderio di fare un'esperienza di questo tipo non esiti a cogliere questa opportunità: l'amazzonia ecuatoriana è ricchissima, accessibile, relativamente poco cara (se paragonata a quella del Ven e del Brasile).

Per me è stata la prima volta. Quella che non si scorda mai...

La costa

Rientrati a Quito ci siamo ritrovati la città semideserta per via della vicinanza al carnevale."Dove sono finiti tutti?"

"Sulla Costa" risponde sornione un agente di viaggio. Ci consiglia Manta dunque. Feste e ragazze a go-go.

Manta-

Quella che doveva essere la meta balneare top, per i pochi ricchi equatoriani e i colombiani

che desiderano una dimora a buon mercato fuori dai confini si presenta come una località anonima. Vuoi che le aspettative alimentate da quell'agente avevano fatto viaggiare (e non di poco) la nostra immaginazione, vuoi che, ancora pivelli non avevamo ancora una idea di cosa fosse veramente una meta turistica balneare in un paese in via di sviluppo, l'impatto fù deludente. Hotel decadenti e maldati, pick-up-discoteche-ambulanti e persone dall'aspetto poco rassicurante. Se gli andini per natura (e per condizione) sono parecchio riservati, i costenos si distinguono dal carattere esuberante, sono casinisti e socievoli, tratti comuni che in seguito avrei ritrovato in Venezuela e Colombia. Anche le pollastrelle, meticce ben più accattivanti rispetto alle andine e dallo sguardo sempre malizioso. Solita posada essenziale e ci buttiamo al "malecon" per un pò di vasche per sondare l'ambiente. La spiagge sono enormi e brunastre (in linea con quelle di tanti altri posti dell'oceano Pacifico), pochi i bagnanti. In compenso erano in corso diversi mini concorsi di bellezza per la selezione della reina, del carnaval, reina de "arena" (sabbia), e un discreto ben di Dio di filgliole saliva e scendeva dai vari palchetti. "Con più tempo a disposizione.."

-penso- . Verso sera lo scenario outdoor si fa più frenetico con l'intensificarsi di questi pick-up ultra rumorosi, le compagnie e l'odore di birra in lattina che sale dall'asfalto apiccicoso. Decidiamo per una discoteca. Ci facciamo indicare la migliore, no zoccole, visto che i dindi non rappresentano un problema.

Il nome non lo posso ricordare ( e meno ancora credo possa servire dato il tempo trascorso) ma posso ricordare che la ressa era tanta. La classe agiata del paese sembrava tutta lì, quella notte. Tanti bianchi, qualche meticcia. E anche qualche gnocca da ricordare. Ci notano tutti ma nessuno si fa avanti, fino a quando una tipa col microfono si apre un varco e mi si para dinanzi: me, in mezzo alla pista a guardarmi intorno sorpreso nel vedere uno spazio aprirsi, e lei, bionda, con un "gelato " di ferro in mano. Un secondo dopo ero anche osservato da una telecamera. " Da dove venite?"- Una tv locale si era accorta di noi.

A seguito di questa breve intervista la serata prese tutta un'altra piega: i ragazzi mi porgevano il palmo della mano (il 5..) e le ragazze lanciavano sguardi palesi. Alla fine due tipe (del genere ragazze di buona famiddia) presero (guarda caso loro) l'iniziativa, ci abbordarono e non ce le tolsimo più dai coglioni per tutta la sera.

Siccome era maggiore la loro curiosità che la voglia di lasciarsi profanare quella sera (lasciarono contatti, ci portarono a casa etc) andammo a dormire stanchi e anche un pò annoiati.

Ecco, a volte mi succede. Mi succede di non ricordare. Dei vuoti mentali, forse perchè tanti viaggi e tante esperienze simili tendono ad assomigliarsi.

Non di certo questa però! Non riesco a ricordare come fù che arrivammo ad Esmeralda. Per quale motivo più che altro, non lo ricordo,, Ci arrivammo in aereo, questo lo ricordo bene, e ricordo perfettamente lo sbarco: un'umidità pazzesca, un hamman praticamente! L'odore dell'aria era forte, di piante tropicali e non so dire altro. Le strade erano piene di buche, carretti trabordanti banane scarichi di fogna. L'odore della malaria, appresi poi, molti anni dopo....

Esmeralda- non si conosce il motivo esatto,ma

c'è come una leggenda piuttosto, che gira, questa vuole che un negriero

sia approdato ( o forse affondato) per errore in questa costa, fatto stà che gli abitanti di Esmeralda sono tutti neri.

Non meticci, neanche mulatti. Neri. Ebony.

Esmeralda e zona di Atacames (che è la località di mare che vi descriverò) è anche la regione più povera di uno dei paesi più poveri dell'america del sud. Mi è capitato tempo fà di conoscere un ecuadoriano che vive nelle mie zone, quando gli ho detto di esser stato ad Esmeralda non ci voleva credere. Quando lo incrocio mi riverisce ahah

A Esmeralda, almeno in quegli anni, non vi era negozio che non avesse le inferiate fuori dalla finestra. Solo a Esmeralda ho visto più guardie armate che a Città del Guatemala. E per fortuna appena arrivati fecimo subito conoscenza con dei bravi ragazzi Quitenos, automuniti, che ci propongono di seguirli a Atacames, località ben più sorridente.

Ma ci torneremo a Esmeralda)))

Giunti ad -Atacames- che si riassume in una località balneare disposta sul lungo mare, tante cabanas sulla spiaggia e alla fine della caminnata, questo piccolo residence di bungalows immerso nel verde che da direttamente sulla spiaggia. è qui che ci hanno portato

nostri amici Quitenos, perchè quì che gente come "noi" deve stare. 30 Usd al giorno per un bungalows su due piani che arriva ad ospitare fino a 4 persone. Mi smarco dagli amici e scendo a mare.

La spiaggia deserta. Che bello. Credo che l'esperienza esotica si concretizzi più qui che in qualunque altro posto dove sono stato. Scorgo in lontananza due punti neri, mi avvicino e vedo una ragazza. Nera. Con dread lunghi.

Due pere immense.

Lancia il bastone e il cane corre.

Io mi avvicino e le sorrido. Lei fa altrettanto e io vedo solo bianco e nero. E due pere così.

Poche battute e la convinco a seguirmi al bungalow dove i miei amici stavano intrattenendo gli amici (apiccicosi) ecuadoriani. Insomma che si fa subito comunella da bravi italiani e la falange Quitena propone una grigliata in spiaggia per la sera. Tutti a fare spesa a Esmeralda: carne, pesce, frutta. Naturalmente i soldi li mettevamo noi.)

Fortunatamente la spesa che occupa l'ìntero pomeriggio ci costa si è no una cinquantina di dollari. Rientravamo con due pick-up carichi. Una cassa di coca-cola in bottigliette (quella vera), 3 dollari...me lo ricordo ancora ora!

Furono i soldi meglio spesi. Impossibile dimenticare!

In spiaggia la sera c'erano tutti, la nera tettona portò una selezione di amiche per i miei amici (italiani e ecuadoriani) e offrimmo parillada per tutti, non sò quante persone mi presentarono! Sorelle, zie, cugine, amci, amici degli amici, passanti, pure un tedesco che si era dimenticato il tedesco! Sdraiato sull'amaca filmavo compiaciuto l'andirivieni di pick-up, non potevo rimanere solo che almeno una delle ragazze mi raggungeva per mettersi d'accordo per il dopo..

Le ultime immagini di Atacames, di noi e di questo viaggio sono in 8mm. Io e i miei amici con gli zaini lungo il viale dei bungalow con le nostre fidanzatine cioccolato con quei bronci che avrebbero accompagnato tutto i futuri rientri.....

DomCasmurro
Newbie
29/08/2013 | 12:57

  • Like
    0

Che se ne dica Fortaleza da ancora garanzia di ottime riuscite. Peccato che tutti gli italiani che mi sia dato il caso di incontrare (Coco beach etc) vanno a For. per lo Zipi e il Mambo....

De gustibus..

DomCasmurro
Newbie
29/08/2013 | 12:54

  • Like
    0

Tutta la zona che va da Iracema passando per lo Zipi e la pizzeria di Gabriele è assolutamente da evitare dopo le 22. Anzi, direi dopo ll por do sol. Per raggiungere il Dragao do mar prendete l'autobus se proprio non potete spendere per il taxi. Taxi poi rigorosamente x il rientro. Anche i Trans che stazionano negli angoli sono pericolosissimi. Se dovete attraversare una viuzza per raggiungere il vostro hotel abituatevi a buttare l'occhio sotto alle macchine....

Zona Mambo e putaria varia è un altro posto poco sicuro, per rientrare sempre taxi. Anche stazionare ore sotto a questo locale non porta fortuna. Col passare delle ore l'ambiente si fa sempre più peso. Molto meglio il Dragao do mar, certo. Poi certo bisogna vedere cosa si cerca. Al Mambo vanno in scena prostitute (ormai va di moda spacciarsi per "occasionale" ahah) e italiani ultra tamarri.

Se si pensa si aver qualche carta in più da giocare meglio tirare dritto al Dragao oppure se si conosce il portoghese

Picanha do Cowboy etc.

DomCasmurro
Newbie
29/08/2013 | 03:23

  • Like
    0

DomCasmurro
Newbie
24/08/2013 | 14:19

  • Like
    0

@battarux puoi spiegarmi meglio la tecnica del tour da noi? Perchè risulterebbe più conveniente? Che differenza c'è tra tour e solo volo? Quali i vantaggi...

DomCasmurro
Newbie
21/08/2013 | 18:21

  • Like
    0

Si, è un blog dedicato all'economia della gnocca. Questo è Gt.

Il mi documento solo sul Il Sole e Gt.

Ma veniamo al topic. Cosa intendete per "botto"? Che vuol dire? Che ne sarà di tutte quelle capitali che sono cresciute vertiginosamente, del capitale umano che negli ultimi anni si sta professionalizzando sempre

più? Una futura repubbica delle banane? Il Venezuela?

Non credo...

DomCasmurro
Newbie
21/08/2013 | 18:12

  • Like
    0

ahaha

Se è un troll la mente che lo ha prodotto andrebbe segnalata alla S.A.M., squadra anti mostro (di Firenze).

Anche perchè scritto in un italiano impeccabile....

DomCasmurro
Newbie
14/08/2013 | 03:07

  • Like
    0

Benvenuto a Bordo! Il tuo nick la dice lunga sulla tua decisione ))))

DomCasmurro
Newbie
11/08/2013 | 23:55

  • Like
    0

@Frank22

Bodrum???? Ma quando sei stato? Io sono appena tornato, l'ho appena recensita nei minimi dettagli:

cambia musica!

DomCasmurro
Newbie
10/08/2013 | 19:04

  • Like
    2

Tu hai fatto benissimo: bravo!

E non temere di esser lasciato fuori dai locali degli olandesi/danesi: di che sei italiano (ma col tono giusto)

e ti faranno entrare!

A Kos c'era un ottimo ambiente, complimenti per la scelta:-)

DomCasmurro
Newbie
10/08/2013 | 19:02

  • Like
    0

Infatti neanche col binocolo le hanno viste!

DomCasmurro
Newbie
10/08/2013 | 18:58

  • Like
    0

Qulle luci erano gli occhi dei disperati che stavano a Bodrum!

Logo Gnoccatravels

Stai per entrare in una sezione vietata ai minori di anni 18 che può contenere immagini di carattere erotico, che tratta argomenti e usa un linguaggio adatto a un pubblico adulto. Se non sei maggiorenne esci immediatamente cliccando ESCI. Se non ritieni il nudo di adulti offensivo alla tua persona e se dichiari di essere maggiorenne secondo la legge dello stato in cui vivi e se, entrando nel sito, accetti le condizioni di utilizzo ed esoneri i responsabili del sito da ogni forma di responsabilità, allora puoi entrare in Gnoccatravels!

Gnoccatravels.com tutela e protegge i minori e invita i propri utenti a segnalare eventuali abusi, nonchè ad utilizzare i seguenti servizi di controllo: ICRA – Netnanny – Cybersitter – Surfcontrol – Cyberpatrol

Contenuti ed immagini qui presenti, sono stati ottenuti attraverso internet, quindi sono ritenuti di dominio pubblico, od autorizzati dagli interessati medesimi. Gli inserzionisti di Gnoccatravels.com dichiarano che gli scopi della pubblicazione richiesta sono leciti (secondo le vigenti normative in materia penale) e strettamente personali, quindi esentano i gestori del sito da ogni responsabilità amministrativa e penale eventualmente derivante da finalità, contenuti e azioni illecite, nonché da usi illegittimi e/o impropri della pubblicazione medesima.

Scegliendo ACCETTA ED ENTRA, l'utente dichiara di essere maggiorenne e di esonerare totalmente i fornitori del servizio, proprietari e creatori del sito Gnoccatravels.com dalla responsabilità sul contenuto degli annunci/inserzioni pubblicitarie e del loro utilizzo.

SONO MAGGIORENNE ESCI

SHARE