Herța per chi parla rumeno: la gnocca di questo paese dell'Ucraina

Domenica scorsa io ed il mio collega @gnoccafree (conosciuto tramite questo sito) abbiamo deciso di partire alla volta di Herța, un paese dell'Ucraina capoluogo dell'omonima provincia nella regione di Cernăuți (Chernivitsi) con la quasi totalità di abitanti che parla rumeno. Una premessa: per capire questa mia recensione, se siete interessati ad andare a Herța, vi invito a leggere le altre mie tre recensioni su Cernăuți.

Orbene arriviamo a Cernăuți di sabato io, @gnoccafree ed un altro utente di questo sito che parla russo e che non era mai stato in Ucraina, ci sistemiamo in albergo e dopo una mezz'ora io e quest'utente che parla russo andiamo al ristorante "Al Vesuvio" dove abbiamo appuntamento con due ragazze: la sua è un'ucraina che aveva precedentemente conosciuto in Italia, la mia è una rumena/ucraina della provincia di Herța con cui avevo chattato e parlato a telefono un paio di settimane prima della partenza. Pranziamo (purtroppo al tavolo io sono l'unico che non riesce a parlare una lingua comune, mentre loro tre parlano tutti russo), poi accompagno Marina (non vi dico il vero nome di questa ragazza che ho incontrato) alla macchina che tiene parcheggiata al parcheggio del centro commerciale Depot (è raro conoscere un'ucraina o una moldava automunita) e le dico che il giorno dopo sarei andato a farle visita ad Herța, le chiedo se ha un'amica per il mio collega @gnoccafree (un bel ragazzo che da poco ha superato la trentina, quindi immaginavo che sarebbe stato facile per lei trovare un'amica disposta ad incontrarlo), parte un giro di telefonate e di visite sui profili odnoklassniki per organizzare questa escursione a quattro e si conferma questa gita ad Herța.

La curiosità di Herța me l'aveva fatta nascere @Tino Picchio, quando, trovandoci a parlare in un locale del Bulevardul Decebal di Bucarest, mi menziono' questo paesino della regione di Cernăuți dove i russi non ci sarebbero dovuti arrivare, infatti, quando nel 1940 i sovietici invasero la Bessarabia e il Nord della Bucovina, per sbaglio o intenzionatamente si spinsero nella provincia di Herța che aveva sempre fatto parte del Vecchio Regno di Romania e che non rientrava nell'ultimatum fatto da Molotov alla Romania. Un'altra curiosità che avevo riguardo ad Herța era la Chiesa edificata all'epoca e per volontà di Ștefan cel Mare a Movila, un sat attaccato ad Herța. Di queste cose ne avevamo parlato a telefono e su internet con Marina e lei era rimasta fortemente impressionata dal fatto che uno straniero conoscesse la storia di quel territorio poco conosciuto anche dagli stessi rumeni (e probabilmente anche dagli ucraini).

Ad ogni modo la domenica mattina io e @gnoccafree andiamo a prendere l'autobus 20 alla fermata di fronte al Depot (dallo stesso lato del Depot, non dall'altra parte della strada). Il 20 percorre Vulița Holovna, Vulița Chkalova, Vulița Vynnychenka e Vulița Ruska dove scendiamo in corrispondenza della stazione degli autobus Graviton. @gnoccafree prima di andare ad Herța deve incontrare una ragazza del raion Herța che lavora all'Ecvator, uno dei centri commerciali di Cernăuți, a pochi metri dalla stazione degli autobus Graviton, quindi andiamo all'Ecvator, ci presentiamo, @gnoccafree fa una veloce chiacchierata con la tipa (per mia fortuna era al lavoro e non poteva stare molto tempo a parlare) e ci dirigiamo di nuovo verso la stazione degli autobus del quartiere Graviton. Graviton è un quartiere di Cernăuți dove ai tempi dell'Unione Sovietica si producevano dei componenti per le bombe atomiche ed è il quartiere di Cernăuți più popolato da rumeni la qual cosa è intuibile, visto che dall'autogara Graviton partono gli autobus per la provincia di Herța (che è praticamente un'enclave rumena, infatti è la provincia ucraina con la maggiore percentuale di popolazione che parla rumeno) e per la provincia di Noua Sulița (che, dopo la provincia di Herța è la seconda provincia ucraina con la maggiore percentuale di popolazione che parla rumeno). Ci sarebbe piaciuto andare al Dolce Club nel quartiere Graviton, ma non siamo riusciti ad organizzarci, magari qualcuno di voi a cui piace la vita notturna può provare ad andare all'unico club di Cernăuți dove c'è la possibilità di conoscere ragazze che parlano rumeno, per cui se decidesse di fare questa esperienza, ci tenga informati.

Saliamo quindi sulla maršrutka per Herța, forse il peggiore microbus preso nella mia vita (vi consiglio di non mettere scarpe chiare, altrimenti ve le sporcate); di positivo c'è che questi microbus per Herța sono molto frequenti. Attraversiamo il Sat di Ostrița, per secoli frontiera del Vechiul Regat ed uno dei limiti Nord Est delle lingue neo-latine. Non confondete il sat di Ostrița del raion Herța con il complesso dei tre sat Ostrița-Mahala-Buda (sate românești) del raion Noua Suliță immediatamente a Nord: è una precisazione che vi può tornare utile. La strada è tutto sommato buona, i sat di Țureni, Horbova, Bănceni, Molnița non presentano nulla di rilevante visti dalla strada, mentre Herța già dalla maršrutka si rivela più importante. Scendiamo ed ad aspettarci ci sono le nostre due belle ragazze, passeggiamo, facciamo alcune foto in Piața Mihai Eminescu immediatamente di fronte all'autogara, poi ce ne andiamo al Parcul Gheorghe Asachi, infatti il poeta Gheorghe Asachi è nato proprio ad Herța. Continuiamo a passeggiare per il villaggio e l'impressione è quella di essere in Romania, ma tra i rumeni più poveri e lontani dal mondo civilizzato che abbia mai visto. Di lì decidiamo, vista la mia curiosità, di andare al vicino sat di Movila per vedere questa chiesa edificata da Ștefan cel Mare e ci arriviamo con la macchina di Marina attraversando una strada sterrata (io avrei preferito una lunga passegiata seguendo Google Maps). La chiesa è adagiata su una collinetta e nella mia mente penso che se Ștefan cel Mare e gli altri re e dominatori rumeni non avessero dominato questi territori, a Cernăuți non ci sarei mai andato. Ce ne torniamo a Herța e prendiamo qualcosa da bere in un locale che ha aperto da poco e che si trova sullo stesso lato del ristorante Imperial e di fronte alla Piața Mihai Eminescu, poi andiamo alla vicina stazione degli autobus dove prendiamo al volo la maršrutka che ci porta a Cernăuți.

Il giorno dopo ci rivediamo con le ragazze di Herța a Cernăuți e passiamo il pomeriggio con loro tra il Parcul Shevchenko, il Formarket ed il Depot, poi io con la mia me ne vado in hotel. Tra un mese dovrebbero venire tutte e due a Iași dove io e @gnoccafree abitiamo.

Aggiungo qualche altro sat românesc della regione di Cernăuți a quelli che già ho citato nelle mie tre precedenti recensioni: Hrușeuți (Hrusivca) è un sat attaccato a Voloca nel raion Hlyboka, Kulikovka (Kulykivka) è un sat rumeno del raion Herța. È utile conoscere i singoli villaggi (sat) dove si parla rumeno in maniera tale da poter fare una ricerca certosina delle ragazze senza perdersi in sat dove non si conosce la lingua. Il sito ideale per questo tipo di ricerca è V-contacte (V-K).

Avere un profilo su odnoklassniki o su V-contacte con delle foto fatte nei luoghi più importanti di Cernăuți mi ha fatto aumentare il rating di risposta da parte delle ragazze, non fosse altro che stranieri dell'Europa Occidentale a Cernăuți durante l'inverno non se ne vedono per cui si saranno chieste cosa ci sono stato a fare lì ed ovviamente ho detto che sono stato lì per lavoro.

Come le altre mie recensioni su Cernăuți anche questa è diretta solo a chi conosce il rumeno (e naturalmente anche a chi conosce il russo o l'ucraino): purtroppo se le ragazze della regione di Cernăuți non conoscono l'italiano o l'inglese, non posso farci nulla.

Guarda Foto e Video di ESCORT e TRANS porche nella tua città

Grazie della recensione, ci porti esperienze ed informazioni su dei posti quasi inaccessibili ai più che leggono questo sito. Solo chi è stato in un sat sa cosa è veramente un sat (strade sterrate e spesso indecenti, carri trainati da cavalli al posto delle macchine, pozzi dove si prende l'acqua e case che sembrano fattorie dagli animali che ci sono) e quando sei li in un sat e pensi alle cose che hai in italia un po' di smarrimento ti viene e dici "ma dove c@@@o sono finito!". Chi riesce ad andare in questi posti quà riesce a trovare delle ragazze con poche pretese e che spesso non sono mai uscite dal loro paese, altro che le viziate e anglofone che si trovano i turisti che sbarcano a Kiev o Chisinau...certo bisogna conoscere la lingua rumena o russa, oppure avere molta pazienza entrambi ed iniziare a parlarsi con in traduttore sullo smatphone come ho fatto io, non è necessario all'inizio dirsi delle grandi frasi o chissa che, poche frasi, carine, ma chiare

Trova i migliori CENTRI MASSAGGI e le MASSAGGIATRICI SEXY in Italia

@travelest il tuo post mi ha rievocato ricordi d'infanzia. Non sono un vecchio decrepito e neppure vivo in una zona depressa d'Italia; eppure quand'ero piccolo e vivevo nella vecchia casa di campagna dei nonni (le numerose famiglie patriarcali di un tempo), la situazione non era molto diversa da quella che descrivi. E ti dirò che rimpiango quei tempi in cui non c'erano l'opulenza e l'ostentazione di adesso; ovviamente non c'erano tutti gli agi e le possibilità di oggi, ma ho la sensazione che i rapporti tra le persone fossero più sani e genuini.

Scusatemi per la mia digressione off topic... buona domenica!

Leggi le recensioni ESCORT e non farti fregare, trova la ESCORT nella tua città

Grazie a te dell'apprezzamento @Travelest. Conoscendoti, per te la regione di Cernăuți con i suoi sat rumenofoni è l'ideale, il rumeno di base lo conosci, non sei troppo avanti negli anni, quindi riusciresti sicuramente ad avere un risultato migliore rispetto a quello che hai avuto in Republica Moldova. Poi è ovvio che l'esserci già stato ti mette in una condizione migliore rispetto a chi non ci è stato. La comunicazione col traduttore lasciala perdere (le esperienze fallimentari in merito le ho fatte), meglio perdere un po'di tempo in più sulle chat a cercare la ragazza che parla rumeno.

Abbandonati al relax e al piacere, scopri i centri massaggi della tua citta'!

Avrei voluto fare un viaggio anche nel Bugeac che ha caratteristiche simili alla Bucovina de Nord, avevo preso molte informazioni utili da una ragazza di Hagi Curda (Komisovka), ma poi per motivi logistici ho preferito ritornare a Cernăuți.

Guarda Foto e Video di ESCORT e TRANS porche nella tua città

bella recensione che da spunti su luoghi fuori dalle solite rotte "turistiche" recensione letta davvero con piacere e complimenti per la tua conoscenza profonda della cultura e della gnocca "rumenofona" :-D

Attraverso i sette mari … i cinque continenti…oscure foreste…alte montagne e aspri deserti .. non esiste posto che non raggiungerei per la conquista della sacra gnocca !!

Grazie a voi per avermi dato la possibilità di condividere le mie esperienze, di avere un mio database da aggiornare volta per volta (da cui anche io ogni tanto attingo informazioni) e di conoscere compagni di viaggio.

Leggi le recensioni ESCORT e non farti fregare, trova la ESCORT nella tua città

Fino ai primi di novembre sono a Iași e mi farebbe davvero piacere incontrarti @mitico_79. Appena ti decidi a venire a Iași, mandami un messaggio privato e ti lascio il mio numero di telefono rumeno.

Guarda Foto e Video di ESCORT e TRANS porche nella tua città
  • 1 di 1
  • 1
Logo Gnoccatravels

Stai per entrare in una sezione vietata ai minori di anni 18 che può contenere immagini di carattere erotico, che tratta argomenti e usa un linguaggio adatto a un pubblico adulto. Se non sei maggiorenne esci immediatamente cliccando ESCI. Se non ritieni il nudo di adulti offensivo alla tua persona e se dichiari di essere maggiorenne secondo la legge dello stato in cui vivi e se, entrando nel sito, accetti le condizioni di utilizzo ed esoneri i responsabili del sito da ogni forma di responsabilità, allora puoi entrare in Gnoccatravels!

Gnoccatravels.com tutela e protegge i minori e invita i propri utenti a segnalare eventuali abusi, nonchè ad utilizzare i seguenti servizi di controllo: ICRA – Netnanny – Cybersitter – Surfcontrol – Cyberpatrol

Contenuti ed immagini qui presenti, sono stati ottenuti attraverso internet, quindi sono ritenuti di dominio pubblico, od autorizzati dagli interessati medesimi. Gli inserzionisti di Gnoccatravels.com dichiarano che gli scopi della pubblicazione richiesta sono leciti (secondo le vigenti normative in materia penale) e strettamente personali, quindi esentano i gestori del sito da ogni responsabilità amministrativa e penale eventualmente derivante da finalità, contenuti e azioni illecite, nonché da usi illegittimi e/o impropri della pubblicazione medesima.

Scegliendo ACCETTA ED ENTRA, l'utente dichiara di essere maggiorenne e di esonerare totalmente i fornitori del servizio, proprietari e creatori del sito Gnoccatravels.com dalla responsabilità sul contenuto degli annunci/inserzioni pubblicitarie e del loro utilizzo.

SONO MAGGIORENNE ESCI

SHARE