Viaggiatore8643

Escortime

Commenti

Viaggiatore8643
Silver
15/05/2014 | 21:18

  • Like
    0

Gnoccatravel n. 28.

Prefazione iniziale.<br>Se non dispiace alla moderazione, vorrei continuare solo in questo thread il racconto delle mie “avventure” . Non per forma di vanità, ma solo perché non mi pare giusto inquinare il thread principale del Castione, dove correttamente si indicano arrivi, partenze, prestazioni, e dove si narrano le proprie esperienze in stile “hard”, utilizzando metodi di scrittura e terminologie perfettamente consone alla tematica del forum.<br>Le mie short stories, e ritengo tutti gli interventi che poi ne derivano, rivelano risvolti riflessivi, psicologici, più intimi e più “maranza”, che indubbiamente possono non essere graditi a tutti.<br>Grazie.

Mi è venuta l'idea di esporre un’immagine della “preparazione tecnica” di ogni mio gnoccatravel pomeridiano.<br>Eccola qui : visita all’amico bancomat, per l’approvvigionamento economico necessario per primo colpo, per la doppietta ed, eventualmente, per il triplete. Di più non voglio osare… e se capitasse, spero accettino la carta di credito! :-) <br>Subito a seguire, il pranzo consumato prima della partenza!

34274.jpg

Tra un casinetto esistenziale e l'altro, e forse anche a causa di questi miei frequenti lauti pasti luculliani (che si ripetono sovente anche quando NON vado al Castione), recentemente sono dimagrito di 15 kg...

Vabbè, veniamo a qualche riflessione sulla gita n. 28.

Comincio a insultarmi da solo : sono allocco, credulone, illuso, punter scrauso … insomma, sono proprio un vero maranza… ma ancora una volta mi sono costruito il mio Fiore di Plastica™.<br>Penso che tale termine sia noto ai punters, per lo meno ai più “romantici”, perché è proprio uno di essi che me l’ha suggerito, nel corso della lunga corrispondenza intercorsa.<br>Un fiore è una cosa bella, delicata, da trattare con cura e con la massima attenzione; anche il fiore di plastica è bello, delicato, da trattare con cura e con rispetto… ma occorre ricordarsi che è finto!<br>La sua somiglianza con un fiore vero potrebbe indurre i più ingenui a pensare che sia autentico.<br>GIAMMAI!<br>Questa errata interpretazione può scatenare veri e propri casini, può rovinare l’esistenza di un punter!<br> Il Fiore di Plastica™ è bello, sicuro, appagante, ma è rischioso,è molto pericoloso : chi lo coglie deve avere perfetta conoscenza della sua natura, e quindi deve essere in grado di vederlo, coglierlo e farne tesoro solo per quello che è veramente.

Giannino Maranza (maranza di nome e di fatto…) ci è ricascato, anche a un livello più elevato dell’anno scorso.<br> Il Fiore di Plastica™ attuale si identifica in Stefania.<br> Solo un dato: sua presenza fissa in otto degli ultimi nove gnoccatravels (e solo perché la volta "mancata" lei era al paesello…) e tredici shots complessivi, tra cui cinque double shots, spesso… anomali!

Vabbè, torniamo alla cronaca. <br>Per cause e concause particolari, questa volta mi sono trattenuto al bar relativamente a lungo.<br>Normalmente, ci resto giusto il tempo di far riscaldare la birra gelata, agguantare la girl (o, meglio, farmi agguantare da lei...), scambiare due parole (ma proprio poche…) e salire in camera.

Questa volta il Fiore di Plastica™ ritardava all’appuntamento, quindi al mio arrivo mi sono trattenuto al bar.<br>Dopo più di un anno di frequentazione, ormai conosco buona parte delle pulzelle, almeno quelle “storiche” del locale.<br> In questa occasione ho avuto la possibilità di disquisire con diverse di loro, senza dovermi necessariamente limitare al solito e ormai trito e ritrito “Non voglio cose strane, ma ti chiedo solo un po’ di pazienza perché ho i miei tempi lunghi…”.

<br>Vista la scarsa presenza di gentleman, poi, loro stesse si trattenevano a parlare senza problemi, anche dopo essere venute a conoscenza della mia indisponibilità.<br>Mi spiace averle dovute rimbalzare ... ma non c’è proprio niente da fare, attualmente il mio Fiore di Plastica™ mi monopolizza!

Dai discorsi intrattenuti con le diverse signorine sono emersi alcuni elementi interessanti.<br>Prima di tutto, quando dicevo "Ho già un appuntamento", la risposta FISSA era: "Vabbè, ci possiamo però vedere quando fai il secondo giro …". Non ho parole, possibile che si sia sparsa fino a questo punto la notizia che il mio standard siano sempre i due giri?<br>Secondo elemento: non solo in questa occasione, diverse girls mi hanno riferito che sovente dei gentlemen chiedono informazioni sul sottoscritto, o recitino, quasi a memoria, alcuni passaggi delle mie “short stories”, o di "Uomini da Postribolo".<br>Che devo dire, ne sono molto onorato…<br> E lo sono ancora di più nel momento in cui mi è stato riferito che gli ultimi due che, solo qualche sera fa, hanno chiesto informazioni su di me, e conferme sulla veridicità delle mie narrazioni, siano tra quelli ritenuti dalla maggioranza tra i più “importanti” in questo ambiente…<br>Beh, gente, non so che dirvi.

Fisicamente mi sono descritto in diverse occasioni; ritengo di aver esposto (forse anche troppo) il mio generico e più o meno motivato malfunzionamento cerebrale; ma sono molteplici le girls che potranno certificare che le avventure, i discorsi, le doppiette e i tripletes che ho qui descritto in questo anno abbondante di frequentazione sono sempre reali.

Cronaca dell’evento, abbastanza scarna nella sua anomalia. <br>Primo round con il mio Fiore di Plastica™; come al mio solito non faccio cronache, ma tutto al top.<br>Torniamo al bar; le stesse pulzelle che mi hanno visto arrivare un’oretta prima capiscono che ho terminato il primo giro e tornano alla carica.<br>Parlo ancora del più e del meno con diverse di loro, che mi promettono fuoco e fiamme. <br>Ma stavolta ho un diavoletto in testa che mi urla “Attento, che poi va a finire come le scorse due volte, la seconda non funziona come prevedevi, ci resti male e va a finire che ti rovini la giornata!”.

Infatti, citazione da un altro mio intervento su GT: <i>“ …dopo la prima, soddisfacente, la seconda non mi ha dato niente... anzi mi ha quasi dato fastidio, anche se la girl è tra le TOP del Castione”.</i>

Ancora una volta (proprio come nel corso del gnoccatravel n. 27, che non ho mai narrato approfonditamente) non ho voluto correre il rischio che Giannino Maranza se ne scappasse un’altra volta, lasciandomi da solo in balia dei miei casini.

Quindi … secondo giro ancora con il mio Fiore di Plastica™!

Stavolta, tra primo giro, chiacchiere al bar e secondo giro, l’ho tenuta impegnata più di due ore…

Non c’è niente da fare, sono proprio MARANZA!

Viaggiatore8643
Silver
09/05/2014 | 20:51

  • Like
    0

Viaggiatore8643
Silver
09/05/2014 | 00:55

  • Like
    0

@balabiot

Gnoccatravel n. 27 già fatto, qualche giorno fa.<br>Solo due parole : top doubleshot.:X<br>Il resto … sono fatti miei!

Viaggiatore8643
Silver
08/05/2014 | 19:20

  • Like
    1

Gnoccatravel n. 26

Prima di tutto, ringrazio coloro che mi hanno contattato, sia tramite messaggistica di GT che via mail. E sono contento di fare un’osservazione, che evidentemente stride con quanto, da fuori, viene comunemente divulgato sui frequentatori dei postriboli : siete, TUTTI, delle belle persone. Magari alcuni nel pubblico si pongono in maniera da presentare in prevalenza il loro lato macho, ma poi, nel privato, evidenziano una personalità meno “sbruffona”, molto più intima e riflessiva.

Pur da neo arrivato nell’ambiente, mi sto convincendo sempre di più che

il sesso-pay sia una valvola di sfogo parificabile alle altre; se correttamente organizzata e normata, non ha più inconvenienti e non produce più “vittime” di altri "svaghi" similari, che invece sono maggiormente accettati dalla società. Ed è indiscutibile che nella vicina Confederazione Elvetica la normativa e l’organizzazione siano anni luce avanti alla squallida e bigotta situazione esistente in Italia, dove si fa finta di non vedere e ci si crogiola nel discorso “Quello che è vietato non c’è”.

Dopo questa doverosa premessa, riprendiamo il filo del discorso interrotto qualche tempo fa.

In molti tra coloro con i quali sono entrato in contatto personalmente hanno espresso il desiderio di incontrarmi al Castione, anche al solo scopo di fare due chiacchiere del più e del meno. La prima volta che ho tentato l’esperienza… è andata male (e mi ripeto ancora una volta : Luka, tu non c’entri niente, sono io che sono fuori di testa!).

Dopo il mio “outing”, concretizzatosi nelle riflessioni che avevo piazzato nella pagina web esterna a GT (e che ora ho rimosso), un punter in particolare, che chiamerò Roberto, si è rivelato particolarmente presente, nel mandarmi mail, informarsi sulla situazione, darmi consigli, condividere esperienze, eccetera.

Mi trovavo probabilmente nel punto più basso della mia recente parabola emozionale, e, alle sue insistenze per incontrarci al Castione, sono arrivato a rispondergli: “Ok, vengo, però non so come potrei reagire all'incontro, e per te potrebbe essere controindicato farti vedere in un bordello insieme ad un cinquantenne che si mette a piangere!”.

Lui decide di correre il rischio, e ci diamo appuntamento al Castione, ore 20,30 di una sera infrasettimanale qualsiasi dello scorso mese di aprile; mi ha avvisato che si sarebbe presentato con un compagno di merende.

Forse gli antidepressivi cominciavano a fare effetto, forse alcuni accadimenti, sia nei giorni precedenti che il giorno stesso, erano andati meglio del previsto … fattostà che quella sera mi trovavo in uno stato particolarmente positivo, come non mi capitava da tempo.

Quando sono a dieci chilometri da Bellinzona (dopo essermene sparati altri 150 di statale…), mi arriva un SMS : “Ho placcato la mia prediletta, meglio lei di te, io salgo, ci vediamo dopo”. Mando un SMS di risposta, della serie “Ti aspetto o faccio il primo giro pure io?”, che resta inesitato.

Palle, cominciamo male!

Alle 20.30 in punto arrivo al Castione: solito ambiente poco frequentato.

Intercetto subito al bancone una girl presente nella mia lista delle “top”, che mi conferma che Roberto (che lei conosce) è arrivato e si è subito eclissato in camera con una signorina. Quasi per vendicarmi, altro mio SMS: “Sto salendo anch’io con Laura di Costanza, ci vediamo verso le 21,30”.

Con Laura di Costanza non c’è storia…

Boh, c’è qualcosa di non definibile, sicuramente lei mi ispira particolarmente … ma mentre con moltissime mi sento in dovere di annunciare preventivamente i miei tempi lunghi (che si sono manifestati in molteplici occasioni), con lei … non serve, perché è la seconda volta che mi stronca, con mia massima soddisfazione, nella canonica mezz’ora! Come al mio solito non sto a fare cronache dell’evento, ma confermo il diritto della girl di risiedere tra i primissimi posti della mia classifica personale.

Indipercui alle 21,15, circa un quarto d’ora prima del previsto, ci troviamo a varcare il solito cancelletto per rientrare al locale. E qui incrociamo una coppia che sta salendo. E ci resto dimmerda (con due emme) quando il gentleman mi fa: “Ma Giannino sei già qua, non dovevi arrivare giù alle nove e mezza?”. Lo guardo meglio, e finalmente lo riconosco da alcune foto apparse su Facebook: ecco chi era il “compagno di merende” di Roberto! Ci diamo allegramente appuntamento per “dopo”, ed rientro nel locale.

Subito Laura di Costanza mi indica Roberto.

Niente da dire: presentazioni, discorsi più o meno seri, scherzi, lazzi e cotillons; la pessima sensazione che mi aveva assalito durante l’incontro con Luka, qualche giorno prima, proprio non mi si presenta.

Roberto è soddisfatto dell’esperienza appena portata a termine con la sua prediletta, e pare non intenda lanciarsi in altri attacchi. Giannino Maranza, invece, si sente in obbligo di rispettare la propria fama… e quindi mi guardo in giro in cerca della preda per l’istituzionale secondo giro della giostra.

Passano lì davanti un po’ girl; alcune si siedono al tavolo per scambiare due parole (tra le altre, pure Stella Polacca). Ma mi pare corretto aspettare il rientro del compagno di merende. Dopo un po’ arriva la celeberrima Caterina/Katarina, famosa per la sua quinta con tatuaggio annesso. Veramente esplosiva, mi si siede a fianco e mi mette quasi le poppe in mano, parliamo e scherziamo un po’, le spiego che ho intenzione di salire con lei, ma prima devo aspettare che rientri il compagno di merende. Mi risponde “Ok, quando sei pronto chiamami che andiamo”.

Si alza e se ne va tacchinare altri avventori! Eppalle, e mi trovo ancora in un dilemma amletico: vado su subito con questa che mi ispira, o aspetto il compagno di merende? E se, mentre aspetto il compagno di merende, Caterina si trova un altro pollo? <br>Delibero di rischiare e aspettare. <br>Ma intanto, con la coda dell’occhio continuo, a seguire le leggiadre evoluzioni della pulzella da un tavolo all’altro, da un avventore all’altro. <br>Boh, evidentemente sono io che sono strano, perché, se non ci fosse questa “causa di forza maggiore”, sarei già in piena azione; gli altri gentleman, invece, perdono tempo, si scherniscono, ridacchiano, fanno battute, allungano le mani … ma non salgono!

Nel frattempo rientra il compagno di merende, ci presentiamo anche dal vivo (ci eravamo incrociati diverse volte qui su GT o su Facebook) e disquisiamo per un quarto d’ora del più e del meno. Basta, ritengo sia giunto il momento di passare all’azione. Caterina è in veranda, che si strofina ad uno. Sporgo la testa dalla porta, e le lancio uno sguardo della serie: “Io sto qua e sono subito disponibile, se quello ti fa perdere tempo… vedi tu!”.

Tempo trenta secondi, e stiamo attraversando il cancelletto verso la camera!

Per spiegare quanto è successo in seguito non faccio altro che plagiare quanto scritto da @kasso : “Caterina non è una gnocca fisicamente per niente, però ripeto è la piu' spinta di tutte le ragazze del Canton Ticino.. simpatica, prende l'iniziativa, ti scopa lei fino all'esaurimento…”.

Soggettivamente, (e ripeto SOGGETTIVAMENTE) però per me è un NI, perché non mi ispirano i rapporti “violenti”. Cioè, a me la donna che ansima e strilla di goduria mi lascia perplesso (e, particolarmente nei postriboli, mi dà l’impressione di “actor’s studio”); la donna sboccata che dice parolacce, poi … mi fa passare la poesia.

Ripeto ancora che il giudizio è soggettivo, quindi Catarina è ottima, bravissima e perfettamente indicata per coloro che sono attirati da questo comportamento. A ben rifletterci, potrebbe anche andar bene per chiunque altro… che prima esponesse correttamente le proprie esigenze. Sono sempre più convinto che queste ragazze siano delle ottime attrici, e quindi che siano in grado di conformarsi ai desideri dei clienti, presentandosi di volta in volta come PSE, o come GFE o come vie di mezzo…

Rientro al locale un’altra volta.

Roberto è ancora al suo posto al tavolo, il compagno di merende…doveva assentarsi un attimo, ed è sparito per farsi pure lui un altro giro della giostra! Arriva dopo un po’, e restiamo ancora a disquisire delle reciproche esperienze. Il compagno di merende è veramente un’enciclopedia ambulante sulle girl: a ogni nome associa provenienza, segni particolari e prestazioni.

Si fa l’ora di andarsene. Ci salutiamo, loro escono e si avviano sulla strada del ritorno.

Però Giannino Maranza, che è sempre il solito PIRLA, visto che è contento di essere tornato, vuole banfare e portare a termine l’ennesimo triplete.

Mi placca una tipa mai vista in precedenza, vestita quasi da semaforo (abitino rosso brillante laccato), molto spigliata ed esuberante. Lorena, si dichiara venezuelana. OK, mi faccio convincere, andiamo per la terza!

Mi spiace, stavolta esperienza che NON ripeterei.

Niente di particolarmente negativo, dal punto di vista prestazionale non ho niente da dire.

E’ tutto il contorno, quello che per me fa la differenza, che mi ha deluso…

Lavaggi di rito, comincia a strusciarsi, fa risvegliare il walter … e mi chiede il regalino!

Cazzo, o me li chiedi PRIMA (tanto sono maranza, e te li avrei dati senza problemi), oppure aspetti che te li dia DOPO (come si fa sempre). Ma chiedere il rate DURANTE … non mi era mai capitato!

Prima di partire per la ventura avevo prelevato ad un bancomat che probabilmente era stato rifornito in maniera… eccentrica, che mi aveva rifilato trecento euro tutti in pezzi da venti; quindi annaspo verso il portafoglio, con il birillo sull’attenti, per trovare i soldi da dare alla girl, ed nella foga estraggo CINQUE pezzi da venti.

Ne rimetto a posto uno, lei se ne accorge e comincia a frignare, e dài lasciameli tutti, e fammi il regalino in più, e perché non mi lasci la mancia, e via così.

Cheppalle, sono maranza, non do troppo peso ai soldi, ma questi comportamenti mi indispongono.

No, caso mai ti do la mancia DOPO, se tutto va bene!

Riprendiamo il discorso interrotto, ma ormai mi era passata la poesia!

Poi, elementi di dettaglio, che potrebbero apparire divertenti ma che sul momento mi hanno distratto: ci siamo incastrati tra il mio orologio e suoi braccialetti, poi nel voltarsi mi ha dato un pugno sul naso (del tutto involontario, ovviamente)... poi forse Giannino Maranza non si era ancora manifestato del tutto, la giornata lavorativa era stata impegnativa, non avevo cenato ed ero alla terza e quindi … ero un po’ stanco, e il walter non era proprio al top!

Comunque, morale della favola: avrei fatto meglio a seguire i compari e ad andarmene dopo la seconda! E questo non solo per risparmiare sul terzo rate … e non vi dirò se alla fine le ho lasciato 80 o 100, perché sono Maranza di nome e di fatto!

Finale.

Il giorno dopo, Roberto mi ha mandato una mail:

"Mi aspettavo un cinquantenne disperato, e demolito da "un'oltraggiosa fortuna" , ho trovato un vispo quarantenne, con l'entusiasmo di un trentenne, e l'uccello di un ventenne!!!"

Giannino Maranza is back?

Viaggiatore8643
Silver
12/04/2014 | 15:51

  • Like
    0

@malefix @trombo @Luka @toulouselautrec @tantavogliadilei @jeckil @DickDick @bagascia @balabiot @Kasso @ElDiabloJack @guastoso68 @CHlover @sasaticino @marios @como1985 @qwertyna @aspides @RobertoDettori @nigianed

Per non "sporcare" GT ho scritto qualcosa qui:

http://web.tiscali.it/giannino_maranza

Grazie a tutti.

Viaggiatore8643
Silver
04/04/2014 | 18:53

  • Like
    1

@bagascia:pensa solo alla prugna, non pensare ad altro!!!<br>Mi piacerebbe saperlo fare ... :-(

Gnoccatravel n. 25.

A soli due giorni dalla gita precedente, mi sono trovato nuovamente al Castione.<br> Iniziamo dalla cronaca, doverosa: solita doppietta. <br>La prima con Stefania <br> Infatti, appena entrato al Castione ci siamo incrociati subito, anche se questa volta, intenzionalmente, non l'avevo contattata. <br>Ci guardiamo e ci scappa subito da ridere.<br>Non c'è storia, mannaggia, sono veramente un idiota, con lei ne ho fatte NOVE nell'arco di neanche quaranta giorni!<br>Tutto al top (...ma ormai lo so...) e torniamo giù.<br> Ci sediamo ad un tavolino esterno, e cominciamo a fare i cretini, a spettegolare, ridere e scherzare ... ho il forte impulso di dirle "Macchisenefrega delle altre, se l'importante è trovarsi bene ... andiamo con il bis!". <br> Sono stato cretino, avrei dovuto fare proprio così. <br> Lo scopo dei gnoccatravels dovrebbe essere divertirsi, e, lo capisco solo ora, questo non vuol dire necessariamente mettersi alla prova, tentare prestazioni multiple o eclatanti. <br>Vabbè, con il senno di poi è sempre facile trovare la soluzione corretta!<br> Mi costringo quindi a salutare Stefania e ad entrare nel locale.<br>Mi attacca subito una delle "top" del Castione... non è che mi ispiri granchè, i suoi modi aggressivi non sono quelli che mi piacciono... ma mi voglio mettere alla prova e mi impongo di capitolare senza resistenza.<br>Con questa ci avevo già fatto un giro l'anno scorso.<br>E qui mi fermo.<br>Ammetto che sono io ad avere (gravi) problemi, ma mi si è ripresentata, tra l'altro peggiorata, la stessa patologia dell'altro ieri, quando l'esperienza con Melanie non mi aveva dato proprio niente.<br>Tecnicamente funziona tutto, il walter (...per ora...) funziona, ma mi sono scoperto ancora a farmi fretta, per finire il prima possibile e per mettere fine… al supplizio!<br>Ancora, non posso fare alcun addebito alla controparte, perché è tutta e solo colpa mia; quindi non vi dico neanche chi era.

Passiamo ora alle dolenti note.<br>Gente, Giannino Maranza prende un periodo di aspettativa.

Molti di noi, nell'arco della propria vita, si trovano a combattere contro i mostri.<br> Io ho un mio mostro interno, che da sempre cerco di combattere.<br> Il mio mostro, mio e solo mio, si chiama depressione.<br> Un paio di anni fa ha avuto un immenso impulso a farsi valere, per tragici motivi familiari che non vale la pena approfondire in questo contesto.<br> L'anno scorso sono riuscito ad allontanarlo, costruendo il mio alter ego nel personaggio di Giannino Maranza, a partire dal discorso "la prossima volta che mi scappa di andare da uno psicologo vado a puttane, spendo uguale e mi diverto di più".<br>E ce l'ho fatta, grazie all'aiuto di tutti voi, con la frequentazione assidua del Castione, con le short stories scritte qui, con la brocca prima persa e poi ritrovata per Laura Moldava...

Ma il mostro mi si è ripresentato. <br> Ho provato a farlo fuggire, scrivendo e pubblicando addirittura un libro (che, tra l'altro, ha avuto un inaspettato successo)... ma il mostro è rimasto lì.<br> I tripletes consecutivi non sono riusciti ad esorcizzarlo.<br> Non mi è servita anche la quasi-perdita della brocca per un'altra (...ci ho provato, hai visto mai, l'anno scorso aveva funzionato...)<br> Purtroppo da solo non ce la faccio.<br>Devo farmi aiutare dalla chimica.<br> Devo nuovamente assumere antidepressivi, quegli stessi che mi causano come effetto collaterale... la tenuta dell'uccello.<br> La gita n. 25 era proprio finalizzata a verificare la tenuta del walter. Che per ora funziona ancora, ma sono solo due giorni che assumo "la rebosalcazzo o come si chiama" (cit.).

Per ora non posso far altro che mettere in stand-by Giannino Maranza, per concentrarmi contro il mio mostro.<br>Per chi ha letto il libro : <br>E sono anche Gianluca, ma non ho ancora avuto il coraggio...<br>Devo riuscire a non trovare mai quel coraggio.

Grazie a tutti... e scusatemi.

Viaggiatore8643
Silver
03/04/2014 | 21:09

  • Like
    0

@Duracell<br>Oltre 170 con i soliti trampoli, meno di 160 senza. Corporatura esile, ma molto ben formata; seconda tutta naturale. Capelli scuri quasi neri, lisci, appena oltre le spalle, con frangetta. Occhi azzurrissimi, molto chiari, carnagione molto chiara, sorriso perfetto. Dimostra meno dei suoi 26 anni.<br>Tra poco se ne torna per un po' al paesello.<br>Attualmente è il mio mito.

Viaggiatore8643
Silver
02/04/2014 | 21:49

  • Like
    1

Gnoccatravel n.24 : l’incontro.

Gita completamente diversa dalle ventitré che l’hanno preceduta.<br>E’ successo che per la prima volta ho avuto l’opportunità di parlare in diretta della malattia che mi assilla attualmente (la fighite) con un altro paziente, affetto dalla medesima patologia: Luka!

Ma andiamo con ordine.<br>I diversi triplete(s) delle volte scorse sono serviti a poco, perché mi sono tornate le solite paturnie. Stavo quindi organizzando la puntata n. 24, e, fruendo attualmente di un periodo di ferie arretrate, avevo una scelta abbastanza ampia di giornate utilizzabili. In questo frangente mi è arrivato in PM il messaggio di Luka, che era in zona e aveva in previsione una gita al Castione.<br>Già ho scritto, in reiterate e diverse occasioni, sia qui che su “Uomini da Postribolo”, che non ho mai cercato il contatto “dal vero” con altri frequentatori; la scelta di esplorare l’universo parallelo della gnocca-pay elvetica è stata mia e solo mia, non è stata mai condivisa con nessuno; è stata supportata solo dall’aiuto virtuale degli gnoccatravelers (che sempre ringrazio).<br>Luka è stato uno dei primi amici virtuali ad avermi accompagnato in questo percorso, ed è stato il primo a farmi notare che stavo perdendo la brocca per Laura, l’anno scorso…

Ok, senza alcun impegno reciproco, organizziamo un eventuale incontro per il pomeriggio.<br>Per riconoscermi, indico un particolare non convenzionale del mio abbigliamento.

Arrivo al Castione alle 15 : ambiente solito, pochissimi avventori. <br>Appena entro, Laura Moldava mi afferra letteralmente per la cravatta, e mi scocca subito un dardo cupideo “tantolosocheseimio”; riesco ad evitare il coinvolgimento solo perché, da bravo Maranza quale sono, avevo preso appuntamento via SMS con la “solita” Stefania, che per ora è indiscutibilmente il mio top.<br>Stefania arriva dieci minuti dopo; subito in camera, e si recita il solito avvincente film, con il walter baldanzoso che fa fede ai suoi ormai leggendari tempi lunghi.

Torniamo giù, visto che si appropinquava l’ora per l’appuntamento con Luka.<br>Problema : io sono riconoscibile, ma lui?<br>Stefania mi aiuta nella ricerca: so che Luka è alla sua “prima volta” al Castione, quindi lei mi indica i soggetti che non ricorda di aver mai visto lì e che potrebbero essere lui. Per un pelo figura dimmerda, quando punto un gentleman che aveva le caratteristiche descrittemi.<br>Lo guardo, mi guarda … ma il suo sguardo è della serie “cazzovuoi?”…<br>Per fortuna, subito lo aggredisce a baci e abbracci Stella Polacca: ok, non è Luka!

Faccio passare ancora qualche tempo, spettegolando un po’ con Stefania sui gentleman presenti (lei ormai sa riconoscere quelli che entrano, guardano e non combinano mai niente) e anche sulle girl che circolano (tante, ma molto scazzate per l’assenza di avventori).

Nel mentre, Luka finalmente arriva, e dal particolare dell’abbigliamento mi riconosce al volo… <br>Beh, devo dire che ci siamo subito sentiti in sintonia, e siamo andati avanti a discorrere per oltre mezz’ora!<br>Luka è diligente, aveva fatto i compiti a casa, e si è presentato al Castione preparato, con i nomi di alcune girls tratti dagli interventi qui presenti.<br>Si è quindi iniziato ad informare su quelle che circolavano lì intorno.<br>Ma, a un certo punto, ho notato in lui una sorta di “sbavamento” :-) al passaggio di Madalina.<br>Ok, capito al volo. <br>Mi invento un nuovo ruolo di simil-magnaccia, scambio due battute con lei a distanza, e ci facciamo invitare tavolo dove soggiorna con qualche amica.<br>In breve tempo,Luka perde del tutto la ragione e sale con lei.

A questo punto, solito inciso personale; scusate se vi stresso, se volete interrompete qui la lettura: ma questa è la mia vita, e non posso farci niente.<br>Ho indicato diverse volte che vivo due esistenze parallele; ieri pomeriggio, dopo un inizio scoppiettante grazie a Stefania, Giannino Maranza stava abbastanza male, perché tutti i discorsi scambiati con Luka l’avevano messo in minoranza. Infatti, era riuscita ad emergere quella parte di me che finora non mi si è mai materializzata al Castione (o, meglio, che ho esorcizzato e tenuta lontana, dopo il primo incontro con la gnocca-pay … cfr.“Federico” ).<br>Ho provato a far finta che non fosse successo niente, e mi sono lanciato nell’istituzionale secondo giro. <br>Ma non ci sono riuscito.<br>Tecnicamente ha funzionato tutto come al solito, il walter non ha fatto storie, ma la testa … non c’era!

Assolutamente, e lo voglio mettere bene in chiaro, non per colpa della girl, che anzi per ora è la più quotata del Castione (sia nelle classifiche del capitano che in altro intervento apparso appena qui sopra, cfr @Serraglio). <br>Mi sono scoperto, cosa MAI accadutami prima, neanche nella “real life”, a farmi fretta, per finire il prima possibile e per mettere fine… al supplizio!

Torno al bar, e poco dopo arrivano Madalina e Luka, quest’ultimo con un sorriso fino alle orecchie…<br>Ancora qualche discorso, con la personalità di Giannino Maranza che provava a riaffiorare, richiamato da Laura, che continuava da lontano con i suoi dardi “tantolosocheseimio” e da Luka, che incitava platealmente alla terza…arrivando addirittura al punto di invitare Laura al tavolo!<br>Niente, Giannino non è riuscito a riemergere; già la situazione mi si era incasinata abbastanza, quindi per la gita n. 24 ho ritenuto consigliabile limitarmi alla doppietta standard.

Finale: ho due sentimenti contrastanti.<br>Sono contento di aver avuto un contatto “umano” con un compagno di merende, che si riconosce nelle stesse situazioni in cui mi devo gestire durante gli gnoccatravels.<br>Ma mi sono reso conto che Giannino Maranza è condannato alla solitudine. <br>Ora più che mai.

Viaggiatore8643
Silver
21/03/2014 | 19:47

  • Like
    1

Gnoccatravel n.23

“Non c’è il due senza il tre … <b>e il quattro vien da sé …</B>”

Però questo quattro non era previsto. <br>O, per lo meno, non era previsto così presto, non era previsto in questi termini, non era previsto l’ordine delle interpreti che si sono succedute, non era previsto che, nonostante tutto sia andato al meglio, alla fine mi sia trovato in condizioni molto simili a quelle dell’inizio.<br>Finiti tutti gli obblighi dovuti e istituzionali di una tragica giornata lavorativa, mi sono costretto a impostare un SMS : “Ciao, oggi giornata pessima… Parto tra poco, arrivo entro le 20 : ti trovo al bar, così magari mi aiuti a pensare ad altro? :-) "<br>Destinataria, la ormai “solita” Stefania, quella dei due double shots consecutivi in otto giorni. <br>Dopo cinque minuti risposta OK, quindi parto. <br>Se non mi avesse risposto, probabilmente non sarei partito … e non so proprio cosa avrei fatto!

E’ stata la mia prima volta serale al Castione; le 22 gite precedenti si sono sempre concretizzate nelle prime ore del pomeriggio, non andando mai oltre le 18.<br>Stavolta sono arrivato alle 20; ero convinto di trovare movimento, invece … ZERO. <br>Ma non zero nel senso di “poca gente”, proprio zero nel senso di NESSUNO. <br>Nel parcheggio solo un paio di vetture, proprio in prossimità dell’ingresso al locale. <br>Lascio il mio solito obolo all’omino dietro al vetro … e nel locale non c’era un gentleman che si dicesse uno!<br>Tante ( ma TANTE!) ragazze annoiate, impegnate con telefoni e tablets vari, una tivù che strillava inascoltata, le luci stroboscopiche con le palle che girano, che fanno tanto discoteca anni ‘80…

Trovo subito Stefania… senza perdere tempo pronti-via in camera, così vedo se mi distraggo, che anche durante il viaggio non ho fatto altro che rimuginare su quanto accaduto.<br>Beh, direi che mi sono distratto, anche bene… :-) … anche se appena finito il gioco i pensieri strani mi si sono riproposti quasi integralmente.<br>Quindi, dopo un’oretta scarsa torno al bar, visto che almeno il doppio giro della giostra ormai è istituzionale.

Qualche gentleman in più, ma sempre ambiente desolato.<br>E qui, per la gioia di @toulouselautrec, mi becca subito Laura Moldava.<br>Vabbè, solita storia, tantolosocheseimio, eccetera. <br> Mi ha detto che nei giorni scorsi qualche gentleman, sicuramente qui presente tra i partecipanti al forum, le ha chiesto di descrivermi, per sapere che tipo fossi… CURIOSO! :-)

Comunque, giro n. 12 con Laura Moldava! <br>Però...<br>Mi dispiace, e pure tanto, ma stavolta c’è un però.<br>Mi si è rotto l’incantesimo; tutto ok, lei è bellissima e bravissima, però…<br>Quando abbiamo finito, il pensiero nuovo che mi girava in testa, oltre a quelli tragici già presenti da tutta la giornata, era: “E ora?”.

<br>Le altre volte, alla fine delle esperienze con lei c’era un senso di tranquillità, di rilassatezza, di convinzione di aver fatto la scelta migliore. <br>Stavolta questo “E ora?” non lasciava il benché minimo spazio ad altre sensazioni.

Mi sono ritrovato ancora una volta al bar, ad aspettare che si scaldasse la solita Leffe troppo fredda, osservando il traffico delle donzelle intorno ai pochi gentlemen presenti.<br>Presente Eva, tranquilla e assorta a meditare nel suo solito angolo di fianco agli appendiabiti, nei pressi della vetrata.<br>Ho incrociato Giorgia (che sicuramente ora sta leggendo questo mio scritto!), e ho appurato che l’installazione del pdf reader che avevo lanciato nel suo pc la volta scorsa ha funzionato; mi ha detto che non sa chi sia “quello con il nome lungo” che scrive reportages ancora più logorroici dei miei.<br>Ho incrociato Laura di Costanza, rientrata dal paesello il giorno stesso, che poteva essere uno degli “obbiettivi sensibili”… <br>Ho notato Madalina siliconata … e mi sono ripromesso di farci un giro, prima o poi, per verificare in quali termini la nuova carrozzeria abbia ulteriormente migliorato le già ottime prestazioni… <br>Ho capito chi sia Melanie … non ho mai avuto l’occasione di intrattenermi con lei, ma finalmente l’ho identificata tra le altre.<br>E ho visto Natalia, bionda con i capelli corti e mossi, e Corina, imbronciata, con il suo brillantino luccicante sotto il labbro.

Poi mi si è presentato, inaspettato, un deja-vu.<br>Precisamente, un deja-appena-vu, perché la “vista” precedente risaliva a circa un’ora prima: ho reincrociato Stefania.<br>Non so cosa mi sia successo, probabilmente mi è andata in corto circuito qualcuna delle poche sinapsi ancora funzionanti che mi restano in testa … ma senza stare a pensarci su troppo l’ho invitata per un altro giro! <br> Alla mia richiesta di replicare le danze, effettivamente, le è scappata un’espressione abbastanza sorpresa. <br> Magari farne due di seguito è relativamente comune, ma non so a quante sia capitato uno così spanato da farsi la prima e la terza…<br>Ma così è, se vi pare, questo è Giannino e questo dovete tenervi!

Rate solito Castione x 3 e 15 chf di obolo all’omino dietro al vetro.<br>Morale della favola: quattro triplete(s?) consecutivi, dodici shots nell’arco di meno di un mese, dei quali due a carico di Laura Moldava e sette a carico di Stefania.<br>E’ un dato di fatto incontrovertibile, volente o nolente, che la mia classifica personale sia cambiata.

Proverbi non ne ho più, ma dopo il quattro viene inderogabilmente il cinque… con un'idea ancora più assurda che mi frulla per la testa!

Viaggiatore8643
Silver
21/03/2014 | 08:09

  • Like
    0

@trombo<br> ... definire "soddisfacente". <br>Dietro questa parola c'è TUTTO.<br> Il concetto è estremamente differente da una persona all'altra. <br> Per alcuni può essere un semplice sguardo, o solo sapere che la controparte ... c'è.<br> Per altri non basta la PSE multipla.<br>E' impossibile definire chi abbia ragione.

@Gustoso<br> E quindi siamo proprio all'opposto delle definizioni luterane, che intendeva "Mettitene una in casa, così non stai a perdere tempo a cercarne altre". <br> Tu magari sei fortunato, e puoi definire la nostra continua e regolare frequentazione dei postriboli come "appagante".<br>Non lo so.<br>Io la vivo come un'avventura estremistica, che mi dà una scusa per tenere la testa impegnata e non cercare altro...<br>Segue reportage approfondito nel solito thread del Castione: oggi ho fatto l'ennesimo triplete. Il quarto in quattro settimane. Tutto al top. <br>E ora...?

@marios<br> Trovi nella posta privata Inbox il link per scaricare il libretto ...

Viaggiatore8643
Silver
20/03/2014 | 15:24

  • Like
    0

@Gustoso<br>Non intendere il termine "spavento" nella sua accezione più classica.<br>Anzi, mi scuso perchè probabilmente sono io che non ho usato un termine più appropriato.<br>Qualcuno, in privato, mi ha fatto notare che il personaggio più "spaventato" di quelli illustrati nei miei raccontini è Augusto.<br>A prima vista potrebbe sembrare un vincente... ma non c'è nulla di più "spaventoso" della totale anaffettività di una vita spesa nella completa e totale solitudine, eccetto l'appagamento carnale e la relativa "amicizia" con il capitano, accentuata dai 2000 post su internet sotto pseudonimo, con l'incubo costante di "non farsi sgamare"...<br>Poi, per fortuna, ognuno segue propri parametri e proprie valutazioni sul senso della vita e sulla definizione di "felicità".

PS: spiacente, ma sull'educazione cattolica ... non ci siamo proprio. <br>Sono uno dei pochissimi che, di discendenza cattolica conclamata, siano passati coscientemente alla Chiesa Riformata Luterana ...

Viaggiatore8643
Silver
20/03/2014 | 08:00

  • Like
    0

@marios:

<i>bo non so come spiegare...</i>

Tratto dal capitolo "Massimiliano", che, a quanto pare, riporta un'esperienza che prima o poi è capitata a tutti:<i>

Alexia si era resa conto del coinvolgimento emotivo del cliente. <br>Era molto più furba di quanto lasciasse intendere, e sapeva perfettamente gestirsi in quella professione, che ai più e alla morale comune poteva apparire sporca o indecente.<br>Lei sapeva di essere attraente, sapeva quello che voleva, e aveva trovato la strada per ottenerlo con la minor fatica possibile. I suoi connazionali dovevano lavorare per più di un mese per ricavare quanto lei riusciva a mettere insieme nell’arco di una sola giornata.<br>Quando tornava nel paese natìo, aveva la possibilità di comportarsi da signora, avendo a disposizione disponibilità economiche che i più non avrebbero mai immaginato.<br>...<br>Alexia aveva ormai imparato a blindarsi, a non fare i conti in tasca alla clientela e a non provare nessun sentimento; costruiva e faceva trasparire, dando loro una parvenza di autenticità, solo le emozioni contrattualmente stabilite; in fin dei conti, la presenza o l’assenza di quell’assiduo cliente le erano completamente indifferenti.</i>

Viaggiatore8643
Silver
19/03/2014 | 23:27

  • Like
    0

@jeckil<br> Per scrivere una recensione non è necessario cercare altre parole: quelle che servono le hai già trovate!

Un pensiero piccolo piccolo, e amaro.<br>Forse anche troppo amaro... proprio come è amaro "Uomini da Postribolo".<br>Dalle reazioni che mi sono pervenute, in pubblico ma soprattutto in privato, è emerso che spesso gli uomini frequentatori dei postriboli sono in fondo ragazzi spaventati.<br>Forse anche più spaventati di me.<br> E' da evidenziare una frase di una recensione apparsa su Ultimabooks, a firma "Michele": <br><b>Il sesso forte sono le donne<b>.

Viaggiatore8643
Silver
15/03/2014 | 20:26

  • Like
    2

Gnoccatravel n.22

Il pensiero finale del mio scorso intervento era“…non c’è il due senza il tre…”<br>E quindi rieccomi ancora su questi schermi, per il terzo triplete in tre settimane.

Comincio quasi ad avere paura di me stesso.<br> In questi miei cinquant’anni non ho mai avuto problemi fisici, ma sono mai stato un atleta.<br>Non ho mai fatto sport, perché non mi ha mai interessato e tutt’oggi non me ne frega proprio niente.<br> Solo nell’ultimo periodo, per far andare giù la panza (ho perso circa 15 kg in un anno…) ho cominciato a girare in bici, ma senza alcun estremismo.<br>Quindi, tornando in topic, che il primo che si meraviglia per i triplete (tripletes?) portati regolarmente a termine sono io stesso. <br>Da giovane, quando ero sicuramente più “mandrillesco”, erano normali gli attacchi multipli alla partner, ma ovviamente spalmati nel corso di un’intera nottata. <br>Ora i triplete(s?) si concretizzano nell’arco massimo di tre ore. <br>Vabbè che c’è sempre il solito amico Coolidge ad aiutarmi, però…

Introduzione, così siete contenti: sei maranza come al solito, non cambierai mai, così le abitui male, ti perdi il gusto della scoperta, eccetera …<br>Benissimo, avete ragione.<br>Infatti il giorno prima ho mandato SMS a Stefania per annunciarle il mio arrivo.

La volta scorsa il Castione era pienissimo, al limite dell’invivibilità, mentre stavolta era proprio deserto. Boh!<br>Comunque, appena arrivato ho beccato subito la girl in questione, che mi aspettava diligentemente.<br>Abbiamo perso qualche minuto in veranda, il tempo di far fuori la solita Leffe e fumare la solita sigaretta, spettegolando nel frattempo sulla recente siliconatura di Madalina (che era lì che conversava con un gentleman), e poi siamo saliti.

Non sto a tirarla tanto per le lunghe: ho conosciuto Stefania due gite fa (terza interprete del triplete messo in scena in quell’occasione), l’ho ritrovata la gita scorsa (doppio shot, progettato in corso d’opera), e l’ho “prenotata” per questa volta (doppio shot annunciato preventivamente).<br>Se non lo si fosse capito, per ora Stefania è il mio top, e sta seriamente insidiando il trono della reginetta precedente.<br>Ancora più incredibile: portato a termine il doppio shot, ho fatto notare a Stefania che, mentre lei si stava rivestendo,il walter stava facendo strani pensieri ed era lì lì per rialzare la testa… eppalle, il triplo shot NO!!!

Torniamo al bar, ancora poca gente. <br>Ormai il triplete s’ha da fare, quindi … alla ricerca della preda!<br>Altra Leffe, ancora tavolino in veranda. <br>Arriva Madalina, scherziamo un po’ sul fatto che si sia fatta siliconare. Poi si siede ancora Stefania, che mi presenta Giorgia : non filiforme come altre, 170 circa, 23 anni il mese prossimo, quarta abbondante rifatta, occhi nocciola, capelli biondi corti, che subito dichiara “Ah, ma tanto lo so che a te non ti piacciono le bionde”.

Sul momento non ho quasi fatto caso all’inciso, ma ora, ripensandoci un po’ e con il senno di poi… ecco, sarà un caso, ma è una frase precisa precisa che ho riportato qui in un mio precedente reportage! <br>Le tre si mettono un po’ a parlare tra loro in rumeno, io non ci capisco una cippa e mi sento un po’ scemo.<br>Comincia a tirare un venticello freddo; l’omino del bar mette mano ai telecomandi e chiude la veranda; Madalina e Giorgia rientrano.<br>Chiedo a Stefania una “conferma” sulla professionalità di Georgia, e, avutala, mi lancio nella terza del pomeriggio.

Giorgia mi aveva sgamato ancor prima di conoscermi, ha ammesso di leggere spesso qui (e non è l’unica!),mi ha fatto notare che i miei interventi sono molto più lunghi di quelli degli altri (non ha mai letto @toulouselautrec...), già sapeva che Laura moldava era la mia prediletta, e che ho scritto un libretto … che già sta avendo un po’ troppa notorietà, particolarmente al di fuori degli ambienti postribolari…

Comunque, anche Giorgia va benissimo su tutti i fronti, vi dico pure che come sigle è ok così siete contenti, ma come al mio solito non scendo nei particolari né faccio cronache dell’accaduto. <br>Così è, se vi pare …

Accadimento finale: la ragassa ha in camera PC, Tablet e un paio di telefoni.<br>Ha notato la chiavetta USB che mi porto sempre dietro, dove ho salvato tutti i files relativi a “Uomini da Postribolo”, e mi ha chiesto una copia dello scritto.<br>Ok, chissenefrega, tanto ormai sai già tutto… accendi il pc che te la trasferisco lì.<br>Quel pc, nuovo nuovo, non aveva un programma pdf-reader, e quindi ho dovuto cercarlo in rete e lanciare il programma di installazione su Windows, il tutto in rumeno…

Quindi:<br>rates soliti e due consumazioni, 240 euro e 15 chf.<br>E siamo a tre tripletes in tre settimane… devo dire ognuno più appagante del precedente!<br>Ma le paturnie primaverili ancora non mi passano.<br>Mi ronza in testa, in lontananza e quasi evanescente, una strana filastrocca…<br>“Non c’è il due senza il tre … e il quattro vien da sé …

Viaggiatore8643
Silver
14/03/2014 | 09:35

  • Like
    0

@jeckil<br>Ti ho trasmesso in posta privata il link per scaricare il libro.

@touluoselauterc<br>Per deformazione professionale, io sono sempre in giro con due o tre carte di credito/debito e (quando sono ricco) forse quaranta euro cash.<br>Solo quando parto per la "gita elvetica" passo a depredare l'amico bancomat.<br>Una volta ero soprapensiero, mi sono dimenticato di prelevare sull'italico suolo, e (per fortuna!) ci ho pensato a Bellinzona, prima di entrare al Castione.<br>E tra cambio banca UBS e commissioni di prelevamento Cartasi mi hanno mazzuolato di brutto!<br>Comunque, mi vien da ridere perchè ora è passata in Italia una legge che prevede che TUTTI i professionisti debbano fornirsi di POS, perchè nell'arco di qualche mese saranno obbligati ad accettare il pagamento con carta di credito/debito per importi superiori ai 30 euro.<br>Mi viene da ridere a pensare alla scenetta se decidessero di "far qualcosa" simile alla Svizzera qui da noi, con le signorine che infilano la carta nella fessura... :-D

Viaggiatore8643
Silver
14/03/2014 | 08:35

  • Like
    1

@jeckil<br> Se vuoi ti metto a disposizione il mio libretto, nel quale si parla anche di Coolidge... :) <br> Ecco qui sotto il capitolo che lo riguarda, copia/incolla da "Uomini da Postribolo", autore il sottoscritto, edizioni Narcissus:<br>

Coolidge.

A cinquant’anni riesco a farne due (o anche tre!) di seguito in un pomeriggio!<br> Incredibile: finisco il rapporto con una, e le chiedo di consigliarmi una sua amica per il reply! <br>E mi rendo conto che, in alcune situazioni, sono loro stesse a restarci male, per la serie “… ma perché ne cerchi un’altra, non ti sono bastata io?”.

Questa capacità, di difficile sperimentazione nella vita normale, pare sia dovuta al cosiddetto “Effetto Coolidge”.<br>Il nome è ispirato da un presidente degli Stati Uniti della prima metà del novecento, che, a quanto pare, era abbastanza “gaudente”.<br>Per spiegarlo in due parole : hanno preso un topolino, e l'hanno messo in una scatola con una topolina... disponibile.

Quello si è intrippato, e ci ha dato che ci ha dato, poi... si è stancato, ha smesso e ha tentato di riposarsi. <br>Ma subito hanno tolto la topolina precedente e ne hanno messa un'altra, e quello si è ripreso immediatamente... e taca banda!<br> Quando ha finito con la seconda, gliene hanno messa una terza, poi una quarta, e quello ogni volta ricominciava allegro come se fosse cosa nuova.

Quindi hanno fatto la teoria: l’effetto Coolidge è il termine che descrive un fenomeno, riscontrabile in quasi tutte le specie dei mammiferi, attraverso il quale i maschi esibiscono un potenziale sessuale rinnovato con l'introduzione di nuove partners ricettive.

Morale della favola: è più facile farne due o tre di fila con due o tre ragazze diverse, rispetto a due o tre di fila con la stessa.

Viaggiatore8643
Silver
14/03/2014 | 08:11

  • Like
    0

Io sono il solito pirla/maranza...<br> Il "Tanto lo so che sei mio" con me va sempre a buon fine ... per loro!:"> <br>

Bene, quindi funziona non solo con me: basta autoconvincersi di essere un topolino, e poi ... ci pensa Coolidge!<br>Siamo passati dalla defaillance iniziale alla doppietta fissa!<br>

Non ho parole per il card fee, vabbè che gli svizzeri si fanno le loro regole, ma se un esercente qui da noi prova ad inventarsi le commissioni (del dieci per cento, poi!) per il pagamento con carta di credito, i signori Mastercard, Cartasi, Diners o Amex gli revocano la convenzione...

Viaggiatore8643
Silver
11/03/2014 | 07:58

  • Like
    0

Long Jonh ha scritto:<br> Stato Giovedi pomeriggio...pieno alle 1500 !! (...) e io ho messo i miei 100 franchi sulla casella di MADALINA....

Giannino ha scritto:<br> Ancora il solito casino, e proprio sulla porta incrocio la celebre Madalina che sta salendo con un attempato gentleman.

Dài, dimmi che non eri tu ...

:-D

Viaggiatore8643
Silver
08/03/2014 | 15:12

  • Like
    1

Letto praticamente in diretta durante la pubblicazione...<br> =D> =D> =D> <br>Però resto del parere che sia troppo caro...

Viaggiatore8643
Silver
07/03/2014 | 19:34

  • Like
    0

Gnoccatravel n. 21.

Ormai penso abbiate capito che sono un pochino fuori di testa.<br>Fino all’anno scorso, quando puntualmente mi venivano le paturnie di primavera, cercavo mille modi diversi per farmele passare, e mi lanciavo in una iperattività che coinvolgeva molteplici fronti e diverse destinazioni. Ho fatto il tutto il giro del Lago Maggiore in bicicletta, una volta in un senso e l'altra volta nel senso opposto, mi sono messo a progettare strumenti musicali, a compilare siti internet, a organizzare attività di tutti i generi…<br> Ma ora, per colpa vostra, :-) , mi sono ridotto al punto che l’unico modo per farmi passare queste paturnie… è la gnocca!

Quindi, triplete la settimana scorsa… e triplete pure questa settimana!

Arrivo al mitico Castione alle mie solite 14,45 … e c’è un casino pazzesco!<br>Mai vista tanta gente così, in un anno di frequentazione pomeridiana!<br>Se devo essere sincero, questa ressa inaspettata mi ha lasciato un po’ interdetto. <br>Il bancone era occupato su tutta la sua lunghezza, angoli compresi, sia da gentlemen che da girls. <br>Pieni i tavolini, sia interni che esterni.<br>Mi sono aggirato per qualche minuto per il locale, un po’ spaesato. <br>I miei figashopping sono sempre stati assolutamente solitari, e quindi mi ha fatto riflettere il vedere diverse “compagnie” di gentlemen gaudenti, stavolta non solo pensionati, tutti accomunati dalla stesso pensiero e dallo stesso fine!

Mentre giravo a vuoto per il locale (presumo con aria smarrita), mi ha placcato Eva, bella ragazza mora alta con i capelli lunghi e lisci, che avevo già avuto occasione di conoscere qualche mese fa. Abbiamo parlato proprio tre minuti, il tempo di chiederle come mai ci fosse tutta quella ressa.<br>Sua risposta sconsolata : “Si, sono in tanti ma non si fa niente lo stesso! Tutti questi parlano parlano parlano, e poi non salgono!”.<br>Anche se l’altra volta la ragassa non mi aveva entusiasmato, il brusio, la ressa… e particolarmente questa sua ultima affermazione mi hanno dato fastidio… quindi pronti-via, subito in camera.<br>Prestazione standard, come l’altra volta, assolutamente zero sigle, assolutamente niente di indimenticabile. <br>Ripeto che fisicamente è una bella ragazza, stavolta non aveva neanche l’abbigliamento da trucida che indossava la volta scorsa … ma non mi ha lasciato proprio niente! Mi ha dato l’impressione che questo proprio non sia il suo lavoro, ma non abbia trovato, o cercato, alternative.

Esaurisco la pratica in poco più di mezz’ora, e torniamo al bar. <br>Ancora il solito casino, e proprio sulla porta incrocio la celebre Madalina che sta salendo con un attempato gentleman.

Cheppalle, lei poteva essere una degli obbiettivi sensibili odierni, e mi è scappata!

Trovo un piccolo spazio libero al bancone, chiedo la solita Leffe … e mi azzardo a domandare al barman se ce l’ha non ghiacciata. <br>Vaffanculo, me la dà a temperatura ambiente, che fa ancora più schifo.<br>Se è troppo fredda, basta aspettare un po’ e si scalda, ma se è già brodazza … bleah!<br>Esco in giardino, con birra e bicchiere, trovo un tavolino libero di quelli “alti” (l’unico disponibile) e mi ci appoggio sconsolato, sperando che capiti qualcosa, perché finora … è andata male!

E qualcosa capita : arriva Stefania, l’ultima girl con la quale mi ero intrattenuto, la settimana scorsa. 26 anni dichiarati, scura di capelli con frangetta, occhi chiari, ben formata senza essere esagerata in niente, molto simpatica. <br>Le dico che ho appena fatto un giro non entusiasmante, devo finire quella schifida birra tiepida, poi devo aspettare che il walter si ricarichi e quindi … calma!<br>Presumo che lei si ricordasse del triplete della settimana scorsa (lei era stata la terza), e quindi sa che i discorsi sulle mie prestazioni multiple non sono banfate che potrebbero causare solo perdite di tempo.<br>Quindi mi dice “Ok, non ho nessuna fretta, posso fermarmi un po’ qui a fumarmi una sigaretta mentre parliamo del più e del meno?”<br> Benissimo… e comincio io con i discorso stupidi: “Oh, ma che bella giornata, fa quasi caldo …:-) “.<br>Transitano nei pressi due newentries abbastanza spaventose (una con le labbra gonfiate stile canotto, l’altra che avrà avuto la mia età … ma li portava peggio!). <br>Osservo il loro passaggio lì davanti, e probabilmente devo avere avuto uno sguardo abbastanza … eloquente. <br>Mi giro, e vedo Stefania che mi fissa, trattenendo a stento una risata. <br>Tempo tre secondi, … e ci siamo messi a ridere tutti e due come scemi! <br>Da lontano (riconoscibilissima) c’era la “vostra” amica Holyfield … <br>Gente, un paio di mesi fa mi avete massacrato, quando mi sono lasciato convincere ad andare su con la Chrystal italiana di Como: voglio proprio vedere come tratterete il primo che avrà il coraggio di scrivere qui “Io c’ho provato con Holyfield”.

Per sfuggire a questa galleria degli orrori, mi sono deciso a salire subito con Stefania, confidando nell’intervento del solito Coolidge. <br>Praticamente, tra primo e secondo passaggio, sarò rimasto al bar complessivamente un quarto d’ora scarso.

Con Stefania … tutto oltre ogni prevedibile aspettativa. <br>In breve : double shot richiesto in corso d’opera e portato a termine senza problemi! <br>Finora una simile ottima esperienza mi era successa una sola volta; la girl che ne era stata protagonista, la celebre Laura Moldava, è rimasta per un anno nel mio olimpo personale, e sono arrivato a dedicarle il mio ormai celebre libello (aggiornamenti sulla situazione editoriale in fondo a questa relazione).

Si dice “chiodo scaccia chiodo” … Ecco, vuoi vedere che … :X ?<br>Ora mi trovo in rubrica un nuovo numero di cellulare che inizia con 0041, un’ esperienza che mi ha lasciato uno splendido ricordo, e … le paturnie di primavera che nonostante tutto ancora non mi sono passate!

Soliti 240 euro e 10 franchi di ingresso. <br>Due volte in due settimane.<br>Com’è che diceva quel proverbio?<br> … non c’è il due senza il tre…<br>

Gente, spiacente, ma sono veramente un maranza!

Situazione libro.<br> Per chi ancora non ne fosse a conoscenza, regalo “Uomini da Postribolo” in formato pdf agli gnoccatravelers che me ne facciano richiesta.<br>Oppure si trova in vendita in tutti gli Ebook stores al prezzo di due caffè.<br>Alcuni siti lo indicano tra i più venduti<br>http://www.libramente.it/vendite-migliori<br>Su un portale specializzato ha ricevuto una caterva di recensioni, tutte tra il buono e l’ottimo.<br>http://www.ultimabooks.it/uomini-da-postribolo#product-tabs<br>Per due volte è stato recensito sul Corriere della Sera:<br>http://forum.corriere.it/leggere_e_scrivere/17-02-2014/il-soggetto-a-scabroso-molto-scabroso-2470272.html<br>http://forum.corriere.it/leggere_e_scrivere/04-03-2014/soggetto-scabroso-ben-reso-2473426.html<br>Resta in sospeso la possibilità (che io ritengo molto remota) di una collaborazione che farebbe i fuochi d’artificio. Beh, a pensarci bene, due mesi fa ritenevo molto remota anche la sola idea di scrivere un libro…

Viaggiatore8643
Silver
01/03/2014 | 22:20

  • Like
    0

Chiedo venia per il saggio di Economia della Gnocca... ma è deformazione professionale<br>

:) <br><br>Mi fai venire in mente che ogni volta che vado a far la gita gnocchesca spendo almeno 170 euro... e sicuramente almeno 250 in occasione dei triplete.<br> Però, prima di rientrare in Italia faccio il pieno di benzina svizzera, e quindi mi consolo perché risparmio ben quattordici euro!

;;)

Viaggiatore8643
Silver
01/03/2014 | 16:06

  • Like
    0

=D> =D> =D> =D>

'spetta che mi prende l'impeto contabile: <br> DUE giri della giostra 426 franchi=340 euro circa?

Io di natura non sono spilorcio, ma settimana scorsa il TRIPLO giro mi è costato meno di 270 euro. E solo perchè sono Maranza e a una delle tre ho lasciato 100 invece di 80 ...

Occhei, ero al solito circolo bocciofilo Castione, non c'erano accappatoi o Lap Dance, non c'era il pollo (ecco, e nel conteggio non ci ho messo i 19 franchi del pollo...).

Però mi pare caruccio ...

Viaggiatore8643
Silver
27/02/2014 | 15:05

  • Like
    1

Gnoccatravel n. 20.<br>Triplete al Castione!

Ok, me lo dico da solo, prima, così vi risparmio lo sforzo.<br>Non si deve fare, mai prendere appuntamenti, sei il solito maranza, eccheppalle ti cerchi sempre la solita, e provane altre, poi le latine sono meglio, e fatti un giro al Corona, il Castione pare proprio un circolo bocciofilo, poi lei non è neanche ‘sto granchè, c’è quell’altra che è molto meglio, si è carina ma è troppo secca, il mio amico c’è andato e l’ha fatto fuori in un quarto d’ora, prestazione nella media, niente di eccezionale, eccetera…<br>Ok, contenti ? :-) <br>Ecco, la sera prima ho contattato il mio solito mito.<br>Avevo anche da comunicarle qualche news sui racconti che le ho dedicato, che, contrariamente a ogni mia aspettativa, pare stiano andando veramente alla grande… ecco, forse anche troppo alla grande!<br>Abbiamo fatto la numero undici; non è necessario nessun altro commento.

Torno al bar per l’istituzionale reply.<br>Presenti diverse girl conosciute e già testate (Stella, Eva, Claudia…), altre conosciute ma che non mi hanno mai ispirato, altre ancora sconosciute … ma meglio perderle che trovarle!<br>Laura mi presenta una sua amica, non mi ricordo più come si chiamava, ma questa vorrebbe andar su subito pronti/via. <br>E vabbè che ho il solito Coolidge che mi aiuta, ma lasciami un po’ riprendere! <br>Ah, va bene, allora vado, quando sei pronto chiamami se vuoi che andiamo.

Esco nella veranda a prendere un po’ d’aria, e mi abborda tale Madalina. <br>Non la solita, ma un’omonima. <br> Appropò, confermo che fonti locali ben referenziate dicono che la solita Madalina rientra (magari a oggi è già rientrata…) e si è fatta siliconare un po’.<br>Comunque, con questa omonima niente di che, due parole del più e del meno e basta.<br>Rientro nel locale, e vedo da lontano una che avevo già adocchiato qualche gita fa, ma che non avevo mai avuto il piacere di incontrare.<br>

Si chiama Natalia, sui 25, bionda capelli corti con un po’ di mesh castane, abbastanza in carne… mi ispira!<br>Ecco, quando le pulzelle mi ispirano non sto a riflettere in maniera particolare, a fare convenevoli o a perdere tempo: solito discorsetto minimale sui miei tempi lunghi, e via.<br>Appunto a latere: ‘sta storia sui tempi lunghi mi sa che non funziona più, probabilmente mi sto rincitrullendo, perché pure questa Natalia mi ha messo ko in meno di mezz’ora, e anche se ero alla seconda.<br>Comunque, per me girl valida, partecipazione ok, BBJ e FK. Si può ripetere, senza nessuna preclusione.

Stavolta sono arrivato al Castione estremamente teso, direi quasi preoccupato per casini vari (altri ancora!) che mi stanno capitando per ora. E proprio su argomenti che MAI avrei immaginato potessero incasinarmi!<br>Da quando ho scoperto questo nuovo mondo della gnocca pay, a quanto pare la tensione mi si scarica sul walter. <br>Pensavo di tranquillizzarlo con la solita doppietta, ma stavolta lui non era della stessa idea…

Ecchissenefrega, si vive una volta sola : ho dato retta al walter e mi sono lanciato nel mio settimo triplete!

Quando sono ridisceso al bar con Natalia, non le avevo dato per certo il fatto che volessi fare la terza, ma solo… che ci stavo riflettendo, e l’avrei fatta solo se veramente ispirato. <br> Ma lei mi ha rintracciato (mi ero imboscato in veranda, quasi in fase rem, appoggiato ad un tavolino con una lampada riscaldante puntata in faccia che quasi mi stava abbronzando…) e mi ha presentato Stefania: a occhio sua coetanea, quindi sui 25, mora, capelli lisci lunghi con frangetta, occhi azzurri.<br>Siamo rimasti un po’ a parlare tutti e tre, ho raccontato loro la favola di Coolidge e del solito topolino trapanatore, e infine Natalia stessa mi ha sponsorizzato, convinta che il walter avrebbe funzionato anche per la terza.<br>Prima di salire, più per la solita scaramanzia che per altro, le ho detto che se il walter non avesse funzionato con Stefania … sarebbe stata colpa sua!

Vabbè, la faccio breve : ha funzionato. <br> Pure Stefania mi ha messo ko in mezzora scarsa, anche se ero alla terza, e vaffanculo definitivamente alla leggenda di Giannino con i tempi lunghi. BBJ e FK, si può ripetere pure questa!

Appunto a futura memoria.<br>Ho visto le due ragasse molto complici…<br>La volta prossima, se ho la stessa ispirazione e se le becco tutte e due, faccio l’esperimento del tris; ci avevo già pensato l’estate scorsa, poi per motivi diversi non ho mai messo in pratica l’idea.

Riepilogo.<br>Dieci franchi svizzeri per l’ingresso e rates soliti.<br>Sempre pagati in anticipo. <br>Ok, lo so, sono maranza di nome e di fatto.<br>Ma ormai mi piace essere così…

Viaggiatore8643
Silver
27/02/2014 | 08:09

  • Like
    0

Boh.

Sinceramente, io non osservo con attenzione gli altri avventori, a meno che non combinino qualcosa di eclatante.<br> Probabilmente ci siamo incrociati verso le 17, ma alla mia terza discesa al bar, proprio intorno a quell'orario, non mi sono fermato neanche due secondi nè al bancone nè all'interno della sala.<br>Sono andato direttamente in veranda, e lì ho trovato la signorina per il terzo attacco.<br> Se magari può farti ricordare, indossavo una cravatta che indiscutibilmente attirava l'attenzione...:-) <br>Oggi mi ci metto e scrivo la solita relazione, ancora non ne ho avuto il tempo...<br>

Viaggiatore8643
Silver
26/02/2014 | 15:12

  • Like
    0

Beh ragazzi mi sa che ieri al Castione c'eravamo solo noi di @gnoccatravels<br>Infatti anche io oggi ero in quel di Castione ho trovato pochissima gente (ma @Giannino a te non ti ho proprio visto !)

Ieri sono rimasto al bancone dalle 15.00 alle 15.20, aspettando Laura ( e rimbalzandone tre nel frattempo).<br>Poi sono ridisceso con Laura, e sono rimasto nel locale un altro quarto d'ora, suppergiù tra le 16.15 e le 16.30.<br>E l'ultima volta, velocissima, circa un'ora dopo, ma sono stato esclusivamente nella veranda esterna.

Viaggiatore8643
Silver
25/02/2014 | 21:57

  • Like
    1

Con due nuove (magari sono nuove per me... anche se una mi ha detto di essere appena arrivata), giovani e carine, ho fatto un "giro" oggi.<br>Appena mi viene la voglia (ora sono distrutto) scrivo il solito reportage; per intanto anticipo:<br>Laura moldava undici (no comment)<br>Natalia bionda con meches castane, capelli a caschetto, occhi marroni. BBJ FK.<br>Stefania capelli lisci lunghi castani con frangetta, occhi chiari. BBJ FK.<br>Il triplete più soddisfacente che mi sia mai capitato...

Viaggiatore8643
Silver
18/02/2014 | 21:32

  • Like
    0

Venti anni fa, in tivvù, c'era uno che cercava gli UFI e che diceva "Voglio crederci".

Ecco, io quasi non ci credo...

Con l'occasione, volevo ringraziare gli otto gnoccatravelers che hanno inserito una recensione sul sito ultimabooks:

http://www.ultimabooks.it/ebook/psicologia/sessualita-umana/uomini-da-postribolo-reviews

Si, le recensioni in questo momento sono nove, ma confesso che una (la prima...) me la sono scritta da solo... ;;)

Viaggiatore8643
Silver
14/02/2014 | 15:02

  • Like
    0

Mi vien da ridere ...

http://www.libramente.it/vendite-migliori

:-D :-D :-D :-D :-D

:-D :-D :-D :-D :-D

:-D :-D :-D :-D :-D

Viaggiatore8643
Silver
13/02/2014 | 22:58

  • Like
    0

..azz, sei riuscito a trovare la citazione ... :-D <br> Non so perchè, mi è rimasto in mente quel piccolo particolare...geografico!<br> Però non penso ti convenga finire come lui, meglio continuare in questa tua avventura!

Non so quante melanzane abbiano finora letto il testo.<br> Ma presumo siano poche...<br>Le recensioni che finora sono arrivate su ultimabooks (e ringrazio tutti i recensori...) mi pare mettano in chiaro che i racconti potrebbero essere "istruttivi" proprio per le melanzane!

Viaggiatore8643
Silver
12/02/2014 | 20:27

  • Like
    0

@Matt e per tutti gli altri cui ho mandato il pdf del libro (a oggi, 26 spedizioni).

Chiedo un favore un po' commerciale e un po' spammarello.<br>Potete scrivere qualche riga di recensione? <br>Quello che ne pensate, sia nel bene che nel male.<br> Anzi, no, se ne pensate male non perdete tempo, non scrivete... :p :p :-p

Per esempio, qui<br>http://www.ultimabooks.it/uomini-da-postribolo<br>non occorre neanche iscriversi.<br>O lo si può fare anche in qualsiasi altro sito di vendita ebook.<br>Non mandate più di una recensione, perché registrano l'IP e vi sgamano.<br>E magari indicate anche che avete avuto una copia in regalo dall'autore, perché se questi ricevono 26 recensioni e risulta che sono state vendute 10 copie... magari capiscono che c'è qualcosa che non va!

Frega niente del ricavo, perché mi restano in tasca circa 57 centesimi a copia venduta (e per pagarmi un pomeriggio di quelli tosti al Castione dovrei venderne ben più di quattrocento).

Ma sono vanesio, e mi piacerebbe che il testo avesse una certa diffusione anche al di fuori della cerchia dei malati di fighite... :-)

Viaggiatore8643
Silver
10/02/2014 | 15:15

  • Like
    0

@Matt : ci sto lavorando, ora dovresti vederlo...<br>

Viaggiatore8643
Silver
10/02/2014 | 15:04

  • Like
    0

@oasiall e @Matt.<br>Se andate a vedere nella vostra casella "Inbox", di fianco al titolo a destra qui sopra, troverete un mio messaggio privato, nel quale vi comunico un link. Basta cliccare, e scaricherete un pdf da circa 700kb, che è il libro in formato pdf.<br> Sarebbe molto più complicato passarvi l'ebook vero e proprio, in formato epub (è grosso circa 5 mega), quindi se proprio uno lo volesse ... costa BEN un euro e novantanove centesimi, e si trova in tutti i portali che vendono libri in rete.

Viaggiatore8643
Silver
10/02/2014 | 08:40

  • Like
    0

@Kasso<br>Bingo!<br> E' proprio questo quello che ho scoperto in questo mio anno di frequentazione, e questo "interfacciandomi" sia con le signorine che con gli altri ... utenti!<br> Le immagini stereotipate che escono nel "sentire comune" raffigurano la povera donna costretta dal magnaccia a prostituirsi contro la propria volontà e il cliente brutto kattivo che pensa solo a soddisfare la propria libidine.<br>Non dico assolutamente che questo non sia vero, e, purtroppo, questo accade soprattutto negli stati (...Italia...) dove ci si coprono gli occhi con le fette di salame, così da aver la speranza che quello che non si vede... non esiste!<br> La mia (scarsa) esperienza, invece, mi fa ritenere che non sia sempre così: come esistono puttanieri-gentiluomini, esistono signorine che sanno che, con pochi anni di "attività" nella Confederazione Elvetica, guadagneranno abbastanza da vivere di rendita per il resto della vita.

Per correttezza, comunque, un ultimo appunto: è da tenere in considerazione che resta sconosciuta la percentuale di punter che scrive in rete.<br>Puntualizzando: per me tale percentuale è del 100%, perchè TUTTI quelli che conoscono che ammettano di chiedere prestazioni alle signorine scrivono in rete.<br> Quindi potrei essermi fatto una visione distorta dell'ambiente.<br> Stessa visione che, unita alle esperienze personali, mi ha ispirato la stesura dei sei racconti.<br>Chi ha più esperienza, e esperienza maturata "sul campo" e non nel mondo virtuale, sicuramente conosce punter che non sappiano cosa sia un pc.<br> Quindi magari può avere una visione più "reale" del mondo che trattiamo in questo forum.<br>Ma non penso che i dati cambino in maniera rilevante...

Viaggiatore8643
Silver
08/02/2014 | 09:20

  • Like
    0

Hai posta... :-D

No, Crystal non è bionda; è appariscente perchè casinara. Dal punto di vista fisico, da vestita, con pantaloni attillati e tenuta "non da trucida", secondo me fa la sua figura, anche se sarà più vicina ai quaranta che ai trenta. <br>Poi, dentro al locale non fumava, ha cominciato appena usciti; chi sono io per vietarle di fumare? <br>In camera, idem: appena entrati ho percepito l'odore di fumo, quello che si sentiva alle macchinette del caffè fino a qualche anno fa, quando era l'unico posto rimasto nelle varie aziende dove si poteva ancora fumare (oggi è vietato pure lì). Ancora: chi sono io per lamentarmi di questo?<br>A suo vantaggio, assegno ancora un social time al top, forse sia per motivi anagrafici, che geografici, che di lingua, che ... di pelle!<br>Sulla prestazione non ho proprio niente da dire, nè nel bene nè nel male.

Un inciso: durante la mia vita scorsa, visti anche gli studi che avevo affrontato (ma che poi, per i soliti corsi e ricorsi della vita, sono rimasti un pezzo di carta in un cassetto), sono stato assiduo partecipante di un newsgroup nel quale si discuteva di musica classica.<br>Nel manifesto del newsgroup si proclamava:<br>" Per tutti gli amanti di classica, partecipare a discussioni, anche animate, su generi, compositori o interpreti, rappresenta un modo naturale di vivere la musica. L'appassionato adora criticare, suggerire, raccontare le proprie esperienze. Riceve volentieri i consigli; quasi mai li adotta; ma non sa farne a meno."<br> Notare i passaggi finali in grassetto.<br> Incredibile come le stesse frasi che erano state pensate per un circolo esclusivo di estimatori di musica "colta" trovino perfetta uguaglianza in un circolo esclusivo di malati di fighite :) .<br>Questo fa comprendere che le osservazioni di toulouselautrec sui miei racconti sono perfettamente azzeccate:<br><br>E anche le melanzane avrebbero molto da imparare da questa lettura, perchè il p**iere, come il diavolo, non è porco come lo si dipinge.*

Escortadvisor escorta Bookingsescort_right Escortime moscarossa_right Haima_desktop escortinn Mille_erotici_desktop Oceano_home Escort Direcotory Escort forum wellcum_right bacheca massaggi
Logo Gnoccatravels

Stai per entrare in una sezione vietata ai minori di anni 18 che può contenere immagini di carattere erotico, che tratta argomenti e usa un linguaggio adatto a un pubblico adulto. Se non sei maggiorenne esci immediatamente cliccando ESCI. Se non ritieni il nudo di adulti offensivo alla tua persona e se dichiari di essere maggiorenne secondo la legge dello stato in cui vivi e se, entrando nel sito, accetti le condizioni di utilizzo ed esoneri i responsabili del sito da ogni forma di responsabilità, allora puoi entrare in Gnoccatravels!

Gnoccatravels.com tutela e protegge i minori e invita i propri utenti a segnalare eventuali abusi, nonchè ad utilizzare i seguenti servizi di controllo: ICRA – Netnanny – Cybersitter – Surfcontrol – Cyberpatrol

Contenuti ed immagini qui presenti, sono stati ottenuti attraverso internet, quindi sono ritenuti di dominio pubblico, od autorizzati dagli interessati medesimi. Gli inserzionisti di Gnoccatravels.com dichiarano che gli scopi della pubblicazione richiesta sono leciti (secondo le vigenti normative in materia penale) e strettamente personali, quindi esentano i gestori del sito da ogni responsabilità amministrativa e penale eventualmente derivante da finalità, contenuti e azioni illecite, nonché da usi illegittimi e/o impropri della pubblicazione medesima.

Scegliendo ACCETTA ED ENTRA, l'utente dichiara di essere maggiorenne e di esonerare totalmente i fornitori del servizio, proprietari e creatori del sito Gnoccatravels.com dalla responsabilità sul contenuto degli annunci/inserzioni pubblicitarie e del loro utilizzo.

SONO MAGGIORENNE ESCI