amoreriusciamo

Passerator

EscortimeAlfamedic_M1

Commenti

Passerator
Newbie
28/04/2015 | 01:29

  • Like
    1

Lo sapevamo già che i giornalisti italiani sono una delle categorie più giustamente sputtanate di tutto l'Arco Costituzionale, ma è un piacere vedere come ogni giorno raggiungiamo abissi sempre più inverecondi.

Articolo pietoso, sia il prologhino della povera Sabina Ambrogi, sia il contenuto di questa sfigatona di professionista che si gratta le chiappe con la spugnetta per le pentole e che, nonostante questo, continua a praticare. Povera Sabina, propone che i clienti debbano munirsi di certificato sanitario: come se per andare a mangiare la pizza dovessimo andare muniti di esami ospedalieri (recenti se possibile) ! Povera Sabina, adesso chissà quanti ne succhierà per sapere se sanno da "minestrone". Che schifo , ragazzi.......

Hanno messo l'articoletto perfino nella selezione web di "Repubblica". QUi evidentemente c'è qualcuno al di là della frontiera che ha una fifa matta che legalizzino il business in Italia e che crolli tutto il castelletto, quindi hanno preso una deficiente qualsiasi come la Sabina Ambrogi e le hanno fatto scribacchiare du fregnacce per 500 euri.

Passerator
Newbie
19/01/2015 | 14:07

  • Like
    0

Cari Gnocca Aficionados, intanto un saluto a tutti da Passerator Cortese da Manchester, dove mi trovo di passaggio.

Una segnalazione al sito e un avviso a tutti voi. Il sito GnoccaTravels, nel mio paese di residenza, gli Emirati Arabi Uniti, non è più visibile da un annetto a questa parte. E' stato inserito nella lista ( molto lunga) dei siti "sconvenienti" e viene filtrato e bloccato dalle autorità postali.

Si puo' accedere solo con l'uso di un software di schermaggio, probabilmente illegale, ma cio' richiede pagamento di un tot al mese.

Pertanto non potro' , ahimè, leggervi più , nè voi potrete leggere me, cosa che è senz'altro positiva ........

Consiglio infine a tutti colori che andranno a Dubai, Abu Dhabi, ecc. , di consultare il sito prima del viaggio senza sperare di consultarlo in loco.

Temo che il filtraggio sia operativo anche in Arabia Saudita e altri paesi GCC.

Certamente, chi va in Arabia Saudita , spero abbia messo comunque in preventivo di ingropparsi l'uccello per tutto il soggiorno e di dedicarsi ad attività contemplative.

Un salutone a tutti voi e ad majora !

Passerator
Newbie
29/11/2014 | 22:58

  • Like
    0

Cosa intendi ? Spiegati please....

Passerator
Newbie
29/11/2014 | 22:44

  • Like
    2

VIVO andrebbe censurato solo per il fatto che ripete incessantemente, a martello pneumatico, lo stesso pseudoconcetto da due anni, cioè che -secondo lui- i rumeni non sono poi quegli straccioni che pensiamo noi in Europa Occidentale. A lui non interessa altro. Non gli interessa di stare così dipingendo con le sue stesse descrizioni un paese di zoccole seriali, magnaccia, ubriaconi e cafoni; a lui preme solo diffondere urbi et orbi il concetto che la Rumania sta fuori dalla cacca. Chi lo sa, forse ha un brutto rapporto con la povertà, forse è stato umiliato da piccolo .

Un fenomeno che ha composto 1,300 post (!!) per esprimere una mono-idea del genere è un distruggitore di thread e andrebbe, a mio sommesso avviso, relegato ai margini. Oppure censurato con la dizione : " VIVO.a. Bucharest ha scritto un post- vedi sopra".-

Passerator
Newbie
27/11/2014 | 20:46

  • Like
    0

Torno fresco fresco dopo un anno di assenza, e chi ti trovo ? ? ? Sempre quel gran bigolazzo del men-che-mitico VIVO A BUCURESTI. E che racconta il men che mitico zombie carpaziano dall'IQ immaginario? Sempre lo stesso polpettone irrancidito : " che i rumeni non sono poi così straccioni, che c'hanno anche loro i pìccioli, che si lavano la fregna con il Chateau Mignotte del 1895, che vanno in giro con sette Audi di sesta mano contemporaneamente, che c'hanno il Vertu direttamente plugged in nello sfiancato culo" e avanti con questo sfoggio di status symbol da terzomondista impenitente. Sempre lì è VIVO. VIVI altro non capisce: solo sfoggio di cacchiate da parvenu dell'ultima ora.

VIVO, ma sei rincoglionito ? Ma che immagine dài del tuo già squinternato e triste paese ? Sapevamo del mare di zoccole, della piaga degli zingari, dell'inzingarimento di tutta la vostra cultura e società- e ora , quello solo di cui tu riesci a vantarti è che qualche magnaccia ha fatto qualche liretta tanto da fare lo sborrone tamarrissimo da quarto mondo, senza ruota di scorta, attorniato da un oceano di zoccolette arriviste con i loro sogni piccolo borghesi e con le loro bocche ancora grondanti sperma multirazziale !

Ma che schifo di paese stai pubblicizzando ? Tu sei un bulgaro che odia la Romania e ne vuole dare un'immagine di massimo squallore.

Passerator
Newbie
17/09/2013 | 14:23

  • Like
    1

Ragazzi, ma state ancora dando retta a questo straccione di rumeno esaltato, ignorantissimo, monumento alla cafonaggine come la maggior parte dei suoi compatrioti, zingari e non zingari ?

A questo tamarru rumanescu preme dire solo TRE cose : che i rumeni non sono poi così pezzenti , che hanno qualche volta macchine lunghe da qui fino a là e che le troie rumene sono troie non per soldi ma per scrocco. Capirai ! E chi se ne frega ?

E ditegli di sì e mandatelo affanculo , lui, le sue bottiglie di piscio moldavo spacciato per champagne e quelle quattro smandruppate figlie di contadine senza denti e dalla coscia consunta a forza di ramazzare scale. La cazzo di romania, un paese straordinariamente povero di arte e cultura e raffinatezza (pur non avendo mai avuto bombardamenti nè guerre devastanti), è e rimarrà un paese balcanico di vera cacca per tanti altri secoli, popolato da magnaccia-ladri-bagasce con un patrimonio genetico che non puo' che portarli che in quelle "professioni", ma voi ditegli che è un GRAN SIGNORE,

e

così liberiamoci dai coglioni 'sto cretino esibizionista e complessato.

Amen.

P.S. adesso risponderà

che "abiamo avuto tante guere ! " e andrà avanti così senza capire un cazzo

Passerator
Newbie
07/09/2013 | 17:17

  • Like
    0

Dice che per 160 neuri si fa sbattere per un'ora. Ma al telefono me sembrava 'na cinese di quelle che pelano patate nel retro cucina.......una vocina impressionante, poteva essere anche na vecchia

Passerator
Newbie
30/08/2013 | 23:47

  • Like
    0

Con i soldi rubati, andava in vacanza a Mamaia

Passerator
Newbie
18/08/2013 | 17:59

  • Like
    2

Tu la devi mettere sul sincero : dì che sei solo, non hai amici, non hai mai visto pelo e che te lo smeni tutto il giorno davanti a Youporn. Farai scattare l'istinto dell'istitutrice che alberga in ogni donnina, specie sopra i 25 anni , e vedrai che bei servizi ti farà

Passerator
Newbie
18/08/2013 | 17:54

  • Like
    1

Ma che è, @Antistronzi, la battigia del porto di Taranto ?

Effettivamente è vero, da quando vado a rumene in quel dell"Andiamo" ho tolto il bidet da casa. Me lo fanno loro.

Passerator
Newbie
18/08/2013 | 17:37

  • Like
    2

Al nostro amico bisogna spiegare che i bordelli sono posti tranquilli, perchè tutti si sono svuotati le palle o stanno per farlo, con la garanzia che lo faranno, cosa molto importante. Sono le balere che sono posti "tesi", dove la gente si mena, si spinge, si buttano i drink in faccia, proprio perchè hanno i coglioni pieni e sanno -ormai- che terminerà a pugnette.

Passerator
Newbie
18/08/2013 | 17:19

  • Like
    0

Alle donnine non gliene puo' fregare di meno se sei da solo o in compagnia. Loro sono lì per guadagnare , non per giudicarti. Non se ne accorgono nemmeno. Tu vai dentro il bordello, fai subito la faccia stanca come quello che ne ha scopate 25

e che ha 7 amici che lo aspettano al tavolo, tu butti su un divano e guardi. E' fatta amico.

Passerator
Newbie
18/08/2013 | 16:52

  • Like
    2

Questo ha 26 ANNI, dicasi ventisei, cioè l'età dove si è - in teoria - più forma e con il manico più duro del mondo. In più, ha la stessa nazionalità e la stessa lingua della quattro troie che ( dice) di rimorchiarsi, fattori che facilitano l'approccio di molto. E ha pure bisogno di spenderci 3 mila euro per 3 giorni ? Ma allora sei un cesso ! Ammettiamolo.

Pero' -continua - lui ama spendere di suo, non è obbligato, lui spende perchè è un uomo di mondo, una questione di palato,un palato fine, dice lui. Come dire che potrebbe fare sfracelli anche con quattro copechi. Ma allora questa romania "esigente" - come vorrebbe far credere il tànghero rumeno - è esigente o no ? La contraddizione è chiara, ma lui è un minus habens mentale e non ci arriva proprio.

Passerator
Newbie
18/08/2013 | 05:25

  • Like
    4

Sai, rumeno ,ora ti faccio l'elenco delle mie macchinette personali:

  1. Range Rover Sport HSE a benzina 5 litri

  2. Nissan Altima Benzina 2.5. litri

  3. Saab Aero V6 2.8 turbo (quella che mi piace di più)

  4. BMW 318 ti (del 2003, un po' antiquata)

Avevo anche una Cadillac Fleetwood del 1975 , verde pisellone, ma mi è stata fregata ( probabilmente da qualche tuo parente).

Ma i miei punti di forza sono ben altri ! Quando vivevo in Italia circolavo con una Daihatsu 1.3 rossa e stavo benissimo lo stesso. Chi se ne frega di un pezzo di ferro sotto il culo ! Pero' tu sei rumeno e non lo sai, per te la bagnarola è un fattore essenziale, perchè SENZA la macchina e il vino sei una nullità balcanica, un pitecantropo travestito da discotecaro, complessato, smanioso di dimostrare, proveniente da un paese dove tra ladri, prosseneti, meretrici, zingari e montatori di pannelli solari altra scelta non c'è. Forse qualche contadina sdentata senza mutande. A te , se nella bottiglia con l'etichetta "Dom Perignon Reserve" mettono dentro una miscela di sciampanska moldavo e piscio ( sempre moldavo) - manco te ne accorgi :-D perchè oltretutto sei scemo, oltre che la quintessenza della burinaggine balcanica.

Pero' , tànghero all'ennesima potenza che sei, c'è un qualcosa di simpatico nei tuoi interventi, si vede che ami l'Italia, che adori gli Italiani, che vorresti essere come tante gente che hai visto in Italia ( non a Mamaia) e che ti hanno fatto imparare l'italiano e scrivere qui sopra a più non posso. Lo so , caro Zoran Sfrugulescu, la ROmania è innamorata dell'Italia. Ce ne sono un milione duecentomila, qua, di Sfrugulescu innamorati..:-(

Te saluto, va'....

Passerator
Newbie
16/08/2013 | 14:36

  • Like
    0

@Novizio. Difatti. Questo è una mezza via tra un troll e un mentecatto. Da lasciare nella sua brodaglia.

MI preme solo precisare un mio convincimento, in relazione ad alcuni commenti apparsi qui e là nel thread. Da veneto, mi sembra oggettivamente che il paragone tra i nostri Meridionali e i Rumeni sia un po' ingrato. Tutto sommato, tra tanti problemi, il nostro Meridione presenta aspetti civili e anche sofisticati. Napoli è anche una città aristocratica ( sottolineo "anche"). Un alto numero di palermitani e siciliani è gente intelligente, gente di cultura, con il cervello fine.Ampie zone del Sud sono gradevoli e composte prevalentemente di brava gente ( Lucania, Cilento, il beneventano, ecc).Ho avuto tanti docenti e dei colleghi meridionali verso cui non posso che levarmi tanto di cappello, sia professionalmente che eticamente e umanamente.

Il paragone con un popolo di assatanati balcanici esibizionisti , ladri e ubriaconi mi sembra ingiusto. MI si dirà che anche in Romania esistono tante e tante eccezioni. Lo immagino. Lo posso anche sospettare. Pero' quello che vedo, che leggo, quelli che incontro ( conosco la Romania dal 1968 !!!! poi ci sono andato altre 5 volte) mi sembrano prevalentemente della gentaccia da evitare. E qui mi fermo perchè ci siamo capiti.

Naturalmente, il mare di troiame rumeno che invade l'Europa ( in Spagna ce n'e di più che in Italia) è comunque....da benedire. Non fosse per loro, toccava imbarcarsi in lunghi viaggi , vista la "preziosità" della bernarda in Italia, soprattutto al Sud. La romania , nella sua zingaraggine, è in parte anche da apprezzare, come si apprezzano certi formaggi francesi puzzolenti. Più puzzano, più piacciono , per qualche ragione :-)

DENTRO ALLA PANCIA DELLA ROMANIA SI SONO SVUOTATE MILIONI DI PROSTATE EUROPEE. E questa è una virtù !!

ah ah ah Un saluto a tutti

Passerator
Newbie
16/08/2013 | 04:36

  • Like
    0

@Antistronzi.

Ci sono delle cose dove è OBBLIGATORIO generalizzare, checchè ne dicano gli ingenui filo-sboldrini.

  1. Non si va a comperare una macchina usata a Fuorigrotta

  2. Non ci si fa la doccia fredda dopo mangiato

  3. Non si va a funghi a Cernobyl

5-6-7-8. Non ci si mischia con i rumeni per più di 1/2 ora. Se poi perdi la perla, non importa , la perla troverà qualcuno meno generalizzante.

Passerator
Newbie
16/08/2013 | 03:43

  • Like
    0

@Antistronzi. Non si puo' che concordare con le tue parole, ancorchè molto trattenute. In pratica, hai fornito la descrizione del COMPLESSATO, che poi questo è quello che è il nostro corrispondente Sfrugulescu da Bucuresti : un complessato che è venuto qui a tirarla lunga sulla

Romania , che poi , secondo lui, non è poi un posto così cheap di troie-papponi-ladri e contadini come crediamo noi in Italia, ma anche di gente " che beve champagne", che va al night club e che si accompagna a delle frescone che per meno di tot euro non te la mollano.

Sicuramente ci saranno dei soldi che circolano in Draculandia, dopo la malaugurata entrata in Europa ( rivogliamo Ceausescu !). Ma il nostro amico non si accorge nemmeno che la descrizione che ci dà della Romania è volgare, stupida e materialista. Contribuisce a rafforzare i nostri giudizi e pregiudizi.

Adesso - vedi- oltre ad essere un grossolano rumeno è pure stupido : critica gli italiani in un sito italiano.........Chi è venuto in Italia per due anni a imparare l'italiano e a scassarci i maroni con le sue vanterie infantili ? Lui o suo zio ?

Ve l'avevo detto io all'inizio, ragazzi, che questi sono dei poveracci complessati......

LA chiudo qui. Ho sprecato anche troppo tempo per uno che mi sembra un po' troppo "tipico"......

Passerator
Newbie
16/08/2013 | 02:50

  • Like
    1

Questi balcanici pieni di complessi atavici che vengono qua a darci liste di enoteche con prezzario, per farci vedere quanto sono men of the world, e vengono qui a decantarci 'sto posto pulcioso che è ancora la Romania - fanno un po' fastidio. Ora 'sto tizio sta esagerando. Ma chittevole a te ?? Ma vattene un po' col tuo champagne rosé a montare pannelli fotovoltaici in quel cesso di Bucovina.......Sei un complessato ( e qui hai ragione, avessi la disgrazia di avere un passaporto rumeno, lo butterei giù dalla canna del c......), parli solo di soldi, vino e quattro mezzetacche rumene della tua stessa risma. Che vuoi che ti diciamo, che la Rumania è un paradiso di chiccheria e sofisticazione ? Nooooo, è ancora un paese pidocchioso, sorry . Ne dovete bere di sciampanska ancora :)

:)

Passerator
Newbie
14/08/2013 | 04:35

  • Like
    0

Passerator
Newbie
14/08/2013 | 04:31

  • Like
    1

Vivo, il tuo post originario era relativo al "costo della figa" a Mamaia. Benchè post rozzo e un po' infantile, come sottolineato da @ruz007, aveva a mio parere una sua qualche validità.

Ora , invece, ti sei allargato , come fanno del resto tutti i balcanici a proposito del loro paesucolo, in genere pulcioso, nella promozione inutile e un po' trafelata del proprio paese presso di noi. Ma - ti devo deludere- a noi non ce ne frega una mazza della situazione socio-agricola dell'Oltenia , non ce ne frega niente degli imprenditorucoli italiani che non trovano niente di meglio che sbarcare il lunario in Romania, non ce ne frega una beata fava dei palazzinari rumeni.

Le tue opinioni sono rispettabili in quanto opinioni, ma non sono oggettive, perchè sei rumeno : Purtroppo, ognuno c'ha la sua croce.

Passerator
Newbie
14/08/2013 | 04:15

  • Like
    0

@ir_pelato.....Le pippe nei casti film di Verdone....ci vuole molta molta buona volontà............:-D

Passerator
Newbie
14/08/2013 | 03:57

  • Like
    0

@ir_pelato. Come darti torto ?

:)

Anzi, dalle descrizioni forniteci sempre dal nostro inviato speciale Vivo, Mamaia sembra essere diventato un posto tremendo. Tremendissimo. Tamarri rumeni ubriachi fradici che ostentano soldi facili e "nuovi"; figone burine da Sighisoara , dalla faccia truce, che arrivano in comitiva tutte tappate e depilate per farsi il week-end folle. L'altro che arriva con il motopeschereccio, falciando braccia di ignari bagnanti ucraini di mezzetà, raccoglie le sciantose per la vita e le tromba tra una bottiglia di "Belvedere" e una di "Absolut" a 1000 gradi. Italiani allupati e tegnosi che si aggirano come belve affamate, non spendono una lire e finiscono per trombare la Jovanka-dalla-coscia-stanka che fa le camere in albergo. Alberghi cari con camere poste sopra balere, disco-beach, schiuma-party, Audi smarmittate, luccichi di Rolex, Rolex che ti cascano in testa e ti mandano in coma......................un posticino di buon gusto , insomma

Passerator
Newbie
14/08/2013 | 03:26

  • Like
    0

@Ostsee. Parole, le tue, assai condivisibili. Aggiungerei anche -cosa tipica delle società postcomuniste affamate di beni e di consumo - che in Romania si osserva un livello di ostentazione e di materialismo da parte di "chi puo'" ( presente anche nel post del nostro simpatico Vivo) oggettivamente un po'ridicolo e infantile, quasi che una marca o un colore di uno champagne avessero più valore di un bel rapporto o di una amicizia sincera.

Passerator
Newbie
14/08/2013 | 03:19

  • Like
    0

L' opinione negativa cui tu , o @Gorgos, fai riferimento non è "generalizzata", per quanto mi riguarda : tant'è che ho specificato che la mia impressione è valida "in linea di principio", cioè- altrimenti detto-

ammette varie eccezioni e distinguo. Il sottoscritto non generalizza mai; tantomeno in tema di Romania , paese che conosco da una vita e che ho percorso in lungo e in largo ( Mamaia compresa).

Detto questo, al tuo commento, peraltro civile e moderato, si potrebbero contrapporre molte altre fondate e documentate considerazioni, che pero' ci porterebbero OT.

Passerator
Newbie
14/08/2013 | 01:49

  • Like
    0

Non trovo il post iniziale del nostro amico rumeno Vivo nè antipatico nè supponente e neanche stupido. Lui ha semplicemente offerto un quadro , realista il più possibile, di come vanno le cose in quel di Mamaia con ragazze -diciamo- di notevole qualità estetica. Un atto di fede bisogna farlo, e credergli.

Ci ha detto che ha speso 2,800 euro e tutti adesso a fare i conti con la macchinetta e ridergli addosso; ma forse, avrebbe concluso lo stesso spendendo 1,400 o 1,000 dedicando un po' più di tempo o stando attento al tipo di bevanda .

Se trivializziamo gli interventi sinceri con atteggiamenti supponenti o ragionieristici - facciamo fuggire la gente onesta e.... ci rimangono i cazzari.

Saro' , infine, onesto io stesso : i rumeni non mi stanno per niente simpatici, in linea di principio, perlomeno i magnaccia che circolano in Italia con l'Audi di terza mano e la faccia sfottente. Pero' quando ce ne capita uno bravo e oggettivo e che ci fa pure un favore a spiegarci le cose come vanno - dovremmo apprezzarlo.

Passerator
Newbie
07/07/2013 | 15:23

  • Like
    1

@zest, non dire che spariamo dall'orizzonte come delle comete .....tu sei sempre un benemerito, avendomi evitato un viaggio asinino in Georgia, grazie ai tuoi preziosi resoconti. Un giorno Qualcuno ti premierà ! Un caro saluto

Passerator
Newbie
07/07/2013 | 14:49

  • Like
    0

A parte che "arrivare tardi " è meglio dell'ejaculazione precoce

:-)) , se guardi il timing del primo post , il tardivo sei tu

:*

Passerator
Newbie
07/07/2013 | 14:38

  • Like
    0

"Grande Germania ! " - scrivono i lettori ( a parte qualche femminista o maschiofemministo d'accatto)

Passerator
Newbie
07/07/2013 | 14:15

  • Like
    0

Articolo all'insegna dell'idiozia, delle falsità e del perbenismo ipocrita italiota del Corriere della Serva. I commenti dei lettori sono pero' tutti contro. E' incredibile come noi italiani ( i giornalisti , in realtà) da un pulpito fallito come lo stato italiano , ci permettiamo di elevare sermoni, colmi di menzogne tra l'altro, a della gente molto più in gamba di noi. Il giornalettiere Paolo Lepri ( non proprio un Enzo Biagi) parla di "orrore", di "sfruttamento"....di "tragedia" , dicasi "tragedia" !!

In uno scritto del genere e' difficile discernere se ci sia più malafede o imbecillità integrale.

Testata- Corriere della Sera

27ORA / agendaLUGLIO

Vanessa Rahn, responsabile di Artemis, il più grande bordello di Berlino (Ap)

LUG 07

Regolarizzate dieci anni fa, le prostitute restano ostaggio dei trafficanti

L’industria tedesca dei bordelli legali

Un business da 14,5 miliardi di euro

di Paolo Lepri

Tags: Artemis, bordelli, Christine Bergmann, diritti, Felicitas Schirow, Ferdinand von Schirach, germania, Kerstin Müller, leggi, nuove schiave, prostituzione, sesso, tratta, uomini che pagano le donne

Doveva diventare «un lavoro come gli altri». Era questo l’obiettivo della legge approvata oltre dieci anni fa in Germania. I contratti, infatti, sono analoghi a quelli di altri settori. Come uguali sono protezione sindacale, assistenza sanitaria, diritto alla pensione.

Quella delle prostitute tedesche può essere definita, allora, una vita nel segno della normalità?

Solo in parte.

Perché a essere garantite sono soprattutto le donne arruolate nei lussuosi locali delle grandi città, a metà tra le case chiuse di vecchia memoria e i night-club per danarosi solitari. La legalizzazione del mercato del sesso ha inizialmente migliorato le condizioni di vita, ridotto i pericoli di un’ attività un tempo clandestina e penalmente perseguibile. Ma ha trasformato la Germania come dicono molti, nel «più grande bordello d’Europa», dominato in gran parte dalle leggi del profitto, dalle regole criminali dello sfruttamento, dall’attività senza scrupoli dei trafficanti.

L’enorme giro d’affari di questa industria non intaccata da nessuna crisi ha provocato una serie di effetti collaterali. Cristiano-democratici e liberali, i partiti che sostengono il governo di Angela Merkel, hanno tentato di correre ai ripari approvando nei giorni scorsi, prima della fine della legislatura, alcune norme che prevedono maggiori controlli su quanto avviene nelle case del sesso tedesche.

Aumenta la sicurezza, non aumentano i diritti.

L’opposizione rosso-verde, che era alla guida del Paese quando la legge fu varata nel 2002, ha giudicato ora questi interventi insufficienti. Più in generale, in Germania ci si chiede oggi, come ha scritto Der Spiegel , se la legalizzazione della prostituzione non sia stata «un fallimento». È passato molto tempo da quando l’allora ministra della Famiglia, la socialdemocratica Christine Bergmann, la capogruppo dei Verdi Kerstin Müller e la prostituta militante Felicitas Schirow brindavano con una coppa di champagne al successo dell’operazione di sdoganamento dei bordelli.

La Svezia, nel frattempo, aveva fatto una scelta opposta, vietando e criminalizzando il sesso a pagamento.

«Molti funzionari di polizia, le organizzazioni femminili, i politici che si occupano del problema sono oggi convinti – ha scritto il settimanale di Amburgo – che la legge tedesca sia stata nei fatti poco più che una sorta di sussidio per gli sfruttatori e abbia reso il mercato più attraente per i trafficanti di esseri umani».

I dati più recenti sono impressionanti. Secondo la confederazione sindacale Ver.di gli incassi annuali dell’industria della prostituzione ammontano a 14,5 miliardi euro. Gli uomini che pagano sono un milione al giorno. I bordelli che operano legalmente sono circa 3.500, cinquecento dei quali nella sola Berlino. Nella piccola regione del Saarland, al confine con la Francia, sono 270. I prezzi bassi attirano in Germania clienti dall’estero, anche dall’America. Fiorisce il mercato delle offerte speciali, come la flat-rate che permette di ottenere sesso senza limitazioni di tempo e quantità pagando un biglietto d’ingresso leggermente più costoso. Agenzie propongono viaggi organizzati legati al turismo sessuale. Le donne coinvolte sono circa 200.000, oltre due terzi delle quali arrivano da altri Paesi, in particolare da Romania e Bulgaria. Ma i reati contestati ai trafficanti sono invece diminuiti rispetto a dieci anni fa. Nel 2011 sono stati solo 636. I «magnaccia» , come si chiamano a Roma, sembrano approfittare del fatto che per essere accusati di sfruttamento, sottolinea Der Spiegel , devono intascare più della metà dei guadagni delle donne che «proteggono». Si tratta di una cosa difficile da provare. Infatti le condanne sono passate dalle 151 del 2000 alle 32 di due anni fa.

C’è evidentemente qualcosa che non torna in questi numeri. Le autorità non sembrano avere gli strumenti sufficienti per sgominare i responsabili del nuovo schiavismo. Le organizzazioni umanitarie mettono tra l’altro in rilievo che le donne che si ribellano o riescono a sfuggire agli aguzzini vengono subito rimpatriate per essere entrate illegalmente in Germania. Molte testimonianze parlano di situazioni di prigionia, in case-dormitorio vicino ai bordelli.

«Oppure si è costrette a vivere nel luogo di lavoro per aumentare così la produttività», ha denunciato una ex prostituta che ha usato lo pseudonimo di Doris Winter.

Sono tante, sicuramente, le pagine amare di questa sottovalutata tragedia collettiva. Come quella di Irina, la protagonista di Fortuna, un racconto dello scrittore-avvocato Ferdinand von Schirach. Forse è l’unica, la storia di questa ragazza arrivata a Berlino dalla ex Jugoslavia, che si conclude con un lieto fine. Anche se dopo molto orrore.

I VOSTRI COMMENTI

10

SAREBBE ORA APRIRLI ANCHE IN ITALIA

07.07 | 10:27 CleGio

Diminuirebbe lo sfruttamento,sarebbero garantite condizioni di igiene, sarebbero rintracciabili le operatrici malate o non in regola, sarebbe anche una buona entrata per il fisco.

Per quanto riguarda l’aspetto etico….lasciamo andare, ormai offrirsi dietro compenso sta diventando quasi una regola, con tanto di pubblicita’ sui quotidiani e su Internet.

La polizia del buon costume potrebbe essere agevolata e limitare il suo intervento a casi veramente gravi.

L'alternativa è comunque peggiore

07.07 | 10:34 Passodiqui

La regolamentazione e legalizzazione del settore non sarà fatta perfettamente, è ovvio, si deve affinare continuamente la normativa in questo settore estremamente delicato e border line tra legalità e sfruttamento. Però l’alternativa è sicuramente peggio. Da noi il settore non è legalizzato, ma le signorine non stanno sicuramente meglio di quelle che vivono da clandestine e sfruttate in Germania. Mentre stanno sicuramente peggio delle signorine che vivono nella legalità in Germania, che sono la stragrande maggioranza. La questione è sicuramente di principio, poi se vogliamo passare anche ad un piccolo motivo veniale, su quei 14 miliardi di giro d’affari, si pagano le tasse. In italia qualche milardino in più di tasse in questo periodo non guasterebbero…

perchè quelli illegali

07.07 | 10:38 BA.CO.

da chi sono controllati in italia ?

14.5mld di incassi=7mld di tasse!!!

07.07 | 10:43 Lettore_2201716

Quando la prostituzione e’ illegale quei soldi vanno tutti al racket, spariscono i controlli sanitari e schiavitu’ e corruzione peggiorano.

Sesso come mercato

07.07 | 10:44 angelo1969

Forse sarebbe il caso di strutturare il mercato del sesso come una piccola industria, con tanto di controlli fiscali e sindacali, in modo che sia sotto controllo dal punto di vista legale.

C’è evidentemente qualcosa che non torna in questo articolo

07.07 | 10:46 S.G.A.

“I dati più recenti sono impressionanti.” E sono tutti positivi. I reati di sfruttamento sono diminuiti drasticamente. Malgrado l’aumento del settore e dei lavoratori, l’aumento del volume d’affare e del numero di clienti. Quale altro settore gode di così buona salute? Le prostitute hanno “migliorato le condizioni di vita, ridotto i pericoli di un’ attività un tempo clandestina e penalmente perseguibile.”, sono tutte schedate e si sa chi sono, dove sono e possono pacificamente rivolgersi alle forze dell’ordine se sottoposte a qualche reato. Eppure l’autore dell’articolo stigmatizza questa “tragedia collettiva”, senza fornire neanche un dato, ma solo supposizioni, credenze e ideologia personale. Un solo caso di sfruttamento lavorativo, Irina, in oltre 200.000 donne, come altri che sicuramente esistono, come in qualsiasi altro settore di lavoro e industria, non può bastare per stigmatizzare tutto un settore produttivo. La legalizzazione della prostituzione ha contribuito nel suo piccolo, al buon andare dell’economia tedesca (vedasi come va l’Italia), e la sicurezza per le strade dal 2002 è migliorata, e le mafie e corruzione, droghe, che nomina l’autore dell’articolo, non si vedono in Germania rispetto al 2002. è interessante come da dati assolutamente positivi se riesca a dare una lettura assolutamente negativa.

Questo dovrebbe bastare

07.07 | 11:20 anfre63

A chi anche in Italia vuole la ” regolarizzazione ” della prostituzione

Bordelli, la Germania offende la Dignità umana!

07.07 | 11:31 PaoloDeG

La maggioranza delle ragazze nei bordelli, sono vittime di rapimenti, terrorizzazioni, somministrazione forzata di droghe, di lavaggio di cervello, eccetera! I bordelli sono usati dalle organizzazioni criminali dedite ai rapimenti, stupri, tratta di esseri umani, eccetera per legalizzare tutti questi crimini! Non solo in Germania, ma dappertutto in Europa anche in Italia specialmente in Francia! Perfino mamme e bambine, sono vittime di queste organizzazioni mafiosi, terroristi islamisti e taglia strada hyperviolenti, che collaborano tra di loro per guadagnare di più, formando delle reti criminali e terroriste internazionali influentissime e potentissime e possono corrompere chiunque! Causano più danni ogni anno in Europa in questo modo, che non gli attentati dell’11 Settembre 2001 negli USA! L’ONU calcola i guadagni l’anno nel mondo 2,1 bilioni di dollari ed anche più! Nell’UE guadagnano sicuramente più di seicento miliardi di Euro l’anno e diventano sempre più ricchi influenti e potenti! Questo é un oltraggio alla Dignità umana che é la legge fondamentale dei paesei dell’UE, dell’Unione europea, anche della Germania “Die Würde des Menschen ist unantastbar (Art. 1 Abs. 1 Grundgesetz).”! Ma è più facile per un cammello passa attraverso la cruna di un ago! Tutto queste Organizzazioni criminali terroristi trovano aiuto e sostengono in tutti i livelli della società, il sostegno del mondo finanziario, del potere politico, in tutti i livelli di stato ed amministrazioni urbane! La corruzione li rende invincibile! Questa sottomissione è costruita da una rete di organizzazioni che amministra la catena delle operazioni, é al corrente, e porta a buon termine le imprese! È la corruzione che rende possibile il radicamento del male! Se io fossi Presidente UE farei una guerra per neutralizzare l’asse del male, liberare le persone sottomesse o schiave e ricuperare le migliaia di miliardi di euro! Affinché regna giustizia, civiltà e progresso! La Dignità umana é inviolabile! Essa deve essere preservat, rispettata e tutelata con tutti i mezzi necessari! AMEN!

Sorpresa: i reati denunciati sono diminuiti dopo la legalizzazione!

07.07 | 11:32 Daniele M - Roma

Il tema è delicato, ma questo articolo non presenta neanche un dato che dimostri la tesi. L’unico dato concreto portato è la diminuzione dei reati contestati dopo, che l’attività è stata legalizzata – mi sembra una cosa assolutamente attesa.

Riguardo il ricatto alle immigrate irregolari, basterebbe fare dei controlli sui permessi di soggiorno nei bordelli – facile, visto che sono alla luce del giorno.

@lettore S.G.A.: GRAZIE!

07.07 | 11:52 Jonathanx

Il lettore S.G.A. mi risparmia di scrivere un commento pressochè identico (e avrei scelto praticamente lo stesso titolo!).

Ciò “che non torna” in questa vicenda è solo che ci sia ancora gente che falsifica i dati o, ancora più incredibile, che ne stravolge bellamente la lettura.

E così dati assolutamente positivi diventano “una tragedia collettiva”, un “orrore”, il “nuovo schiavismo”!

E’ la stessa frottola generalizzatrice che in Italia trovò in Don Benzi un pernicioso propagandista e che oggi viene portata avanti soprattutto da femministe (e “maschiofemministi”) illiberali, che questo tema non l’hanno mai studiato e che fanno da ripetitori di ideologie fallimentari (nei fatti!) come quella svedese.

Cosa frequente e quindi non sorprendente su blog femministi come questo “La 27esima ora” ma che comunque è deprimente rilevare: sembra che in questo paese non si vogliano fare passi avanti in questo campo.

Ed è proprio così: non si VOGLIONO fare.

I politici innanzitutto, che hanno troppa convenienza a lasciare le cose come sono, con la prostituzione non regolata e lasciata in gran parte in strada: così possono periodicamente usarla per distogliere l’attenzione da altri problemi, possono fare i moralisti e i difensori del “decoro” e della “sicurezza”, i sindaci possono fare cassa con le multe ecc.

In Germania il problema l’hanno risolto oltre dieci anni fa.

Vogliamo fare una scommessa? La Germania, paese pragmatico, forse farà correzioni alla legge ma NON tornerà indietro sulla legalizzazione e regolamentazione, nonostante le pressioni delle lobby femministe illiberali europee.

Perfino, penso, se tornasse al potere una coalizione di centrosinistra, la più sensibile (purtroppo) alle sirene dell’intolleranza ideologica “di genere”.

Per commentare devi essere loggato al sito di Corriere.it.

Login | Registrati |

Passerator
Newbie
04/04/2013 | 21:34

  • Like
    1

Caro Pannolino Lines, certo che ho capito ! " Consigliata"- " Sconsigliata", Camomilla Bonomelli , quattro cazzate malscritte e proporsi come zerbini boldrineschi.

Ve lo lascio tutto a voi, questo esercizio. Se non capite gli interventi sardonici, so' cazzi vostra.

Buona cacca romena a tutti gli amanti del "genre" !!! La revedere !!!

Passerator
Newbie
04/04/2013 | 03:22

  • Like
    1

@Amante74.

A parte che sei in ritardo come l'accelerato per Capracotta Inferiore, vista che la querelle è già finita e ricomposta, ci dici perchè dovremmo ...rinunciare al nick ? Ma ti sei bruciato le meningi alla Ruota di Castrocaro Terme ? per una discussioncella ?

Ma 'anvedi un po' questo......Me pari la Boldrini....

Quanto alla tua perorazione di "unità", "armonia" e tante altre belle raccomandazioni, allo scrivente pare che qualche sana discussione ci stia bene, sia a volte doverosa e faccia pure "audience". Non siamo al rosario delle sette. A " Leccobene" , come vedete, non ho più risposto, una volta accertato il suo livello intellettuale , e questo già indica il mio intento non dico pacificatorio ma- diciamo- transattivo, causa manifeste incapacità del contendente. A Freeman , che già mi sembra più "umano" , ho dedicato qualche parola di spiegazione, nel mio stile tonico , perchè questo è quello che ho. Dire " unitevi e andate in pace" non ha senso quando uno non indica da che parte andare. Ingiungere agli Israeliani e ai Palestinesi di " fare la pace" non porta a niente, se non si indica dove sta l'aggressore ( Israele, a mio giudizio) e dove l' aggredito ( la Palestina, sempre a mio giudizio). Io ho dato il mio contributo al sito con una rece, condivisibile o meno, e un tizio ha cominciato a urlare "VERGOGNA ! ". Rivedetevi i post più sopra del defxxxxxxx che adesso fa finta di fare il disinvolto . Tutto qua. Credo di meritare di meglio per il tempo dedicato, anche se il mio stile è un po' urticante . Un modo di scrivere che a qualcuno non piace ma che a qualcuno comunque aggrada assai. Come ripeto, le ragazze fanno un mestiere e come tale sono soggette a critiche, con nome e cognome e dettagli della circostanza. Altrimenti, fate pure gli zerbini, gli pseudoromantici leccacacca come certuni e forse qualche performance optional salterà fuori.

La prossima volta diro' "consigliata, " sconsigliata" , sarà tutto molto soporifero, stile commissione europea per i diritti umani, camomilla a go-go per tutti, come dice intrance.

Buonanotte e sogni d'oro a tutti con la CAmomilla Bonomelli !

Passerator
Newbie
04/04/2013 | 02:35

  • Like
    1

@intrance . Io bere tanta camomila come tu dire . Spero di non cadere intrance

Passerator
Newbie
04/04/2013 | 02:31

  • Like
    0

Ok, Freeman, allora qua la zampa, se ti sta sulle balle la Boldrini pure a te vuol dire che non siamo così distanti.....

Escortadvisor bakekaincontri_right itaincontri_desktop Escort Direcotory Escort forum escorta pecorizzami_right Escortime moscarossa_right Andiamo_desktop_right La_suite_home Felina_Barcellona_home Felina_Valencia_home Lounge_destra wellcum_right bacheca massaggi
Logo Gnoccatravels

Stai per entrare in una sezione vietata ai minori di anni 18 che può contenere immagini di carattere erotico, che tratta argomenti e usa un linguaggio adatto a un pubblico adulto. Se non sei maggiorenne esci immediatamente cliccando ESCI. Se non ritieni il nudo di adulti offensivo alla tua persona e se dichiari di essere maggiorenne secondo la legge dello stato in cui vivi e se, entrando nel sito, accetti le condizioni di utilizzo ed esoneri i responsabili del sito da ogni forma di responsabilità, allora puoi entrare in Gnoccatravels!

Gnoccatravels.com tutela e protegge i minori e invita i propri utenti a segnalare eventuali abusi, nonchè ad utilizzare i seguenti servizi di controllo: ICRA – Netnanny – Cybersitter – Surfcontrol – Cyberpatrol

Contenuti ed immagini qui presenti, sono stati ottenuti attraverso internet, quindi sono ritenuti di dominio pubblico, od autorizzati dagli interessati medesimi. Gli inserzionisti di Gnoccatravels.com dichiarano che gli scopi della pubblicazione richiesta sono leciti (secondo le vigenti normative in materia penale) e strettamente personali, quindi esentano i gestori del sito da ogni responsabilità amministrativa e penale eventualmente derivante da finalità, contenuti e azioni illecite, nonché da usi illegittimi e/o impropri della pubblicazione medesima.

Scegliendo ACCETTA ED ENTRA, l'utente dichiara di essere maggiorenne e di esonerare totalmente i fornitori del servizio, proprietari e creatori del sito Gnoccatravels.com dalla responsabilità sul contenuto degli annunci/inserzioni pubblicitarie e del loro utilizzo.

SONO MAGGIORENNE ESCI