Ai confini di GT: Myanmar/Birmania

Ho visto che non c'è quasi niente che riguardi questo Paese a due passi dalla Thailandia (che ha 300 e più recensioni). Premetto che non ci sono mai stato, nè conosco nessuno che ci sia stato. Perciò apro questo thread per pura curiosità.
Provo a inserire qualche info presa qua e là su internet, magari poi qualche GT che conosce veramente bene il Sud-Est asiatico (oltre Pattaya e dintorni) potrà dare altre info di prima mano, che è un po' l'obiettivo di questo mio thread.
Va detto che la Birmania è anzitutto un regime militare in mano ad autentici pazzi sul modello nordcoreano, che soffoca da decenni qualsiasi forma di libertà. L'impressione che ne ho da totale ignorante è che la Birmania sia un Paese a metà strada dalla spiritualità del buddismo e l'esportazione internazionale dell'oppio....

Prima un po' di info turistiche:
COPIO&INCOLLO

" Sono tornato da una settimana dalla Birmania/Myanmar dove ho fatto il percorso classico Yangon, Calaw, Lago Inle, Mandalay e città limitrofe, Mamyo, Pagan, Ngapali Beach.

La Birmania è un paese bello e affascinante per il suo dolce paesaggio, la gente cordiale e sorridente, i siti archeologici, un bel lago molto particolare e perfino un bel mare.Cmq ciò che mi ha impressionato è il loro senso religioso, le centinaia di templi, i bonzi e suore che si incontrano dappertutto anche bambini. La gente è serena pur vivendo da decenni in un paese dittatoriale e sopravvive ai molti problemi grazie alla cultura religiosa impressa dalla filosofia buddista. Nessuno che perde le staffe e si arrabbia e tutti che sorridono con gentilezza e pazienza. Non esistono furti e delinquenza, nè imbrogli e prostituzione come nella vicina Tailandia, tranne rari casi.

Il problema maggiore è la lingua perchè pochi parlano l'inglese, ma è bello provare a comunicare con le gesta, con i disegni, si riacquista un po'di poesia perduta nel nostro mondo. Vedere la faccia di un ragazzo che beve la birra tanto desiderata (almeno per la curiosità)per la prima volta o delle sue sorelle che ricevono dei regali modesti che le fanno illuminare e risplendere ancor più nella loro già naturale bellezza o i bambini che accettano matite e pallonicini colorati senza rubarseli a vicenda e gioiscono con così poco, sono scene che ho visto altre volte in giro per il mondo, ma mai con tanta innocenza. Ho incontrato anche storie molto tristi, tipo quella del ragazzo semiparalizzato dopo 10 anni di rickshaw e che ha dovuto inventarsi un nuovo lavoro affittando una scassatissima Mazda più vecchia di me per accompagnare in giro i turisti, oppure quella di un altro rickshawman che per venire ad accompagnarmi all'embarcadero si era alzato la mattina alle 05.00 e aveva attraversato per un'ora tutta la città per guadagnarsi i 2 dollari di tariffa. O lo studente che si guadagna gli studi accompagnando i turisti e apprende così l'inglese sperando di lavorare come guida turistica. Ci sono tanti bambini che vendono cartoline e oggetti di artigianato e se gli chiedi perchè non sono a scuola, ti rispondono sempre che è giorno di vacanza. Incontri tanti bonzi e suore anche bambini con la loro ciottola in cerca dell'offerta che gli permette l'unico pasto quotidiano a base di riso e curry e ti guardano con il viso sereno, mai aggressivo e ti sorridono anche se non gli dai niente perchè vorresti poter dare a tutti, ma non è possibile. Li incontri poi tutti in fila (quasi mille) nel loro monastero contornati da orde di turisti famelici che scattano centinaia di foto, come fossero marziani o scimmie in gabbia.

Non è un paese tanto povero come vogliono far apparire le varie statistiche, vivono meglio di tutta l'Africa, dell'America centrale e meridionale e di gran parte dell'Asia, fortunatamente, grazie alla loro laboriosità ed al fatto che il regime ha aperto all'economia privata e segue di traino la confinante Cina che fornisce loro ogni tipo di merce che trovi nei grandi mercati, ma anche nei marciapiedi di tutte le strade, trasformati in negozi, bar e ristoranti.

I contadini delle campagne vivono imperturbabili ai vari regime secondo i prodotti che dà loro la terra fertile e vivono serenamente nelle loro case di tek e bambù in mezzo a enormi buffali e buoi, capre e galline, coltivando riso, frumento e legumi. E' un paese in cui molte donne povere indossano gioielli ricchi che il paese produce e gli uomini, tutti, indossano un pareo, il longyi, freschissimo e adatto al loro clima caldo. In più donne e uomini usano un trucco, una pasta bianca ricavato da un ramo che li protegge la pelle e li dà un aspetto quasi surreale. Purtroppo bisogna andar "fuori pista" per incontrare la gente negli abiti tradizionali che ho visto nel museo della capitale, tantissimi e ognuno diverso a seconda della provincia e della minoranza etnica. Molti masticano il betel, che sputano in giro e lascia loro una schifosa bocca rossa. Bisogna però capire che equivale quasi al nostro caffè espresso, è nella loro tradizione ed è difficile giudicare un'usanza così diffusa che non li distrae dalle loro attività, anzi li dà la forza di andare avanti quando questa viene meno. L'ho provata anch'io nell'ultimo pezzo di trekking e,sarà stato l'effetto placebo, stà di fatto che l'ultima salita, prima del monastero dove ho pernottato, l'ho fatta di corsa, nonostante fossi esausto dopo 20 km di passeggiata in mezzo ad una natura splendida di campi di fiori gialli e di fronde di bambù. Chissà se le multinazionali all'attacco che già rubano le foreste di pregiato legno tek, le gemme e petrolio riusciranno a domare questo splendido popolo al consumismo sfrenato e a dimenticare le loro belle tradizioni in nome di una globalizzazione che ci vuole tutti uguali e banali. E'un paradosso che una dittatura terribile sia riuscita a mantenere intatto un paese splendido e che forse una democrazia liberale e consumista riuscirà a distruggere tutto in pochi anni come è avvenuto nella vicina Tailandia. Mi auguro che i tanti Budda seduti e reclinati veglino su questo popolo e li aiutino a resistere, rendendo possibile a noi ed ai nostri figli di gioire del loro meraviglioso spettacolo."

Ecco il link

http://turistipercaso.it/myanmar/5250/resisti-myanmar.html

"Se si eccettua la Corea del Nord, in tutta l’Asia del Sudest e dell’Est la Birmania è la nazione che ha visto la presenza più bassa di turisti. Ma la nuova alba delle riforme nella Terra dell’Oro ha messo in allerta i turisti con una prospettiva di visitare una nazione indiscutibilmente bella ed ospitale. E’ stata salutata da tutti nei media occidentali, dalla CNN a Lonely Planet ai vari giornali di viaggio, come il luogo da non perdere al mondo per il 2012, e la Birmania trova pronta la propria industria turistica a crescere esponenzialmente nei prossimi tre anni se la sua struttura inadeguata riuscirà ad adeguarsi alla domanda.

Il direttore del ministero al Turismo e agli hotel, Ohn Myint, ha detto: “Abbiamo stimato che per il 2012 possiamo ricevere 500 mila turisti attraverso l’aeroporto internazionale di Rangoon, e nel 2015 ci aspettiamo un arrivo di 1 milione di turisti in Birmania.” Ma con appena 25 mila camere di hotel per l’intera nazione, dei quali solo 8000 adatti al turismo internazionale, e le opzioni di trasporto e gli aeroporti inadeguati, non deve sorprendere che la Birmania guardi all’esperienza della vicina Thailandia che regolarmente riceve 15 milioni di visitatori l’anno come ad un modello da apprendere.

I responsabili del turismo birmano dicono che accettano consigli dai loro amici dell’Ufficio del Turismo Thailandese per migliorare il settore dei servizi del paese, mentre esplorano altre aree di comprensione reciproca sulla campagna “Due paesi, una destinazione”. Gli arrivi in Birmania dipendono molto dall’aeroporto internazionale di Bangkok e lo saranno per qualche tempo a venire, ha detto il direttore Ohn Myint.

La Birmania e la Thailandia hanno una simile estensione e popolazione, e sono a predominanza buddista, ma con differenti etnicità nelle province montane. Vantano preziosi siti storici di valore, riugi di montagna lussureggianti e centinaia di spiagge paradisiache circondate da palme per le quali il turismo occidentale darebbe chissà cosa.

Ma mentre le spiagge birmane sono per lo più inaccessibili e non hanno strutture attrezzate, le spiagge bianche thailandesi con le loro acque azzurre sono brulicanti di turisti da tutto il mondo, dove barche lussuose sono affiancate al turismo di massa con una vasta selezione di negozi, bar, locali notturni e intrattenimento senza fine.

Nella parte settentrionale delle isole Andamane birmane la maggioranza della gente del posto sopravvive della pesca, dove le donne del posto aggiustano le reti e le ceste di bambù piuttosto che lavorare nei ristoranti o fare massaggi ai turisti.

Ovviamente è per questo ambientamento primordiale che i viaggiatori preferiscono. Ora che la Birmania deve ancora assicurarsi una domanda turistica, sono molte ONG e agenzie turistiche a richiedere al governo he il paese si avvii su un percorso di turismo sostenibile e responsabile, di protezione degli ecosistemi e di prendere quelle precauzioni che impediscano il ripetersi degli errori del suo vicino orientale.

“Phuket ha fatto il suo tempo!” dice il blogger Ramon che discuteva dell’assassinio di una coppia anziana di turisti inglesi. “Mafia, assassinio, latrocinio. E’ tutto diventato pericoloso.” Si potrebbe dire la stessa cosa per le altre due destinazioni turistiche thailandesi come Koh Samui e Pattaya, il paradiso sessuale più famoso. Con due milioni di lavoratori del sesso per tutto il paese, la Thailandia è la capitale del turismo sessuale, e in nessuna latra parte come Pattaya questo è più vero, ad appena 70 chilometri da Bangkok. Sono in molti ad essere preoccupati che una politica senza controlli del turismo porterà inevitabilmente a maggiore prostituzione e all’arrivo di migliaia di turisti che cercano solo il sesso.

“E’ immediata la lezione da imparare” sostiene Andrea Valentin del ONG Tourism Trasparency. “Se la Birmania vuole più prostitute che monaci nel paese allora dovrebbe seguire l’approccio sul turismo thailandese. Speriamo che la Birmania vorrà evitare i 30 mila bambini coinvolti nel turismo sessuale come in Cambogia, e molti di loro hanno appena 5 anni. Nel 2009 Terres des Hommes ha stimato che 70 mila bambini in Asia sono usati come prede sessuali, specie Cambogia, Indonesia, Filippine e Thailandia. In Cambogia si può affittare un bambino di otto anni, nato in estrema povertà, per 3 giorni per la cifra complessiva di 30 dollari. In un paese conservatore come la Birmania, dove l’attività sessuale è vista come problema molto privato, la amara verità è che non ci vuole proprio nulla per sviluppare una fiorente industria sessuale. Il turismo sessuale porta moneta estera e genera profitti, e le comunità locali sono riluttanti ad agire o intervenire in questo tabù, rendendo così bambini e donne più vulnerabili allo sfruttamento sessuale.”

Maung Maung Swe che presiede l’Unione delle Camere turistiche birmane, rifiuta questa idea. “Non abbiamo molte discoteche e bar e la gente birmana non tende a bere troppo. Dove ci sono bar e discoteche ci sono prostitute, se lo sappiamo possiamo prevenirlo.”

Le autorità birmane dicono di preferire un visitatore differente, quello che cerca la cultura. “Abbiamo 130 nazionalità, differenti tradizioni, lingue e costumi. E’ uno delle culture più belle al mondo. E la popolazione birmana ha un senso dell’amicizia e della gentilezza come lo era la Thailandia di 30 anni fa.” dice Maung Maung Swe.

Senza dubbio la Birmania è una Disneyland del buddismo con ogni collina o promontorio sormontato da uno stupa ed è forse l’unia nazione al mondo che può rendere il paio all’India insieme alla Thailandia per turismo dei templi. Dalla meraviglia della pagoda Shwedagon a Rangoon al leggendario tempio Mahamuni di Mandalay alla sacra Roccia dorata di Kyaiktiyo: la Birmania ha il potenziale per offrire ai devoti buddisti, ai pellegrini e ai curiosi un itinerario completo di visite dei templi e del Karma buono.

Forse è anche vero dal momento che il più alto numero di visitatori nel paese provengono dalla Cina e dalla Thailandia, due paesi che in Birmania fanno solo dei gruppi turistici che se non stanno comprando gemme e giada si possono trovare a pregare e fare le offerte in qualche tempio buddista. Finché le sue spiagge, le sue infrastrutture e la sua vita notturna non saranno altrettanto sviluppati come in Thailandia o anche in Vietnam, è probabile che il paese attrarrà essenzialmente turisti interessati alla cultura buddista dalle nazioni della regione."

http://terresottovento.altervista.org/2012/03/birmania-quale-futuro-per-il-turismo-in-birmania/

COPIO&INCOLLO altre storie raccattate in rete:

"Yangoon, 30 Settembre 1904
E’ tempo di spiaggia. Lascio Meiktila e la sua sagra di paese e mi imbarco verso Pyay da dove dovrei deviare per Ngapali beach. Si dice che il nome della spiaggia sia dovuto a un Napoletano che qualche anno fa disse “ma qui e’ come Napoli” (il golfo suppongo). E infatti Ngapali pronunciato dai Birmani suona piu’ come Napoli che Ngapali.
Siccome faccio un sacco di battute assurde e inutili devo chiarire: questa di Ngapali-Napoli non e’ una battuta. Me l’hanno raccontata proprio cosi.

Arrivo a Pyay dopo una notte di bus passata a parlare con un dottore funzionario governativo che si occupa di prevenzione dell’Aids. Gli chiedo com’e’ che riescono a beccarselo se il sesso prematrimoniale praticamente non esiste in Birmania.
Mi da’ tre risposte:
1) il sesso extra-conuigale (le famose Corna Birmane)
2) un giro di parole assurdo per non dire “prostituzione”
3) l’uso comune di siringhe degli eroinomani (scopro solo qualche giorno dopo che e’ un problema vero nella zona off-limits per turisti dove coltivano le bustine di eroina)
Sul punto due si giustifica, non richiesto, che in tutti i paese poveri c’e’ prostituzione. Gli dico di non preoccuparsi che c’e’ anche nei ricchi e penso al Terraglio tra Mestre e Treviso.
Ci fermiamo a mangiare e offre lui. Mi dice che mi inviterebbe a casa sua dalla sua famiglia ma che prima dovrebbe chiedere un permesso scritto al governo, essendo lui impiegato statale.
Poi inizia a parlarmi di buddismo. Dice che ha 54 anni e si sta riavvicinando ad uno stile di vita piu’ pio per prepararsi alla morte. E’ convinto che si reincarnera’ (magari si reincarna con un’unghia incarnata, uah uha!!) e vuole essere una persona migliore nella prossima vita. Insomma tipo se in questa vita stesse pagando i contributi per la prossima.
Poi scende e se na va verso il solito orizzonte. Ma quando arrivano all’orizzonte questi personaggi si ritrovano tutti al bar?
Io arrivo a Pyay verso le sei del mattino. Adesso che ho mollato Manu-il-ricco voglio provare a stare nel bugdet di 10 U$ al giorno. Con Manu si scialacquavano fino a 15 U$ al giorno, con una media di 13. Quindi cammino verso il centro. Ogni tanto chiedo quanto dista e mi dicono sempre “two miles”. Mezz’ora dopo sono sempre two miles, il sole e’ asceso e Sudo come un cavallo con la febbre. Giro un po’ di Hotel ma sono di due tipi: tuguri a 3 U$ con stanze 1X2 senza finestra (le famose “stanze della depressione” o del “che ci faccio qui?”) o belle stanze con aria condizionata a 10/15 U$.
Alla fine prendo una stanza a 3 U$ in un Hotel che da fuori sembrava anche bello.
Mi faccio una doccia cercando di non sporcarmi troppo in quel bagno schifoso e mi butto a riposare. Non faccio in tempo a spegnere la luce che sento un letto scricchiolare ritmicamente. Il mio conscio rifiuta di fare due piu’ due. Lo fa il mio inconscio che poi informa il mio conscio: sono finito in un bordello.
Mentre cerco di dormire sento i ragazzi del bordello, quelli delle pulizie, che bussano alla porta dei due fornicatori e ridono. Poi se ne vanno. Poi ritornano a imitare i mugugni erotici della ragazza. Si piazzano davanti alla porta e se ne stanno li ad ascoltare, ridere e fare versi erotici.
Io dormo un po’, poi mi alzo e vado alla stazione dei bus per informarmi sul bus per Ngapali.
Sono dodici ore di notte su montagne alte cinquemila metri (almeno cosi mi dicono) e quando vedo il bus decido che Ngapali puo’ aspettare: i sedili sono stretti per una persona e si deve stare in due. Non c’e’ assolutamente spazio per le gambe in quanto e’ pieno di sacchi di riso sotto i sedili. Le finestre sono mezze rotte e a cinquemila metri (ma, mi chiedo, cinquemila metri qui in Birmania?) significa morte sicura. Decido cosi di tornare a Yangon e andare a meditare che almeno sto al caldo."

http://www.tripluca.com/diari-di-viaggio/bordelli-birmani/

Infine noterella sulle "donne birmane"

"Nell’Ottocento, le donne birmane sbalordirono gli amministratori coloniali giunti dall’Europa, abituati alle mogli sottomesse e convinti che in Asia lo fossero anche di più. Il che era vero in Cina o in Giappone, ma non in Birmania, dove le donne:

1.erano sessualmente emancipate; in un rapporto del 1894, un amministratore inglese lamentava un’epidemia di relazioni extraconiugali fra gli ufficiali, dovuta “al grande fascino e alla libertà perfetta delle donne birmane, che non considerano queste relazioni vergognose”;
2.contribuivano all’industria e ai commerci; ancora oggi, le donne birmane producono in media ben il 46% del reddito familiare; come paragoni, l’articolo cita gli Stati Uniti (40%), la Francia (39%) e la Svizzera (32%);
3.combattevano nell’esercito, come gli inglesi scoprirono nella Prima Guerra Birmana, del 1824 (vedi quest’altro articolo).
Come sorse questa “utopia femminista”? L’articolo non lo dice, ma mi si sono drizzate le orecchie dove parla di matrimonio: nella tradizione birmana, la donna che si sposa conserva la proprietà dei suoi beni, non indossa anelli o altri segni di impegno, può divorziare senza giustificazioni, e dopo il divorzio ha diritto a metà dei beni acquistati dalla coppia durante il matrimonio.

In pratica, le donne birmane godono da sempre del regime matrimoniale che le donne italiane hanno da non più di trent’anni."

Ecco. Spero che @IlDrago mi perdonerà se per una volta provo a fregargli il mestiere.

Dalla Bibbia ISG: "Money is the world's greatest aphrodisiac"

Trova i migliori CENTRI MASSAGGI ele MASSAGGIATRICI SEXY in Italia

@loup_garou....Burma non e' ancora adatta per un GT....e forse non lo sara mai......ma per tutto il resto e' veramente bella.

Abbandonati al relax e al piacere, scopri i centri massaggi della tua citta'!

loup_garou, il forum è tutti. Bravo :)

Capo Moderatore

La Seduzione Del Drago

Trova i migliori CENTRI MASSAGGI ele MASSAGGIATRICI SEXY in Italia

Ma vediamo come funziona la gnoccapay a Yangon (copio e incollo):

If Cambodia is Thailand 20 years ago, Myanmar is Thailand just after WW2. Talk about time warps. It is so backward they don’t even have tuk tuks. Mellow is the only word for it.
There are no bars where girls work. In Yangon you must hit the discos and look for freelancers.
In most of Asia, expats and locals are separated in their choice of bars. When was the last time you saw a Thai man drinking in a bar in Cowboy or Nana? Yangon discos are different, and you will find you might be the only westerner there. Most of the expats who go to Yangon on business are Chinese, Korean or Japanese, and they (and the Myanmarese) will be in the same bars you are in.
The Park Royale Hotel disco is the most famous. They have a new policy where 80 girls have been screened and will be admitted on alternate nights, 40 a night. When those girls get taken no more are allowed in, so if you arrive at midnight there might be only 10 girls left.
In Yangon it pays to arrive early.
There are other discos where you will need a taxi to take you. Best to ask when you arrive which ones are currently hot. The girls are all free lancers, and many are local “non-professionals” so be careful who you try to pick up. It helps to go with a local.
Like PP, Yangon girls live with the families and will not stay the night. If they do, they will set their alarm for 6 am, shower and dress, and insist you escort them to a taxi. “Morning service” is rare. It is best to let them go before you sleep.
Surprisingly, prices are higher than in Cambodia. The fixed price used to be 50000 kyat, which was $50. But as the kyat recently appreciated against the USD, that same 50000 will now cost you $65 or $70. One girl in Park Royale has been heard asking for a hundred. As the girls are freelancers there is no bar fine.

Ricapitolando:
Non esistono beer bars, le freelancers stanno tutte nelle disco e vengono via per circa 65$ ma solo ST (non c'è barfine).
Il locale più famoso è il Park Royale Hotel Disco ma bisogna andarci abbastanza presto perchè le gnocche vanno a ruba!
Sarà molto difficile incontrare un italiano per strada e soprattutto nelle discoteche, il turismo della Birmania è costituito in gran parte da asiatici, cioè niente italioti ;)

@Zest tu che hai trombato veramente ai confini del mondo, che ci dici in merito alla Birmania? Sicuramente avrai figli anche laggiù ;)

A conti fatti, la gnocca free costa di più della gnocca pay.

Abbandonati al relax e al piacere, scopri i centri massaggi della tua citta'!

Grazie @IlDrago ho visto che mancava qualcosa sulla Birmania, e mi sembra strano a due passi dalla Mecca degli Gnoccatravellers, la Thailandia...
Però ha ragione forse @nagan, non è probabilmente meta per GT, magari per farsi fumate d'oppio :) forse....
In effetti ho visto diversi articoli sul web sullo sfruttamente della prostituzione minorile da parte dell'infame governo birmano ma ho preferito evitare di riportarli. Magari domani metto qualche link giusto come info sulle cose da NON fare in Myanmar/Birmania :-h

Dalla Bibbia ISG: "Money is the world's greatest aphrodisiac"

Trova i migliori CENTRI MASSAGGI ele MASSAGGIATRICI SEXY in Italia

Beh il binomio figa-oppio e' da provare....almeno una volta nella vita....come la zuppa di pinne di squalo.....ho ancora i sensi di colpa (:|

Trova i migliori CENTRI MASSAGGI ele MASSAGGIATRICI SEXY in Italia

......... io ci sono stato 6 anni fa'..... forse e' il paese piu' bello e affascinante che abbia visto.... ma per la gnocca lasciate perdere.... qualcosina.... molto poco e di scarsa bellezza a yangoon.... per il resto del paese .... seghe a manetta :-)

Abbandonati al relax e al piacere, scopri i centri massaggi della tua citta'!

@WLF, ho gia' accennato qualcosa al Myanmar, sono stato un sacco di volte per la questione visti, ma nell'area di confine, alcune esperienze di pay diretto, in qualche bordello di bassa reputazione, ma roba da far west....

che dire di questo paese che ad oggi anche se hanno aperte le frontiere per seguire le rotte nelle citta' piu' famose quali mandalay e yangoon , non si sa poi molto, e' un circuito turistico non proprio per un GT, ma solo piu' a scopo culturale mistico.
Io come tanti altri farangs di stanza in Thailandia, ogni tot mesi andiamo in myanmar a rinnovare il tourist visa, varcati il confine di takchikilek esattamente sul Triangolo d'oro, c'e' questo paesone, un immenso mercato all'aperto dove vendono di tutto, droga compresa, un paio di bordelli saloon, e un casino' clandestino dove giocano d'azzardo. per il resto i birmani e' gente tranquilla, cordiale, parlicchiano un po' di inglese ma non come in Thai, vivono la repressione militare con molta sofferenza, vorrebbero tutti scappare se ne avessero l'occasione.

cit "Non mi posso permettere il lusso di NON pagare una donna"

Trova i migliori CENTRI MASSAGGI ele MASSAGGIATRICI SEXY in Italia

Ok. La Birmania non è posto da GT. Cmq riporto altre info sparse da InternationalSexGuide. Sono indicati anche alcuni hotels Girl-friendly:

http://www.internationalsexguide.info/forum/showthread.php?3182-GF-friendly-hotels-Yangon

Intera sezione dedicata alla Birmania:

http://www.internationalsexguide.info/forum/forumdisplay.php?231-Burma

... e per chi volesse fare un oppiotravel tra Birmania, Thailandia e Laos, interessantissimo resoconto con info storiche, ecc.. (in inglese) :)

http://www.gt-rider.com/thailand-motorcycle-forum/showthread.php/34817-ON-THE-TRAIL-OF-A-quot-MULE-quot-A-Drug-Run-Through-The-Golden-Triangle

...ma mi fermo qui con l'argomento O:)

Dalla Bibbia ISG: "Money is the world's greatest aphrodisiac"

Abbandonati al relax e al piacere, scopri i centri massaggi della tua citta'!

loup_garou , a volte le recensioni che io propongo vengono mal viste. Penso che possono aiutare ad attirare nuovi membri e alimentare nuove discussioni. Molte recensioni sono completamente inutili: molto vecchie, false, ridicole, non dicono nulla e chiedono soldi

Capo Moderatore

La Seduzione Del Drago

Trova i migliori CENTRI MASSAGGI ele MASSAGGIATRICI SEXY in Italia

Carissimo @ILDrago sono d'accordo con te.
Il sito si chiama gnoccaTRAVEL. Che cazzo, se uno non parla di viaggi, che senso ha?
Faccio un esempio, il tuo post sulla Mongolia secondo me è interessantissimo.
La Mongolia dev'essere un posto bellissimo (per tursimo "tradizionale"), e ti vengo a scoprire che c'è anche un notevole parco-gnocca.
Probabilmente la Mongolia costa meno della Lettonia (un Paese a caso ;-) ). Se uno vuole si fa un viaggio in un Paese sconosciuto, e magari cucca anche la gnocca locale (parlo soprattutto di pay... :bz , perchè non sono uno che va a fare la spesa finta in giro per il mondo).
Qui si possono trovare le info. Anche se non sono di prima mano, ma Copia&incolla da Internet, uno arriva qui e magari si trova dei link ad altri siti dove ci sono esperienza dirette sull'argomento.
Ad esempio qua sulla Birmania se vai su ISG, trovi resoconti di gente che si è sbattuto le pay in loco. Mi sembra che anche rece del genere possano avere una loro utilità, invece che rompersi i coglioni a cercare in giro per altri siti.
Poi magari si accoda gente che ha anche avuto esperienza diretta di altri luoghi.

Guarda, in sti giorni a lavoro non c'ho un cazzo da fare, per cui credo che posterò su altri posti "poco battuti", poi vediamo se interessa bene, sennò chi se ne fotte.
:-h

Dalla Bibbia ISG: "Money is the world's greatest aphrodisiac"

Trova i migliori CENTRI MASSAGGI ele MASSAGGIATRICI SEXY in Italia

fino a due anni fa c era poco. adesso stanno aprendo la porta ai turisti. niente atm, i. speriamo migliorino di questi tempi ci puoi fare degli affari di business anche, inoltre e' piu vicina all it rispetto a thai, e ce anche il volo diretto bp.

Abbandonati al relax e al piacere, scopri i centri massaggi della tua citta'!

Ma le birmane sono più brutte delle thai? O si collocano a metà strada tra thai e cambogiane?

Trova i migliori CENTRI MASSAGGI ele MASSAGGIATRICI SEXY in Italia

le birmane, non sono brutte, per chi piace comunque il mandorlato ovviamente, poi come si sa belle e' brutte , sono dappertutto :-)

cit "Non mi posso permettere il lusso di NON pagare una donna"

Abbandonati al relax e al piacere, scopri i centri massaggi della tua citta'!

@Kalashnikov
in Birmania sono presenti diverse etnie, la maggioranza è quella birmana, poi ci sono minoranze Chin, Kachin, cinesi e un'importante quota thai (circa 11%).
Se sei un estimatore del genere non credo che ti farai molti problemi ;-)

Tuttavia, la Birmania credo che sia un Paese indietro almeno 50 anni rispetto alla Thailandia (i thailandesi vanno a fare turismo sessuale in Birmania :O :O :O , leggere per credere: http://www.asiablog.it/2009/09/28/maesot/ )

Credo che le donne birmane siano perciò ancora legate a canoni di bellezza tradizionali e poco "occidentalizzate" (per cui se sei abituato a bangkok e ai suoi go-go bars con relative gnocche, credo che resterai deluso :-)) )
Magari ne troverai più così:

5399.jpg
5400.jpg

Non ho trovato altre immagini di donne che posso con certezza affermare essere "birmane al 100%" ~X( , perciò se vuoi farti un'idea dovrai andare a questo link e fare un po' il guardone tra le foto di troie fatte su ISG:

http://www.internationalsexguide.info/forum/showthread.php?1534-Photo-Gallery

A me non sembrano brutte, ma a me piacciono le gnocche con gli occhi a mandorla, poi ovviamente vale il discorso che belle o brutte non dipende dall'etnia, ma dalle persone e dai gusti, certo magari evita queste :-)) :-)) :-))

5401.jpg
5402.jpg

(l'ultima non sarebbe neanche male, però che cazzo :0& ... cmq non ti preoccupare che ne sono rimaste poche così)

Dalla Bibbia ISG: "Money is the world's greatest aphrodisiac"

Trova i migliori CENTRI MASSAGGI ele MASSAGGIATRICI SEXY in Italia

@loup_garou Ma se costano di più che in Cambogia (65 dollari per uno short!), perchè i thai vanno a fare turismo sessuale in Birmania? :-?

Trova i migliori CENTRI MASSAGGI ele MASSAGGIATRICI SEXY in Italia

uno short a takichilek costa 500 bht per i farangs, per i thai anche 300 bht ;-)

cit "Non mi posso permettere il lusso di NON pagare una donna"

Abbandonati al relax e al piacere, scopri i centri massaggi della tua citta'!

Ma quindi i prezzi riportati su ISG sono sballati, visto che parlano di 65 dollari uno st per una freelance in discoteca?

Trova i migliori CENTRI MASSAGGI ele MASSAGGIATRICI SEXY in Italia

io parlo di takichilek, poi non so a yangoon o a mandalay che prezzi fanno ;-)

cit "Non mi posso permettere il lusso di NON pagare una donna"

Abbandonati al relax e al piacere, scopri i centri massaggi della tua citta'!
  • 1 di 2

Stai per entrare in una sezione vietata ai minori di anni 18 che può contenere immagini di carattere erotico, che tratta argomenti e usa un linguaggio adatto a un pubblico adulto. Se non sei maggiorenne esci immediatamente cliccando ESCI. Se non ritieni il nudo di adulti offensivo alla tua persona e se dichiari di essere maggiorenne secondo la legge dello stato in cui vivi e se, entrando nel sito, accetti le condizioni di utilizzo ed esoneri i responsabili del sito da ogni forma di responsabilità, allora puoi entrare in Gnoccatravels!

Gnoccatravels.com tutela e protegge i minori e invita i propri utenti a segnalare eventuali abusi, nonchè ad utilizzare i seguenti servizi di controllo: ICRA – Netnanny – Cybersitter – Surfcontrol – Cyberpatrol

Contenuti ed immagini qui presenti, sono stati ottenuti attraverso internet, quindi sono ritenuti di dominio pubblico, od autorizzati dagli interessati medesimi. Gli inserzionisti di Gnoccatravels.com dichiarano che gli scopi della pubblicazione richiesta sono leciti (secondo le vigenti normative in materia penale) e strettamente personali, quindi esentano i gestori del sito da ogni responsabilità amministrativa e penale eventualmente derivante da finalità, contenuti e azioni illecite, nonché da usi illegittimi e/o impropri della pubblicazione medesima.

Scegliendo ACCETTA ED ENTRA, l'utente dichiara di essere maggiorenne e di esonerare totalmente i fornitori del servizio, proprietari e creatori del sito Gnoccatravels.com dalla responsabilità sul contenuto degli annunci/inserzioni pubblicitarie e del loro utilizzo.

SONO MAGGIORENNE ESCI

SHARE